Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Turismo’ Category

Un’invasione di ventenni, in dialogo con gli anziani di un centro della Sicilia interna

Giovanni Schillaci

.

IMG_7814Cinquanta studenti universitari del Corso di Laurea in Lettere di Palermo svolgeranno una visita didattica della durata di tre giorni presso il centro nisseno di Milena. Il laboratorio etnodialettale, finanziato dall’Ateneo e coordinato dalla prof. Marina Castiglione, prevede una full immersion fra attrezzi della vita rurale e informatori locali.

Il progetto di studio e ricerca ha per titolo “Tra Story Telling e Ricerca sul campo: gli oggetti raccontati della Casa Museo della civiltà Contadina di Milena”.

Il progetto consiste nell’effettuare delle inchieste sul campo per la raccolta di testi orali connessi a etno-storie che raccontino la vita degli oggetti del Museo etnoantropologico. I file sonori saranno registrati su supporti digitali e conservati presso l’archivio delle parlate orali del Centro di Studi Filologici e Linguistici siciliani, partner scientifico dell’iniziativa. Gli stessi file saranno caricati su due portali, uno con finalità scientifiche (www.csfls.it) e uno con finalità turistiche (https://izi.travel/it).

IMG_7822

I testi verranno di seguito sottoposti a trascrizione fonetica e i lessemi verranno analizzati etimologicamente, in modo da consentire agli studenti la realizzazione completa di un’inchiesta: dalla ricerca delle fonti, all’uso degli strumenti lessicografici, sino all’analisi dei dati.

I materiali saranno organizzati in un archivio a disposizione della stessa comunità milocchese, di modo che oltre al bene materiale, si conservi, attraverso la narrazione, il contesto antropologico e simbolico di riferimento.

Gli oggetti parleranno quindi con le voci dei contadini, delle massaie, degli allevatori del luogo e il museo potrà essere arricchito dai file sonori.

IMG_7820

Il gruppo di universitari sarà affiancato da una selezione di studenti dell’istituto comprensivo Milena-Campofranco, in modo da coinvolgere i bambini e ragazzi in un percorso di valorizzazione della propria tradizione e del proprio dialetto.

Gli studenti saranno ospitati all’interno della palestra scolastica dello stesso Istituto, diretto dalla prof.ssa Vella, e incontreranno gli informatori nei diversi villaggi che attorniano il paese.

Territorio, Università, circuiti turistici e culturali: queste le premesse alla base dell’iniziativa, che si propone come missione di verifica delle ricadute accademiche per la crescita dell’identità regionale.

Partner dell’iniziativa, oltre al Comune e alla Pro Loco di Milena, che gestisce la Casa Museo, l’Antiquarium “A.Petix” – dove gli studenti faranno una visita guidata dal Signor Giuseppe Palumbo, ispettore onorario per i beni culturali -, la Banca di Credito Cooperativo San Michele, la Farm Cultural Park di Favara, la Rete museale, culturale e ambientale del Centro Sicilia, la associazione Alchimia.

IMG_7821

 

(altro…)

Read Full Post »

san martino sos

Read Full Post »

I partecipanti sono invitati ad iscriversi on-line entro, e non oltre, il 24 Aprile sulla pagina https://www.facebook.com/escursionidiprimaverasutera , compilando l’apposito modulo.

IMG-20170409-WA0001

Si avvicina sempre di più la data della Quarta Escursione di Primavera a Sutera, prevista per il 25 Aprile. Il successo delle scorse escursioni ha portato a ripetere l’esperienza di riscoperta territoriale e paesaggistica in uno dei Borghi più belli d’Italia, in cui si possono ammirare scorci di natura incontaminata attorniati da paesaggi mozzafiato. La bellezza della vallata racchiude, oltre i monti ed i colli, un mondo da scoprire e rivalutare.

La manifestazione, organizzata dal Comune di Sutera con la collaborazione dell’associazione Soter, del Corpo Forestale dello Stato (distaccamento di Sutera), dell’associazione Geologi di Caltanissetta, dell’associazione Giubbe Verdi, Associazione Kamicos, e con il patrocinio dell’Università di Palermo (Scuola delle scienze di base e applicate), della Soprintendenza per i beni culturali e ambientali di Caltanissetta, dell’Ordine regionale dei Geologi di Sicilia e del Comitato Regionale CSI Sicilia prevede un programma ricco di nuovi contenuti e di nuove scoperte, a partire dall’itinerario proposto.

Quest’anno si è voluta dedicare l’Escursione al ricordo di Calogero Capozza, Comandante del distaccamento del Corpo Forestale di Sutera, scomparso prematuramente e da sempre stato impegnato nelle manifestazioni riguardanti soprattutto l’ambiente.

L’escursione fa anche parte del 2° Meeting regionale di Trakking CSI Sicilia,  che afferma e sempre più consolida la manifestazione a livello regionale.

(altro…)

Read Full Post »

ag

Read Full Post »

La strana scomparsa dei cani

.

Milena è scesa, per la prima volta, sotto i 3 mila abitanti… Ma questa volta non siamo qui a parlare di persone, ma di cani.

Ebbene gli amici a quattro zampe più cari e fedeli all’uomo invece a Masaniello – in contro tendenza – sono aumentati di numero ed ultimamente erano molti, anzi troppi.

Stavano spesso in branco e costituivano un pericolo per chi si avventurasse a piedi da quelle parti, ivi residenti compresi.

Abbaiavano a tutti, anche alle auto di passaggio che osavano disturbare il “loro” territorio. Avevano come punto d’incontro preferito la via principale e lo spiazzo antistante i due cassonetti della spazzatura, da poco rimossi dall’amministrazione comunale.

Da qualche settimana non si vede – letteralmente – più nemmeno un cane in giro!

m1La scomparsa dei cassonetti ha a che fare con la “scomparsa” dei cani?  E la causa per cui ora si vedono pochi cani in giro? Può essere, ma non può essere l’unico motivo in grado si spiegare il perché e il come mai non si vedono più in giro questi randagi “arraggiati”.

Che i cani apparentemente “scomparsi” siano stati adottati dalle famiglie indigene e custoditi nelle loro case? Sembra improbabile, anche perché non si sentono più abbaiare, non si sente più latrare.

E allora dove è finita quella sporca dozzina di cani che spolava a Masaniello?

Le foto documentano una mattina-tipo del villaggio:ora si vedono in giro al massimo numero due-tre cani, uno dei quali spelacchiato e sofferente.

La popolazione si divide sulla scomparsa dei cani, si va dall’ipotesi dell’intervento degli accalappiacani, alle polpette avvelenate, a qualche terribile malattia contagiosa perché qualcuno dice di aver visto nei dintorni dell’abitato qualche carcassa in giro…

Cattura

prima…

Comunque sia andata – e vorremmo sapere di più e di meglio – (quasi) tutti oggi si sentono un po’ meglio di prima, a tutti piace avere le strade sicure, pulite e libere dai randagi. Ciò non toglie però che stranizza questa strana scomparsa collettiva di cani, quasi per qualche intervento pianificato.

La riduzione dei randagi robarannisi è, comunque la si guardi, una cosa buona e giusta, ma di sicuro non è frutto di un miracolo di santa Rita, la santa di Masaniello e dei suoi sempre più pochi abitanti.

https://milocca.wordpress.com/2014/10/25/e-le-stelle-comunali-stanno-a-guardare/

Read Full Post »

comiso

Read Full Post »

muss2

muss1

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: