Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Temi importanti’ Category

Annunci

Read Full Post »

alf«Perché oggi nessun partito o movimento mette la lotta alla mafia nella propria agenda politica come priorità?».

Se lo chiede, intervenendo venerdì su questo giornale, Sonia Alfano, figlia del giornalista Beppe, corrispondente de “La Sicilia”, ucciso dalla mafia barcellonese agli inizi degli anni ’90.

.

«Mafia e politica, l’antidoto è l’etica istituzionale della responsabilità»

di Nello Musumeci

.

In linea di principio Sonia ha ragione, ma attenti a non commette l’ingenuo errore – peraltro diffuso – di considerare la lotta alla criminalità organizzata, appunto, come un obiettivo programmatico da raggiungere. Sarebbe come chiedere a un cristiano di ammettere che crede in Dio.

Voglio essere più chiaro. La lotta alle mafie e ad ogni forma di illegalità, per chi fa politica, deve costituire il requisito essenziale, il presupposto indispensabile.

Non può essere un obiettivo – tra i tanti altri obiettivi – su cui chiedere ed ottenere il consenso elettorale.
Semmai, diventa compito dei partiti e dei movimenti politici verificare, preliminarmente, se quell’iscritto o quel candidato abbia tutti i requisiti etici per essere “offerto” al giudizio degli elettori.

Una verifica che deve prescindere dal potenziale di voti personali che l’aspirante candidato potrebbe portare alla lista che lo ospita.

Purtroppo, nella maggior parte dei casi, le forze politiche appaiono irresponsabilmente egoiste e la rigorosa selezione della propria classe dirigente appare spesso solo un adempimento fastidioso se non dannoso.

La cronaca, recente e remota, ci insegna infatti come la politica sia da taluni considerata una sorta di “scorciatoia per riabilitare la mediocrità della propria esistenza”. Praticata con spregiudicatezza e senza regole.

In altri casi, la politica diventa il luogo frequentato da affiliati, gregari e amici di soggetti mafiosi. Sostenuti per essere eletti ed eletti per essere funzionali agli interessi delle cosche. Dopotutto, si sa, la mafia più che uomini da ammazzare cerca uomini da alleare. E li cerca nel mondo della politica, dell’impresa, della Pubblica amministrazione, cioè dove si decide la destinazione e la gestione dei grandi flussi di denaro.

Cosa fare, allora?

Credo che la politica debba innanzitutto tornare all’etica della responsabilità.

Saper distinguere ciò che appare giusto da ciò che appare utile e dotarsi di sufficienti anticorpi per neutralizzare ogni condizionamento e non lasciarsi “sodomizzare” dal palazzo.

Intercettare le reali esigenze della società, praticando una sorta di “semiotica” collettiva per capire gli umori di chi non ha voce per gridare. Ed essere consequenziali.

È troppo sperare che in politica l’antimafia sia più praticata che predicata? E che non venga usata come un comodo scudo dietro il quale nascondere la propria inefficienza? Non so gli altri, ma io diffido da coloro che vedono mafiosi ovunque: perché se tutto è mafia, niente è mafia!

La politica, del resto, non è un luogo per santi e neppure per diavoli. È l’arte del governo dei popoli, praticata da 2500 anni, perché insopprimibile. Se praticata bene, diventa “buona politica”, altrimenti è altra cosa: solo un lurido mestiere.

Sarebbe bello, anzi bellissimo, se si parlasse di più della responsabilità della politica e della sua capacità di prevenire l’illegalità prima ancora di denunciarla alle Procure, quando il danno è fatto: le infiltrazioni, la corruzione, la opacità nelle istituzioni e nella Pubblica amministrazione, si possono contrastare con leggi chiare ed efficaci, con regolamenti articolati e rigorosi. Ed è proprio compito della politica farlo, se vuole arrivare prima della magistratura.

Qualche esempio?

(altro…)

Read Full Post »

IL MESSAGGIO DELLA MINORANZA

.

“LA POLITICA E’ BELLA”

Alfonso Cipolla

.

Alfonso Cipolla capogruppo della minoranza

Cari studenti, come capogruppo della Minoranza, ho sentito il dovere di essere presente questa mattina tra di voi per offrirvi alcuni brevi spunti di riflessione. Potranno essere utili nella prossima campagna elettorale per eleggere alcuni di voi a rivestire la carica di sindaco, assessori e consiglieri comunali.

Ringrazio la Dirigente Scolatica, prof. Rina Genco per l’invito rivoltomi e i Docenti che hanno curato questa lodevole e civica iniziativa, la prima di questo genere nel nostro paese che si propone di avvicinare i ragazzi del mondo scolastico al mondo politico locale.

Sono venuto per portarvi un messaggio positivo e dirvi che, nonostante tutto quel che si dice in giro, la Politica è bella; come sosteneva Roberto Benigni che, nel film “La vita è bella”, pur dentro un campo di concentramento tedesco, invitava il bambino a vedere il lato positivo.

Anche io faccio la stessa cosa con voi e vi dico “La Politica è bella” anche se sentite spesso dire che la politica sia una cosa sporca dalla quale sarebbe meglio tenersi lontani.

gli studenti partecipanti

Non è così, anche se ci sono delle lordure e dei casi vergognosi, la politica intesa come impegno civico e servizo alla Comunità è bella e va sempre cercata e praticata.

Specialmente dai giovani e dalle persone oneste e corrette che non debbono starne lontani e non devono dare spazio a personaggi che fanno politica per sè e i loro interessi ma non per i cittadini.

La Politica è bella se è fatta da persone per bene le quali credono nei valori positivi che certamente la Scuola insegna. La politica diventa brutta e sporca se è fatta da persone che calpestano i valori della democrazia, della legalità e della trasparenza e non operano per l’interesse collettivo.

Guai per il Paese infatti se le persone corrette e piene di ideali e di buone idee si allontanano dalla “politiké” cioè dall’arte di amministrare per la Collettività.

il vicesegratario Lorenzo Saia – il sindaco Claudio Cipolla – la vicesindaco Rosaria Vitello

Ecco questa occasione che vi offre oggi la vostra Scuola vi sarà utile per capire cosa sia la politica amministrativa, di confrontarvi in due schieramenti, di scegliere il vostro Sindaco, i vostri Assessori, i vostri Consiglieri comunali. In questo modo, domani avrete conoscenza del vostro agire politico e non accadrà che vengano calate dall’alto nelle liste persone inesperte.

Impegnatevi, fate una corretta campagna elettorale, sappiate che oggi eleggerete il baby sindaco e il consiglio comunale baby, ma tra qualche anno  voi sarete la nuova classe dirigente, le donne e gli uomini di domani capaci di diventare sindaci, assessori e consiglieri comunali in grado di fare una buona politica e di offrire a Milena un avvenire migliore.

Ecco spiegato perché noi quattro Consiglieri della Minoranza siamo favorevoli e contenti di questa lodevole iniziativa, portata avanti dal pof. Giovanni Schillaci, la quale vi offre una palestra di vita.

tre

i consiglieri di maggioranza Gioacchino Buttaci – Annarita Vitellaro – Giusy Virciglio

Il secondo messaggio che voglio trasmettervi è di seguire sempre gli Ideali che vi insegnano in famiglia, in chiesa e a scuola. Agite democraticamente, siate onesti, agite sempre a favore dei più bisognosi, rispettate la legalità scegliete fin da ora con chi stare: o con Totò Riina o con Falcone e Borsellino: da questa scelta dipenderanno le vostre azioni e soprattutto l’avvenire del Paese.

Il terzo ed ultimo messaggio riguarda il ruolo che ha all’interno del Consiglio comunale la Minoranza. Tengo a dirvi che spesso la Minoranza viene chiamata Opposizione, ma non è proprio così. E’ una visione parziale e negativa.

Chi perde non può né deve andare in Consiglio ad opporsi sempre e comunque ad ogni cosa che fanno la maggioranza, la giunta e il sindaco. Ci si oppone agli invasori non a chi è democraticamente eletto e ha il diritto/dovere di amministrare il paese. La minoranza controlla gli atti e si oppone soltanto a quelli che si ritengono illeggittimi o che perseguano interessi personali e non della collettività.

downloadLa Minoranza, che io sono orgoglioso di rappresentare, proprio in questa Sala Falcone-Borsellino il 30 giugno scorso, si è impegnata a rappresentare non solo gli interessi legittimi dei suoi Elettori, ma anche dell’intero Paese.

Si è impegnaa a fare opposizione contro ogni eventuale atto che vada contro la legalità e l’interesse generale; ma anche a collaborare con l’Amministrazione ogni qualvolta essa presenterà iniziative utili al Paese e al benessere dei Cittadini, in particolare quelli più bisognosi di aiuto.

Noi consigleri della Minoranza in questa Sala Falcone – Borsellino abbiamo preso un pubblico impegno: quello di essere propositivi, di portare avanti e realizzare delle iniziative utili al Paese.

la dirigente Rina Genco – l’assessore alla pubblica istruzione Ilenia Tona – il prof. Giovanni Schillaci

A riprova che facciamo sul serio, cari Studenti, vi do’ in anteprima una notizia che interessa la scuola e voi in particolare.

Questa sera noi consiglieri della Minoranza ci riuniamo per sottoscrivere una proposta intesa a rendere più sicuro l’ingresso e l’uscita da questo Istituto a quanti lo frequentano per evitare eventuali possibili danni causati dagli ingorghi del traffico che si verificano in questi orari.

Suggeriremo una proposta prontamente realizzabile disciplinando meglio il traffico e realizzando un’area di parcheggio riservato al personale scolastico; ed un’altra che richiederà qualche tempo ma sarà risolutiva che prevede l’apertura di una seconda entrata nella parte posteriore, dell’Istituto .

download (1)Come potete vedere, la Politica può diventare Bella se e quando si agisce nell’interesse collettivo: in questo caso noi ci stiamo adoperando per evitare danni ai ragazzi.

La stessa premura, sono certo, avranno il Sindaco e in particolare gli assessori interessati: Ilenia Tona (pubblica istruzione) e Rosaria Vitello (lavori pubblici) le quali (anche come mamme) conoscono benissimo la problematica e saranno certamente in grado di intervenire opportunamente e di dimostrare il loro valore.

(altro…)

Read Full Post »

LAMALAVOGLIA

.

Ogni giorno da quella strada che porta all’asilo comunale passa un assessore che vede (dopo la pubblicazione delle nostra foto-segnalazione) il marciapiede invaso dalle erbacce e totalmente occupato dai rami di una siepe; e provvede a far pulizia.

Arriva sul posto, una squadra di (quasi) pronto intervento che, prima sparge diserbante, e qualche giorno dopo pota la siepe… ma incredibilmente non si rimuove i rami e le foglie tagliati!

Dopo quattro giorni da allora tutto rimane abbandonato lì ancora come prima.

L’assessore (che ha avuto a cuore i bambini, che i genitori giornalmente accompagnano all’asilo comunale) reagisca contro questo tipo di lavoro svogliato, incompiuto e disonorevole per l’amministrazione, salvaguardi l’ambiente e la scuola e ordini di ripulire il marciapiede.

Veda e provveda nell’interesse generale e anche per fare rispettare la sua carica…

(altro…)

Read Full Post »

Il Baratto amministrativo è la faccia più bella della solidarietà

Michele Mancuso

.

Il baratto amministrativo così come lo immaginiamo è l’espressione più bella della solidarietà: aiutare chi ha bisogno aiutando la collettività.

Noi ci abbiamo creduto e speriamo che anche gli altri ci credano.

La minoranza merita di essere ascoltata e sono certo che il sindaco e la sua giunta sapranno cogliere questa proposta che in fondo appartiene a tutti noi.

Quando finiscono le campagne elettorali soli pochi “soldati giapponesi” pensano di essere ancora in guerra, per il resto della gente conta solo avere di più a costi inferiori… come i rifiuti ad esempio, ma quella è un’altra storia che qualcuno prima o poi dovrà raccontarci…

Read Full Post »

Cattura

(altro…)

Read Full Post »

Della richiesta ufficiale di un consiglio comunale urgente se ne discuterà il 5 settembre

.

mdIl 29 agosto i quattro consiglieri della minoranza Alfonso Cipolla, Angela Falcone, Maria Carmela Ferlisi e Maria Giulia Provenzano hanno chiesto al Presidente del Consiglio comunale Giovanni Randazzo di fissare un consiglio comunale urgente e aperto agli interventi del pubblico presente per sentire la relazione del Sindaco Claudio Cipolla sulla notizia di un debito di 808 mila euro del Comune di Milena nei confronti dell’Ato Ambiente CL1.

La finalità della minoranza è di trovare – tutti insieme – il modo di evitare ai Cittadini, incolpevoli, il peso di una seconda stangata sui rifiuti.

concapAlla richiesta del consiglio comunale urgente e aperto al pubblico del Gruppo consiliare della lista “Milena Domani” ha risposto il Presidente del Consiglio comunale convocando la Conferenza dei Capigruppo  e stabilendo, autonomamente, la data del 5 settembre 2018 alle ore 11.

Randazzo, a sorpresa, non ha messo al primo punto dell’ordine del giorno del 5 settembre la richiesta della minoranza della convocazione del consiglio comunale urgente e aperto al pubblico, ma l’adozione del Piano Regolatore Generale.

Vedremo gli sviluppi della situazione e i comportamenti di tutti.

(altro…)

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: