Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Medicina/Sanità’ Category

Annunci

Read Full Post »

Ospedale Sant’Elia – Caltanissetta

Read Full Post »

Read Full Post »

Vaticano, Papa Francesco asfalta i tifosi delle unioni gay: “La famiglia è solo tra uomo e donna”

.

Vaticano, Papa Francesco asfalta i tifosi delle unioni gay: "La famiglia è solo tra uomo e donna"

La famiglia è “una sola”, ed è composta da “un uomo e da una donna”. Lo ribadisce ancora una volta Papa Francesco, ricevendo in udienza una delegazione del Forum delle associazioni delle Famiglie.

“Fa dolore dirlo – ha aggiunto a braccio il pontefice – Oggi si parla di famiglie diversificate, di diversi tipi di famiglie. Si è vero che la parola famiglia è analoga, ma la famiglia è immagine di Dio. Uomo e donna, è una sola. Sono immagine e somiglianza di Dio.

San Paolo lo chiama mistero grande, sacramento grande. Può darsi che non siano credenti ma se si amano e uniscono in matrimonio sono a immagine e somiglianza di Dio. Per questo il matrimonio è un sacramento grande”.

Read Full Post »

Firmati 149 contratti all’Asp di Caltanissetta

Giuseppe Scibetta

.

Momenti di commozione l’altro ieri nella sala convegni dell’ospedale “Sant’Elia”, dove altri 149 precari dell’Azienda sanitaria hanno potuto firmare il contratto di stabilizzazione a tempo indeterminato (per 30 ore settimanali) che adesso consente loro di avere un futuro lavorativo più sereno.

Un “traguardo” molto atteso dagli interessati, molti dei quali hanno vissuto sino ad ora la non agevole condizione di precari da oltre venti anni. Un appuntamento particolarmente importante per diversi dipendenti dell’ente, che, l’altro ieri mattina hanno pure voluto farsi accompagnare dai loro familiari.

Giovanna Candura, Ruggero Razza e Michele Mancuso il giorno in cui l’assessore regionale alla sanità ha preso l’impegno di stabilizzare i precari dell’Asp nissena.

A deliberare il provvedimento di stabilizazione sono stati il commissario regionale dell’Asp Maria Grazia Furnari, il direttore sanitario Marcella Santino e quello amministrativo Danilo Palazzolo, i quali, immediatamente dopo l’approvazione da parte dell’assessore Ruggero Razza del decreto che ridetermina l’attuale rete ospedaaliera e dei dipendenti necessari, hanno esitato i provvedimenti di assunzione definitiva,

Provvedimenti che hanno consentito la sottoscrizione dei nuovi contratti di lavoro, dapprima a 5 dipendenti delle categorie protette (4 operatori sociosanitari e un centralinista) e l’altro ieri di altre 149 persone con le qualifiche di ausiliari specializzati (13), commessi (19), e coadiutori amministrativi (117).

“Ma non è finita qui – hanno detto i tre dirigenti, che per la firma dei contratti si sono fatti assistere da Dina Calabrese e Bianca Alessi – poiché presto provvederemo (prima possibile, quasi certamente entro il mese di giugno) a stabilizzare anche altri operatori.

90 operatori sanitari (medici e infermieri) che saranno dapprima chiamati a sostenere una prova attitudinale, e, subito dopo, avvieremo il meccanismo della mobilità, che consentirà alla nostra azienda di dotarsi di altre figure professionali di cui ha grande necessità ed urgenza”.

Due ex precari di Milena contenti alla firma del contratto

Quella della sistemazione dei dipendenti precari è una vertenza che si trascina da diverso tempo e per le quali tutte le organizzazioni sindacali si sono doperate per risolvere un problema che per gli interessati e per le loro famiglie ha procurato non poche angustie.

“Per me, ma anche per altre colleghe – ha detto quasi con le lacrime agli occhi unaa amministrativa al momento della firma del contratto – è come uscire da una sorta di incubo. E’ questo un momento che aspettavo da 19 anni… mia figlia ancora non era nemmeno nata…”.

Soddisfazione è stata espressa anche dalla Cgil con una nota a firma di Giovanna Caruso (segretario generale Funzione pubblica) e Antonio Grasso (coordinatore provinciale Sanità) che hanno detto: “Da oggi continua la rivendicazione per completare la stabilizzazione del porecariato storico con l’avvio del secondo step per i precari nel profilo C e D”.

 

 

 

 

 

 

 

 

Read Full Post »

Lenzuola, l’esperto: ogni quanto vanno cambiate, perché il sudore è pericoloso

Libero

.

Igiene, ogni quanto cambiare le lenzuola? Ce lo dice l'esperto
Un microbiologo dell’Università di New York, Philip Tierno, lancia l’allarme sulle colture di funghi e batteri che possono annidarsi fra le nostre lenzuola e potrebbero farci ammalare.
L’umidità è un fattore importantissimo per la proliferazione dei microbi e considerando che in media un essere umano produce 26 litri di sudore e trascorre un terzo delle sue giornate a letto, quale luogo migliore se non le lenzuola?
Oltre ad acari, peli di animale e polline il principale produttore di batteri siamo proprio noi.
Il nostro corpo è una fabbrica di batteri che emaniamo attraverso il sudore, gli starnuti, ma anche con l’epidermide e secrezioni di varia natura.
La regola di Tierno, e per una buona igiene personale, impone di cambiare le lenzuola una volta a settimana, così come il pigiama.

Read Full Post »

MARIA GRAZIA FURNARI

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: