Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Proposte’ Category

La Minoranza: “Sindaco, non prenda in giro i concittadini”

Gruppo Consiliare “MILENA DOMANI”

.

I ringraziamenti del sindaco ad alcuni nostri concittadini francesi, pubblicati sul sito del Comune di Milena, ci sembrano una presa in giro, una vera e propria presa per i fondelli.

Innanzi tutto dalla foto si evince che i cittadini “francesi” provengono da Aix-les-Bains i quali hanno giocato un ruolo importante nell’attuazione del gemellaggio e ospitato tante volte amministratori comunali di Milena.

Ebbene queste persone, in attesa dell’arrivo del sindaco di Aix-les-Bains, Renaud Beretti, che sarà accompagnato da una folta delegazione, hanno doverosamente pulito la zona in cui abitano, perché chiaramente si vergognano di fare vedere agli illustri ospiti in che stato pietoso era tenuta quella zona, che non rientra nel piano delle pulizie ordinarie del nostro Comune.

In pratica pulendo davanti la loro casa – senza allargarsi altrove – hanno supplito alla deficiente pulizia del paese amministrato da un sindaco, che invece di tacere per pudore, ha voluto sottolineare che “i concittadini francesi hanno pulito senza far polemica e proponendosi come stimolatori di senso civico”.

Davvero il sindaco milenese non comprende che il fatto stesso che questi benemeriti italo-francesi hanno dovuto pulirsi da soli quel tratto di strada, significa automaticamente fare polemica con il Comune, da lui mal amministrato, che non riesce a mantenere tutto pulito il paese?

E ha pure il coraggio di additare come modelli brave persone che suppliscono gli impiegati che il Comune paga per le pulizie delle strade?

Cattura1No, signor sindaco, questi ed altri cittadini di Milena che abitano fuori dal centro si puliscono da soli sotto casa.

E – rifletta – pulendo ognuno la zona in cui abita, in fondo riesce a tenere pulita tutta Milena, supplendo alle deficienze dell’Amministrazione.

E – particolare importante – lo fanno gratis, senza nemmeno ottenere uno sconto sulle carissime bollette!

Ma i cittadini non si limitano a pulire davanti casa propria, qualcuno l’anno scorso ha provveduto a sue spese a fare ripulire la cunetta in zona di Iannigallo, se non ricordiamo male. E moltissime sono le donne che trascorrono tutto l’autunno a spazzare le foglie che cadono davanti le loro case.

CatturaConcludendo, il sindaco secondo noi avrebbe fatto bene a prendere atto della buona volontà di questi cittadini senza poi scrivere sul suo blog questo commento che gli si sta ritorcendo contro come un boomerang.

Infatti sono sempre di più le concittadine arrabbiate, una delle quali scrive che da lei “non vanno a pulire né i francesi né quelli del comune che, prima che arrivano i francesi, dovrebbe essere l’amministrazione a fare pulire le strade, compresa quella sua” che si trova sfortunatamente in un villaggio distante dal centro.

Ma non è solo la periferia a restare sporca in questi giorni in cui tutta la squadra di pulizieri è impegnata a pulire le vie e le piazze che fanno parte del percorso che seguirà la comitiva francese.

Non si fa pulizia in altre zone residenziali e anche artigianali in cui si aspettava la pulizia promessa, ma mai arrivata.

Ad oggi sono state ripulite piazza Europa dove si è data una mano di vernice di verde fosofrescente, la piazzola con la Croce del Millennio privata dei grandi alberi fatti tagliare dal sindaco, e quella dei Caduti di Nassiryia che prima d’ora versava in stato di incuria vergognoso.

anziani albero.PNGNessun intervento è stato fin qui fatto nella piazza Aix-les-Bains, quella che dovrebbe essere lo scenario ideale per ospitare la folta delegazione francese. Qui le bande musicali di Aix-les-Bains e di Milena potrebbero dare un saggio della loro bravura, dopo aver suonato gli inni nazionali francese e italiano.

La piazza è diventata più larga, dopo il taglio del “pericoloso” Albero del Gemellaggio, quindi può contenere le centinaia di persone della delegazione di Aix-les-Bains e di pubblico locale che – si prevede – accorrerà numeroso ai grandiosi festeggiamenti che sta preparando l’Amministrazione capeggiata dal sindaco Claudio Cipolla.

 

Annunci

Read Full Post »

Niente più “avvisi” di pagamento, ma solo una “comunicazione di presunte irregolarità” sanabili entro 30 giorni, senza pagare nessun interesse.

.

I consiglieri della Minoranza giorno 30 settembre 2019 hanno protocollato una proposta di deliberazione per il consiglio comunale che si terrà ai primi di questo mese di ottobre.

La proposta si chiama “Comunicazione dell’Ufficio comunale dei tributi di presunte irregolarità nei pagamenti” e – se avrà il consenso della maggioranza – sarà inserita nel Regolamento Tributi e consentirà a tutti i contribuenti milenesi di pagare soltanto il tributo dovuto senza l’aggravio di pesanti maggiorazioni e interessi di vari anni; e instaurerà un nuovo rapporto di amicizia tra Comune e Cittadini.

Alfonso Cipolla, Angela Falcone, Maria Carmela Ferlisi e Maria Giulia Provenzano, nella richiesta formulata al Presidente del Consiglio Giovanni Randazzo, hanno illustrato la proposta a favore della Cittadinanza descrivendo la situazione attuale.

Stanno arrivando in questi giorni avvisi di pagamenti di tributi riferiti all’anno 2014, ciò non è giusto in quanto il peso delle multe e degli interessi richiesti fanno aumentare di molto la somma originaria dovuta dai cittadini al Comune. Tutto ciò fa sì che i contribuenti milenesi si sentano a ragione trattati non da cittadini, ma da sudditi in quanto non si possono certamente attribuire a loro la responsabilità e il peso economico di questo enorme ritardo, ma agli uffici preposti.

Quindi illustrano cos’è la “Comunicazione dell’Ufficio comunale dei tributi di presunte irregolarità nei pagamenti”.

La finalità della suddetta “Comunicazione dell’Ufficio comunale dei tributi di presunte irregolarità nei pagamenti” è quella di instaurare un nuovo rapporto tra l’Amministrazione e i Contribuenti che potranno essere informati sulle presunte irregolarità dei loro pagamenti in vari modi (per posta elettronica, posta elettronica certificata, raccomandata). Eseguite le verifiche, i contribuenti, entro trenta giorni potranno procedere al pagamento, se dovuto, senza alcuna sanzione aggiunta.

Trascorsi i 30 giorni, i contribuenti potrebbero pagare un modesto interesse per ogni mese di ritardo. Oppure potrebbero scegliere di aderire al “Ravvedimento operoso” già in vigore nell’Agenzia dell’Entrate, una volta inserito nel Regolamento comunale sui Tributi.

Per quanto riguarda le tasse risalenti a meno di cinque anni, Imu agricola del 2014/2015 compresa, si potrebbe:

  • -o applicare la legge nazionale che prevede la “Rottamazione delle cartelle”,
  • -o fare pagare l’intero importo dovuto senza ulteriori tassazioni, permettendone anche la rateizzazione ove richiesta.

Infine fanno presente i vantaggi.

La “Comunicazione dell’Ufficio comunale dei tributi di presunte irregolarità nei pagamenti” se verrà adottata, permetterà di fare pagare ai cittadini le tasse senza interessi nell’arco di un anno, tempo più che sufficiente agli uffici tributari per incrociare i dati dei contributi e procedere all’accertamento dei pagamenti e di eventuali irregolarità.

Questo sistema consentirà anche al Comune di incamerare i tributi nel più breve tempo possibile.

E così concludono: la “Comunicazione dell’Ufficio comunale dei tributi di presunte irregolarità nei pagamenti” al cittadino, accompagnata dall’invito amichevole a regolarizzare nel tempo più breve possibile la sua posizione senza dover pagare sanzioni e interessi ingiustificati, farà compiere al Comune di Milena un salto di qualità nel rapporto con i propri cittadini contribuenti che, in questo difficile periodo, subiscono la grave crisi economica che pesa particolarmente sul Sud.

A questo punto resta solo di aspettare pochi giorni per vedere se i Consiglieri Comunali di Milena sapranno dare una risposta positiva ai loro Concittadini che proprio in questi giorni non sanno più come fare a pagare non solo l’Imu ma anche i rifiuti e l’acqua che ormai hanno raggiunto cifre da capogiro.

Per non parlare del gas, delle tasse automobilistiche etc. etc. praticamente per pagare le tasse uno stipendio non basta, come non bastano le misere pensioni. Figuarsi poi i senza lavoro e i disoccupati.

Ecco perché i Cittadini di Milena si aspettano dal Consiglio Comunale e dall’Amministrazione Comunale un segnale di comprensione e di amicizia e qualsiasi sforzo per “calare” tutte queste tasse che avvelenano la loro vita.

Speriamo bene.

 

LEGGI LA PROPOSTA INTEGRALE

(altro…)

Read Full Post »

“Facciamo qualcosa di buono per il nostro ambiente: piantiamo alberi”

.

Il 16 settembre i consiglieri della minoranza del Gruppo MILENA DOMANI hanno rivolto al Sindaco, e per conoscenza al Presidente del Consiglio comunale, un invito: “Facciamo qualcosa di buono per il nostro ambiente: piantiamo alberi”.

Alfonso Cipolla, Angela Falcone, Maria Carmela Ferlisi e Maria Giulia Provenzano hanno scritto:

“Signor Sindaco, conoscendo la sua sensibilità nei confronti del verde pubblico, ci permettiamo di ricordare che proprio in questi giorni sta maturando una nuova coscienza, in pratica avanza la convinzione de piantare gli alberi potrebbe salvare il genere umano e il pianeta che lo ospita e ciò rappresenta la soluzione più efficace a nostra disposizione.

Siamo convinti che, nonostante il nostro piccolo paese sia un punticino nella scala mondiale, bisogna fare la nostra parte: d’altronde un oceano non è che un insieme di piccole gocce.

Il nostro gruppo consiliare desidera impegnarla in questo senso proponendo che si pianti un albero per ogni nuovo nato, ma anche per ogni persona deceduta in giovane età o per qualche straordinaria ricorrenza.

Si potrebbe anche scegliere una data per la Giornata dell’Albero con il coinvolgimento principale dei bambini dall’asilo in poi e di tutte le associazioni territoriali.

Read Full Post »

Questa “bella” foto è stata segnalata al Comune da oltre una settimana…

adesso, sono stufi di aspettare e fanno sapere che…

(altro…)

Read Full Post »

Rimandata l’esecuzione dell’albero del Gemellaggio

.

In principio fu l’ex vicesindaco Enzo Nicastro, preoccupato delle voci che giravano in paese, a scrivere al sindaco di Milena un accorato appello perché non facesse tagliare l’albero posto in piazza Aix-les-Bains a perenne ricordo del Gemellaggio con la città savoiarda.

Fino ad allora non esisteva un atto ufficiale al riguardo. Intervistato da un cronista del quotidiano La Sicilia, Claudio Cipolla dava una notizia che aveva persino taciuto al Consiglio comunale, nonostante ben due viaggi degli Amministratori ad Aix-les-Bains dei quali nulla è stato ufficialmente comunicato.

In sintesi l’albero sarà tagliato per far posto ad un manufatto realizzato da un artista di quella città. Si apprendeva anche che l’albero sarebbe stato condannato a morte perchè dannoso per la viabilità e le civili abitazioni vicine: fatti questi mai denunciati e dimostrati in passato.

images (4)Vista l’insistenza del sindaco Claudio Cipolla che quest’estate pare accanirsi contro gli alberi, tre concittadini ai quali preme la sopravvivenza dell’Albero del Gemellaggio, hanno preso carta e penna e indirizzato alcune missive al sindaco stesso e anche alla Sopranintendeza per i Beniculturali e Ambientali di Caltanissetta per tutelare ciò che ritengono sia un bene monumentale.

Nella domanda viene altresì segnalata la volontà dell’Amministrazione comunale milenese di abbattere l’albero per ragioni tecniche e di collocare nello stesso luogo una scultura a ricordo del citato gemellaggio.

Il 2 settembre l’architetto Daniela Vullo, Sopraintendente nuova di nomina, ha scritto al sindaco di Milena con posta certificata una lettera in cui lo informa che le è pervenuta una istanza dei signori Salvatore Ferlisi, Alfonso Paolino Cipolla e Vincenzo Nicastro, con la quale chiedono l’avvio di un iter istruttorio per la dichiarazione ai sensi della Legge 10/2013 di “albero monumentale” della pianta posta al centro della piazza Aix-les-Bains legata al gemellaggio con la città francese.

Nella lettera firmata dal Dirigente Responsabile arch. Ettore Di Marco e della Sopraintendente Daniela Vullo, tenuto conto che la piazza in argomento ricade in area sottoposta a vincolo paesaggistico” e che pertanto ogni intervento è subordinato alla preventiva autorizzazione secondo l’ex articolo 146 della D. Lgs 24/04 , si chiede al sindaco di notiziare in merito alla problematica sollevata e di fornire tutte le informazioni ed ogni utile documentazione per le valutazioni ed il seguito di competenza.”.

Un punto a favore dei tre concittadini che hanno accolto con soddisfazione l’intervento della Sopraintendenza che riaccende la speranza che si possa ancora salvare l’Albero del Gemellaggio.

Dal suo blog Piazzetta Comunista l’avv. Ferlisi invita il Popolo milenese a farsi parte attiva e a scendere in campo perché l’unione fa la forza.

(altro…)

Read Full Post »

Read Full Post »

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: