Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Temi importanti’ Category

d1d2

Annunci

Read Full Post »

Giulia Bongiorno: “Sesso per fare carriera è prostituzione, non stupro”

.

Giulia Bongiorno: "Sesso per fare carriera è prostituzione, non stupro"

C’è un confine sottile tra violenza sessuale e prostituzione, e il discrimine è la libertà di scelta. Giulia Bongiorno, l’avvocatessa-star impegnata in processi di primo piano così come in politica, ne è convinta. Anzi, spiega che è quel diritto che lei conosce come le sue tasche a prevederlo.
Intervistata da Il Giornale, la Bongiorno, che da anni è impegnata con Michelle Hunziker in “Doppia difesa”, onlus che tutela le donne vittime di violenza, espone il suo pensiero sul caso Asia Argento e sulla tardiva denuncia degli abusi subiti da Harvey Weinstein.

“Ciò che è mancato loro (a quelle che ritiene reali vittime di violenza sessuale, ndr) è la possibilità di scegliere. Se non c’è libertà reale di autodeterminazione allora c’è violenza”. Al tempo stesso se “una donna, mossa da ambizioni di carriera, sceglie di accettare quello che chiede l’uomo anche se non ne ha particolarmente voglia, siamo di fronte alla ricerca di scorciatoie, non a una violenza carnale”.

images (4)Per l’avvocato non basta “un divario di ruolo sociale o di funzioni a rendere illegale qualunque rapporto sociale”. Insomma non vale l’equazione uomo potente-donna vittima. “Se è lei a voler sfruttare la posizione dell’uomo siamo di fronte quasi a una forma di prostituzione“.

Comunque sia, su Asia Agento la Bongiorno sceglie di andarci cauta: “Se lei avesse avuto libertà di scelta non sarebbe mai andata a letto con Weinstein”. A prova di questo cita il fax del 1997, reso noto sempre da Il Giornale, in cui “la ragazza manifestava tutto il suo disgusto per le pretese dell’uomo”.

Read Full Post »

Il giorno dopo il Gemellaggio di 25 anni fa ad Aix-les-Bains

.

aix-gem-cc-e-bambinoONOFRIO SCHILLACI DETTO “BAMBINO’” (presidente dell’Associazione “Milena Mia”) –

Giudicate un po’ voi il grande successo, io ho quasi perso del tutto la poca voce che ho. Tutto bene, vero? Avete visto la nostra ospitalità? A proposito avete visto quant’è bello l’albergo di Paulette, il Saint-Simond? Avete visto che gran signore è Ferrarì, il nostro sindaco? Voglio dirvi che Milena Mia sarà sempre felice di ospitarvi. Qui sarete sempre come a casa vostra. Devo ringraziarvi di cuore perchè la colonia di Milocchesi di Aix oggi ha fatto un salto di qualità, grazie anche a voi. Viva Milena!

BENEDETTO MENDOLA (del direttivo di Milena Mia) –

Avete visto cosa abbiamo saputo fare? Che fatica! Ma il lavoro non pesa quando si fa con piacere. Approfitto dell’occasione per mandare tanti saluti ai miei parenti di Milena. Ormai il mio periodo ad Aix-les-Bains sta per finire e quanto prima possibile verrò di  nuovo ad abitare a Milena: è stato sempre il mo sogno.

PINO MENDOLA (figlio di immigrati) – 

Bravo quel ragazzino Paolino Vitellaro che si è classificato 7° alla gara podistica del Revard, farà molta strada. Dovete scusarmi se non ho potuto stare di più con voi ma ho avuto un serio incidente. Ma tutto è bene quel che finisce bene come questo straordinario gemellaggio che ci fa sentire tutti più orgogliosi di essere Milocchesi.

haubert exertierBERNARD HAUBERT (Ex colonnello insignito della Legion d’Onore e vicesindaco di Aix-les-Bains) –

Ho girato tutto il mondo ma non dimenticherò mai l’ospitalità ricevuta a Milena e la grande amicizia. Spero di tornare ancora con la mia signora che parla un po’ l’italiano. Voglio incontrare mon ami il compagno Cristenziò che mi ha fatto conoscere “Mascio Giulio che ci ha offerto il vino che usciva dal coso della statua di Stalin e la famosa “macchina dell’amore” tra religiosi . Toccatemi la tasca della giacca , dentro c’è lo speciale pasaporto regalatomi da Carmelo Cipolla, l’ho mostrato a tutti suscitando risate generali. Chissà cosa mi regalerete ancora di speciale? Sappiate che il colonnello resta sempre a vostra disposizione.

LORENZO TESTA (Rappresentante del Centro di coordinamento regionale degli emigrati) –

Non posso non essere felice di quello che ho visto. Complimenti a voi milocchesi. Porterò a Ginevra un bel ricordo. Fin da ora, mi dichiaro disponibile a collaborare per il benessere dei Siciliani emigrati. Sono contento di apprendere che volete creare a Milena il Comitato per l’Emigrazione. Ho avuto modo di conoscere l’on.leMantione, di cui conservo un ottimo ricordo.

ANNA MARIA MATTINA (Gruppo folk Gallodoro) –

Anche se in attesa di un bambino, ho voluto essere presente ad Aix-les-Bains col gruppo perchè non ho dimenticato le parole dette dal sindaco di Aix Ferrari al cine Chiarelli: “I giovanotti e le giovanotte del Gallodoro devono considerarsi ospiti permanenti della mia città e rappresentano un ponte ideale tra la Sicilia e la Savoia”.

SALVATORE CANNELLA (Presidente Circolo “Don Martinetto” di Asti) –

Quello che ci limita a noi di Asti sono le piccole invidie e la lotta politica. Sono una persona anziana e seria, voglio impegnarmi perchè il Cenrto culturale Don Martinetto riesca a raccogliere tutti i milochchesi di Asti. Ho bisogno che tutti voi dell’amministrazione comunale di Milena siate presenti all’inaugurazione e che ci stiate vicini come lo siete stati con “Milena Mia”. Sul lago mi sono commosso nel vedere tutti insieme i Milocchesi, sono cose che non si dimenticano.

PAOLINO SCHILLACI (presidente dell’A.S. Milena di Basilea) –

Sono venuto assieme a CARMELO CASSENTI e a un bel gruppo di compaesani di Basilea per portare la nostra solidarietà e due bellissime targhe in ricordo di questo avvenimento storico. Provo un po’ d’invidia a vedere come sono organizzati perfettamente qui in Francia e mi auguro che anche l’A.S. Milena possa realizzare le belle cose che sta facendo “Milena Mia”.

SALVATORE CARLINO  (Presidente Compagnia Teatrale “Arturo Petix”) –

Dobbiamo lavorare fin da ora per non sfigurare quando li ospiteremo a Milena. Ho già qualche “idea”. Li meraviglieremo, manco se lo immaginano.

ANTONIO PIAZZA (presidente del c.r.i.s) –

Abbiamo offerto a Ferrari e a Bambinò due targhe “ricordo in argenteo metallo e con sentimenti aurei” come sottolineava poeticamente Paolo Ivan Tona, membro dell’associazione culturale, ricreativa e sociale.

CARMELO SCHILLACI (del direttivo Pro Loco Milena) –

Ho conosciuto e apprezzato il sindaco Ferrari in occasione della sua prima venuta a Milena. Ricordo che quando gli dissi di chiamarmi “Schillaci” mi rispose prontamente “come il grande calciatore?”. Sono venuto assieme all’ing.re VINCENZO FALLETTA della Pro Loco di Milena per onorare i nostri cittadini di Aix-les-Bains che sono orgogliosi di avere finalmente il Gemellaggio con il loro paese di origine che non dimenticano mai.

SALVATORE LOMBARDO (Consigliere della Provincia regionale di Caltanissetta) –

Sono veramente contento per tutti i Milenesi che qui ad Aix-les-Bains vedo per la prima volta uniti e orgogliosi, lontani da tutte quelle cose che spesso ci dividono. Sono particolarmente onorato di avere rappresentato tutta la nostra Provincia e portato il saluto del Presidente e la disponibilità presente e futura per quanti hanno dovuto lasciare la nostra terra. Sono sinceramente perplesso considerata la magnifica ospitalità quì ad Aix, come faremo a ricambiar a Milena? Bisognerebbe cercare di costruire un albergo. Sono davvero contento di avere fatto più di mille km per essere qui e di essere figlio di Milena.

PADRE FRANCESCO FALLETTA (Arciprete di Milena) –

Ho sempre creduto in questo gemellaggio e sempre partecipato ad ogni momento importante che lo ha preceduto sia qui ad Aix-les-Bains sia a Milena, ricordo con gioia quando la delegazione francese partecipò alla Santa Messa. Oggi sono veramente emozionato nel vedere in giro tanta felicità e fratellanza. Ringrazio tutti quanti mi hanno accolto sempre bene e con affetto.

ccm2CRISTENZIO MANCUSO (vicesindaco comune di Milena) –

Adesso prepareremo il “ritorno” del gemellaggio, ospiteremo una delegazione ufficiale di Aix-les- Bains e con l’occasione si darà il via a tutta una serie di iniziative. Penso agli scambi tra le scolaresche, penso alla costituzione del Comitato dell’Emigrazione, allo scambio di prodotti tipici delle sue cittadine ormai gemellate, a dei mezzi di collegamento e di trasporto, alla diffusione del periodico “Il Ponte” per rendere attuali e più forti i legami di tutti gli emigrati con il loro paese di origine. Si tratta di alcune proposte sottoscritte dall’assessore Cipolla che ha curato il gemellaggio con il collega francese Jean Louis Exertièr.

cip ferrari cord.PNGTOMMASO PALUMBO (Consigliere comunale, collaboratore de Il Ponte diretto da Alfonso Cipolla) –

Sono dell’avviso che a questo Gemellaggio debba essere prestata particolare attenzione da parte nostra tentando di scriverne la sua storia per meglio divulgarlo facendolo divenatre in questo modo un patrimonio comune. Confesso che mentre i due sindaci firmavano il “serment” del Gemellaggio il mio pensiero correva lontano e veloce all’indimenticabile “Treno del Sole” che carico di sogni e di bisogni portava i nostri emigrati in questo lembo di terra francese, in cui si sono emancipati e perfettamente inseriti. Il messaggio di fonso che viene da questo gemellaggio è che Milena è diventato un Comune d’Europa e questo titolo mi piace considerarlo come un regalo di Natale che la nostra Amministrazione ha voluto fare a tutti gli emigrati sparsi nella vastità della terra.

totoproloco.jpgLAURANA LAJOLO (Presidente dell’Istituto Storico della Provincia di Asti) –

Vorrei suggerire l’idea di scrivere la storia dei Milenesi emigrati e residenti ad Aix-les-Bains e in generale in Savoia così come ha fatto benissimo il prof. Giuseppe Virciglio nel libro “Milocca al Nord”.

GIUSEPPE VIRCIGLIO – Professore autore di “Milocca al Nord” –

Quando eravamo sul battello che ci portava in giro per il lago e poi all’Abbazia di Hautecombe, per un attimo ho fatto questa considerazione: “Non capisco bene se mi trovo ad Asti o a Basilea, ad Aix-les-Bains o a Milena. Sono rimasto piacevolmente colpito nel vedere tutti insieme ed affollati gli emigrati partecipanti al Gemellaggio tanto numerosi.

 

(altro…)

Read Full Post »

priolMusumeci: «#DiventeràBellissima rifiutò tre volte sua candidatura»

La Sicilia

Così il candidato governatore del centrodestra in Sicilia, Nello Musumeci, sugli arresti domiciliari disposti dal Gip di Siracusa per Antonello Rizza, che è candidato all’Ars per Forza Italia.

«Avete visto che avevo ragione io? Che servono le liste pulite? Ed io ero quello che creava stupido allarmismo… Rassegniamoci: ci vorranno ancora 15-20 anni, quando non cambieremo mentalità nei partiti.

Cattura.PNGIl sindaco di Priolo era venuto da noi, tre volte, per essere candidato nella lista #Diventeràbellissima e gli abbiamo detto no, perché chi ha problemi con la giustizia prima pensi a risolverli e poi a tornare a fare politica».

«Quando si vogliono rappresentare gli interessi pubblici si arretra sui diritti a favore dei doveri. Questa è la verità. Da 70 anni siamo andati avanti senza che la stampa abbia dato risalto alle liste di ‘impresentabilì, c’è stato un silenzio assoluto. Ora grazie alla mia denuncia di due mesi fa – conclude Musumeci – tutti hanno scoperto che bisogna avere liste pulite. Meno male, meglio cominciare…». 

Read Full Post »

saetta livatino.jpg

Read Full Post »

Adesione al Sistema Nazionale di Protezione Richiedenti Asilo e Rifugiati (SPRAR) attraverso la presentazione di un progetto specifico riguardante n. 14 minori stranieri non accompagnati

.

Premessa – Lo Stato  italiano gestisce il Sistema nazionale di Protezione Richiedenti Asilo e Rifugiati (SPRAR) attraverso le risorse previste nel Fondo Nazionale per le Politiche e i Servizi dell’Asilo. Dette somme sono messe a disposizione dei soggetti partecipanti allo SPRAR attraverso la procedura concorsuale indetta dal Ministero dell’Interno per la selezione delle proposte provenienti dai Comuni, aventi ad oggetto l’organizzazione e gestione di vari servizi di accoglienza dei richiedenti asilo e rifugiati, da ospitare nei rispettivi territori.

Nota – La presentazione permanente, da parte degli enti locali, dei progetti di adesione alla rete SPRAR ha due scadenze temporali, al 31 marzo ed al 30 settembre, per l’esame dei progetti da parte della Commissione di valutazione.

La giunta ( assenti il sindaco Vitellaro e l’assessore Curto ) presieduta dal vicesindaco Nicastro con la presenza degli assessori Antinoro e Ingrao, all’unanimità di voti aderisce quale ente titolare di progetto, al Sistema nazionale di Protezione Richiedenti Asilo e Rifugiati (SPRAR) attraverso la presentazione entro il 30 settembre di un progetto specifico riguardante il proprio territorio riservato alla categoria “titolari di protezione internazionale ed altresì richiedenti protezione internazionale, nonché titolari di permesso umanitario,  minori stranieri non accompagnati per n. 14 persone, eventualmente elevabile sulla base di specifica richiesta del Ministero.

Il progetto sarà predisposto dall’Ente mentre mediante un avviso pubblico (bando) : saranno invitati  soggetti terzi, in possesso dei requisiti richiesti dalle norme in narrativa richiamate,  a presentare la propria migliore offerta per la successiva organizzazione, gestione e implementazione dei servizi, interventi e attività previsti dal progetto medesimo, qualora finanziato da Ministero; di dare atto che il Ministero si farà carico del 95% del costo del progetto e che il restante 5% a carico dell’Amministrazione comunale sarà costituito dalla valorizzazione del personale impegnato, senza ulteriori spese a carico del Comune;di stabilire che all’attuazione delle disposizioni contenute nel presente atto sarà provveduto da parte Responsabile del Servizio Sociale.

E sempre ad unanimità di voti dichiara l’atto immediatamente esecutivo.

.

LEGGI LA DELIBERA INTEGRALE

(altro…)

Read Full Post »

Un’accoglienza calorosa

.

aix elememtariA Milena, quella tarda mattinata di aprile, alitava un’insolita atmosfera di giornata festiva, che si era già notata nei canti festosi e nelle voci giulive dei bimbi, nell’incontro con gli ospiti francesi che stavano effettuando una prima conoscenza dei luoghi di origine dei Milenesi che da anni erano diventati loro concittadini di Savoia.

Erano già le 10,00 e la sala consiliare era gremita di cittadini che attendevano l’inizio di una seduta straordinaria del consiglio comunale.

aix comune -milenamiaCon l’arrivo della delegazione, del sindaco e degli altri rappresentanti del consiglio comunale, si levavano degli applausi scroscianti. I due sindaci prendono posto dietro il tavolo ai cui lati stanno due bei cesti di fiori, dietro le loro spalle si vedono il gonfalone del comune, la bandiera italiana e quella europea.

Il sindaco di Milena Carmelo Mantione dà il benvenuto agli ospiti francesi, ringraziando particolarmente il collega axoi per l’ospitalità e l’accoglienza riservata agli emigrati milenesi che, lasciata la loro terra, erano partiti in cerca di fortuna, andando incontro a grandi difficoltà e ad un futuro incerto, ignari di cosa avrebbe riservato la vita lontano dalla propria patria. La benevolenza con cui erano stati accolti in terra di Savoia aveva reso meno difficile il distacco dalla propria terra.

ponte2-0011Anche i discorsi dei vari consiglieri fanno eco a quanto prima detto dal sindaco sottolineando, quasi unanimemente, l’esigenza che si allaccino rapporti di amicizia sempre più intensi tra emigrati e i loro luoghi di origine. Ci si auspica anche che un eventuale atto di gemellaggio tra le due comunità non serva a meri scopi di propaganda politica, ma diventi mezzo per un vero e continuo scambio culturale tra le due comunità.

Il sindaco di Aix-les-Bains Gratien Ferrari risponde brevemente alle richieste del sindaco di Milena e degli altri consiglieri, assicurandoli che avrebbe continuato a far sì che i Milenesi si trovassero bene a lavorare in terra di Savoia. Per quanto nelle sue possibilità avrebbe fatto di tutto per intensificare i rapporti tra i due paesi, ritenendo l’opera degli emigrati nella sua terra veramente utile, valida ed indispensabile. Il consiglio comunale finisce tra gli applausi.

aix del ars

Durante la permanenza a Milena la delegazione francese ha l’opportunità di visitare le più rinomate località siciliane (tra queste Taormina e Agrigento) e viene ricevuta ufficialmente al Palazzo dei Normanni di Palermo dal presidente dell’assemblea regionale.

g3

Partecipa anche ad una messa in cui padre Francesco Falletta interviene a favore di un futuro atto di gemellaggio in un’omelia particolarmente importante in questo senso.

Alla fine della permanenza a Milena, il sindaco Ferrari ed il suo seguito ritornano ad Aix-les-Bains, lasciando nell’animo dei Milenesi la speranza di futuri scambi tra le due comunità che presto sarebbero stati sanciti dalla stipula di un atto di gemellaggio.

(altro…)

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: