Feeds:
Articoli
Commenti

Amore spinoso

1aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

Invictus

Cattura

William Ernest Henley

.

Dal profondo della notte che mi avvolge,
Buia come un pozzo che va da un polo all’altro,
Ringrazio qualunque dio esista
Per l’indomabile anima mia.
downloadNella feroce stretta delle circostanze
Non mi sono tirato indietro né ho gridato.

Sotto i colpi d’ascia della sorte
Il mio capo è sanguinante, ma indomito.

Oltre questo luogo d’ira e di lacrime
Si profila il solo Orrore delle ombre,
E ancora la minaccia degli anni
Mi trova e mi troverà senza paura.

Non importa quanto stretto sia il passaggio,
Quanto piena di castighi la vita,
Io sono il padrone del mio destino: Io sono il capitano della mia anima.

 

 

Interrogazione sul carente trasporto scolastico e sul mancato acquisto del nuovo scuolabus

.

I consiglieri comunali di Milena in Comune per la loro interrogazione si richiamano allo Statuto Comunale nelpunto in cui si afferma che il Comune è tenuto ad esercitare un ruolo attivo nella politica scolastica, e che i bambini sono considerati una risorsa preziosa della Comunità ai quali è garantito il diritto agli spazi ludico ricreativi e socio-culturali.

Fanno presente al Sindaco che:

1) lo Scuolabus comunale per gli alunni della Scuola dell’Infanzia Statale e Parificata, della Scuola Primaria e della Scuola Secondaria di I Grado, nei giorni scorsi, a causa di guasto meccanico, non ha effettuato regolarmente il proprio servizio di competenza;

2) viene utilizzato un solo Scuolabus per trasportare più di centocinquanta alunni dell’intero territorio comunale, molto esteso per la particolare conformazione urbanistica del nostro Comune.

I consiglieri comunali Gioacchino Palumbo, Concetta Ingrascì, Rosetta Provenzano, Rosalba Pellegrino e Giuseppina Virciglio vogliono conoscere le motivazioni che hanno causato l’interruzione di un così delicato anche per verificare eventuali  responsabilità sulla mancata effettuazione del servizio che penalizza molte famiglie.

Criticano la scelta dell’Amministrazione Comunale di far girare un solo Scuolabus: una decisione che ritengono frutto di una cattiva programmazione amministrativa che comporta gravi disagi per molte famiglie Milenesi, in quanto tanti genitori non hanno orari di lavoro compatibili con gli orari scolastici.

Il Gruppo consiliare di Milena in Comune fao notare un fatto incredibile e inspiegabile!

L’Amministrazione Comunale, non ha ancora acquistato un nuovo scuolabus pur avendo – da cinque anni – la disponibilità finanziaria per dotare i nostri alunni di un nuovo mezzo di trasporto.

I consiglieri non comprendono le ragioni del mancato acquisto e ritengono che la problematica debba essere discussa in seno al Consiglio Comunale.

Il Gruppo Consiliare Milena in Comune quindi chiede di conoscere ed interroga il Sindaco su quanto segue:

  • le motivazioni che hanno prodotto l’interruzione del Servizio relativo al trasporto scolastico locale;
  • se sono state prese precauzioni onde evitare che nel futuro si ripetano tali carenze organizzative che hanno comportato il summenzionato disservizio.
  • le motivazioni per le quali non viene acquistato un nuovo scuolabus, pur essendoci la disponibilità finanziaria!

.

LEGGI L’INTERROGAZIONE INTEGRALE

 

Continua a leggere »

UN VERO SUCCESSO LA VISITA DI PAPA FRANCESCO A MILANO

Franco Petraglia

.

downloadLa visita di Papa Francesco nella città meneghina è stata un autentico successo.

Lo hanno colpito la quantità e la qualità: un milione al Parco di Monza, 80 mila a San Siro, migliaia davanti al Duomo. Per non parlare della massiva partecipazione alle liturgie e dell’accoglienza veramente incredibile riservata al Santo Padre dai cortesi e ospitali milanesi, dando ragione al proverbio” Milan col coeur en man” (Milano col cuore in mano).

145610119-309ae98b-b99e-4570-92ab-22195bd79d47La visita di Papa Bergoglio in Lombardia è stata certamente di festa, di solidarietà, di vicinanza, di preghiera, come un sacerdote qualunque e non come pontefice. Mi ha impressionato molto positivamente il suo incontro con tre famiglie disagiate, con  bambini, anziani, disabili e poi il pranzo con alcuni carcerati a San Vittore.

In conclusione, questo straordinario Vicario di Pietro non  fa altro che ribadire il suo intenso messaggio di  attenzione verso  i più poveri, i più disagiati, i più fragili e i più emarginati: fonte di giustizia, fratellanza, gioia, amore, carità, fede e speranza per tantissimi nostro fratelli sfortunati.

Christus, lumen gentium, regnet in omne tempus! ( Cristo, luce delle genti, regni sempre!).

Carbonchio, l’Isola corre ai ripari. Ecco dov’è obbligatorio il vaccino

di Antonio Fiasconaro

.

Allarme per l'epidemia di carbonchio sui Nebrodi, ma non ci sono rischi alimentari

Considerato che in Sicilia, stando al rapporto epidemiologico, negli ultimi cinque anni sono stati accertati focolai di Carbonchio emetico in alcuni comuni delle province di Agrigento, Catania, Enna e Palermo, la Regione ha deciso di intensificare i controlli e a sottoporre a profilassi vaccinale obbligatoria tutti gli animali interessati alle zone circoscritte a quelle quattro province.

Proprio in queste settimane si è intensificata l’azione del Dipartimento regionale per le attività sanitarie e Osservatorio Epidemiologico e, come da decreto a firma del dirigente generale, Ignazio Tozzo, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana di venerdì 17 marzo si dà mandato ai sindaci dei comuni interessati, ai servizi veterinari delle Asp di Agrigento, Catania, Enna e Palermo, di far rispettare le modalità di vaccinazione degli animali.

E’ stato anche deciso che i trattamenti immunizzanti si dovranno concludere entro il prossimo 31 maggio per tutte le aziende stanziali previsti dalla profilassi vaccinale obbligatoria.

I Comuni interessati a questa azione sono complessivamente venti mentre le contrade dove “insistono” le aziende stanziali sono invece 75.

ASP AGRIGENTO

Sono tre i Comuni interessati: Sambuca (contrada San Giacomo); Caltabellotta (Contrade Cammauta e Taia S.); Sciacca (Contrade Milisifurmi, Cirami, Piraneo, Grattavoli, Spagnolo, Guardabasso).

ASP CATANIA

Quattro i Comuni etnei: Maniace (contrade Boschetto, Galatesa, Gelso, Grappida, La Piana, Taiti, Zirilli, Petrosino, Pezzo, Porticelli, S. Andrea, S. Nicoletta, Sabuco, Saracena, Semantile); Randazzo (contrade Faucera, Flascio, Roccabella, Ruffina, Cannata, Blandino, Campia Flascio, Chiusa delle Rose, Ficarotta, Martinetto, Murazzorotto, Pezzo Flascio, S.Francesco, Scarrata, Sulle); Bronte (contrade Fioritta, Maggio Salice, Scorzone, Vallenevola); Castiglione di Sicilia (contrade Gaeto, Pilleri).

ASP ENNA

Due i Comuni interessati: Assoro (contrade Altarello, Mandre Rotonde); Agira (contrade Salito, Tufo Mandre Bianche, Mangiagrilli).

ASP PALERMO

slide_15Dieci, invece, i comuni del Palermitano: Giuliana (contrade Torretta, Piscopo, Favarotti, Ruggirello, S.Antonio); Altofonte (contrada Valle Fico); Contessa Entellina (contrada S.Maria del Bosco); Misilmeri (contrade Raffe, Mendola); Bisacquino (contrade Gilia Masone, S.Biagio); Piana degli Albanesi (contrade Cani Neri, Arcera, Costa, Mammana, S.Agata); Belmonte Mezzagno (contrade Casale, Valle, Tavola, Casotta, Porcheria); S.Cristina Gela (Contrade Pianetto, Buceci); Monreale (contrade Lupo, Lupotto); Chiusa Sclafani (contrada San Carlo).

Ma cosa prevede il decreto? Innanzitutto al trattamento immunizzante dovranno essere sottoposti anche gli animali non vaccinati introdotti nelle località interessate entro quindici giorni dalla loro introduzione, qualora gli stessi non siano stati destinati al macello. Altro punto da non sottovalutare è quello del divieto allo spostamento degli animali da vita appartenenti alle specie ricettive fuori dai territori previsti dalla profilassi, qualora non siano stati vaccinati nei confronti del Carbonchio ematico da almeno 21 giorni.

Le Asp di Agrigento, Catania, Enna e Palermo dovranno provvedere all’acquisto del vaccino presso l’Istituto Zooprofiliattico della Puglia e della Basilicata, con sede a Foggia, autorizzato alla produzione e distribuzione del vaccino anticarbonchioso per la profilassi immunizzante. La campagna vaccinale, comunque si concluderà entro il prossimo 31 dicembre e le quattro Asp interessate dovranno trasmettere al Dasoe un prospetto riepilogativo degli interventi vaccinali eseguiti.

 

Continua a leggere »

10313720_249295741939879_4267579730957704884_n

images

CORSO DI EDUCAZIONE BANCARIA E FINANZIARIA AL “VIRGILIO”

 

Venerdì 24 marzo si è svolto, nei locali dell’Istituto Professionale per l’Agricoltura, il corso di formazione bancaria e finanziaria promosso dall’UNICREDIT di Mussomeli, nell’ambito del programma “In-formati”, tenuto dal Direttore della Banca, Vincenzo Boccieri e dalla dottoressa Enza Sorce.

I formatori hanno introdotto il corso “Guadagniamo il futuro – I giovani e l’uso responsabile del denaro”, rivolgendosi a gruppi di studenti delle classi del triennio dell’IPSASR. La sessione si è aperta, utilizzando un approccio innovativo e coinvolgente, con la somministrazione agli alunni di  un questionario iniziale  per potere testare le conoscenze di  base e raccogliere suggerimenti per i progetti futuri.

Dopo l’esposizione di alcuni contenuti teorici e consigli pratici, per ampliare la conoscenza attorno ad alcuni temi quali il funzionamento di una banca, i sistemi di pagamento, di finanziamento, gli alunni si sono divisi in gruppo per affrontare  un problem solving, mediante un gioco di economia domestica, che ha stimolato i ragazzi ad una riflessione attiva. Ad ogni gruppo è stato sottoposto una situazione familiare a cui far fronte con un budget mensile prestabilito.

L’obiettivo del gioco era quello di definire un equilibrato e responsabile piano di economia domestica, per arrivare a fine mese senza spiacevoli sorprese. I ragazzi hanno manifestato grande entusiasmo per l’attività proposta, perché hanno avuto la reale possibilità di confrontarsi con il vissuto quotidiano, che potrebbe rispecchiare un possibile futuro.

Alla fine della  sessione di formazione, ai ragazzi è stato riproposto un questionario identico a quello iniziale, per valutare l’efficacia del corso e per raccogliere suggerimenti utili a migliorare i progetti futuri.

Grande soddisfazione ha manifestato la dirigente scolastica,  dott.ssa Calogera Genco e la coordinatrice del corso, la prof.ssa Maria Rita Falletta che ha contribuito alla riuscita del progetto, coadiuvata dalle prof.sse Vincenza Calà e Franca Rotolo, docenti di diritto, le quali,  insieme al professore Maurizio Palumbo, responsabile della sede IPSASR, auspicano una continuazione,  in futuro, del progetto “In-formati”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: