Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Religiosità’ Category

Don Alex Zanotelli contro i caduti a Nassiriya: “Ma quali martiri, erano lì per il petrolio”

Libero

.

A pochi giorni dall’attacco ai nostri militari in Iraq, ecco piovere l’inaccettabile, inaudito e violentissimo sfogo di padre Alex Zanotelli contro gli eroi caduti a Nassiriya.

Interpellato dalla AdnKronos, il prete che più volte ha duramente attaccato Matteo Salvini, afferma che “i militari vittime dell’attentato a Nassiriya non andrebbero definiti martiri”.

Parole pronunciate proprio nel giorno in cui si ricorda l’attacco alla base Maestrale in cui furono ammazzati 19 nostri connazionali, 12 carabinieri, cinque soldati e due civili.

Zanotelli ha poi proseguito: “Noi eravamo lì per difendere con le armi il nostro petrolio, guardiamoci in faccia e diciamoci queste cose, anche se purtroppo in Italia sembra impossibile dirlo e costa una valanga di insulti… ma è questa la cruda verità”.

E ancora, riferendosi alle vicende più recenti, ha aggiunto:

“Cosa ci stanno a fare, ancora oggi, i soldati italiani in Iraq, come del resto anche in Afghanistan? Noi occidentali li aiutiamo a fare la guerra all’Isis? Ma se in Siria abbiamo abbandonato i curdi, che hanno davvero lottato contro l’Isis…”.

Parole sconcertanti…

(altro…)

Read Full Post »

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Luca 20,27-38

.

In quel tempo, si avvicinarono a Gesù alcuni sadducei, i quali negano che vi sia la risurrezione, e gli posero questa domanda:
«Maestro, Mosè ci ha prescritto: Se a qualcuno muore un fratello che ha moglie, ma senza figli, suo fratello si prenda la vedova e dia una discendenza al proprio fratello.
C’erano dunque sette fratelli: il primo, dopo aver preso moglie, morì senza figli.
Allora la prese il secondo e poi il terzo e così tutti e sette; e morirono tutti senza lasciare figli.
Da ultimo anche la donna morì.
Questa donna dunque, nella risurrezione, di chi sarà moglie? Poiché tutti e sette l’hanno avuta in moglie».
Gesù rispose: «I figli di questo mondo prendono moglie e prendono marito; ma quelli che sono giudicati degni dell’altro mondo e della risurrezione dai morti, non prendono moglie né marito; e nemmeno possono più morire, perché sono uguali agli angeli e, essendo figli della risurrezione, sono figli di Dio.
Che poi i morti risorgono, lo ha indicato anche Mosè a proposito del roveto, quando chiama il Signore: Dio di Abramo, Dio di Isacco e Dio di Giacobbe.
Dio non è Dio dei morti, ma dei vivi; perché tutti vivono per lui».

Read Full Post »

Pellegrinaggio al Santuario del Signore della Città per pregare sulla tomba del venerabile Padre Angelico Lipani

Parrocchia Immacolata di Milena

.

(altro…)

Read Full Post »

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Luca 19,1-10

.

In quel tempo, Gesù entrato in Gerico, attraversava la città.
Ed ecco un uomo di nome Zaccheo, capo dei pubblicani e ricco, cercava di vedere quale fosse Gesù, ma non gli riusciva a causa della folla, poiché era piccolo di statura.
Allora corse avanti e, per poterlo vedere, salì su un sicomoro, poiché doveva passare di là.
Quando giunse sul luogo, Gesù alzò lo sguardo e gli disse: «Zaccheo, scendi subito, perché oggi devo fermarmi a casa tua».
In fretta scese e lo accolse pieno di gioia.
Vedendo ciò, tutti mormoravano: «E’ andato ad alloggiare da un peccatore!».
Ma Zaccheo, alzatosi, disse al Signore: «Ecco, Signore, io do la metà dei miei beni ai poveri; e se ho frodato qualcuno, restituisco quattro volte tanto».
Gesù gli rispose: «Oggi la salvezza è entrata in questa casa, perché anch’egli è figlio di Abramo;
il Figlio dell’uomo infatti è venuto a cercare e a salvare ciò che era perduto».
Alcuni esemplari di sicomoro sopravvivono a Gerico alle ingiurie del tempo e delle tante occupazioni subite dalla città millenaria della luna e dei profumi. L’origine del Ficus sycomorus è certamente egiziana, come testimonia la Historia Naturalis di Plinio il Vecchio, sebbene il nome scientifico derivi dal greco.

Nelle zone più calde della Palestina, come appunto Ariha (Gerico) e parte della Valle del Giordano, l’albero di sicomoro si è però perfettamente acclimatato. Può arrivare a 20 metri di altezza e vivere per secoli, o forse perfino millenni, alimentando la speranza che i nuovi esosi accaparratori di terra, acqua e beni altrui dei nostri tempi si decidano a seguire l’esempio del pubblicano dell’occupazione romana Zaccheo.

Read Full Post »

Pellegrinaggio parrocchiale in Cattedrale per omaggiare i resti mortali del Venerabile Mons. Giovanni Jacono

Parrocchia Immacolata Milena

.

(altro…)

Read Full Post »

Pellegrinaggio e Celebrazione eucaristica nella Commemorazione dei fedeli defunti al Cimitero

Parrocchia Immacolata

.

 

(altro…)

Read Full Post »

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: