Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Governo’ Category

Torino, 60 magrebini tengono in ostaggio un treno a Pasqua

.

CatturaSono stati fermati quattro ragazzi dopo il viaggio da incubo che ha terrorizzato 300 passeggeri del treno Ventimiglia-Torino, partito dalla Liguria nel pomeriggio della domenica di Pasqua. Circa sessanta per la maggior parte magrebini e alcuni italiani del torinese e cuneese hanno infatti occupato le carrozze del convoglio, tenendo in ostaggio tutti i passeggeri, tra aggressioni e parolacce. L’orda di teppisti, inoltre, ha reso inutilizzabili i bagni del convoglio e ha squarciato i sedili con dei coltelli. I fermati sono un maggiorenne italiano e tre minorenni marocchini di età compresa tra i 15 e 16 anni.

La vicenda viene rivelata da La Stampa, che dà conto di diverse testimonianze. Simona, una giovane studentessa che viaggia spesso su questa tratta, ha offerto un racconto drammatico di quanto accaduto: “L’incubo è iniziato all’arrivo a Finale. Qui è salito un gruppo di giovani. Erano tantissimi, penso nordafricani, credo tutti minorenni. Con loro c’erano delle ragazze italiane ubriache, che continuavano a spostarsi tra gli scompartimenti e a chiudersi nei bagni per non farsi vedere dal controllore”.

Una coppia di anziani ha poi avvisato il capotreno dei continui schiamazzi e i carabinieri hanno fatto scendere i teppisti, ma quando il treno è ripartito il gruppo è risalito. Ha continuato Simona: “Alla fine non gli hanno fatto nemmeno una multa e hanno trascorso il resto del viaggio a prendere in giro tutti gli altri passeggeri. Le loro parole: Visto? Non ci possono fare niente. Hanno sfogato la loro rabbia sui sedili di uno scompartimento, squarciandoli con i coltelli, e nei bagni, resi del tutto inutilizzabili. Una volta a Porta Nuova, poi, c’è stato il fuggifuggi generale. Sono scesa e ho lasciato la stazione tra cordoni di poliziotti dove molti di quei ragazzi scappavano, correndo in mezzo ai binari. Insomma, credo che la maggior parte di loro, dopo tutto quello che ha combinato, l’abbia fatta franca”.

Quelli che si sono dati alla fuga, attraversando i binari, hanno inoltre costretto a bloccare la circolazione ferroviaria dell’intera stazione per circa venti minuti. La polizia è riuscita a identificare solo due degli extracomunitari vandali, che restano comunque a piede libero, come il resto del gruppo.

Read Full Post »

“Altri 4,6 mld  per clandestini e italiani in povertà, è follia”

Alessandro Pagano

.

Cattura“Ecco la ciliegina sulla torta: altri 4,6 miliardi di euro di spese quest’anno per il soccorso e l’accoglienza dei clandestini, a carico degli italiani.

Facendo due conti sono: nel biennio 2016-17 oltre 8 miliardi di euro di spese per l’arrivo stimato di circa 500 mila clandestini, a fronte di 112 milioni di euro che ci dà l’Ue ovvero meno del 2 per cento.

E il tutto mentre 4,5 milioni di italiani sono sotto la soglia della povertà assoluta e 8 milioni a rischio di diventarlo con i prossimi aumenti di tasse catastali. Siamo alla follia. Gli italiani aprano gli occhi, con la complicità del governo di sinistra Gentiloni-Renzi è in atto l’impoverimento perpetuo a danno del nostro popolo. E se non è favoreggiamento dell’immigrazione clandestina questo cos’è? Avanti con la Lega e avanti con Salvini, prima gli italiani”.

Read Full Post »

l Comune di Milena è un modello da seguire in materia di differenziata

Carmelo Locurto

.

1Milena è un Comune che, per tutti gli altri Comuni della Sicilia, è un modello da seguire in materia di differenziata. E’ il singolare riconoscimento che ha ottenuto il Comune come Milena a Catania in occasione della consegna degli attestati di virtuosità recentemente assegnati a quei Comuni che in Sicilia nell’ultimo trimestre del 2016 hanno raggiunto alte percentuali di raccolta differenziata.

2Il “Paese delle Robbe”, in realtà, il servizio di raccolta differenziata lo ha introdotto appena 4 mesi fa, per cui non poteva rientrare nel novero dei Comuni siciliani virtuosi premiati alle Ciminiere di Catania, tuttavia è stato menzionato per essere riuscito, in appena 4 mesi, a passare da una percentuale di raccolta differenziata del 10% al 60%.

Una percentuale che ha spinto il capo di gabinetto vicario del presidente della Regione, il dott. Enrico Vella, in occasione del convegno “Rifiuti, differenziata, comuni virtuosi, appalti ed emergenze” ad additare il “Paese delle Robbe” come esempio e modello da seguire. Enrico Vella ha infatti rilevato: differenziando anche l’umido, è un risultato eccellente e al contempo la strada maestra per tutti i comuni siciliani>.

Vitellaro

Giuseppe Vitellaro

<E’ un rilievo che ci onora e che ci spinge a dare il massimo per aumentare ulteriormente la percentuale della raccolta differenziata nel nostro Comune>, ha sottolineato il sindaco Peppuccio Vitellaro.

Il primo cittadino, nel ringraziare l’assessore comunale al territorio e ambiente Alessandra Antinoro – protagonista di questo importante successo per la nostra comunità – ed il personale che effettua la raccolta differenziata – guidato da Giorgio Mantione -, ha inteso esprimere il proprio plauso anche all’indirizzo dei cittadini per un riconoscimento che vede la città di Milena entrare a pieno titolo tra i Comuni virtuosi della Sicilia in materia di differenziata.

Carmelo Locurto 50 righe

Read Full Post »

1aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaassss

Nella Repubblica delle Banane
non si fa nulla per arginare la criminalità,
ma si fa credere che le Leggi – mai varate – funzionino.

Roberto Mangosi

Read Full Post »

Multe, occhio alla fregatura: come ce le vogliono far pagare due volte

di Francesco Vecchi

.

Se hai torto paghi 30 euro, se hai ragione ne paghi più di 60. Piccolissimo esempio del paese dei contrari, l’Italia, che è riuscita a far digerire ai suoi cittadini logiche tanto perverse da non suscitare più nemmeno stupore. Quando è successo che abbiamo smesso di indignarci per il costo insensato dei ricorsi contro le multe? Come è possibile che passi con appena un’ alzata di spalle l’ idea che quando la multa è bassa sia più conveniente pagare?

Con il decreto «misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa» (invito peraltro ad apprezzare la parola trasparenza) sono stati alzati i contributi necessari per sottoporre a un giudice di pace le multe dubbie o controverse. Da allora, quasi 3 anni fa, le amministrazioni locali hanno decuplicato gli incassi provenienti dalle sanzioni, facendo registrare un clamoroso +956% che vale all’ Italia il primato europeo.

Sarà un caso? O gli italiani, asfaltati dalla burocrazia, hanno deciso di arrendersi e di pagare le multe anche quando illegittime?
No, perché di fronte a uno Stato che non sbaglia mai e che tratta i cittadini come clienti e non come sudditi, non avremmo neanche il dubbio: pagheremmo e basta. Invece le irregolarità commesse dalle amministrazioni sono tantissime e la verità è che semplicemente hanno trovato il modo di farci pagare 1,3 miliardi di tasse sotto altra forma.

Sono irregolari ad esempio le multe effettuate dagli ausiliari della sosta al di fuori delle strisce blu.

Sono irregolari le foto scattate da autovelox in cui compaia più di un veicolo: la multa infatti viene attribuita a quello nella corsia più veloce, ma chi può assicurare che non sia stato uno degli altri a far scattare la sanzione?

Sono irregolari tutte le multe effettuate da apparecchiature elettroniche non omologate.

Eppure più di una gola profonda, tra agenti di polizia stradale e installatori, hanno raccontato che basta pochissimo per modificare il risultato della rilevazione e di aver subito molte pressioni perché crescesse il numero delle multe effettuate. Nel caso degli autovelox è sufficiente posizionare il dispositivo in modo che non sia perfettamente parallelo alla strada ed ecco che la distanza percorsa da un’ automobile in un dato lasso di tempo risulta maggiore e dunque più alta la velocità.

Ma d’ altra parte non serve conoscere il teorema di Euclide per farsi due conti: come mai l’ incasso delle multe negli ultimi 3 anni è cresciuto a ritmi così spaventosi in Italia, Grecia e Romania ed è rimasto pressoché invariato in Inghilterra, Germania e Svezia?

E come fa il Comune di Milano, che ha già il record di multe per patentato con una media di 1 sanzione ogni 10 secondi, a prevedere che nel corso del 2017 incasserà 22 milioni di euro in più rispetto all’ anno precedente? I casi sono due: o deve far tornare i conti oppure ammettere che tante multe non servono a disciplinare gli automobilisti.
Sia chiaro: gli indisciplinati devono pagare, ma il sistema così organizzato è una truffa.

Ai cittadini è stato tolto il diritto di difendersi e in questo modo i comuni hanno mano libera per bastonare, 30 euro di qua, 40 di là. È scandaloso. Il costo del ricorso deve essere messo in conto solo a chi ha torto. Chi ha ragione, perché deve pagare? Casomai, per tutto il tempo perso, dovrebbe ricevere una scatola di cioccolatini e un biglietto di scuse.

 

Read Full Post »

Interrogazioni presentate dal Gruppo Consiliare Milena in Comune

.

Interrogazione sulle azioni intraprese dall’Amministrazione sull’eventuale accoglienza di minori non accompagnati nel territorio comunale.

.

Il Gruppo Consiliare Solidarietà Sviluppo e Legalità chiede di conoscere ed interroga su quanto segue:

  • se è stata fatta richiesta all’UTG di disponibilità di accogliere MSNA;
  • se il nostro Comune ha aderito al Programma per l’accoglienza dei MSNA a valere sul fondo Nazionale per l’accoglienza;
  • il numero dei minori che il nostro Comune dovrà ospitare;
  • quali sono le strutture che verranno utilizzate per l’accoglienza;
  • il costo complessivo del progetto;
  • se verranno utilizzate procedure di evidenza pubblica per la scelta dell’operatore che dovrà gestire il progetto;
  • se vengono rispettati i parametri previsti dal manuale del Ministero dell’Interno;
  • i motivi che hanno portato l’Amministrazione Comunale a non informare preventivamente la cittadinanza sul progetto.

.

mino

.

Interviene il Sindaco Vitellaro, il quale evidenzia che questa Amministrazione non ha fatto alcuna richiesta in merito all’accoglienza di minori non accompagnati nel territorio comunale. E che ad oggi l’unico progetto di accoglienza in cui questo Comune è coinvolto e quello SPRAR del Comune di Sutera.

Siccome comunque per legge bisogna accogliere un certo numero di immigrati è intenzione dell’Amministrazione di privilegiare l’accoglienza di famiglie.

Interrogazione sull’utilizzo dei Buoni Lavoro (Voucher) da parte dell’Amministrazione Comunale negli anni 2013-2014-2015-2016 ed alla mancata approvazione di un regolamento per la disciplina della materia.

.

Il Gruppo Consiliare Milena in Comune chiede di conoscere ed interroga su quanto segue:

  • quali sono i criteri di scelta utilizzati dall’Amministrazione Comunale per il reclutamento dei fruitori dei Voucher;
  • Le motivazioni per le quali l’Amministrazione Comunale non ha proceduto a regolamentare la materia.

.

Interviene il Sindaco Vitellaro affermando che la legislazione in atto non prevede più i voucher,  laddove saranno confermati si riutilizzeranno e saranno stabiliti i criteri per il loro utilizzo.

Consiglieri Assenti: Caldiero, Curto, Pellegrino

LEGGI LA DELIBERA INTEGRALE

(altro…)

Read Full Post »

Contro l’offesa programmata è sempre legittima ogni difesa

di Alessandro Finzi

.

images (4)Questa questione sull’eccesso della legittima difesa non mi va giù.

L’offesa non è mai proporzionata perché anche se non uccide ma semplicemente si rapina, c’è sempre un eccesso di violenza contro il cittadino inerme. Dunque l’offesa è sempre libera di decidere freddamente il grado di violenza con cui intede colpire.

downloadLa vittima deve invece rapidamente valutare la situazione, intuire le intenzionbi dell’aggressore e stare attenta affinché la sua eventualke reazione sia “proporzionata”.

Il criteri di proporzionalità lo stabilirà di volta in volta, a posteriori, un giudice e questo criterio potrà anche variare, non solo in casi simili, ma anche in fasi successive di giudizio di un singolo evento.

CatturaE’ dal tempo della guerra del Vietnam che questa stranezza mi lascia stupito. Allora il principio “civile” della “risposta graduata” si riteneva dovesse teoricamente indurre i vietcoing a desistere. Invece, lasciaandoli liberi di colpire quando e dove volevano, anzicé attaccarli sul territorio e distruggerli, alla fine si condannò il Vietnam alla schiavitù marxista.

imagesCredo che, come l’aggressore decide il grado di violenza della propria azione, così e a maggior ragione la vittima deve essere libera di scegliere la propria risposta.

La difesa dev’essere sempre dichiarata legittima e se i delinquenti rischiano qualcosa, peggio per loro. Ci sono perfino sport rischiosi in cui ci si gioca la vita; perché l’attività criminale dev’essere invece così tutelata e priva di rischi?

.

L’ideologia contro la legittima difesa

di Fausto Carioti

.

images (4)La logica è tutta dalla parte del prof. Finzi.

Qui il probema è l’ideologia a scontrasi con la logica e il buon senso. Più questa storia va avanti, più mi convinco che nell’attuale Parlamento (cioè nel Pd che ne ha la maggioranza), c’è un pregiudizio nei confronti di chi è proprietario di un immobile o di una attività commerciale, è in possesso di un’arma e sceglie di usarla per difendersi.

LEGITTIMA-IN-DIFESAChi appartiene contemporaneamente a queste tre categorie è percepito dagli esponenti della sinistra come appartenente ad una specie diversa.

Per istinto risulta loro più facile provare empatia per il rapinatore: probabilmente povero, reduce da un’infanzia difficile, con alte probabilità (cronache alla mano) di essere un immigrato.

Mi sembra la spegazione più plausibile a quello che sta avvenendo dentro il Parlamento.

budrioINTANTO FUORI DAL PARLAMENTO, CONTINUANO A VERIFICARSI GRAVISSIMI FATTI COME QUEST’ULTIMO DI BUDRIO IN CUI UN BARISTA E’ STATO ASSASSINATO DA UN UOMO TRAVISATO CHE STAVA METTENDO IN ATTO UNA RAPINA.

DAVIDE FABBRI E’ MORTO A 52 ANNI SPARATO DA UN KILLER CHE NEGLI OCCHI NON AVEVA ALCUNA PIETA’. LA SUA COLPA E’ QUELLA DI AVERE REAGITO INIZIANDO UNA LOTTA CON L’AGGRESSORE.

E SE INVECE IL BARISTA AVESSE SPARATO AL RAPINATORE-KILLER?

SICURAMENTE ORA CI SAREBBE UN DELINQUENTE IN MENO E UN UOMO ONESTO ANCORA VIVO. MA QUESTO NON INTERESSA AGLI INQUILINI DEL PARLAMENTO SEMPRE PIU’ LONTANI DAL POPOLO E DALLA REALTA’.

MML

 

(altro…)

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: