Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Medicina/Sanità’ Category

Sanità, la Regione Sicilia dà il via libera ai nuovi manager: ecco promossi e “trombati”

La Sicilia

.

CATANIA – C’era attesa per la nomina dei nuovi manager della Sanità siciliana e c’erano state anche polemiche per i presunti ritardi della Regione siciliana. Ma finalmente la lista è pronta anche se ancora parzialmente incompleta.

Nella Giunta regionale di questa sera – convocata d’urgenza dal governatore Nello Musumeci, sono state infatti ratificate le nomine dei nuovi direttori sanitari a capo delle Asp e degli ospedali dell’isola, ma su alcuni nomi non sarebbe ancora stato trovato l’accordo politico.

Ma la lista comunque c’è ed è anche frutto del lavoro dell’assessore alla Sanità, Ruggero Razza. Ecco chi sono i nuovi manager.

AZIENDE SANITARIE

Sanità, la Regione dà il via libera ai nuovi manager: ecco promossi e "trombati"
  • Asp di Palermo: Daniela Faraoni.
  • Asp di Catania: Maurizio Lanza.
  • Aspe di Messina: Paolo La Paglia.
  • Asp di Agrigento: Giorgio Santonocito.
  • Asp di Caltanissetta: Alessandro Caltagirone
  • Asp di Enna: Francesco Iudica.
  • Asp di Siracusa: Lucio Salvatore Ficarra.
  • Asp di Ragusa: Angelo Aliquò.
  • Asp di Trapani: Fabio Damiani.

 OSPEDALI

  • Arnas Civico di Palermo: Roberto Colletti
  • Villa Sofia-Cervello di Palermo: Walter Messina
  • Cannizzaro di Catania: Salvatore Giuffrida
  • Garibaldi di Catania: Fabio De Nicola
  • Papardo di Messina: Mario Paino
  • Irccs Bonino Pulejo di Messina: Vincenzo Barone

Non c’è stato invece ancora accordo come detto sui nomi dei policlinici di Palermo, Catania e Messina.  La designazione relativa ai vertici dei tre Policlinici universitari è stata differita alla conclusione del procedimento di intesa con i rettori degli atenei siciliani interessati.

 

(altro…)

Annunci

Read Full Post »

Read Full Post »

Avanti così!

Nello Musumeci

.

Inaugurato il pronto soccorso del Policlinico di Catania. Un passo avanti, un ulteriore passo avanti, per dare alla Sicilia strutture sanitarie adeguate.
Adesso aspettiamo i prossimi appuntamenti, a partire dal nuovo Pronto Soccorso dell’Ospedale Cervello per il quale sono imminenti le procedure di gara. Godiamoci questa giornata di soddisfazione e di acquisita consapevolezza di un’accresciuta responsabilità, perché il Pronto Soccorso del Policlinico è una struttura all’avanguardia. Questo momento suggerisce la necessità di lavorare affinché la sanità siciliana non abbia nulla da invidiare a quella delle altre regioni d’Italia. La fase iniziale è ormai stata avviata, quindi, non rimane che andare avanti imperterriti e determinati. Una giornata, come definisce l’assessore regionale Razza, molto significativa per l’intera Sicilia.
Avanti così!

 

 

Musumeci, ha ringraziato il Rettore, l’assessore Razza, il personale dirigenziale e non, per aver contribuito a realizzare questo sogno, ha dichiarato:

 

Ruggero Razza asserisce:

“In pochi, alcuni mesi fa avrebbero voluto scommettere in questa apertura. L’auspicio del governo è che l’intera Regione possa godere di presidi come quello apertasi oggi, per permettere al personale medico di avere strutture adeguate e all’avanguardia capaci di dare assistenza nell’immediato al paziente”.

.

INAUGURATO IL NUOVO PRONTO SOCCORSO DEL POLICLINICO DI CATANIA!

Costruire Salute

.

Taglio del nastro, questa mattina, per il nuovo Pronto soccorso del Policlinico Catania, sito in via Santa Sofia. Presenti il Presidente della Regione, Nello Musumeci, l’assessore regionale alla Sanità, Ruggero Razza, il Magnifico Rettore, Francesco Basile, il Direttore Generale ff, Giampiero Bonaccorsi, il Direttore Sanitario, Antonio Lazzara, il Direttore del PS, Giuseppe Carpinteri e il Sindaco di Catania, Salvo Pogliese.
La cerimonia, che ha visto il coinvolgimento di numerosi rappresentanti di enti, istituzioni e associazioni, è stata presenziata anche dal Vicario Monsignor Salvatore Genchi che ha benedetto i locali del nuovo presidio di emergenza-urgenza.

(altro…)

Read Full Post »

ARS, la Commissione randagismo incontra le associazioni di settore, Calderone (FI): Il business del randagismo deve finire”

Dario Cataldo
.
Continuano le audizioni presso la Commissione speciale d’inchiesta sul fenomeno del randagismo in Sicilia. Stamattina si è conclusa la seduta che ha coinvolto il mondo dell’associazionismo.
Tra i presenti: l’Associazioni ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali), LAV (Lega Anti Vivisezione), OIPA (Organizzazione Internazionale Protezione Animali), Nucleo di Guardie ecozoofile, UGDA (Ufficio Garante Diritti Animali), CAA (Confederazione Associazione Animalisti) Sicilia, LIDA (Lega Italiana dei Diritti dell’Animale)e LE.I.D.A.A (Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente.
Il filo conduttore emerso dal dibattito è: una migliore consapevolezza delle strutture pubbliche. La necessità che i Comuni possano gestire in proprie strutture rifugi sanitari e canili è la strada maestra per arginare il business del randagismo.
“È orientamento di questa Commissione, quella di rapportarci con tutte le parti sociali per liquidare nel più breve tempo possibile una norma che io definirei epocale”. Così il Presidente, on. Tommaso Calderone, del Gruppo Parlamentare di Forza Italia.
cani_randagiDalla Lega Nazionale per la Difesa del Cane, l’incontro di oggi è definito “fondamentale”. Nella fattispecie, dalla Responsabile regionale si chiarisce che: “Da tempo ci occupiamo volontariamente dell’argomento, in tutta Italia. Quello che posso affermare con sicurezza è che tra Nord e Sud c’è una notevole differenza a sfavore del Meridione.
Abbiamo perso di vista il problema dei Canili. Dobbiamo liberarli dalla gestione imprenditoriale dei privati, che di certo fanno i propri interessi piuttosto che degli animali. Tutto questo ha un costo – chiosa l’Attivista – a carico dei Comuni. Il canile sanitario deve essere obbligatoriamente pubblico, non più privato”.
“Per la prima volta – conclude il Parlamentare rivolgendosi alle associazioni presenti – sia qui a discutere di un tema che coinvolge non solo la sicurezza bensì anche la salute pubblica. Con il vostro contributo vogliamo arginare un problema che giorno dopo giorno assume portate esagerate”.

Read Full Post »

(altro…)

Read Full Post »

QUALCUNO LI FERMI

.

Bari, epidemia di Morbillo: il contagio provocato dal figlio di una coppia No-Vax

Libero

.

È questo il prezzo da pagare per i deliri no-vax dei grillini?

La domanda è lecita di fronte al caso di Bari, dove si è registrata un’epidemia di morbillo all’ospedale pediatrico Giovanni XXIII.

Bari, epidemia di Morbillo: il contagio provocato dal figlio di una coppia No-Vax

Otto casi accertati, il rischio è che possano essercene molti altri: i medici stanno infatti già verificando altre situazioni.

E il contagio, si apprende, pare sia stato innescato dal figlio di una coppia contraria ai vaccini, così come è contraria ai vaccini gran parte del M5s.

La notizia è stata riportata da La Gazzetta del Mezzogiorno: il contagio sarebbe scoppiato anche per via della tardiva applicazione dei protocolli previsti dalla legge. Tra i bambini ricoverati per morbillo, anche una neonata di 11 mesi.

Read Full Post »

Disabili tra competenze e incompetenti

.

Cristiano Pasca ci racconta di un servizio essenziale che manca a 500 famiglie, mentre Regione e Comune si rimpallano le competenze

.

https://www.iene.mediaset.it/video/pasca-palermo-disabili-senza-pulmino-scuola_226672.shtml

Cinquecento famiglie di ragazzi gravemente disabili da due anni e mezzo, nel Palermitano, non hanno più un servizio che spetta loro ma non viene dato: il pulmino che porta i figli a scuola.

mm

MML nel Mondo alle ore 17,33

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: