Feeds:
Articoli
Commenti

Stiamo sereni (da ieri)

fax

Erba di casa Renzi

“No all’inganno del dittatore in erba!”

Alessandro Pagano

.

images (1)“Canne libere’, possibilità di adottare per gli omosessuali e gay che in pompa magna si ‘sposeranno’ in tutta Italia, con i sindaci di sinistra che faranno a gara per avere visibilità: saranno questi alcuni dei temi politici dell’estate.

Sono chiari il trucco e l’inganno di Renzi del Pd, utilizzare queste ‘armi di distrazione di massa’ per nascondere i veri problemi dell’Italia: dal crac che rischiano le nostre banche e tutto il sistema creditizio italiano, alle famiglie che arrancano, la deflazione ai livelli del 1959, le imprese che chiudono, il lavoro che rimane un tabù per i giovani e il gap che va aumentando tra Nord e Sud.

Gli italiani non cadranno in questa trappola. Il popolo avrà solo un modo per dire no a questo ‘dittatore in erba’: mandarlo a casa votando no al referendum costituzionale”.

.

Cannabis: Pagano, basta pantomima, FI-Ln rilancino famiglia

1aaaaaaasdfdf“Della Vedova ha avuto il suo momento di gloria, ora puo’ tranquillamente tornare a fare il sottosegretario se ne e’ capace. Questa pantomima sulla legalizzazione della cannabis e’ durata sin troppo.
Tutti i protagonisti sapevano che questa legge sarebbe andata in fumo prima ancora di iniziare.

Di contro continua a stupire purtroppo l’inconsistenza della proposta del centrodestra, sempre a rimorchio dell’agenda dettata dalla sinistra, e dai media asserviti, e incapace di formulare una proposta forte e unitaria ad esempio sulla famiglia. In vista della legge di stabilita’ i vari leader a cominciare da Berlusconi, Salvini, Meloni e lo stesso Parisi rilancino con forza la necessita’ che si adottino misure drastiche a sostegno della famiglia e della natalita’”.

images“Questo potrebbe essere un punto di inizio e di incontro del futuro centrodestra. Anche, e non solo, per mettere in difficolta’ Renzi partendo proprio dai contenuti, e prima che sia lui ad appropriarsi del tema. E’ inaccettabile e una offesa per gli italiani che il Parlamento perda tempo, consapevolmente, su questioni surreali mentre le famiglie muoiono di fame e mentre il crollo demografico ci confinera’ nei prossimi decenni a paese del secondo mondo. Le generazione piu’ giovani ci stanno osservando e per non farli cadere nelle trappole penta stellate urge un programma valoriale ed economico allo stesso tempo. Un programma di nuove politiche familiari per l’appunto”.

Scarpe volanti

scarpe

scarpe2

Sette tipi di cacca

Osserva quella che fai!

.

images (5)Peso, colore, forma e “galleggiamento”: le feci indicano se siamo in salute, i 4 parametri di quelle perfette.

Lo dice la scienza. O meglio, lo dice Guida per un Intestino Sano, riportata anche sul sito del metodo Mc http://www.metodomc.it/intestino/ del dottor Marco Corti che spiega come depurare i propri organi interni dalle scorie. E chiarisce subito: si può imparare molto dalle feci, soprattutto il nostro stato di salute; bisognerebbe addirittura controllare ogni giorno la loro consistenza. Sì, una pratica non delle più entusiasmanti, ma potrebbe aiutare a prevenire disagi futuri.

Ma come sono le feci ideali? Facile, dice il libro: “Devono essere di colore oro antico, avere la forma di una banana matura e la consistenza simile a quella del dentifricio. Galleggiano e sono inodori. Se le tue non sono così, per favore continua a leggere con molta attenzione”, prosegue il vademecum.

Sono quattro i parametri fondamentali.

1) Frequenza dell’evacuazione. Noboru Muramoto, uno dei principali esponenti della medicina tradizionale cinese in occidente afferma: “La defecazione dovrebbe avvenire una volta al giorno: il momento ideale è al mattino. Ogni irregolarità nell’evacuazione delle feci è segno di problemi intestinali. La regolarità della defecazione è una condizione basilare per una buona salute.”

2) Odore e Galleggiamento

Un cattivo odore delle feci indica uno scarso equilibrio nell’alimentazione. Se affondano nell’acqua vuol dire che il cibo non è stato masticato o digerito bene.

3) Forma

Dobbiamo essere sicuri che le nostre feci abbiano una forma definita, questo aspetto denota infatti che la nostra digestione è avvenuta completamente e i nutrimenti sono stati assorbiti dall’organismo eliminando così acidi e tossine. Se si usa troppo sale il colon assorbe più acqua e le feci sono striminzite e secche; al contrario se si mangiano troppi zuccheri le feci sono più umide e informi.

Il cosiddetto grafico Bristol (nella foto) mostra:

1460569092893

  • Tipo 1: grumi duri simili a palline e difficili da espellere (come la cacca delle pecore)
  • Tipo 2: classica forma cilindrica, ma grumosa
  • Tipo 3: forma cilindrica, ma con delle crepe sulla superficie
  • Tipo 4: forma cilindrica, liscia e morbida
  • Tipo 5: grumi morbidi e frastagliati
  • Tipo 6: porzioni morbide, ma con i bordi frastagliati
  • Tipo 7: acquosa e priva di particelle solide

Il tipo 4 è il prototipo delle feci perfette.

4) Colore

Il colore perfetto dovrebbe essere tra il marrone chiaro e il marrone scuro. Il colore dipende molto dal tipo di alimentazione. Ecco un quadro molto dettagliato.

Continua a leggere »

Italiani tartassati

cercasi

13775741_1759646460977231_2785910412364308775_n

frittivend

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 176 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: