Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 24 dicembre 2014

Buon cenone a tutti

Roberto Mangosi

.

Tanto lo sappiamo tutti che non saremo mai migliori né più buoni.
Chi era carogna prima lo sarà ancora.
Mangiamoci ‘sto panettone senza far promesse che non manterremo mai.
Non siamo mica politici !!
.

Read Full Post »

Il Presepe politicamente corretto

di Gemma Gaetani

.

Luciano Mastrorocco, il preside dell’Istituto “De Amicis” di Bergamo, vietava il presepe “perché a scuola non ci devono essere simboli che dividono”. Poi è andato Salvini a portarcelo… Impedendo di fatto a Mastrorocco di garantire il sacrosanto rispetto che una maggioranza deve senza se e senza ma ad una minoranza (su 10 studenti del suo istituto 3 hanno genitori stranieri).

2sgNoi vogliamo lanciare la soluzione che soddisfi tutti: il Presepe politicamente corretto. Presepe sì: tradizione, cattolicissimo eccetera. Ma in modo nuovo.

Al posto di Giuseppe e Maria, due Giuseppe o due Maria: così rispetteremo i gay che vogliono sposarsi, adottare e procreare. Al posto del bue e dell’asinello una confezione gigante di seitan  e un’altra di solaburger: così rispetteremo vegetariani e animalisti.

gbAl posto di Gesù Bambino, Gesù Bambina: così rispetteremo femministi, femministe e antisessisti.

Al posto della capanna una grande tetta: così rispetteremo le Femen. Al posto dei Re Magi, i Rom Magi, così rispetteremo i Rom. In mano ad essi, al posto di oro, incenso e mirra, denti d’oro, un bambino rubato di nome Vincenzo e birra, così rispettremo le consuetudini di alcuni di loro. Al posto della Stella Cometa una scimmia come E.T., così rispetteremo gli evoluzionisti che sanno che la vita non è stata creata da Dio e che c’è su tutti gli altri pianeti…

Ora ci andranno a tirare addosso delle molotov accese nel caso in cui avessimo dimenticato qualcuno verso cui essere politicamente corretti.

 

Read Full Post »

Bertone e le suore che lo servono nell’attico dello scandalo sono seguaci di Cristo?

Attilio Doni

.

atticoDon Antonio Mazzi, durante la trasmissione “Lo schiaffo” condotta da Marco Gaiazzi su ClassTv, riguardo al cardinale Bertone e al lusso del quale si è circondato, ha detto: “Com’è possibile che un cardinale abbia il coraggio di fottersene di tutti?”, ed ha parlato di “ricchezza schifosa”.

Gesù ha chiesto ai suoi seguaci di pregare, e poiché gli uomini della Chiesa cattolica sono cristiani, e quindi seguaci di Cristo, pregano. Gesù ha anche detto ai suoi seguaci di predicare il vangelo, e poiché gli uomini della Chiesa cattolica sono cristiani, predicano il vangelo. Gesù ha detto ai suoi seguaci di perdonare, e poiché gli uomini della Chiesa cattolica sono cristiani e quindi seguaci di Cristo, ascoltano Gesù e perdonano. Gli uomini della Chiesa cattolica, poiché sono cristiani, ascoltano tutte le cose predicate da Gesù.

Il Papa e il cardinal Bertone

Il Papa e il cardinal Bertone

Gesù ha raccomandato ai suoi seguaci, non una volta ma dieci volte, di stare lontano dalle ricchezze, e poiché gli uomini della Chiesa cattolica sono cristiani e quindi seguaci di Cristo, non ascoltano Cristo. Qualcosa non va in questo ragionamento. Qualcosa non va nella Chiesa. Evidentemente molti uomini della Chiesa non sono cristiani. Qualcuno potrebbe obiettare: gli uomini sono uomini e quindi soggetti al peccato. Ma quando il peccato è continuo, quando il peccato è una norma, l’obiezione cade.

Un cristiano che non segue per tutta la vita una parte preponderante della predicazione di Cristo, non può chiamarsi cristiano. Ma il cardinale Tarcisio Bertone è cristiano? A mio parere non sono cristiane neppure le suore che lo servono nell’attico dello scandalo, giacché le suore dovrebbero essere al servizio di Cristo, dei poveri, dei diseredati. Perché servono il ricco cardinale?

Read Full Post »

1qwsssss

Read Full Post »

Babbo Natale tra storia e leggenda

di PK

.

Sono diverse le versioni sulle origini del Babbo Natale moderno, ma tutte derivano dallo stesso personaggio storico, il vescovo (poi divenuto santo) Nicola della città di Myra (antica città dell’odierna Turchia), di cui si racconta che, essendo un vescovo, esortò tutti gli altri parroci della sua diocesi a diffondere il cristianesimo laddove i bambini non avevano la possibilità o la volontà di recarsi in chiesa anche a causa del freddo invernale, che costringeva molti a non uscire di casa.

Così li esortò dicendo loro di recarsi dai bambini portando un regalo e di cogliere l’occasione per spiegare chi fosse Gesù Cristo e che cosa avesse fatto per l’intera umanità. I parroci, portando con loro un sacco pieno di regali, raggiungevano i bambini mediante alcune slitte trainate da cani.

La leggenda di San Nicola è alla base della grande festa olandese di Sinterklaas (il compleanno del Santo) che, a sua volta, ha dato origine al mito e al nome di Santa Claus nelle sue diverse varianti. In Europa (in particolare nei Paesi Bassi, in Belgio, Austria, Svizzera, Germania e Repubblica Ceca) viene ancora rappresentato con abiti vescovili e con la barba.

imagesFIBJUJFJLe reliquie di san Nicola furono traslate a Bari da alcuni pescatori e per ospitarle fu costruita una basilica nel 1087. Il luogo è da allora meta di pellegrinaggi da parte dei fedeli. San Nicola è considerato il proprio patrono da parte di marinai, mercanti, arcieri, bambini, prostitute, farmacisti, avvocati, prestatori di pegno, detenuti. È anche il santo patrono della città di Amsterdam e della Russia. In Grecia San Nicola viene talvolta sostituito da San Basilio Magno (Vasilis), un altro vescovo del IV secolo originario di Cesarea.

Nei Paesi Bassi, in Belgio e in Lussemburgo, Sinterklaas (Kleeschen in lussemburghese) viene festeggiato due settimane prima del 5 dicembre, data in cui distribuisce i doni (il suo compleanno risulta essere il 6 dicembre). L’equivalente di Babbo Natale in questi paesi è Kerstman (letteralmente “uomo di Natale”). In alcuni villaggi delle Fiandre, in Belgio, si celebra la figura, pressoché identica, di san Martino di Tours (Sint-Maarten). In molte tradizioni della Chiesa ortodossa, San Basilio porta i doni ai bambini a Capodanno, giorno in cui si celebra la sua festa.

images7V5XO3PLIl Babbo Natale di oggi riunisce le rappresentazioni premoderne del portatore di doni, di ispirazione religiosa o popolare, con un personaggio britannico preesistente. Quest’ultimo risale almeno al XVII secolo, e ne sono rimaste delle illustrazioni d’epoca in cui è rappresentato come un signore barbuto e corpulento, vestito di un mantello verde lungo fino ai piedi e ornato di pelliccia. Rappresentava lo spirito della bontà del Natale, e si trova nel Canto di Natale di Charles Dickens sotto il nome di Spirito del Natale presente.

Santa Claus ha origine da Sinterklaas, il nome olandese del personaggio fantastico derivato da san Nicola, che viene chiamato anche Sint Nicolaas; questo spiega anche l’esistenza di diverse varianti inglesi del nome (Santa Claus, Saint Nicholas, St. Nick). Gli abiti di Sinterklaas sono simili a quelli di un vescovo; porta una mitra (un copricapo liturgico) rossa con una croce dorata e si appoggia ad un pastorale. Il richiamo al vescovo di Mira è ancora evidente. Sinterklaas ha un cavallo bianco con il quale vola sui tetti; i suoi aiutanti scendono nei comignoli per lasciare i doni (in alcuni casi nelle scarpe dei bambini, lasciate vicino al caminetto); arriva in piroscafo dalla Spagna ed è accompagnato da Zwarte Piet.

untitledUna parte essenziale nella trasformazione di san Nicola in Babbo Natale spetta a Clement Clarke Moore, scrittore e linguista di New York, il quale nel 1823 scrisse la poesia “A visit from Saint Nicholas” nella quale rappresentò il santo di origine anatolica come un elfo rotondetto, con barba bianca, vestiti rossi orlati di pelliccia, alla guida di una slitta trainata da renne e latore di un sacco pieno di giocattoli. Per il Natale del 1862 l’illustratore Thomas Nast raffigurò, sulla rivista statunitense “Harper’s Weekly, Babbo Natale con giacca rossa, barba bianca e stivali.
Le strenne che vengono regalate in questa ricorrenza sono spesso accompagnate da poesie, talvolta molto semplici ed, in altri casi, elaborate ed ironiche ricostruzioni del comportamento di chi le riceve durante l’anno trascorso. I regali veri e propri, in qualche caso, sono addirittura meno importanti dei pacchetti in cui sono contenuti, di solito molto sgargianti ed elaborati; quelli più importanti, spesso, sono riservati al mattino seguente. Anche se la spinta commerciale verso il Natale è presente anche in Olanda, la distribuzione tradizionale dei regali viene compiuta da Sinterklaas il 6 dicembre.

untitledAnche in altri paesi la figura di San Nicola ha subito gli adattamenti necessari per uniformarsi al folklore locale. Ad esempio, nei paesi nordici sopravvive ancora l’immagine pagana della “capretta di Yule” (in svedese julbock), che porta i regali la Vigilia di Natale, e le decorazioni natalizie costituite da caprette di paglia sono molto diffuse.

In tempi più recenti, però, sia in Svezia che in Norvegia il portatore di doni viene identificato con Tomte o tomtenisse, un’altra creatura del folklore locale. In Finlandia, la capretta di Yule viene chiamata joulupukki. Secondo alcuni il vestito rosso di Babbo Natale sarebbe opera della Coca-Cola, originariamente infatti il vestito di Babbo Natale era verde. Sarebbe divenuto rosso solo dopo che, negli anni ’30, la Coca-Cola lo usò per la sua pubblicità natalizia, e lo vestì in bianco e rosso, come appunto la scritta della sua famosa bibita, ma la storia è stata smentita.

Read Full Post »

Un po’ di RELAX

abc.

“Retroscena” può essere sia femminile che maschile. Quando appartiene all’uno e quando all’altro genere?

 

Risposta

(altro…)

Read Full Post »

Natale a Roma

mangiatoia

Read Full Post »

images8RSQ12X1Per stanare gli evasori “incentivo” ai comunali

c. l.)

.

L’amministrazione comunale intende avviare il classico giro di vite in materia di evasione ed elusione fiscale, procedendo al recupero delle somme evase o eluse, in modo da consentire il recupero di fondi da utilizzare per diminuire la pressione fiscale locale.
Per questa ragione la stessa amministrazione ha deciso di potenziare e incentivare gli uffici comunali delegati a questo importante compito legato al recupero dell’eluso e dell’evaso.

Il progetto è stato inserito nella contrattazione decentrata per l’anno 2014 e prevede di destinare somme ben precise al finanziamento del merito dei dipendenti.

imagesNFNF2AT3La Giunta comunale, in quanto organo competente per l’assegnazione del budget, ha proceduto all’approvazione del progetto obiettivo “Ufficio Tributi” con il quale ha concordato i termini per assicurare il miglioramento dell’accertamento dell’evasione tributaria. Il progetto sarà portato avanti con parte del personale dell’ufficio tributi, ragioneria, tecnico ed anagrafe.

L’amministrazione comunale ha impegnato la somma complessiva di 6.528,09 euro che dovranno servire da incentivo al personale comunale impegnato in questa funzione di controllo e accertamento dell’evaso e dell’eluso fiscale.

Read Full Post »

Sgrillano via

Via da Grillo: lasciano altri cinque stelle

Maurizio Belpietro

.

grilloIl miglior alleato di Matteo Renzi non è Angelino Alfano con il suo Nuovo centrodestra. E nemmeno Silvio Berlusconi, che pure con il presidente del Consiglio ha un accordo di ferro per fare le riforme ed eleggere il capo dello Stato. Né si può dire che lo sia Massimo D’Alema, il quale a dire la verità ogni volta che parla e manifesta altezzosamente il suo disprezzo nei confronti del Rottamatore gli fa guadagnare voti.

No, il miglior alleato del premier è senza ombra di dubbio Beppe Grillo. Nessuno più dell’ex comico ha infatti versato quest’anno un tributo così elevato di parlamentari. Certo, da quando è iniziata la legislatura, tanti onorevoli hanno cambiato casacca, passando dall’opposizione alla maggioranza.

Vday%203%20andiamo%20oltre%20Grillo%20Casaleggio%20-%20NonleggerloMa da quando Renzi ha fatto il suo ingresso a Palazzo Chigi gli esodi si sono verificati soprattutto fra gli esponenti del Movimento Cinque Stelle.

Con l’uscita, registrata ieri, di Cristian Iannuzzi, Ivana Simeoni e Giuseppe Vacciano salgono a 26 i parlamentari grillini che hanno voltato le spalle a Grillo per accasarsi nel gruppo misto. È vero, alcuni più che andarsene sbattendo la porta sono stati sbattuti fuori dalla porta, dopo una specie di processo sommario in Rete. Tuttavia, di chiunque sia stata la prima mossa, resta il fatto che quasi un quarto della forza eletta alla Camere con un programma di cambiamento dopo meno di due anni ha ottenuto un solo cambiamento: quello della maglietta che indossa.

Read Full Post »

Antonio Lauricella

Antonio Lauricella

Il Mistero Eleusino di Paolo Ivan Tona

Antonio Lauricella

.

Leggere Paolo Tona è per me una consuetudine dovuta alla convinzione di essere di fronte ad uno degli scrittori più audaci dei nostri tempi ( anche onorato dalla personale e affettuosa amicizia che mi consente di avere qualche anteprima dei suoi progetti ) eppure non mi chiedo mai se mi, insieme ai suoi lettori, sorprenderà ancora una volta, ma come mi sorprenderà e puntualmente ciò inspiegabilmente accade.

eleusinoIn questo suo ultimo scritto che sapevo era in gestazione da tanto tempo pur non conoscendone minimamente il contenuto gelosamente custodito dall’Autore, mi confermo più che sorpreso, addirittura sbalordito di come il lettore trasforma la fatica di inseguirlo per ogni capitolo in insuperabili voli pindarici in un entusiasmante viaggio che arriva ad un concetto superiore che solo il Nostro poteva partorire ( si pensi al viaggio del conte Tasca ed il principe di Butera che passeggiando arrivano addirittura a Gerusalemme ), superando la conosciuta sindrome del demone che è dentro di noi e direi trasformando inaspettatamente perfino il vedersi vivere ossia il “fuori da sé” del mio amato Pirandello nel concetto ardito e affascinante, vero mistero eleusino, del vivere “dentro di sé” rivelando e scindendo l’unicum del sé nella doppia natura di Dio e del Diavolo e raccontando della divina lotta e della scelta di subire il dolore degli umani per dimostrarne la capacità di essere protagonista e non oggetto e infine vincere incidendolo, alle soglie della morte, da lui stesso creata, nella superba chiusa : ASPETTO ANCHE TE IN PARADISO.

Grazie Paolo

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: