Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Giovani’ Category

Conte manovra

E VEDIAMO SE ANCHE STAVOLTA FACCIO FIASCO!

Roberto Mangosi
.

Il nostro Premier vola nel covo della cupola mafiosa d’oltralpe per tentare un nuovo accordo con l’avvinazzato più pericoloso d’Europa ed il suo spocchioso compare francese, che non batte ciglio davanti al quasi certo sforamento del 3 ( se non addirittura 3.5% ) del suo cocco parigino Macron.


Due pesi e due misure in un’Europa unita solo dal giogo egemonico di due paesi, la Francia e la Germania, che spadroneggiano e ingrassano alle spalle di tutti gli altri.


 
Annunci

Read Full Post »

Incontro con giovani talentuosi

Nello Musumeci

.

Ho incontrato a Palazzo d’Orleans Antonio GurgoneGiuseppe Faranda, studenti della Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Catania e componenti dell’Eco Hybrid Katane Team, che ha progettato e realizzato un sistema di alimentazione ibrida per autovetture.

Nel corso della visita, i due ragazzi mi hanno illustrato in anteprima il progetto di veicolo “Vulcan-Fury”, che trasforma direttamente l’energia cinetica in elettrica, permettendo di percorrere duecento chilometri con un litro di combustibile fossile.

Lo staff etneo, composto da una ventina di universitari, parteciperà nel prossimo luglio alla Shell eco-marathon Europe di Londra. La presentazione ufficiale del prototipo è programmata per metà a gennaio a #Catania.

È motivo di orgoglio che ci siano giovani studenti siciliani con la passione per le nuove #tecnologie, ma che abbiano nel contempo rispetto per l’#ambiente.

Anche l’Isola, quindi, può inserirsi a pieno titolo tra le regioni italiane che offrono alla ricerca giovani di talento. 

Read Full Post »

Eccellenza digitale

 

Read Full Post »

Un contrributo di 500 euro alla nuova società calcistica milenese che punta tutto sui giovani. La dirigenza ringrazia l’on. Michele Mancuso.

(altro…)

Read Full Post »

OrientaGiovani a Verona

Si è svolto, al “Job Orienta” di Verona, un tavolo tecnico dedicato all’apprendistato di I e II livello

.

All’incontro, riservato a figure istituzionali e realtà operanti nell’ambito della formazione professionale e dei fondi interprofessionali di respiro nazionale, hanno partecipato anche la Commissaria Straordinaria della Camera di Commercio di Caltanissetta Giovanna Candura, il Direttore Generale di Istruzione e Formazione Regione Lombardia Giovanni Bocchieri, il Responsabile ANPAL Servizi Sicilia e Sardegna Pippo Timpanaro, la tutor ANPAL Servizi spa Matilde Falcone, la Consulente dell’Assessore della Regione Sicilia Roberto Lagalla per i settori di formazione e istruzione Pamela Munzone.

Un momento formativo durante il quale è stato illustrato il progetto interistituzionale portato avanti dalla Camera di Commercio in sinergia con ANPAL Servizi spa e l’Ufficio Scolastico Provinciale di Caltanissetta ed Enna.

“Lo scollamento tra il mondo scolastico e quello professionale è un gap che deve essere sanato – ha commentato la Commissaria Straordinaria Giovanna Candura -. A tal fine abbiamo scelto di coinvolgere ANPAL Servizi e l’Ufficio Scolastico Provinciale per realizzare una sinergia che diventerà proficua per tutto il territorio. Raggiungere le imprese, oggi, diventa un imperativo indispensabile per offrire agli studenti un percorso efficace e funzionale alla costruzione del loro futuro”.

CatturaIn questo progetto, al quale sta seguendo un protocollo d’intesa tra CCIAA e ANPAL e Ufficio scolastico provinciale, verranno coinvolti anche gli enti di formazione professionale e gli ordini professionali.

“Stiamo cercando di costruire un modello di best practies che potrà essere esportato nel resto della Sicilia e, eventualmente, dell’Italia” ha concluso la tutor Matilde Falcone.

Per la Camera di Commercio l’apprendistato è da considerarsi come un’opportunità di sviluppo per tutto il territorio locale. Le imprese esistenti potranno beneficiare di risorse umane valide e capaci di infondere freschezza, innovazione e creatività.

I giovani studenti, sfruttando le conoscenze acquisite in azienda, potranno conoscere concretamente il mondo del lavoro. Da questo interazione si auspica anche l’incremento di progetti di autoimprenditorialità e l’integrazione, nell’organizzazione del lavoro, di un processo organizzativo orientato a Industria 4.0.

Read Full Post »

alternanzascuolalavoro (altro…)

Read Full Post »

Estorsione sullo stipendio, sta diventando una prassi: ma a Catania c’è chi denuncia

La Sicilia

.

CATANIA – L’altro giorno l’editore di Ultima Tv è stato arrestato anche per estorsione ai suoi dipendenti, ma non è il primo e non sarà nemmeno l’ultimo datore di lavoro che costringe i suoi impiegati a restituire parte dello stipendio a rinunciare a quanto spetta per legge. Così a naso, ricordiamo il caso dell’ex candidato grillino La Gaipa ad Agrigento, quello del deputato regionale Giuseppe Pippo Gennuso accusato di estorsione ai dipendenti della sala bingo che gestiva col figlio, un imprenditore di Barcellona Pozzo di Gotto che vessava i suoi 80 impiegati, ma la cronaca è davvero piena di questi episodi, che con la fame di lavoro che c’è oggi in Sicilia, stanno diventando quasi una prassi.

Ieri “Le Iene” su Italia1 hanno mandato in onda un servizio su Rosario, un ragazzo di 26 anni di Catania che  ha avuto il coraggio di denunciare il suo titolare, che gli avrebbe chiesto indietro parte dello stipendio che risultava in busta paga.

Estorsione sullo stipendio, sta diventando una prassi: ma a Catania c'è chi denuncia

L’inviato delle Iene, Matteo Viviani è andato a chiedergli spiegazioni: «Si deve denunciare, se restiamo zitti che futuro diamo ai nostri figli?».

Come spiega il sito delle Iene, quando Rosario ha trovato lavoro in un un distributore di benzina era felicissimo: lavoro a tempo pieno, in regola, busta paga. Sembrava tutto perfetto ma al primo stipendio scopre che non erano tutte rose e fiori: «Ogni mese, dopo che mi era arrivato lo stipendio, dovevo andare a prelevare e dare una somma direttamente al mio titolare». In pratica, quindi, mentre sulla busta paga di Rosario risulterebbe una cifra, che varia tra i 1.500 e i 1.800 euro mensili, lo stipendio effettivo sarebbe alla fine, tolti i soldi che restituisce cash al titolare, di 1.000 euro.

https://static3.mediasetplay.mediaset.it/player/index.html?appKey=5ad3966b1de1c4000d5cec48&purl=https://www.iene.mediaset.it/video/sfruttamento-lavoro-catania-stipendio_254228.shtml&autoplay=true&guid=F309321201019C09

Matteo Viviani è andato da Paolo, il titolare, a chiedere spiegazioni. «È una notizia falsa», si è difeso Paolo. Ma i video girati da Rosario e il servizio delle Iene sembrano mostrare una realtà diversa.

Rosario, naturalmente, si è dovuto licenziare e ora è senza lavoro.

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: