Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Cultura’ Category

Read Full Post »

AMAREZZA NEL CUORE PER UN’ALTRA  EDICOLA – LIBRERIA CHE CHIUDE. CRISI E CALO DELLE VENDITE DEI GIORNALI ITALIANI.
Franco Petraglia
.
 
Un’altra saracinesca che si abbassa a Cervinara (Avellino).
Chiude i battenti  la storica edicola  della  Via Trescine. Ho tanta amarezza nel cuore per il fatto che si sia interrotto un rapporto quotidiano simbiotico e di antichissima data tra noi lettori e la sempre disponibile, leggiadra e raffinata titolare.
L’altro sconforto che pervade il mio animo è la crisi dell’editoria con il calo delle vendite dei giornali.
In Italia, nel triennio 2014/2017, sono state chiuse circa diecimila edicole per motivi economici. Questo triste dato oggettivo non può non impoverire la vita dei cittadini e la qualità di una città.
Vorrei tanto che il governo facesse qualcosa per aiutare questa categoria in situazione difficile.
Voglio solo ricordare che Hegel diceva:” La lettura dei giornali quotidiani, preghiera dell’uomo laico”. Aristotele credeva persino che la letteratura avesse effetti di guarigione e gli antichi riconobbero l’esistenza di un rapporto tra medicina e lettura.

Read Full Post »

Un po’ di RELAX

Individuate e correggete la frase sbagliata

.

“Quel panfilo ha due scialuppe di salvataggio”.

“Mario è intervenuto nella disputa in qualità di paciere”.

.

(altro…)

Read Full Post »

Per non che non li dimentichiamo

23-maggio-1992-la-strage-di-Capaci2

falcone

download (2)

Read Full Post »

Le eccellenze da Milena a Bruxelles

.

In partenza per Bruxelles gli alunni dell’Istituto Comprensivo di Milena.

Martedì 23 Maggio infatti grazie all’adesione al progetto emanato dal Miur “Il Parlamento apre le porte agli studenti”, i ragazzi potranno recarsi nella capitale belga e visitare il Parlamento.

Durante l’intero anno scolastico gli studenti hanno approfondito le conoscenze circa l’Unione Europea ed ora potranno toccare con mano quanto studiato. Il progetto inserito nel PTOF “valorizzazione delle eccellenze” ha consentito ai più meritevoli di cogliere questa opportunità.

I ragazzi in partenza sono:

  • Abissi Salvatore;
  • Falletta Alessio;
  • Garrasi Giovanni;
  • Ingrao Marika;
  • Mancuso Daniele;
  • Mancuso Marta;
  • Monella Mattia;
  • Morreale Alessio;
  • Palumbo Alessandro;
  • Palumbo Carola;
  • Randazzo Carmelo;
  • Schillaci Sandra;
  • Scibetta Alessandra;
  • Scozzaro Ester;
  • Scozzaro Chiara;
  • Tona Irene;
  • Tona Giorgia;
  • Vitello Marina.

Gli accompagnatori sono: il dirigente scolastico Valeria Vella, le insegnanti Maria Giulia Provenzano, Rosa Provenzano, Ingrao Anna, Taffaro Rosa, Debilio Domenico, Milia Giuseppe.

Si ringraziano la BCC e il Supermercato CONAD di Milena di Mancuso Calogero per il sostegno economico che hanno devoluto all’Istituto Comprensivo di Milena.

Read Full Post »

Read Full Post »

Conversazioni

briciola nel latteArrivato a quella rotatoria l’autista sembrava faticare a convincere il bus a rimanere in strada perché sentiva che in realtà se ne sarebbe andato volentieri da un’altra parte, libero di infrangere la routine del solito tragitto e andarsene a spasso, da solo, nel buio della città.
Ed era poco dopo, alla fermata appena successiva, che una giovane donna dai lunghi capelli bruni, avvitata in un giubbino blu informe, saliva sul bus dopo aver fatto segno al mezzo, in ritardo, di fermarsi.
Non era possibile darle un’età. Nonostante infatti lui non mancasse mai di incontrarla, non era mai riuscito a vederla in volto: i capelli sciolti finivano per mascherarne le sembianze, persino quando scendevano alla stessa fermata in prossimità dell’ufficio: lei si avvicinava alla porta centrale con il busto di tre quarti, quasi di spalle, per poi passargli davanti all’ultimo momento ostacolandone la discesa.
img_2418Di lei però sentiva la voce: da quando la vedeva sul marciapiede in attesa di salire sull’autobus fino a quando, dopo la discesa, non la scorgeva sparire in una delle tante vie traverse in prossimità del suo ufficio, lei era sempre al telefono che parlava con qualcuno. Ogni volta, immancabilmente, senza quasi neppure prendere respiro, nonostante fossero le 6 del mattino.
Un giorno salì il controllore e, nel momento in cui le chiese il biglietto con insistenza, visto che lei era assorta al telefono, ne nacque una discussione; la donna si stava giustificando, per qualche motivo, mostrando visibilmente di sentirsi a disagio più per il fatto di aver dovuto interrompere la comunicazione che per essere stata colta senza biglietto. Il controllore le parlava e lei guardava il display scuro del cellulare come per chiedersi come fosse possibile che le stesse accadendo tutto ciò; e il controllore si era finalmente appena allontanato quando il cellulare si mise a suonare.
«Non ci crederai mai…» disse lei con un largo sorriso che le spuntava da sotto la chiostra di capelli «ero qui buona buona che stavo telefonandoti quando mi è arrivato all’improvviso di lato il controllore e…» Le altre parole vennero mangiate dal rumore del motore e lei abbassò il tono della voce voltandosi verso il finestrino.
Trascorsero altri giorni in cui, a parte il controllore, si ripeté più e più volte la stessa scena. La donna era sempre al cellulare che fosse bello o brutto tempo, che fosse buio o ancora chiaro, che fosse estate o pieno inverno.
Poi, una mattina, mentre erano appena scesi entrambi alla solita fermata, mentre lei si camminava davanti a lui con l’orecchio incollato al telefonino, nell’attraversare la strada, una macchina che sopraggiungeva dallo stradone la prese in pieno. La vide volare, come se un gigante l’avesse presa in braccio e scaraventata lontano. Come altri, prese a correre. Trovarono la donna sbalzata contro un cassonetto e con la testa che perdeva sangue. Era attorniata da alcune persone che le prestavano i primi soccorsi. Era immobile, scomposta e pallida, almeno per quel poco che si poteva intravvedere, visto che i capelli le coprivano quasi interamente la faccia.
«Poverina…» disse una signora anziana mettendosi una mano tremolante sulla guancia «era così giovane…»

(altro…)

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: