Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Scienza e Tecnica’ Category

La notte tra 1 e 2 febbraio nel cielo brillerà la Cometa dei Neanderthal

Il Giornale

.

Per gli astronomi e gli appassionati la prossima notte sarà storica e chissà quando ricapiterà: dopo 50mila anni la cometa dei Neanderthal passerà alla sua distanza minima dalla Terra. L’orario in cui si troverà al punto più “vicino”, 42 milioni di chilometri, sarà alle 18:11 ma il momento migliore per poterla osservare sarà a notte fonda e subito dopo il tramonto della Luna.

cometaf

Lo scatto che ha fatto il giro del mondo

Proprio qualche giorno fa, il siciliano Dario Giannobile è stato insignito dalla Nasa dello “scatto del giorno” avendo fotografato la cometa in piena notte sull’Etna, a duemila metri di altitudine e con una temperatura di -8°C. “L’Etna era totalmente imbiancato, nessuna presenza dell’uomo sul manto innevato, se non qualche impronta di lepri e di volpi“, ha dichiarato orgoglioso del riconoscimento e dello scatto che ha mostrato al mondo la bellezza della neve, del vulcano e della cometa in un’immagine mozzafiato.

“È la notte più attesa”

L’evento, quindi, accadrà nella notte tra 1 e 2 febbraio ed è un momento a lungo atteso, come ha dichiarato alla stampa Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope Project, che seguirà l’evento in diretta sul proprio sito web a partire dalle 4 di notte ora italiana. “Ovviamente siamo nelle mani del meteo, su cui siamo però fiduciosi, ma oggi è la notte più attesa per questa cometa“, ha commentato l’astrofisico. Il nome tecnico della cometa è C/2022 E3 e viene chiamata “dei Neanderthal” proprio perché fece l’ultima apparazione all’epoca dei nostri antenati.

Ecco come osservarla

Per poterla osservare bene, però, non si potrà rimanere in città con il naso all’insù perché le luci urbane nasconderebbero quasi del tutto l’atteso momento. “Per osservarla, anche dalle zone più buie, sarà necessario un binocolo“, ha spiegato all’Ansa l’astronoma Elena Mazzotta Epifani, dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf). La cometa è di enorme interesse per gli astrofisici di tutto il mondo perché può svelare molto sull’origine del nostro Sistema Solare e dei diversi sistemi planetari. Si tratta soltanto della seconda volta che si “affaccia” sulla Terra e serviranno altri 50mila anni prima che, forse, possa tornare a farsi vedere per la terza volta. “Fa parte della famiglia delle comete di lunghissimo periodo, che provengono dalle zone più lontane dal Sistema Solare“, ha aggiunto la ricercatrice.

Dove cercarla nel cielo

(altro…)

Pubblicità

Read Full Post »

E’ morto Wim Ravesteijn, “Guglielmo” per gli amici milenesi

.

Wim_Ravesteijn-290x290La triste notizia della morte prematura di Wim Ravesteijn ce l’ha comunicata Peppe Palumbo visibilmente commosso per la perdita dell’amico avvenuta sabato mattina.

La settimana scorsa ha mandato un pacco con le pubblicazioni e altro materiale riguardante la nostra Milena di cui era innamorato.

Non sapevo fosse gravemente malato. Ora quello che sembrava solo una gradito pensiero mi appare come il dono di chi presagiva la sua fine.

Abbiamo convenuto che sarebbe doveroso ricordarne la figura in occasione del centenario della nascita del nostro paese.

Wim Ravesteijn, antropologo olandese era venuto per la prima volta a Milena nel 1977 per una ricerca economica e politica sul nostro paese.

327959415_734987901286123_8281648354720449214_n

Di lui adesso abbiamo il dattiloscritto originale in lingua inglese sullo studio del nostro paese e diapositive e pubblicazioni varie sulle ricerche antropologiche in Sicilia.

Il sindaco ha dichiarato che “L’amore di Wim Ravesteijn per Milena continuerà a vivere tra le pagine delle sue memorie” ed ha espresso le condoglianze unendosi al dolore della famiglia e di quanti gli hanno voluto bene.

Riposi in pace Wim, La più sentite condoglianze ai familiari per la grave perdita da parte della nostra Redazione.


C’era una volta la principessa Milena

(altro…)

Read Full Post »

Balle spaziali

Problemi di dimensioni

.

La NASA ha dovuto cambiare le etichette “piccolo”, “medio” e “grande” sui tubi per urinare nelle tute spaziali in “grande”, “gigante” e “enorme”.

Read Full Post »

Un pianeta di pianeti

5

Read Full Post »

Data di scadenza della galassia.

6

Read Full Post »

Dreams… il circolo pace e bene dona il progetto per una Milena da sogni

.

dreams

pc6

alf circus

pc3

(altro…)

Read Full Post »

Una dedica molto speciale.

Read Full Post »

Mignolo solo di nome: piccolo ma forte!

7

Read Full Post »

Fondi Ue, la Sicilia porta a casa un tesoro da 5,8 miliardi (nonostante i gufi giallorossi)

gdsUn tesoro da quasi 6 miliardi per il rilancio della Sicilia. La Commissione europea ha approvato il Programma regionale Fesr 2021-2027. La dotazione finanziaria complessiva per l’Isola è di 5,86 miliardi di euro, di cui 4,10 miliardi provenienti dai fondi Ue e 1,76 miliardi cofinanziati dall’Italia con risorse nazionali e regionali.

Si tratta del più cospicuo programma di finanziamento europeo adottato dalla Commissione Ue nell’ambito della Politica di coesione 2021-2027. Il via libera è arrivato oggi, nel rispetto delle tempistiche comunitarie, con la Decisione Ue 9366/2022 firmata dal commissario europeo per la Politica regionale, Elisa Ferreira,

«Il Programma, predisposto dalla Regione siciliana in collaborazione con l’esecutivo comunitario – dice il presidente della Regione, Renato Schifani – promuoverà progetti di sviluppo sostenibile delle imprese e degli enti locali dell’Isola fino al 2029. Con il Pr Fesr la Regione mira alla crescita della competitività in Sicilia attraverso investimenti nella transizione verde, nella ricerca e nella digitalizzazione delle imprese e della pubblica amministrazione. Sul fronte della competitività del sistema produttivo, il Programma – aggiunge Schifani – sosterrà gli interventi, l’internazionalizzazione e l’accesso al credito delle piccole e medie imprese».

Nell’ambito del Programma si prevedono interventi volti alla decarbonizzazione e alla mitigazione dei cambiamenti climatici. Il Pr Fesr sosterrà la riqualificazione energetica di edifici pubblici e la riduzione dei consumi delle imprese anche sostenendo l’aumento della quota di energie rinnovabili.

fondi-ue975Finanzierà interventi per il contrasto al dissesto idrogeologico e per la riduzione del rischio sismico. Punta, inoltre, a migliorare la mobilità nelle aree urbane e metropolitane, attraverso la realizzazione di un sistema infrastrutturale, digitalizzato e sostenibile, sia per il traffico passeggeri che per quello delle merci.

Il Programma sosterrà, in particolare, il potenziamento del trasporto pubblico, anche attraverso il rinnovo del parco mezzi.La Regione, poi, mira a garantire adeguati livelli di protezione e inclusione sociale, investendo nell’istruzione e nella formazione e potenziando le opportunità di piena partecipazione alla vita sociale e culturale delle persone. Il Programma sosterrà, infine, la competitività delle aree urbane e delle aree interne siciliane, contribuendo a ridurre i divari attraverso il finanziamento delle le strategie territoriali e il potenziamento delle governance locali.

L’approvazione della Commissione Ue è arrivata in seguito alle ultime modifiche apportate a fine settembre, che hanno interessato soprattutto i settori innovazione, ambiente e rifiuti, secondo quanto previsto dai regolamenti europei. La Regione ha provveduto, inoltre, ad adottare la Strategia regionale per l’innovazione e la Valutazione ambientale strategica, che completano il quadro di riferimento del Pr Fesr 2021-2027.

.

Read Full Post »

Il passato e il presente di Samsung

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: