Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 27 dicembre 2014

Strisciamo

s1Il regalo di Natale!

.

Il regalo di Striscia la Notizia arriva quando non te lo aspetti più: proprio il giorno di Natale e per i pochi che han visto la puntata non è stato proprio un bel vedere.

Si comincia da quella che doveva essere la piscina migliore del circondario, iniziata alla fine degli anni ’80 e quasi terminata nei primi anni ’90.

s3Brumotti arriva a Milena accolto da una folla di curiosi in festa per la presenza della tv mediaset e speranzosi di apparire in qualche inquadratura.

Ebbene “tutti tagliati”, nel servizio di Natale oltre a Brumotti compariranno solo due persone di Milena: l’anziano ciclista amatoriale e il sindaco e nessun altro degli amministratori pur presenti in municipio. Le immagini della piscina sono impietose, non hanno bisogno di ulteriori commenti. Specie quando viene inquadrato il tappeto di guano e piume depositato da migliaia di colombi che hanno eletto a loro domicilio la malandata e fetida struttura.

s5 L’anziano ciclista Matteo Ingrascì “collega” di Brumotti lo segue dentro la struttura e quando gli vien chiesto quando la piscina sarà realizzata, risponde prontamente: “Mai”; e il perché: “Non ci sono soldi”. E porta pure la prova: “Certo, io abito qui vicino!”

Lo stesso concetto che verrà poi espresso dal sindaco che dichiarerà tutta la sua disillusione nell’ottenere un adeguato finanziamento. Così il miliardo di vecchie lire investito sulla piscina non è servito praticamente a nulla, roba da concludere alla Totò: “E io pago!!!”.

s7Poi è la volta del Centro commerciale, meglio tenuto della piscina comunale ma anch’esso visitato dagli infernali colombi che vi depositano la micidiale mistura di guano e piume. Lo stesso Brumotti dice “Peccato non valorizzare un centro così capace di avviare una positiva microeconomia”.

E per saperne di più si reca lì dove lo attende il sindaco, al municipio. Il sindaco si appella alla sfortuna che finora ha perseguitato il Centro commerciale costato negli anni 90 ben tre miliardi di vecchie lire, ai tempi in cui era sindaco l’on.le Carmelo Mantione e lo stesso Giuseppe Vitellaro era assessore comunale.

s9Centro sfortunato, proprio jellato, perché nonostante sia appetito da molti, all’atto pratico tutto finisce male… quando inizia. Il sindaco tace sulle disavventure capitate nel passato ai tempi di un noto artista che, grazie ai suoi chiacchierati soci e ad una sorta di cavallo di Troia, portò notorietà, cronaca nera e danni materiali e all’immagine del paese. Parte direttamente dai suoi giorni: “Ultimamente le gare appronatate dall’amministrazione sono andate deserte”. Per il futuro tiene accesa una speranza che la struttura possa essere affidata a persone affidabili.

Nessuna speranza invece nutre per le sorti della piscina, poi trasformata in progetto abortito di palazzetto dello sport ed oggi monumento allo spreco. Sfiducia ribadita da “Peppe” Vitellaro in maniera così chiara da far letteralmente restare interdetto e senza parole lo stesso Brumotti il quale tronca, saluta e scappa via.

PER VEDERE IL SERVIZIO:

http://www.video.mediaset.it/video/striscialanotizia/full/504462/giovedi-25-dicembre.html

andare al minuto 35 e 29 secondi

(altro…)

Read Full Post »

consiglio-comunaleConvocazione Consiglio Comunale

.
Si avvisa che il Consiglio Comunale è stato convocato in seduta straordinaria e urgente, pubblica per il giorno 29 dicembre 2014 alle ore  10,00, presso la sala consiliare del Comune, per trattare i seguenti  argomenti:
1) Approvazione verbali sedute precedenti,  previa nomina scrutatori
2) Proroga scadenze TARI anno 2014.
3) Approvazione schema di convenzione per il servizio di tesoreria e di cassa.
4) Approvazione piano di rientro relativo ai debiti del Comune nei confronti dell’ATO Ambiente CL 1 S.p.A. al 31/12/2012.

Read Full Post »

femenAleksandrovna, la prima donna detenuta in una cella Vaticana

.

E’ la prima donna a finire in una cella del Vaticano. Non era mai successo prima. Aleksandrovna Azhdanova, “professione” Femen, è stata arrestata su ordine del Comandante della Gendarmeria Domenico Giani per vilipendio, furto e atti osceni in luogo pubblico, riporta il Corriere della Sera.

femLa Femen aveva manifestato il giorno di Natale a seno nudo, con una scritta sul corpo che recitava “God is woman” (Dio è donna, ndr) ed era riuscita a salire fino sul presepe all’interno della piazza, berciando slogan contro la Chiesa cattolica e addirittura tentando di prendere in mano il bambinello. “Un fatto particolarmente grave”, ha commentato il portavoce vaticano padre Federico Lombardi.

Ma stamattina, sabato 27 dicembre, il promotore di giustizia del Tribunale Vaticano, avvocato Gian Pietro Milano, ha convalidato l’arresto ma ha disposto che venisse rimessa in libertà. Liberandola il pg vaticano ha comunque intimato alla giovane “il divieto di accesso nello Stato della Città del Vaticano, nella Basilica e negli altri luoghi extraterritoriali”.

Fonte: Libero

Read Full Post »

Un po’ di RELAX

abc.

E’ meglio dire:

– “Se non mi sbaglio” – “Se non sbaglio”

– “Hai sbagliato” – “Ti sei sbagliato”?

 

Risposta

(altro…)

Read Full Post »

Cibus

Cibus

Briciolanellatte

.
b3

La coppia era in contemplazione delle innumerevoli scatolette al reparto cani e gatti del supermercato. Entrambi anziani, erano vestiti come se fossero andati a messa; lei con un cappottino verde pisello, liso, su un vestito di flanella leggero e un filo di perle false che occhieggiava dalla sciarpa, lui in completo spigato che gonfiava però un impermeabile troppo stretto e troppo corto. Avevano assunto la medesima posizione: la testa reclinata d’un lato per leggere prezzi e indicazioni.

«Te l’avevo detto che non ci dovevamo venire, non mi ci raccapezzo con tutte queste marche» fece lui continuando a leggere e aiutandosi ora con il dito indice.
«Non stare sempre a brontolare» fece lei scrollando le spalle «avevamo deciso che ci saremmo venuti, per una volta, almeno… Per quel che abbiamo da fare… E poi sono sicura che ne varrà la pena: ci sono un mucchio di offerte… lo vedi!»
«Offerte, offerte… fai presto a parlare tu… e se poi non gli piace? Lo sai che ha gusti difficili…»
«Ecco, c’è la linea ‘Miogatto’ che conosciamo bene e qui è anche a un prezzo migliore; visto, testone?»
«Ma dove?»
«Ce l’hai lì, sotto gli occhi!»

A quel punto dal fondo della corsia arrivò una signora spingendo un carrello già pieno di merce.
«Se vi posso consigliare» disse gentilmente lei una volta arrivata all’altezza della coppia «questi prodotti sono davvero ottimi. Il mio Clark ne va matto e costano anche poco. Ce ne sono per tutte le età. Dai micetti di pochi mesi ai gatti maturi…»
«Ma è davvero buono-buono?» chiese diffidente la donna anziana.
«Buonissimo. È una nuova linea americana per i pet. Sono in fase di lancio sicché tengono il prezzo ancora basso. Bisogna approfittarne. Provatelo: il vostro micio vi ringrazierà». Le ultime parole furono pronunciate con una tale enfasi da sembrare uno spot pubblicitario. Poi la donna sorrise, più alle scatolette che ai due, e proseguì per la spesa. La coppia la guardò andar via.

goLa donna anziana le mormorò dietro, sottovoce, anche qualche cosa di poco carino: forse per la gonna corta o per i colori vivaci, tanto da assestare persino una gomitata al marito, che però stava già curiosando tra le confezioni consigliate.
«Possiamo prendere qualcuna di queste scatolette nuove, giusto per lui» disse l’uomo fattosi serio «magari di queste qui per gatti piccoli, con i tocchetti di manzo e le vitamine, che mi sembrano niente male; e poi prendiamo anche ‘Miogatto’, formula senior, con lo sconto, così stiamo più sul sicuro.»
Lei annuì, convinta, prendendo a mettere le scatolette nel carrello insieme al marito. Quindi i due diedero ancora un’occhiata agli espositori e di nuovo al carrello. Si sorrisero, erano soddisfatti della loro scelta.
«Pensi che a Paolino piacerà quel che abbiamo scelto per lui?» chiese l’uomo mettendole un braccio attorno alla vita.

(altro…)

Read Full Post »

Google Chromecast

Il piccolo Dongle USB di Google che permette di trasformare qualsiasi TV in una Smart TV semplicemente collegando questo dispositivo ad una presa HDMI del nostro televisore.

google

Costo: a partire da 34,99 euro – Guardalo qui.

Read Full Post »

La fine dei Cinque Stelle

 

Feltri: “Protestare stanca, Grillo pure. Vicina l’eclisse dei Cinque Stelle”

La profezia di Natale

.

grilloUn tempo, per Beppe Grillo e per i grillini, Vittorio Feltri spese anche buone parole. Oggi, alla vigilia di Natale, tutto il contrario. Su Il Giornale, il direttore, firma un editoriale dal titolo: “Protestare stanca, Grillo pure. Vicina l’eclisse dei Cinque Stelle”.

Un articolo di fondo in cui Feltri, di fatto, profetizza l’imminente fine politica del comico e del suo Movimento 5 Stelle. Feltri ricorda i primi tempi del Movimento, quando “ogni ‘vaffa’ aveva il suono canzonatorio di un pernacchio rivolto ai potenti, molto più efficace del gesto dell’ombrello. Ecco spiegato il trionfo dei pentastellati, specialmente del loro leader, senza il quale il Movimento non sarebbe mai nato”. E ancora: “Nella fase dell’ascesa tutto faceva brodo e contribuiva ad aumentare la popolarità del gruppo”.

grillonIl direttore, successivamente, spiega: “Poi nel M5s è accaduto qualcosa e il giocattolo si è inceppato, un guasto irreparabile”. Il punto è che “Beppe adesso appesantisce lo stomaco. Il sapore del suo caviale è molto simile a quello della solita minestra riscaldata”. E così “i pentastellati, scaduto il loro pastore, hanno cominciato a sbarellare, a dare i numeri, alternando figuracce a manifestazioni di burinaggine acuta e irreversibile. Un gregge, se non ha almeno un buon cane che lo tiene unito, fatalmente si disperde”.

Secondo Feltri, ora, “lo stesso Grillo dà l’impressione di essere disgustato dalla propria creatura. Forse la odia e pensa: io l’ho creata e io la distruggo”. Già, perché “la Rete non ha prodotto alcuna rivoluzione; i cervelli camminano sulle gambe degli uomini, e se gli uomini sono stupidi il computer non lo sa”. Dunque la conclusione: “D’accordo che le ideologie sono morte, ma qualche idea bisogna pur averla per governare. Protestare è come lavorare: stanca. E ciò che è ripetitivo nausea. Nonostante questo – aggiunge Feltri -, i sondaggi danno ancora il M5s al 19 per cento. Però attenzione: in politica i crolli sono improvvisi, e arrivano quando meno te li aspetti. Auguri”.

Read Full Post »

Saluto al cane

Gli agenti di polizia porgono l’ultimo saluto ufficiale davanti alla tomba del cane poliziotto WangCai: siamo al funerale dell’animale in una stazione di polizia nella provincia di Hubei, lo scorso 9 ottobre 2014.

2014-10-10T040604Z_789790270_GM1EAAA0X9D01_RTRMADP_3_CHINA-ANIMALS

Il cane poliziotto, un veterano di nome WangCai, aveva 12 anni, era un Labrador Retriever e ha prestato servizio anche come cane di sicurezza durante le Olimpiadi di Pechino 2008. Il cane è morto in seguito a una malattia.

REUTERS /

Read Full Post »

pr

Se offendi un partigiano-reggiano, ti trovi una grana?

Zap&Ida

 

 

Read Full Post »

Buone Feste

stella_Natale

Un mondo di bene

dalla Redazione e da tutti i Collaboratori di Milocca – Milena Libera

 

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: