Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Proposte’ Category

Ennesimo sbarco, ennesima presa in giro. È ormai chiaro che il segnale che le ONG vogliono dare è che tutti sono liberi di entrare illegalmente in Italia senza subire alcuna conseguenza. Con la complicità della solita sinistra immigrazionista e di parlamentari irresponsabili che incitano a disobbedire alle leggi dello Stato.

La soluzione a questa deriva è una sola: BLOCCO NAVALE europeo al largo delle coste libiche per impedire ai barconi di partire e fermare le morti in mare. Basta perdere tempo, ne va della credibilità della nostra Nazione.

Annunci

Read Full Post »

Ieri 12 agosto 2019 Alfonso P. Cipolla, Salvatore Ferlisi e Vincenzo Nicastro hanno scritto al Sindaco di Milena per comunicargli che il 9 agosto 2019 è stata formalizzata l’istanza per dichiarazione formale di albero monumentale del cipresso sito in piazza Aix Les Bains

.

C’è l’istanza per dichiarazione formale di albero monumentale del cipresso di piazza Aix Les Bains a Milena

.
Abbiamo formalizzato con istanza al Soprintendente ai BB. CC. AA. di Caltanissetta ed all’organismo a ciò preposto presso la Regione Sicilia una richiesta tesa alla dichiarazione formale di albero monumentale del cipresso di Piazza Aix Les Bains, in Milena.
Come certamente Ella saprà questa pianta è stata messa a dimora a suggello e perenne ricordo del gemellaggio tra la comunità milocchese e quella della cittadina francese.
La pianta per decenni è stata curata e coccolata dai suoi residenti, fino a vederla oggi ergersi con i suoi rami verso il cielo.
albaixPer ogni Suo concittadino, questa pianta è “l’albero del gemellaggio“, e come tale, data la sua simbologia, dovrebbe essere oggetto di protezione e cura.
Pertanto, tenuto conto che l’albero di Piazza Aix Les Bains costituisce un preciso riferimento attinente un evento storico locale, legato ormai alla memoria collettiva ed alla tradizione locale, anche per come previsto dalla legge 10/2013; e avendo letto su organi di stampa che è Sua intenzione procedere all’espianto di questa pianta; La invitiamo a voler desistere da questo proposito, perché antistorico e, per noi, non legittimo.
Ci corre l’obbligo di avvisarLa che qualora, Ella, nonostante l’invito, ed in attesa della decisione degli organi istituzionali investiti, dovesse disporne od autorizzarne l’estirpazione, ci vedremo costretti ad inviare gli atti in nostro possesso alla Procura della Repubblica per gli interventi del caso.
LEGGI LA LETTERA INTEGRALE

(altro…)

Read Full Post »

IN UN MOMENTO DIFFICILE COME QUESTO serve determinazione e responsabilità. Torniamo in Assemblea Regionale e cerchiamo di salvare la stagione dei comuni, dei teatri e incardinando la tanto attesa riforma sui rifiuti già pronta per essere esitata dall’aula. Apriamo un confronto tra tutte le forze politiche a favore della nostra terra#diventeràbellissima

Read Full Post »

Perché non copiamo i buoni esempi diffusi nei paesi più civili d’Italia?

Betta Calasci

.

cassE la chiamano “raccolta differenziata porta a porta”!

Ecco una batteria di “cassonetti intelligenti” .

Guardateli: si aprono con una specifica card e quantificano il “rifiuto” (materiale post-consumo).

Questa sì che si chiama raccolta differenziata: efficace, efficiente e trasparente. E ovviamente più si differenzia e meno si paga.

Altro che la nostra “raccolta differenziata porta a porta” precaria, complicata e forse persino inutile.

Ed elargiscono pure le sanzioni…..

Ma da noi quando arriverà?

 

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Read Full Post »

Tutela dell’ambiente e iniziative di contrasto all’inciviltà e alle discariche abusive

.

Il Gruppo consiliare MILENA DOMANI sin dalla sua costituzione si è sempre distinto fattivamente nell’impegno teso alla salvaguardia dell’ambiente e alla tutela dalla salute della Cittadinanza e ha stimolato di continuo l’Amministrazione comunale in questa direzione sia con proposte che con interrogazioni.

Gli Amministratori comunali non hanno finora dimostrato la nostra stessa sensibilità sulla tutela dell’ambiente e la salvaguardia della pubblica salute, tanto che spesso siamo stati costretti a produrre interrogazioni al Sindaco, agli Assessori del ramo e, talvolta alla Polizia Municipale.

Recentemente è stata bonificata quasi del tutto la discarica abusiva sita in zona “Santa Maria” piena di rifiuti di ogni genere, tra cui alcune pericolose lastre di eternit;

Invece nulla fino ad oggi, nonostante la nostra formale segnalazione, stato fatto per pulire e bonificare quell’altra discarica abusiva, sita nella grande aiuola dove è posta la targa del Gemellaggio Milena – Aix-Les-Bains; e che sono attesi tra poco tempo a Milena un centinaio di cittadini.

Necessita che tutto quel materiale inquinante e pericoloso per la salute della Cittadinanza venga  rimosso prontamente in rispetto dei cittadini di Aix-Les-Bains e del buon nome del nostro paese. Le foto apparse sui social dicono più eloquentemente più di mille discorsi e suggeriscono agli Amministratori comunali che  sia giunto il momento di cercare e trovare una soluzione definitiva e dei rimedi utili a contrastare questa pessima abitudine di alcuni incivili residenti e anche di molti inquinatori ambientali in transito nel nostro paese.

Pertanto la minoranza PROPONE UN DIBATTITO CONSILIARE su questi punti alla presenza del Sindaco, dell’Assessore al Ramo, del Comandante della Polizia Municipale al fine di trovare delle soluzioni valide, prontamente realizzabili capaci di contrastare questo incivile andazzo che inquina prima di tutto le coscienze e poi il suolo e l’aria del nostro paese causando il serio rischio di infestazioni di insetti, topi e altro genere di animali in grado di trasmettere malattie infettive e perfino tumori.

E L’ADOZIONE DI ADEGUATE MISURE DI CONTRASTO, come ad esempio:

– Una volta ripulite completamente le discariche abusive, la collocazione di transenne e anche degli ostacoli fissi;

– Installazione di telecamere di videosorveglianza; anche di quelle portatili e di poco prezzo;

– Incentivazione dei controlli da parte della Polizia Urbana in collaborazione con collaborazione con i Carabinieri;

– Coinvolgimento di tutte le autorità civili, religiose e scolastiche, nonché di quelle associative  perché s’impegnino a promuovere tra i Cittadini il rispetto e la tutela per l’ambiente;

– Assicurazione dell’anonimato e di premialità da definire nei confronti di quei cittadini che segnalino a voce o per iscritto o con foto e video dal telefonino,  alle forze dell’ordine l’identità delle persone incivili che commettono un reato abbandonando la spazzatura per strada.

Il Consigliere Alfonso Cipolla, illustra la proposta chiarendo che basta fare un giro del Paese per notare la presenza di discariche a cielo aperto, precisando che due di esse sono state segnalate e soltanto una è stata bonificata, mentre rimane da bonificare l’area nei pressi dell’insegna che ricorda il Gemellaggio, per cui chiede un intervento immediato, mentre per il futuro in attesa dell’installazione delle video camere, propone di transennare dette aree anche tramite blocchi di cemento.

Il dibattito riportatato in delibera, raggiunge punte tafazziane.

sbamIl Sindaco Claudio Cipolla, nello specificare che le due aree segnalate insistono su strade provinciali e che le segnalazioni andrebbero fatte alla stessa Provincia Regionale, in quanto il Comune non può intervenire in modo autonomo ma solo su autorizzazione della stessa Provincia.

Commento 1: il sindaco a cui la minoranza aveva indirizzato un’interrogazione per la discarica di Santa Maria si era allora attivato a coivolgere la ex Provincia; ora però pretende che la segnalazione vada indirizzata alla ex provincia!

CLAUDIOPrecisa che da parte dell’Amministrazione c’è la massima attenzione per contrastare tale fenomeno di inciviltà, che non è limitato alle sole due aree segnalate ma è anche presente nell’area adibita ad isola ecologica, ed anche su molte aree periferiche, dove persone non identificate, nonostante i controlli dal Comando di Polizia Municipale e dal locale Comando dei Carabinieri, si ostinano senza nessun motivo a buttare rifiuti in piccoli o grandi quantità.

Commento 2: Finora risultati zero. Eppure esaminando i rifiuti non sarebbe difficile risalire alle categorie che abbandonano i rifiuti per strada e alla loro identificazione. Intanto lo schifo esistente andrebbe prontamente rimosso e la zona recintata da parte del Comune: la ex Provincia non avverte il fetore e non rischia di prendersi malattie. E non è civile tenere il pase così sporco.

Precisa inoltre che la seconda area segnalata viene bonificata con cadenza mensile, ma che già all’indomani della bonifica si ripete regolarmente il fenomeno.

Ecco-alcune-ragioni-per-le-quali-si-dovrebbe-votare-no-al-prossimo-Referendum-Costituzionale-2016Pertanto ritiene irrispettoso l’atto di indirizzo, il quale non tiene conto dell’impegno e dei sacrifici fatti giornalmente dall’Amministrazione Comunale e dagli operatori che ringrazia nella persona del Responsabile presente in aula.

Commento 3: irrispettoso sollecitare pulizia e igiene in quelle zone inquinate lasciate in tali condizoni pericolose per tutto il  paese? Per  le persone di buon senso: no; ma per il sindaco e i consiglieri di maggioranza evidentemente: sì.

IL CONSIGLIO COMUNALE con voti  favorevoli n. 3,  contrari n. 8 (Gruppo Progetto Comune)  su n. 11   Consiglieri presenti e  votanti NON APPROVA la su indicata proposta.

 

LEGGI LA DELIBERA INTEGRALE

(altro…)

Read Full Post »

La Minoranza è per la salvaguardia dell’ambiente, della salute, dell’incolumità pubblica e prevenzione degli incendi

.

Il gruppo consiliare di “MILENA DOMANI” Angela Falcone, Maria Carmela Ferlisi. Maria Giulia Provenzano, Alfonso Cipolla.

Il Gruppo consiliare di MILENA DOMANI ha protocollato un’interrogazione al sindaco e portato a conoscenza della stessa il Comandante della Polizia Municipale di Milena e l’Ufficiale Sanitario del Comune di Milena avente per oggetto: Salvaguardia dell’ambiente, della salute, dell’incolumità pubblica e prevenzione degli incendi.

Alfonso Cipolla, Angela Falcone, Maria Carmela Ferlisi e Maria Giulia Provenzano hanno sottoscritto il seguente testo.

“Noi sottoscritti Consiglieri comunali del Gruppo MILENA DOMANI, già dall’inizio del nostro mandato, ci siamo interessati all’importante tematica del rispetto dell’ambiente in cui viviamo e della tutela della salute e dell’igiene pubblica, sollecitandola ad intervenire ogni qualvolta ce n’è stato bisogno.

Ultimamente, nel consiglio comunale del 30 luglio scorso, per quanto riguarda la discarica abusiva creatasi intorno all’aiuola dov’è posta la tabella del gemellaggio, lei ci ha “consigliato” per la bonifica di quell’area di rivolgerci direttamente all’ex Provincia Regionale di Caltanissetta, pur sapendo che la stessa è priva di fondi, di personale e di mezzi per cui alla fine dovrà intervenire il nostro Comune poiché in ogni caso i problemi di inquinamento ambientale e di salute restano e resteranno a carico della nostra Cittadinanza della quale lei è sindaco e pertanto spetta a lei, in qualità di sindaco, di attivarsi con gli enti e le istituzioni preposte.

Recentemente la situazione ambientale è peggiorata alquanto in seguito alla potatura eseguita dalla ditta incaricata dal Comune; come documentato fotograficamente anche da alcuni blog, parte degli scarti della potatura è stata accantonata presso l’abbeveratoio di contrada Iannigallo e presso il boschetto che si trova in contrada Pili all’interno della vecchia discarica dismessa.

Ieri a Iannigallo si è verificato l’incendio di tali sterpaglie e per fortuna non si è propagato altrove ma, se la stessa cosa dovesse accadere anche in zona “boschetto, il danno potrebbe essere ancora più grave a causa della presenza di tante sterpaglie e dei moltissimi alberi ad alto fusto lì presenti.

Ciò premesso, la interroghiamo per conoscere:

-se lei è a conoscenza di tali fatti;

-se la polizia municipale che controlla il territorio, ha relazionato sui fatti accaduti;

-se è stato richiesto l’intervento dei pompieri;

-quali iniziative intende intraprendere per bonificare le discariche abusive;

-quali iniziative intende intraprendere per evitare altri incendi dei rifiuti conferiti abusivamente nei siti segnalati;

-quali iniziative intende intraprendere per tutelare la salute pubblica e l’incolumità dei cittadini.

In attesa di una sua risposta urgente e per iscritto, inviamo distinti saluti.”

Read Full Post »

Approvazione Piano di Emergenza Comunale di Protezione Civile

.

Ai sensi della vigente normativa in tema di Protezione Civile un ruolo fondamentale è stato assegnato agli enti locali, in particolare modo ai Comuni, ciascuno dei quali è chiamato ad adottare il Piano di Emergenza Comunale di Protezione Civile; esso  rappresenta uno strumento con il quale l’Amministrazione Comunale si prefigge di fronteggiare e gestire le emergenze che possono verificarsi nel territorio comunale al fine di fornire una risposta adeguata, tempestiva ed efficace; e individua nel Sindaco l’Autorità Comunale di Protezione Civile che, al verificarsi di un’emergenza, assume la direzione ed il coordinamento dei servizi di soccorso e assistenza delle popolazioni colpite e provvede agli interventi necessari.

Il Funzionario Responsabile dell’Ufficio Tecnico area lavori pubblici  Giovanni Saia ha affidato allo “Studio di Geologia” di Dario Costanzo l’incarico di  provvedere alla redazione ed informatizzazione del Piano di Emergenza Comunale di Protezione Civile del Comune di Milena.

Il 15/07/2019il professionista incaricato ha consegnato la documentazione costituente il “Piano di Emergenza Comunale di Protezione Civile del Comune di Milena in formato cartaceo e anche in formato digitale.

– il Piano è l’insieme coordinato delle misure da adottarsi in caso di eventi naturali e umani che comportino rischi per la pubblica incolumità e definisce i ruoli delle strutture comunali preposte alla Protezione Civile per azioni di soccorso;

– il Piano ha lo scopo di prevedere, prevenire e contrastare gli eventi calamitosi e tutelare la vita dei cittadini, dell’ambiente e dei beni; – lo Strumento elaborato contiene gli elementi di organizzazione relativi alla operatività delle strutture comunali in caso di emergenza;

– il Documento mira a costituire procedure di intervento per definire le azioni e le strategie da adottarsi al fine di mitigare i rischi, portare avanti le operazioni di soccorso e di assistenza alla popolazione colpita;

– il Piano è stato elaborato predisponendo tutti i dati cartografici, logistici, statistici e anagrafici e della rilevazione sul territorio di tutte le risorse strumentali e umane in caso di emergenza e di tutti i potenziali stati di pericolo su base cartacea e predisponendo il piano operativo su supporto informatico per tutta la gestione in tempi reali delle emergenze;

– bisogna di disporre la più ampia diffusione del Piano di Emergenza Comunale approvato, mediante pubblicazione nell’apposita sezione del sito istituzionale del Comune;

– il “Piano di Emergenza Comunale di Protezione Civile del Comune di Milena ” rappresenta uno strumento dinamico, soggetto a periodiche revisioni e aggiornamenti e di demandare alla Giunta l’approvazione dei futuri aggiornamenti dello stesso;

– copie digitali del “Piano di Emergenza Comunale di Protezione Civile del Comune di Milena” saranno inviate:

  • – Al Dipartimento  Regionale Protezione Civile Sicilia  sud–occidentale servizio 10;
  • –  All’Ufficio Territoriale di Governo Prefettura di Caltanissetta;
  • – Libero Consorzio Comunale di Caltanissetta (L.R. 15/2015) già Provincia Regionale di Caltanissetta;
  • –  Al Comando Provinciale Vigili del Fuoco di Caltanissetta;
  • –  Alla Stazione Carabinieri di Milena;
  • –  Al Comando  Polizia Municipale di Milena;

Alla seduta del Consiglio sono presenti il Sindaco Claudio Salvatore Cipolla, l’Assessore Ilenia Tona e l’Assessore Carlino Salvatore.

Il Presidente del Consiglio Comunale Giovanni Randazzo, dopo aver illustrato e condiviso il Piano,  invita il Dott. Costanzo, redattore dello stesso a voler esporre in modo sintetico i contenuti.

Il Dott. Costanzo dopo aver ringraziato il Geom. Giovanni Saia ed il Geol. Totino Saia per la collaborazione avuta per la stesura dello stesso, illustra il Piano che è altamente innovativo, in quanto si basa su un’interazione innovativa tramite software, il quale prevede: un piano speditivo con collegamenti facili; un sistema informativo territoriale che fa uso di google heart; ed è dotato di una modulistica completa di tutti i modelli di intervento; il tutto usufruibile con semplici clic su una postazione informatica collegata ad internet.

Il Consigliere Alfonso Cipolla, dopo aver ringraziato per essere stato invitato alla consegna del Piano ed apprezzato la professionalità del Dott. Costanzo nonché del Geom. Giovanni Saia e del Geol. Totino Saia e condiviso l’operato dell’Amministrazione, suggerisce le seguenti proposte:

  • Rendere il File scaricabile dal sito;
  • Realizzare un opuscolo sintetico per le famiglie;
  • Organizzare un’assemblea dei cittadini;
  • Coinvolgere le Scuole;
  • Coinvolgere “i volontari” soprattutto relativamente al settore medico-infermieristico;
  • Fare una prova di emergenza.

Il Sindaco Claudio Cipolla, nel Ringraziare il Dott. Costanzo nonché il Geom. Giovanni Saia ed il Geol. Totino Saia e gli altri Uffici Comunali, precisa che dopo aver fatto il piano bisogna passare in tempi brevi alla sua attuazione, ed in questa fase fare tesoro dei suggerimenti della minoranza che sono in linea di quelli della maggioranza precisando che una “giornata dell’emergenza” è già stata programmata in occasione della presentazione dei defibrillatori.

IL CONSIGLIO COMUNALE con voti favorevoli n. 11 su n. 11 Consiglieri presenti e votanti APPROVA e all’unanimità DICHIARA l’atto immediatamente esecutivo.

LEGGI LA DELIBERA INTEGRALE

(altro…)

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: