Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Viabilità’ Category

Secondo del rapporto annuale sulla raccolta differenziata e riciclo di carta e cartone in Italia, diffuso da Comieco, la Sicilia nel 2021 ha contribuito ampiamente alla crescita della raccolta differenziata di carta e cartone nel Mezzogiorno.

308166227_641418817348406_7621274972043401975_n

Sono state infatti raccolte e correttamente avviate a riciclo oltre 205.000 tonnellate con un aumento di più di 14.000 tonnellate rispetto al 2020 per una crescita pari al +7,6%.

È un risultato che ci dà molta soddisfazione. Durante i cinque anni del nostro governo abbiamo portato la raccolta differenziata generale dal 19% al 47%. Tutto questo grazie a un serio lavoro di programmazione e di collaborazione con i comuni, e ovviamente anche grazie al senso civico di tantissimi siciliani.


A Catania la fabbrica 3Sun diventerà il più grande sito europeo di produzione di moduli fotovoltaici innovativi, sostenibili e ad alte prestazioni.

306723297_637616791061942_3319241256856321022_n

Un’ottima notizia, che conferma quanto sosteniamo da tempo, ovvero che la Sicilia può diventare un hub energetico, quindi un punto di riferimento per l’Italia e tutte le regioni circostanti del Mediterraneo.


1512316537578.jpg--i_conti_della_regione_e_l_sos_di_musumeci___il_deficit_un_freno_per_i_primi_anni_Sono 30 anni che si parla dell’autostrada Ragusa-Catania, 30 anni di promesse mai mantenute. Lo scorso anno da Presidente della Regione, ho chiesto al governo centrale di essere nominato commissario per realizzare questa strada. La richiesta è stata accolta, con l’Anas abbiamo concordato la definizione del progetto, la spesa è divisa tra Stato e Regione.
Ebbene, posso comunicare con legittimo orgoglio che in un anno abbiamo fatto tutto quello che non si era fatto in tanti anni.
È stato già pubblicato il bando con la revisione dei prezzi e giorno 28 settembre scade il termine per consentire alle imprese di partecipare alla realizzazione di questa importante infrastruttura, che si svilupperà per circa 90 km, costerà circa un miliardo e consentirà ad una delle aree più feconde dal punto di vista imprenditoriale, quale è appunto quella del ragusano, di essere facilmente e agevolmente collegata, con lo snodo di Catania e quindi di Messina, consentendo agli automobilisti di potersi muovere in obiettive condizioni di sicurezza.
Lasciatemi dire che una delle più importanti opere del mio mandato e ne sono davvero orgoglioso.

Vi mostro una delle tante cose fatte dal mio governo in questi anni. Ora anche lo Stato deve fare la sua parte.
ctsr
fal

Read Full Post »

I Comuni, entro il 30 settembre, dovranno votare il “Regolamento edilizio tipo”

.

musumeci-1280x720La recente approvazione, da parte del presidente della Regione siciliana, con il decreto 531 del 20 maggio 2022, di un Regolamento edilizio tipo regionale ed il conseguente obbligo di recepimento, ha posto ai Comuni siciliani “la necessità di deliberare su un tema di grande rilevanza per l’economia di ciascun comune”.

Lo scrive il Centro Regionali Studi Urbanistici (CeRSU) costituitosi lo scorso anno per iniziativa della Consulta degli Ingegneri di Sicilia.

Secondo il centro studi l’imminente scadenza del primo termine perentorio fissato dal decreto al primo ottobre 2022 pone infatti ciascun comune siciliano nella necessità di decidere sulle iniziative da intraprendere, tenendo conto che, non adottando alcun provvedimento esplicito entro la fine del mese di settembre, “le disposizioni del Regolamento edilizio tipo regionale prevarranno comunque sulle norme dei Regolamenti edilizi comunali vigenti, di fatto sostituendoli”.

Il Regolamento tipo come “codice di pratica”

redSu questo tema è intervenuto il presidente del CeRSU, il professor Giuseppe Trombino.

“Per indirizzare l’attività dei Comuni in questa delicata fase di passaggio alla nuova regolamentazione, ma più in generale per sottolineare il nuovo ruolo che la legislazione urbanistica vigente, con la L.R. 19/2020, ha assegnato al Regolamento edilizio comunale, il CeRSU ha elaborato un documento di Linee guida, che è stato offerto alla valutazione di quanti sono impegnati nell’attività di progettazione dei nuovi Regolamenti edilizi comunali”, spiega.

Questo strumento infatti, da semplice raccolta di disposizioni regolamentari riguardanti l’edilizia, può assumere anche le caratteristiche di un “codice di pratica”, ovvero uno strumento orientato a garantire appropriati livelli qualitativi degli interventi edilizi, soprattutto di recupero, fornendo indirizzi metodologici sotto forma di protocolli operativi da adottare per affrontare le problematiche legate all’intervento edilizio. Il codice di pratica tende a responsabilizzare il professionista rispetto alle specifiche necessità dettate dal contesto e, pur lasciandogli la possibilità di personalizzare il progetto, definisce le opportune strategie di intervento orientando l’appropriatezza delle scelte materiche, tecnologiche e tipologiche.

30settembrePer i consigli comunali c’è tempo fino a fine settembre

Dunque entro il primo ottobre i Comuni possono approvare, con provvedimento consiliare, il Regolamento edilizio tipo regionale, ovvero anche introdurvi integrazioni necessarie per adattarne il contenuto “alle specifiche caratteristiche locali”.

Successivamente potranno ancora farlo, ma determinando di fatto un periodo transitorio nel quale potrebbero verificarsi disfunzioni e gravi incertezze applicative sia per i professionisti esterni che per gli uffici tecnici comunali, dovute all’entrata in vigore delle nuove norme regolamentari non ancora adeguate alle specifiche caratteristiche locali e senza alcuna continuità con la previgente regolamentazione.

extra

D.P. 531- GAB con allegato Regolamento Edilizio Unico

Read Full Post »

CONTINUA LA POLITICA ALLA “ABBONE’ DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE

.

Perché spesso e volentieri per avere una normale amministrazione deve intervenire la Minoranza?

ECCO UN PEZZO DEL LORO INTERVENTO RIVOLTO AL SINDACO E AGLI ASSESSORI COMUNALI, AI VIGILI, ALL’UFFICIO SANITARIO E PER CONOSCENZA ANCHE AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE.

AAù

GUARDATE IN CHE STATO ERA TENUTA LA FONTANA DEL PARCO URBANO

fon2

OLTRE AI SASSI, AI LEGNI, AI RIFIUTI GALLEGGIAVA UNA COLOMBA MORTA E SPENNATA

p13

E COSI’ LA MINORANZA ANCORA UNA VOLTA HA RICHIESTO L’INTERVENTO DELL’UFFICIO SANITARIO CHE HA INVITATO L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE A RIMUOVERE I PERICOLI PER LA SANITA’ PUBBLICA, ZANZARE COMPRESE. ECCO IL RISULTATO.

p9

E’ STATO CHIUSO IL COPERCHIO DELLA CENTRALINA ELETTRICA ED EVITATO IL RISCHIO FOLGORAZIONE

ES

FERRI E FILI

SODDISFATTI E CONTENTI? NO! PERCHE’ COME AL SOLITO GLI AMMINISTRATORI NON RIESCONO A FARE ESEGUIRE UNA NORMALE PULIZIA E A RIMUOVERE ALTRI PERICOLI PER I FREQUENTATORI DELLA VILLA… SEMPRE ALLA “ABBONE'”

COSTAVA MOLTO FARE RIMUOVERE ANCHE LE PIETRE E ALTRI RIFIUTI?

p10

E ALTRO ESEMPIO: A NEMMENO 2 METRI DALLA FONTANA SONO RIMASTE LE TAVOLE CON CHIODI LUNGHI APPUNTITI E “ARRUGGINITI”, CI VOLEVA TROPPO SFORZO?

CHIODI

E I FERRI SCOPERTI E PIENI DI RUGGINE FORSE SONO MENO PERICOLOSI ?

FERRI2

E I VETRI ROTTI PER TERRA CHE HANNO GIA’ FERITO QUALCUNO?

VETRITERRA

SI PULISCE E SPAZZA SOLO NEL CENTRO URBANO?

PER NON PARLARE DELL’ALLARMANTE TOMBINO…

TOMBINO

(altro…)

Read Full Post »

Adottiamo il Regolamento Edilizio tipo e adattiamolo a Milena

.

gruppo tavolo2regolamento

(altro…)

Read Full Post »

Metro Catania, in servizio Carmela il terzo dei nuovi treni

ANSA

.

falc«Stamane consegniamo alla città “Carmela”, il terzo dei 10 nuovi treni di ultima generazione che abbiamo acquistato per la metropolitana di Catania.

Questo è un altro esempio chiaro di come la Sicilia sappia spendere al meglio i fondi dall’Europa, tutto il resto sono fake news.

I primi due treni sono già operativi da qualche mese, riscuotendo l’apprezzamento unanime dell’utenza e determinando un balzo in avanti su efficienza e qualità del servizio metropolitano etneo. La Regione è realmente protagonista ormai da cinque anni del rinnovamento della mobilità su ferro in Sicilia».

Così l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone, intervenendo alla consegna del terzo dei dieci nuovi treni Titegarth Firema per la metropolitana di Catania. La fornitura di nuove unità di trazione è stata finanziato dal dipartimento regionale delle Infrastrutture per 42 milioni di euro, sulla base di una convenzione siglata nel 2018 con la gestione governativa di Ferrovia Circumetnea.

carmela

«Negli ultimi quattro anni nell’Isola – ha aggiunto Falcone – si è registrato un ammodernamento del materiale rotabile che ha pochi precedenti. Abbiamo acquistato oltre 50 nuovi treni per le linee regionali fra Pop, Blues e altri ancora – di cui la metà già in servizio – a cui aggiungiamo questi altri 10 convogli per Fce. Se ne gioveranno non solo i catanesi, ma anche i tanti turisti che affollano la città.

Nel prossimo futuro – ha concluso – occorrerà imprimere nuovo slancio allo sviluppo infrastrutturale della metro, dopo i fondi che abbiamo ottenuto per la Stesicoro-Aeroporto e la Misterbianco-Paternò».

Read Full Post »

Lavori eseguiti in contrada Pili e al cimitero

.

Nel mese di agosto sono stati realizzati due interventi di pulizia su due stradelle: la stradella di accesso all’ex discarica comunale di contrada Pili (al boschetto) tenuta in pessimo stato e la stradella sterrata di accesso alla parte nuova del cimitero con ampliamento in cui si auspicano interventi migliorativi.

pili1

Il responsabile dell’ufficio Tecnico-Urbanistica, Territorio e Ambiente ha affidato i lavori alla ditta Buttaci Pietro.

cim

Nominato Responsabile unico del procedimento è stato nominato il geom. Vincenzo Provenzano. Il 28 agosto è stato deliberato ed erogato un bonifico per un totale con iva compresa di 922,46 euro.

.

Read Full Post »

ct

305764624_634439754712979_5945630543536421653_n

Read Full Post »

Appello della minoranza al buon senso e al senso di responsabilità nei confronti dei cittadini

.

gruppoIl Gruppo consiliare “Milena Domani” – sempre sensibile al tema ambientale e sicurezza pubblica – il 5 settembre 2022 ha scritto al sindaco (e per conoscenza agli assessori comunali al ramo, all’ufficio tecnico e al comando della polizia municipale) un sollecito perché faccia spostare i contenitori per gli abiti usati e gli oli esausti perché li ritengono pericolosi per persone e cose.

Si tratta dei contenitori per abiti usati e oli vegetali esausti fatti collocare dall’amministrazione comunale in piazza Carlo Marx vicino alla cabina del metano e in piazza Valentino Mazzola sotto le tribune del campo sportivo accanto al defibrillare.

autometanoI consiglieri comunali Alfonso Cipolla, Angela Falcone, Maria Carmela Ferlisi e Maria Giulia Provenzano fanno presente al sindaco il purtroppo consueto fenomeno dell’inciviltà – che non viene represso – di alcuni concittadini i quali abbandonano i vestiti usati non dentro il contenitore ma accanto.

E gli ricordano che è sua precisa responsabilità e dei suoi assessori quella di prevenire eventuali incendi delle stoffe che possano danneggiare sia la cabina del metano con rischio di scoppio del gas, sia il defibrillatore lì impiantato per salvare le vite dei concittadini.

Concludono rivolgendo al sindaco un appello a far spostare di qualche metro i contenitori in un posto veramente sicuro e ricordandogli che non farlo comporterebbe responsabilità di ogni tipo.


Oggetto: “Sollecito a spostare al più presto i contenitori per gli abiti e degli oli vegetali esausti di Piazza Valentino Mazzola e di piazza C. Marx, troppo vicini rispettivamente al defibrillatore e alla cabina del metano per rischio d’incendio”.

Signor Sindaco,

dopo che in mattinata le ho segnalato l’incendio verificatosi nei pressi dell’ex piscina comunale, il nostro gruppo ha rivolto l’attenzione ai magazzini posti sotto la tribuna del campo sportivo.

Sul marciapiede lei ha fatto collocare il contenitore per gli abiti usati e quello per la raccolta degli oli vegetali esausti a pochissima distanza del defibrillatore che potrebbe salvare la vita a quanti frequentano la zona. Si allega foto.

Il nostro gruppo ritiene imprudente e pericolosa la scelta della sua amministrazione di collocare i contenitori gli abiti dismessi e degli oli nelle due piazze.

In piazza Mazzola sono troppi vicini al defibrillatore collegato alla rete elettrica. In piazza Marx proprio accanto alla cabina del metano, in cui si verificano fughe di gas (una delle quali segnalatale dallo scrivente) con alto rischio oltre che d’incendi anche di scoppio.

Gli incendi non sono improbabili a causa dell’inciviltà di alcuni concittadini che abbandonano gli abiti dismessi non dentro i contenitore, ma nei pressi. Purtroppo non vengono individuati e puniti, nonostante in piazza Mazzola pare sia posta una videocamera di sorveglianza.

Il nostro gruppo però ritiene che eventuali responsabilità non possano essere esclusivamente addebitate ai concittadini. Siamo convinti che anche l’Amministrazione da lei guidata dovrebbe attivarsi a fare qualcosa per prevenire eventuali danni alle persone e cose.

Ecco il motivo per il quale la sollecitiamo a disporre al più presto lo spostamento dei suddetti contenitori in luoghi più sicuri e a dovuta distanza per scongiurare danni nel caso in cui si dovesse verificare l’incendio degli abiti usati.

Signor Sindaco, la sollecitiamo a dimostrare buon senso e vicinanza alla cittadinanza. Non ci vuole poi tanto per prevenire ed evitare danni a persone e cose, ma anche ogni tipo di responsabilità per sé e gli assessori comunali al ramo.

In attesa di riscontro, si inviano distinti saluti.

def1

(altro…)

Read Full Post »

Decisione saggia dopo il pauroso incidente

.

Il sabato notte 2 aprile 2022 intorno alle ore 21 si sfiorò una tragedia quando all’altezza dei negozi Capobianco sulla circonvallazione di Milena si scontrarono una Renault Capture e una Fiat Grande Punto.

I frontali delle auto furono distrutti, meglio per fortuna andò ai giovani conducenti che se la cavarono con tanta paura e qualche contusione ossea. Sicuramente sarebbe potuto finire peggio, molto peggio.

i2

Così un concittadino residente nel vicino villaggio Balilla si è fatto promotore di una vera e propria missione di alto senso civico e ha proposto alle autorità competenti una soluzione utile per disciplinare meglio il traffico e prevenire altri incidenti.

La sua tenacia alla fine è stata premiata. L‘amministrazione comunale d’intesa con il comando della polizia municipale, dal mese di agosto, ha disposto che la via Brodolini che dal villaggio Balilla porta alla circonvallazione, tra l’altro molto stretta in alcuni punti, si potrà percorrere soltanto in questo senso. Non vi si potrà più accedere da Corso P. Nenni (la circonvallazione del paese).

f3

Chi proviene dal villaggio Balilla presti ATTENZIONE a osservare lo STOP prima di immettersi in corso Nenni e proseguire.

strad

E’ consigliabile che quelli che dal villaggio vogliono andare in centro evitino di imboccare questa stradina ma proseguano per la via Rimembranza.

(altro…)

Read Full Post »

Chiusura serale del centro del paese

(Ordinanza del Responsabile del settore Area Tecnica – Urbanistica n° 10 del 24-08-2022)

.

Il geom. Vincenzo Provenzano, sentito il parere favorevole del locale Comando di Polizia Municipale ha disposto la chiusura al traffico, nelle ore serali nei mesi di agosto e settembre, delle vie Ugo Foscolo e Nazionale e della Piazza Garibaldi, a tutela dell’incolumità pubblica.

ordinanza3

cu

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: