Feeds:
Articoli
Commenti

Altezze e bassezze

.

Gli sportivi lo sanno che amare lo sport significa amare la squadra di cui si fa, orgogliosamente, parte. Se non c’è l’amore per lo sport di squadra, non ci può essere amore per la squadra stessa. Sembrerebbe un ragionamento banale e forse lo è, ma se ci soffermiamo un attimo a riflettere, il gioco di squadra non è uno sport e basta, è uno sport che richiede collaborazione, rispetto per l’altro, considerazione, ma soprattutto richiede una forma mentis “ampia”, qualunque esso sia.

Giocare in team è, a nostro modo di vedere, giocare con soggetti ad apertura cognitiva ossia giocare con atleti che vogliono “condividere” per ottenere risultati positivi. A differenza degli sport individuali in cui si può dimostrare di essere “più forte degli altri” e quindi l’essere “superiore”, il gruppo, la squadra, il team danno la possibilità all’atleta di gareggiare singolarmente in vista di una valutazione collettiva.

Quindi, l’atleta che si cimenta da solo ha piena responsabilità di se stesso, mentre per l’atleta che compete in gruppo la responsabilità della prestazione è condivisa, ecco perché parlavamo di forma mentis … Noi siamo arrivati alla conclusione che non tutti sono costruiti per ragionare cosi!

Ci sono infatti quelli che per Dna non riescono affatto a giocare o ad appassionarsi e dicono di non tenere a nessuna squadra, sono quelli che generalmente, pensano che tutto sia loro dovuto.

Poi ci sono quelli mossi da psicologia da primate, che assimilano la forza fisica con superiorità, ma questi sono talmente fuori da qualsiasi logica che non meritano menzione.

Infine ci sono quelli che fanno “politica”.

Osservando i nostri amministratori ci siamo resi conto, ad un anno dalle elezioni, che le cose stanno proprio così. Sappiamo tutti che l’attuale squadra si è formata grazie ad un accordo per la poltrona, un incrocio tra due fazioni storicamente avversarie per salvaguardare interessi personali e familiari. Non certamente spinti  dal bene per la popolazione.

Ebbene questa “squadra” ha raccolto in sé persone il quale obiettivo era quello di conquistare il palazzo comunale, ognuno per le proprie ambizioni e intime velleità, senza abbracciare veramente un programma o una reale dimensione sociale. Col passare del tempo siamo arrivati alla conclusione che le prestazioni di questi nostri “atleti” risultano a bassissima apertura cognitiva, questo significa che pur lavorando in una “squadra”, ogni componente sta seguendo un proprio schema di gioco.

Quindi, c’è chi manovra, per dimestichezza con gli incartamenti e per rigidità di pensiero, le operazioni veramente importanti, poi ci sono gli amici che col loro beneplacito permettono il realizzarsi delle oscure trame, poi ci sono quelli che fanno da rappresentanza (fasce, nastri, inaugurazioni, targhe, foto, articoli di giornale …) ed in ultimo c’è la manovalanza … neanche tanto qualificata.

In altri termini, la verità è che questa politica non è veramente di squadra, è un rozzo gioco individuale, le cui regole variano per ognuno e al variare degli avversari. Neanche a parlare di schemi rigidamente definiti, nessuna disciplina o attività da seguire in modo preciso. Niente di tutto ciò. Ognuno sta giocando una partita a se stante, chi per esperienza e competenza (?), chi per tentativo, chi per autocompiacimento, tutti comunque per attitudini diverse e più disparate, lontane miliardi anni luce da un vero spirito di gruppo.

Mentre per alcuni manca proprio l’approccio mentale per indole e per natura, in altri manca proprio la capacità soggettiva di adattarsi ad uno “sport” che prevede la dimensione collaborativa e collettiva. Sembra piuttosto di assistere alla gara, al campionato, al torneo di bodybulding quello, per intenderci, in cui si mostra il corpo scolpito dall’allenamento, quello dove contano le finalità estetiche e non competitive.

E allora, complice anche il variegato programma dell’estate milenese, ecco assistere alle performances dei singoli, tutti sembrano ministri del turismo, spettacolo e sport, ministri dell’istruzione e della cultura, ministri del lavoro e politiche sociali, ministri dell’università e della ricerca … insomma tutti meglio di tutti. Chapeaux!

Grazie di esistere, ma sappiano lor signori che ai più interessano le abilità e competenze personali solo se sono messe al servizio della popolazione, il resto, tutto quello che si vuole fare apparire, dimostrare e credere è roba tutt’al più di “umido” o al massimo da “indifferenziata”. Insomma per la gente normale non è rilevante sapere se questo o quell’assessore compie gesta mirabolanti, imprese sbalorditive, prodezze incredibili con sacrificio, martirio, sofferenza e privazione. No! Sinceramente non è interessante.

Alla fine ci sarà un totale, si farà una somma. Fine del discorso.

Se l’assessore tizio o il signor tal dei tali ha fatto bene lo deciderà il tempo. Queste orazioni sulle presunte fatiche di Ercole, per cortesia, risparmiatecele!

In ultima nota, c’è da sottolineare che, probabilmente, se qualcuno abbia pensato e pensa di poter buggerare tutti, ci sentiamo di voler togliere ogni dubbio, rassicurando che non crediamo affatto nel presidenziale impegno sociale, in quanto riteniamo fermamente che abbia solo trovato un modo funzionale di usare la sua attenzione e la sua “immagine” spacciando la furbizia e la cattiveria come capacità/abilità con le fasce vulnerabili.

Spiacenti, mai creduto al venditore ambulante di fumo. Facile giocare in una “squadra” con i dati truccati! Certo può ridare la notorietà persa, ma a noi questo contesto associativo, fatto di manfrine, chiacchiere, apparenze non ci inganna. Le partite si vincono o si perdono da soli, si vincono e si perdono in una squadra VERA dove la LEALTA’ è alla base SEMPRE, DA SEMPRE E COSTANTEMENTE, non dieci anni no e ora sì!

Comunque è grazie a certe operazioni noi calcoliamo la statura di un uomo! Merci beaucoup!

Caro Rodolfo Valentino ammaliator cortese che esci sempre con la spada affilata … la differenza è sottile e coglierla non è da tutti … un po’ come la differenza tra viaggiare e balneare … Il viaggio prevede cultura, percorso, analisi, progetto, crescita …

E questa “non-amministrazione”, questa “ non squadra” che non ha i presupposti per giocare, creata ad hoc per fini ormai molto chiari … non sta neanche viaggiando, sta solo balneando …

Annunci

Continua a leggere »

Italia spacciata

1 italiano su 3 fa uso di droghe. Gli altri 2 fanno a gara per vendergliela.

DISSESTO IDROGEOLOGICO, VENTI MILIONI DI EURO PER SISTEMARE FIUMI E TORRENTI

Nello Musumeci

.

Dissesto idrogeologico, venti mln per sistemare fiumi e torrenti

«Per il secondo anno consecutivo (e non era mai accaduto nel passato) in Sicilia stiamo operando una capillare e preventiva sistemazione idraulica dei corsi d’acqua che, con l’arrivo delle piogge, rischiano di esondare provocando, così come troppo spesso è accaduto in passato, disastri e vittime».

Lo dichiara il presidente della Regione Nello Musumeci, commentando l’approvazione della rimodulazione delle risorse del “Patto per il Sud – Fondo di Sviluppo e coesione”, elaborata dall’Ufficio contro il dissesto idrogeologico – di cui è commissario – diretto da Maurizio Croce.

Oltre venti milioni di euro sono stati, infatti, destinati al Dipartimento regionale tecnico per intervenire su fiumi e torrenti. Sessantaquattro gli interventi previsti nelle nove Provine dell’Isola che consisteranno principalmente – d’intesa con l’Autorità di bacino, istituita lo scorso anno dopo un trentennio di attesa – nell’asportazione dei detriti accumulatisi negli alvei.

1512316537578.jpg--i_conti_della_regione_e_l_sos_di_musumeci___il_deficit_un_freno_per_i_primi_anni_«Considero questa manovra – sottolinea il governatore siciliano – un doveroso atto di responsabilità. E’ stato privilegiato un aspetto, quello della sistemazione dei fiumi, finora sempre sottovalutato ma, proprio per questo, pagato puntualmente e a caro prezzo di vite umane. E poi abbiamo mantenuto gli impegni assunti, compiendo un ulteriore sforzo per tutelare il nostro territorio e innalzare dovunque il livello della sicurezza per l’incolumità dei cittadini».

Questo l’elenco delle opere finanziate:

Provincia di Agrigento 10 interventi: Canicattì (Fiume Naro in corrispondenza con il vallone Carnara fino alla foce), 500mila euro; Aragona (Valloni Aragona-Coda di volpe e Occhiobianco in corrispondenza della confluenza con il torrente Cantarella), 200mila euro; Burgio, due interventi (eliminazione del pericolo di occlusione del Torrente Tina e riparazione dei danni alluvionali nel Torrente Garella), 225mila euro; Cammarata, due interventi (Valloni Passo del barbiere e Congeria e manutenzione di un tratto del Vallone Scrudato), 525mila euro; Sciacca (manutenzione corso d’acqua in località San Giorgio), 380mila euro; Licata, tre interventi (Torrenti della Palma, La Manca Safarella, Vallone Follina, Canale Mollarella ed affluenti , Canale Fiumevecchio, ostruzione della foce del Fiume Salso), un milione di euro.

Provincia di Caltanissetta, due interventi: Caltanissetta (sistemazione idraulica Torrente Niscima, dall’immissione con il Vallone Niscima alla strada provinciale 79), 2,9 milioni di euro; Gela (Torrente Gattano), 576mila euro.

Continua a leggere »

Lampedusa,Terra Santa!

GiulianoAngeli

.

Tumori al cervello che miracolosamente guariscono, casi di tubercolosi scomparsi, scheletrini rachitici che appena toccano la terra benedetta si trasformano in aitanti giovani muscolosi, stress e depressione magicamente si tramutano in gioia e benessere, vecchi telefonini si trasformano in iPhone Xs e Huawei P30.

69145467_2318953155033872_6133773590056665088_n

L’alternativa italiana a Lourdes e Medjugorje?

Lampedusa!

 

 

Contro la propaganda, dalle emergenze ai fatti!

Con due nuovi impianti di compostaggio, l’Ecox di Termini Imerese e il Raco di Catania, il governo regionale ha risolto le emergenze dell’umido.
Dopo la riduzione da 5000 a 1000 tonnellate di umido imposto dall’Arpa (che i primi di agosto aveva causato la crisi per i comuni della provincia di Trapani) si spera a breve di poter far conferire presso la SICILFERT di Marsala almeno 2500 tonnellate.
Contro la propaganda, dalle emergenze ai fatti!

Conoscevate questi trucchetti? Si fa così 😊

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: