Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Governo’ Category

Conte manovra

E VEDIAMO SE ANCHE STAVOLTA FACCIO FIASCO!

Roberto Mangosi
.

Il nostro Premier vola nel covo della cupola mafiosa d’oltralpe per tentare un nuovo accordo con l’avvinazzato più pericoloso d’Europa ed il suo spocchioso compare francese, che non batte ciglio davanti al quasi certo sforamento del 3 ( se non addirittura 3.5% ) del suo cocco parigino Macron.


Due pesi e due misure in un’Europa unita solo dal giogo egemonico di due paesi, la Francia e la Germania, che spadroneggiano e ingrassano alle spalle di tutti gli altri.


 
Annunci

Read Full Post »

Read Full Post »

(altro…)

Read Full Post »

Read Full Post »

Docenti oltraggiati

Read Full Post »

Lo Stato italiano deve recuperare l’Ici non pagata dalla Chiesa

ALBERTO D’ARGENIO

.

E’ quanto hanno stabilito i giudici della Corte di giustizia dell’Unione europea, annullando la decisione della Commissione del 2012 e la sentenza del Tribunale Ue del 2016 che avevano sancito “l’impossibilità di recupero dell’aiuto a causa di difficoltà organizzative” nei confronti degli enti non commerciali, come scuole, cliniche e alberghi.

I giudici hanno ritenuto che tali circostanze costituiscano mere difficoltà interne all’Italia”.

Respinto invece il ricorso sull’Imu.

“La sentenza della Corte di Giustizia dell’Ue non consente direttamente ai comuni di recuperare gettito e soldi per l’Ici non versata, piuttosto sanziona l’Italia per una norma del 2012 per aiuti di Stato”. Guido Castelli, delegato Anci per il Fisco locale precisa che “questa sentenza riguarda esenzioni che hanno operato tra il 2007 e il 2011 e non interferisce su ciò che è accaduto dopo il 2012”. E continua: “Sarà necessaria una norma di legge che individui il percorso, ove possibile, di recupero delle somme”.

La Cei: giusto che il commercio paghi, ma evitare danni ai servizi

“Chi svolge un’attività in forma commerciale, ad esempio alberghiera, è tenuto, come tutti, a pagare i tributi. Senza eccezione e senza sconti. Detto questo, è necessario distinguere le modalità con cui le attività sono condotte. Una diversa interpretazione, oltre ad essere sbagliata, comprometterebbe una serie di servizi, che vanno a favore della collettività”. È il commento alla decisione della corte di monsignor Stefano Russo, segretario generale della Cei.

“La sentenza odierna – aggiunge Russo – rileva che la Commissione avrebbe dovuto fare verifiche più minuziose sull’effettiva impossibilità dello Stato di recuperare le somme eventualmente dovute nel periodo 2006-2011.
Le attività potenzialmente coinvolte sono numerose, e spaziano da quelle assistenziali e sanitarie a quelle culturali e formative; attività, tra l’altro, che non riguardano solo la Chiesa”.

Infine il segretario dei vescovi sottolinea che “le attività sociali svolte dalla Chiesa trovano anche in questa sentenza un adeguato riconoscimento. La Corte, infatti, conferma la legittimità dell’Imu, introdotta nel 2012, che prevede l’esenzione dell’imposta, quando le attività sono svolte in modalità non commerciale”.

Read Full Post »

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: