Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Proposte’ Category

(altro…)

Annunci

Read Full Post »

Read Full Post »

E’ aperto il casting per l’ascaro dell’anno

Salvatore Ferlisi

.

ferlisi

S. Ferlisi

Nei giorni scorsi ho sottoscritto, insieme ad altri, un appello ai giovani di questo paese per spronarli a prendere sulle loro spalle il peso e l’onere di guidare la cosa pubblica,  anche nell’immediato futuro. L’operazione sembra aver preso il verso e la strada giusta.

Può capitare che all’inizio, il percorso possa sembrare difficile e accidentato, che il tratto che porta alla meta, possa sembrare irto di ostacoli, a volte naturali a volte  messi su da individui che vogliono rendere gravoso se non impossibile il percorso. Anche questo fa parte della traversata.

Nello specifico, pare che qualche soggetto dall’aria buona e gentile, e di grandi aspettative future, abbia tentato di affossare l’iniziativa, allo stato nascente, immaginando di usare il gruppo come supporto alla propria gloria, in una scalata,  in altri schieramenti già organizzati e strutturati .

250px-The_Inquisitors_lightsaberQuesti tizi debbono sapere che lo spirito dell’iniziativa non è quello di fornire carne fresca alla bestia. L’iniziativa ha uno scopo diverso: costruire una alternativa democratica ai diversi gruppi di potere che attualmente si contendono lo scranno comunale. Non saranno gli ascari vecchi e nuovi a poter fermare la voglia libertà e di democrazia e l’istinto di libertà dei giovani.

Lo strumento del boicottaggio interno, è un antico strumento, un vecchio arnese da scasso, che fa impressione, se ad usarlo è gente giovane, a volte con la corona di lauro sulla testa. E’ una cosa grave, che qualifica in negativo,  chi si fa strumento dell’altrui cupidigia di potere.

parducci-08Vivere tutta una vita da pecora, la necessità istintiva di assumere la funzione del lacchè, del servitore fedele, del portatore del caffè in piazza al padrone di turno, pare sia dura a morire. La naturale inclinazione ad essere ascaro non fa distinzione di classe, di censo, di istruzione, di genere e nemmeno di stazza.

Un gruppo civile e pubblico non è un casting per nuovi e diversi approcci, e, nemmeno la gara per il  gran premio per l’ascaro moderno. Per quel che mi riguarda, sottoscrivo ancora il precedente appello, sempre con maggiore convinzione, perché questi incidenti di percorso, ci danno la misura del bisogno e della necessità di un autentico e radicale cambiamento costruito tutto su gente libera ed onesta.

 

Read Full Post »

A Eraclea Minoa intervenga Protezione civile”

Alessandro Pagano

.

“Le spiagge di Eraclea Minoa in provincia di Agrigento sono letteralmente scomparse. Alberi che cadono come birilli, lidi e stabilimenti balneari in balia delle onde, anche il teatro greco a rischio erosione. Immagini che fanno rabbia, dopo mesi di denunce.

Serve un intervento urgente della Protezione civile siciliana per tamponare intanto, in qualche modo, questa deriva che sembra inarrestabile.

Troppo spesso accade che se non si giunge a una situazione di chiara emergenza non si muove foglia. Danni ambientali, danni ingenti al turismo, già arrivate molte disdette di prenotazioni, danni all’occupazione con decine di lavoratori già per strada; danni al patrimonio archeologico e culturale. Eraclea Minoa avrebbe potuto rappresentare l’emblema di un nuovo modo di affrontare i problemi in Sicilia.

Adesso è necessario salvare il salvabile. #salviamoEracleaMinoa”.

Read Full Post »

Qualcuno individui i responsabili (mandanti ed esecutori) del vergognoso taglio della prestigiosa figura di Musumeci

Alfonso Cipolla

.

alfonso cipolla drAi telegiornali Rai preferisco quelli di Sky e di alcuni paesi stranieri, perché meno legati alla politica. Da sempre mi da fastidio la politica che si è infiltrata tra le reti. Occorre ricordare ai più giovani che Rai 1 era proprietà democristiana, Rai2 socialista e Rai3 comunista. Il risultato fu (ed é) che la stessa notizia veniva “colorata” secondo l’appartenenza e si dava spazio agli amici e lo si toglieva agli avversari.

Cambiano tempi, nascono e muoiono partiti, cambiano i suonatori ma la musica è sempre la stessa.

Una ulteriore riprova è ciò che ho visto (anzi che non ho visto!) su Rai 1 il giorno della visita del Presidente della Repubblica accompagnato dal Presidente della Regione nei luoghi del terremoto che sconvolse il Belice. Due siciliani per bene, dei quali per fortuna non ci si può vergonare, anzi ce ne si può vantare.

musbelEbbene, non sono riuscito a vedere nel servizio del Tg1 il “mio” presidente e il fattaccio mi ha lasciato veramente impressionato negativamente. E non solo me. Hanno semplicemente “eliminato” nel servizio del Tg 1 Nello Musumeci, hanno oscurato quella che unanimamente, amici e avversari, definiscono una persona per bene, onesta e capace: per caso, sono queste qualità che hanno infastidito il dirigente (o i dirigenti) Rai che ne ha disposto il taglio? O perché ha criticato “il parziale fallimento dello Stato nella ricostruzione post-terremoto?

A questo punto ci vorrebbe un’interrogazione parlamentare per scoprire il “genio” che ha disposto l’oscuramento del Presidente della Regione, presente a Partanna insieme al Presidente della Repubblica. E sarebbe giusto che qualcuno paghi per questo oltraggio al Presidente Musumeci, all’informazione e, soprattutto alla verità.

Rai (ti puoi spettare) di tutto e di più!

Read Full Post »

Perché il Sindaco di Montedoro Messana ha rotto?

Alfonso Cipolla

.

nicDalle dichiarazioni del vice sindaco del Comune di Milena Enzo Nicastro, emerge una interessante chiave di lettura di quando, come e perché Milena stia per perdere la sua centralità scolastica. 

Tutto si è consumato all’interno di Terre di Collina governata dai sindaci di Serradifalco, Montedoro, Bompensiere, Milena e Delia (comune non interessato in questa vicenda).

La mossa del sindaco di Montedoro che decide di lasciare Milena per andarsene con Serradifalco ha sparigliato le carte e spostato gli equilibri creando il caos in cui si sta dibattendo il nostro ambito scolastico.

La domanda sorge spontanea: “Perché Messana ha deciso di lasciare Milena per andarsene “sotto” Serradifalco?. Chi lo sa risponda e, nel caso, ne risponda.

vit.PNG

Anche il sindaco di Milena ha voluto dichiarare sulla stampa tutta la sua perplessità, in particolare per quanto riguarda i numeri che darebbero torto all’istituto di Serradifalco. Il sindaco di Milena potrebbe comunque riferire qualche informazione sulla scelta di rottura del collega di Montedoro che bisogna ricordare risale a tempo fa.

CatturaNell’attesa che in extremis il deputato regionale Michele Mancuso – al quale ha passato la patata bollente – possa fare qualcosa per ripristinare la situazione “quo ante”, non resta che sperare in un vero e proprio miracolo come quello per esempio di un passo indietro del Comune di Montedoro.

sc1.jpgDicono che tutto ora dipenda dall’assessore regionale alla Pubblica Istruzione Roberto La Galla che ha la pratica sul suo tavolo, sperando che l’illustre personaggio non faccia prevalere nella sua finale decisione l’eventuale vicinanza politica con il sindaco di Serradifalco.

Siamo nelle mani della politica, quella che spesso crea i problemi ma qualche volta riesce a risolverne qualcuno: sarà il nostro caso? La situazione, al punto in cui siamo arrivati, è quasi disperata.

cittadini-attivi-azzurroIn tutta questa vicenda resterà comunque di positivo questo momento di “democrazia partecipata” che ha finalmente rivissuto il nostro paese, dopo tantissimi anni. Ci fa piacere annotare gli incontri tra genitori, docenti, studenti, amministrazione comunale e deputazione regionale. Comunque vada a finire, questo è sicuramente un successo che ci auguriamo si ripeta ancora: quest’anno e nei prossimi anni.

(altro…)

Read Full Post »

Unire le forze positive per risolvere il problema dei rifiuti

Nello Musumeci

.

morGiornata intensa di lavoro sabato sulla tematica dei rifiuti.

La mattinata è iniziata con un sopralluogo a Bellolampo, insieme a Leoluca Orlando, Sindaco di Palermo, per rendermi conto personalmente della situazione della discarica.

Poi un vertice d’urgenza a Palazzo d’Orleans con l’assessore regionale del Territorio e ambiente, Toto Cordaro.

La Sicilia sta attraversando un momento drammatico e abbiamo il dovere di dare risposte immediate ai cittadini siciliani, recuperando il gravissimo ritardo accumulato negli anni. A tal proposito, giovedì prossimo sarò ricevuto dal presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, per informarlo della situazione siciliana e chiedere alcuni poteri straordinari per risolvere il problema in tempi celeri.

1.jpgHo chiesto al sindaco Orlando, anche nella qualità di presidente dell’Anci Sicilia di sensibilizzare tutti i primi cittadini dell’Isola, affinché potenzino, o attivino in alcuni casi, la raccolta differenziata, che, oltre a far diminuire la quantità di rifiuti che viene conferita in discarica, comporta anche una riduzione dei costi per gli utenti.
Dobbiamo, inoltre, superare le fallimentari Srr, facendo transitare le competenze in capo alle tre Città metropolitane e ai sei Liberi consorzi di comuni. Non sarà semplice, ma sono convinto che troveremo in Parlamento tutta la sensibilità necessaria per voltare finalmente pagina.

 

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: