Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Costume/Società’ Category

ELISABETTA, finisce la donna inizia il mito

Antonella Pavasili
.

Mia mamma sta appiccicata alla tv da stamattina. Non è la sola. Chiunque ne abbia avuto la possibilità ha seguito le immagini in diretta del funerale della Regina.

fu

E non ha senso liquidare quest’interesse con altezzoso disprezzo.
Non hanno senso gli inutili riferimenti ai “nostri” enormi problemi.
Non giova schernire chi conosce ogni dettaglio di questa gigantesca kermesse funebre.
Il mondo assiste ad una trasformazione forse unica nella storia.
Finisce una donna e inizia un mito.
Una donna che mito lo era già, fino a qualche giorno addietro.
Malgrado le sue mani piene di ematomi, malgrado l’evidente fragilità.
Elisabetta era già un mito.
Sebbene respirasse, mangiasse, salutasse la sua gente.
Era un mito vivente.
Oggi si trasforma in un mito vero e proprio.
Mia mamma ha l’ansia di raccontare tutti i dettagli che ha colto.
E poi aggiunge, quasi commossa, “Io sicuramente non vedrò mai più un funerale così…e nemmeno voi…”
Ed ha ragione.
E non servirebbe dirle di pensare alle bollette o al gas che forse quest’inverno non avremo.
Mia mamma si è staccata dalla nostra triste realtà.
Per qualche ora si è infilata nel mito, nella favola, nella storia.
E come lei tanti altri.
E va bene così.
Dio accolga la Regina.

Read Full Post »

CONTINUA LA POLITICA ALLA “ABBONE’ DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE

.

Perché spesso e volentieri per avere una normale amministrazione deve intervenire la Minoranza?

ECCO UN PEZZO DEL LORO INTERVENTO RIVOLTO AL SINDACO E AGLI ASSESSORI COMUNALI, AI VIGILI, ALL’UFFICIO SANITARIO E PER CONOSCENZA ANCHE AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE.

AAù

GUARDATE IN CHE STATO ERA TENUTA LA FONTANA DEL PARCO URBANO

fon2

OLTRE AI SASSI, AI LEGNI, AI RIFIUTI GALLEGGIAVA UNA COLOMBA MORTA E SPENNATA

p13

E COSI’ LA MINORANZA ANCORA UNA VOLTA HA RICHIESTO L’INTERVENTO DELL’UFFICIO SANITARIO CHE HA INVITATO L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE A RIMUOVERE I PERICOLI PER LA SANITA’ PUBBLICA, ZANZARE COMPRESE. ECCO IL RISULTATO.

p9

E’ STATO CHIUSO IL COPERCHIO DELLA CENTRALINA ELETTRICA ED EVITATO IL RISCHIO FOLGORAZIONE

ES

FERRI E FILI

SODDISFATTI E CONTENTI? NO! PERCHE’ COME AL SOLITO GLI AMMINISTRATORI NON RIESCONO A FARE ESEGUIRE UNA NORMALE PULIZIA E A RIMUOVERE ALTRI PERICOLI PER I FREQUENTATORI DELLA VILLA… SEMPRE ALLA “ABBONE'”

COSTAVA MOLTO FARE RIMUOVERE ANCHE LE PIETRE E ALTRI RIFIUTI?

p10

E ALTRO ESEMPIO: A NEMMENO 2 METRI DALLA FONTANA SONO RIMASTE LE TAVOLE CON CHIODI LUNGHI APPUNTITI E “ARRUGGINITI”, CI VOLEVA TROPPO SFORZO?

CHIODI

E I FERRI SCOPERTI E PIENI DI RUGGINE FORSE SONO MENO PERICOLOSI ?

FERRI2

E I VETRI ROTTI PER TERRA CHE HANNO GIA’ FERITO QUALCUNO?

VETRITERRA

SI PULISCE E SPAZZA SOLO NEL CENTRO URBANO?

PER NON PARLARE DELL’ALLARMANTE TOMBINO…

TOMBINO

(altro…)

Read Full Post »

Adottiamo il Regolamento Edilizio tipo e adattiamolo a Milena

.

gruppo tavolo2regolamento

(altro…)

Read Full Post »

calt1

calt6

(altro…)

Read Full Post »

Il Parco Urbano in condizioni pietose

Gruppo Consiliare “Milena Domani”
.

Condividiamo la seconda parte del nostro sopralluogo al parco urbano, anche stavolta lasciamo che siano le immagini a parlare.

Le piante secche, la fontana uno stagno, ferri a vista, fili volanti, muretti sgretolati, quadri elettrici aperti, bagni sporchi da una eternità …

Eh no, non chiamiamolo vandalismo … questa è noncuranza.

Read Full Post »

Entusiasmante il Centro Estivo “Naturalmente…insieme”

Gianfilippo Bancheri

.

bIeri pomeriggio si è concluso il nostro Centro Estivo “Naturalmente …insieme”.
Al centro dell’incontro il teatro e i giochi teatrali ovvero i giochi delle parti utilizzati come mezzo di comunicazione per trasferire ai bambini il senso civico del vivere sano e del rispetto per la natura.
Entusiasmante vedere gli sguardi sorridenti dei bambini quando stanno imparando, attraverso il gioco teatrale, a crescere e migliorarsi.
Si è altresì dato spazio al laboratorio creativo-artistico nell’ambito del quale i bambini e i ragazzi,dopo aver cercato e riportato sul proprio foglio diverse tipologie di foglie, hanno compreso la vera natura di esse e di quando siano fondamentali per la sopravvivenza, sia delle piante che degli esseri viventi.
A corredo del laboratorio i ragazzi hanno realizzato una grande tela decorativa, utilizzando come strumenti i pennelli ma anche le proprie mani per dipingere i soggetti naturali, come fiori e piante, oltre al logo Legambiente, per lasciare un’impronta della propria esperienza all’Associazione.
306519672_634794571542120_7527447744275083964_n
Come Amministrazione siamo estremamente soddisfatti dell’esperienza appena conclusasi; a tal proposito desidero fare un grande plauso all’Associazione Legambiente per l’altissima qualità della sua offerta formativa, della sua organizzazione , e per l’elevata competenza dei suoi operatori, ingredienti che hanno sicuramente contribuito alla crescita culturale ed educativa dei nostri ragazzi.

Read Full Post »

La Minoranza al Sindaco: “Non si tiene il parco urbano così, troppi pericoli”

.

gruppo tavolo2Ancora in azione i consiglieri comunali di “Milena Domani” Alfonso Cipolla, Angela Falcone, Maria Carmela Ferlisi e Maria Giulia Provenzano sullo stato di degrado in cui è tenuto il Parco Urbano che una volta era sorvegliato e tenuto decorosamente.

Nei giorni scorsi avevano girato il primo tempo di un video che in 48 ore aveva superato le 1.200 visualizzazioni.

Ieri sono stati ancora una volta chiamati da alcuni concittadini che hanno segnalato “lo schifo che c’é nella fontana”.

In realtà la grande fontana che non zampilla più era piena di acqua verdastra, di un sacco di piume di una colomba che galleggiava morta, legni e bottiglie vuote e, a guardare più da vicino, piena zeppa di larve di zanzara che nuotano sotto il pelo dell’acqua…

fon5

Nei pressi pezzi di vetro rotti un po’ dovunque. Un po’ più su il locale è pieno di ragazzi che cercano compagnia e riparo dal caldo. E ancora più su’ i gabinetti pubblici che una persona normale non oserebbe frequentare….

E così l’8 settembre 2022 hanno scritto una nota al Sindaco, agli Assessori comunali alla Sanità, all’Ambiente, ai Lavori Pubblici, al Comando della Polizia Municipale e all’Ufficiale Sanitario del Comune di Milena e, per conoscenza, al Presidente del Consiglio comunale che pubblichiamo.


gruppoMilena, 08/09/2022

Oggetto: “Nota sui rischi sanitari presenti dentro il Parco Urbano S. Pertini di Milena e richiesta di interventi urgenti”.

Signor Sindaco,

Ancora una volta i cittadini hanno richiesto il nostro intervento. Abbiamo fatto un giro nel Parco Urbano e le diciamo che siamo seriamente preoccupati principalmente per l’incolumità e per la salute delle persone che lo frequentano.

Il Parco Urbano una volta gioiello del nostro comune, oggi si trova in stato di abbandono e degrado in quanto a pulizia e manutenzione, ma per oggi vogliamo soffermarci esclusivamente sull’aspetto sanitario. Servizi igienici sporchi e indegni di un paese civile; decine e decine di pezzi di vetro di bottiglie pericolosi per i bambini (qualcuno si è ferito); fontana piena di acqua stagnante e putrida nella quale si trovano rifiuti di ogni genere: dal legno alle bottiglie vuote lì buttate dai soliti incivili e nella quale oggi galleggia la carcassa di una colomba le cui piume sono sparse su tutta la superficie; centinaia di larve di zanzara si muovono a zig-zag (come lei sa bene perché sono come quelle che le ho portato in visione quando lei fece riempire le fontane-bevai con acqua stagnante); ferri a punta scoperti che fuoriescono dai bordi della fontana pericolosi soprattutto per i più piccoli.

Ricordiamo bene che, dopo l’intervento dell’Ufficio sanitario, lei si era impegnato a disinfettare le fontane, per tale motivo questa volta non possiamo scusarla: sbagliare è umano, perseverare nell’errore non lo è. Non sono scusati neanche gli assessori della sua giunta tenuti ad onorare il proprio mandato e far sì che il parco urbano sia tenuto in condizioni di normale agibilità e privo di rischi per la salute pubblica.

Pertanto la invitiamo a provvedere immediatamente alla chiusura del Parco Urbano per fare raccogliere i pezzi di vetro, coprire i ferri scoperti, svuotare la fontana e disinfestarla come si deve.

Riguardo alle zanzare le ricordiamo che ogni zanzara femmina in una stagione è in grado di deporre un totale di 350-450 uova in 7 cicli consecutivi. Provi ad immaginare quante nuove zanzare sono nate e cresciute in questa fontana e poi volate nel nostro paese a pungere i cittadini ai quali potrebbero trasmettere, oltre al fastidioso prurito, anche tutta una serie di malattie.

Invitiamo l’Ufficiale sanitario ad intervenire ancora una volta per quanto di spropria competenza e il Sindaco a disporre una pulizia generale del parco in particolare dal punto di vista igienico, rendendo puliti e agibili i servizi igienici pubblici, facendo rimuovere tutti i pezzi di vetro e magari proibendo di bere dalle bottiglie, di fare coprire i ferri scoperti e fare rimuovere la carcassa del volatile e tutti gli oggetti abbandonati nella fontana (si allega foto).

Della sorveglianza da parte del personale o della videosorveglianza del parco urbano S. Pertini, speriamo di occuparcene in un prossimo consiglio comunale.

Signor Sindaco, in attesa che al più presto si adoperi, unitamente ai suoi assessori, nel prevenire danni alla pubblica incolumità, le inviamo distinti saluti.

fon1

(altro…)

Read Full Post »

Fatalista

Fatalismo

Guido Clericetti

.

fat

Campa che ti passa…

Read Full Post »

Stanziati 25 mila euro per il ricovero dei cani randagi di Milena

.

Il 23/08/2022 il Responsabile dell’Ufficio Tecnico con propria determinazione, la n°133, ha affidato il servizio di accalappiamento e ricovero cani alla ditta L.I.D.A. di San Cataldo per l’anno 2022. La ditta assicura il servizio di ricovero, cura e custodia temporanea e permanente dei cani e dei gatti randagi presso il rifugio sanitario sito a Montecitorio, come da fatture emesse a carico del Comune di Milena.

11

Il Responsabile geometra Vincenzo Provenzano ha ritenuto di impegnare la somma di euro 25.000 disponibile nel capitolo 1806/6 per il pagamento delle spese all’associazione LIDA di San Cataldo Onlus, titolare di convenzione con l’Associazione di Comuni “Terre di Collina” per l’espletamento del servizio di ricovero, cura e custodia temporanea e permanente dei cani e dei gatti randagi.

Read Full Post »

A Delia una folla di ragazzi al Centro Estivo

.

bancA Delia, il pomeriggio del 2 settembre in Piazza Toronto ha avuto inizio il Centro estivo 2022 organizzato dal Comune di Delia.
Il Sindaco e l’Assessore Paolo Lauricella, che ha seguito personalmente tutto l’iter, hanno così commentato: “L’esordio è stato a dir poco folgorante, sia per la copiosa partecipazione dei ragazzi sia per la varietà e ricchezza dell’offerta progettuale, grazie all’organizzazione curata dall’Associazione Legambiente-sede di Caltanissetta, presieduta dal Dott. Ivo Cigna, e magistralmente rappresentata dalla Dott.ssa Barbara Grillo e dai suoi preziosi operatori.
I ragazzi sono stati coinvolti in attività ludico-espressive che hanno avuto come filo conduttore il rispetto dell’ambiente, degli animali e l’educazione alla legalità”.
Molto apprezzato è stato il coinvolgimento del gruppo degli scuot.
Preziosa è stata la collaborazione dell’Assessore all’Agricoltura Antonio Gallo.

E a Milena perché non si fanno Centri Estivi?

.
Nel 2021 l’amministrazione comunale ha espressamente rifiutato il contributo dato automaticamente a tutti i comuni!
.
Alla minoranza che lo interrogava criticandolo per questa sua incomprensibile e singolare decisione, il sindaco rispondeva in Consiglio Comunale che non aveva trovato associazioni disponibili.
Associazioni che – detto per inciso – ricevono annualmente fondi per le loro attività, eppure in questo caso sarebbero state indisponibili per organizzare il Centro Estivo Milenese.
Immagine 2022-09-05 091453
Non pensiamo che sia stato per insufficienza dei fondi assegnati.
Vediamo l’importo in euro dei fondi assegnati e utilizzati dai comuni più vicini:
  • Campofranco (4.891),
  • Sutera (2.180),
  • Mussomeli (23.614),
  • Bompensiere (903),
  • Montedoro (3.193),
  • Serradifalco (13.224),
  • Delia (9.875 euro).
Soldi gratis, non c’era bisogno di farne richiesta. Per non averli bisognava però rifiutarli per iscritto dichiarando chiaramente di non volere avvalersene.
Se non è un record questo, poco ci manca.
Per questa estate 2022 sembra che qualcosa negli uffici si stia muovendo, ma fino ad oggi a Milena il Centro Estivo 2022 non è partito. L’estate è lunga.

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: