Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Politica’ Category

monepat

Read Full Post »

Michele Mancuso coordinatore provinciale di Forza Italia, interviene sul caso ortopedia dell’ospedale Longo di Mussomeli

.

“È motivo di orgoglio di tutti noi cittadini potersi vantare di avere una eccellenza in sanità. Riconosco, al di là delle appartenenze, la crescita che il management aziendale ha indotto e per io mi sento di ringraziare.

Certamente il ruolo di fuori classe va al dottore Carlo Dell’Utri e a tutta l’equipe che ha permesso di raggiungere livelli di altissima professionalità, al pari dei migliori, su scala nazionale.

Tutto ciò deve farci riflettere sulla ormai urgente necessità di una classe dirigente regionale capace di garantire anche la semplice normalità.

Come si può immaginare di chiudere o quasi un ospedale che riesce a fare numeri al pari del Gemelli di Roma o addirittura ancora meglio?

L’impegno che ci prendiamo, come prossima forza di governo, è quello di vigilare e garantire ai cittadini la certezza del diritto alla salute e dei servizi indispensabili.

Il Longo, oggi più che mai, va tutelato e Rilanciato senza esitazione alcuna!!

 

(altro…)

Read Full Post »

«Più sicurezza per le donne all’interno del Cara di Mineo»

La Sicilia

.

CATANIA – I sindaci dei Comuni di Mineo e di Caltagirone, «pur sottolineando una diffusa percezione di insicurezza tra i cittadini dovuta anche alla presenza del Cara e di numerosi Centri Sprar», osservano che «la presenza dei migranti sia comunque una realtà accettata dalla popolazione senza particolari tensioni».

E’ quanto emerso da una riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica presieduta dal prefetto di Catania, Silvana Riccio, che si è tenuta nella Procura di Caltagirone.

Il Comitato, rende noto la Prefettura, ha deciso di «implementare le misure di vigilanza all’interno del Cara, con particolare riguardo alla tutela delle donne», avviando un’azione di sensibilizzazione nei confronti «dell’Azienda sanitaria provinciale per realizzare il servizio “Codice rosa” nell’ospedale di Caltagirone».

Cara Mineo 00E’ stata anche disposta l’intensificazione dei servizi di prevenzione e contrasto dei fenomeni del caporalato e del lavoro nero prestato dai migranti.
E’ stata concordata «una maggiore sinergia delle attività svolte dall’Autorità giudiziaria e dalla prefettura per una più celere adozione dei provvedimenti di rispettiva competenza riguardo i reati commessi dagli ospiti del Cara».

Infine, il commissario prefettizio e il direttore del Cara «hanno assicurato una rapida eliminazione delle bancarelle presenti, nonché un più rigoroso rispetto del regolamento del Centro di accoglienza, come ad esempio il divieto di usare fornellini all’interno delle strutture abitative».

Read Full Post »

18157808_1714475278849833_1634110802756663971_n

Read Full Post »

Morto bimbo leucemico per aver contratto il morbillo a causa del calo delle vaccinazioni

.

morbilloE’ morto “per complicanze polmonari e cerebrali da morbillo, il piccolo di 6 anni che si trovava nel reparto di rianimazione dell’Ospedale San Gerardo di Monza”. Lo ha annunciato l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera. “La storia di questo piccolo affetto da leucemia è l’esempio di come la cosiddetta immunità di gregge sia fondamentale per la protezione di coloro che, per la loro malattia o per lo stato di trattamento in cui si trovano, non sono protetti, anche quando fossero vaccinati dal morbillo così come da altre malattie infettive”.

“Il piccolo – ha spiegato l’assessore – era affetto da una Leucemia Linfoblastica Acuta (LLA), malattia che oggi ha una probabilità di guarigione in oltre 85% dei casi con forme simili. In data 15 marzo, per il sospetto di infezione da morbillo (diagnosi confermata il 16 marzo), è stato trasferito in terapia intensiva per il peggioramento progressivo del quadro polmonare con necessità di assistenza respiratoria. E’ stato intubato e successivamente è iniziata l’assistenza mediante Ecmo per insufficienza cardiaca o respiratoria, proseguita fino alla data di oggi”.

Secondo quanto si apprende da fonti ospedaliere, il bambino sarebbe stato contagiato dai suoi fratelli più grandi, che i genitori avrebbero scelto di non vaccinare, benché il più piccolo fosse affetto da leucemia e avesse un sistema immunitario già compromesso.

Sconvolta Beatrice Lorenzin, ministro della salute. “È dolorosissimo commentare la morte del bimbo di 6 anni a Monza, che si sarebbe probabilmente salvato dalla leucemia, ma che il morbillo ha ucciso perché essendo malato non poteva essere vaccinato. Succede, come dice la scienza, quando manca l’immunità di gregge”. Prosegue la Lorenzin: “Bisogna rispettare la medicina e le verità scientifiche per fare il bene dei nostri figli. Sono vicina ai genitori e al loro immenso dolore”.

Read Full Post »

EFFETTO SERRA , SALVARE LA TERRA

Franco Petraglia

.

terra cicca

Earth Day

Il caldo sahariano di questi giorni manifesta i sintomi di un inarrestabile effetto serra. Le temperature sono in lieve aumento, vedi il recente maxi incendio in Portogallo. Quindi non si tratta di ciclici mutamenti meteorologici. Temo che il pianeta si avvii verso la tropicalizzazione.

Intanto mentre si sciolgono i ghiacciai, l’uomo (le nazioni) continua a darsi la licenza di sfruttare la natura a suo piacimento, in nome del dio denaro. Trovo ingiustificato e ingiustificabile che taluni Capi di Stato disertino summit sullo sviluppo sostenibile o, nel caso di Trump che ritira gli Usa dagli accordi di Parigi.

Ho l’impressione che molte nazioni dedichino pochissimo spazio e interesse a questi dilemmi. Al contrario, si preoccupano eccessivamente di approvvigionarsi di armi per combattere guerre intestine e distruttive.

Ricordiamoci che se non riusciamo a salvare questa Terra, la vita che consegneremo alle future generazioni non potrà che essere angosciante e inquietante.

Read Full Post »

Ma quelli si scomunicano da soli!

Vittorio Feltri
.
Papa Francesco e Vittorio Feltri
Noi non abbiamo la presunzione di insegnare al Papa a fare il Papa, pertanto ci limitiamo a riportare e discutere alcune affermazioni ispirate da lui e affidate alla voce di un cardinale, Peter Turkson. La chiesa, dopo aver scomunicato i mafiosi, vuole fare altrettanto con i corrotti. Via anche costoro, siano allontanati dai sacramenti.

Naturalmente il capo della cristianitá ha i titoli per disciplinare il proprio gregge come ritiene opportuno. Non ci permetteremmo mai di contestarne le iniziative anche perché, essendo laici, agnostici, non siamo molto interessati alle vicende del cosiddetto popolo di Dio. Tuttavia non possiamo ignorare la portata delle parole di Bergoglio e dei suoi aiutanti. Le ascoltiamo e cerchiamo di comprenderne il significato più o meno profondo.

Allora, Francesco ha scomunicato i mafiosi. Bene. Siamo contenti.

Però ci domandiamo. Se un uomo o una donna si sono affiliati a una cosca per motivi personali, decidendo conseguentemente di infischiarsene dei comandamenti mosaici, cosa volete che gli importi se il successore di Pietro non li vuole tra i piedi?

I picciotti non sono chierici, non sono neanche eretici, fanno parte a ogni effetto della criminalità organizzata, il loro scopo é raccattare soldi delinquendo, violando la legge dello Stato oltre a quella divina. Una scelta sbagliata, d’accordo, però libera, quantomeno dettata dal desiderio di guadagnare denaro e non un posto in paradiso. Chi delinque per campare ha rinunciato automaticamente ad essere onesto sul piano civile e, a maggior ragione, su quello religioso. Si é scomunicato da solo senza la spinta del Santo Padre. È consapevole di essersi sganciato dal cattolicesimo. Non ha bisogno che qualcuno ufficialmente lo sbatta fuori dalla chiesa, ne é uscito per conto proprio.

Non mi si venga a dire che un assassino di mestiere non sa di essere indegno dell’eucarestia. Non é il caso sia il Papa a dirglielo. È vero che molti mafiosi tengono molto ad assistere ai riti parrocchiali, a sfilare in processione, a divertirsi alle feste comandate. La loro non é certamente una manifestazione di fede in Cristo, bensì una forma di adesione pubblica al cristianesimo di timbro conformistico. In pratica, una formalitá da rispettare per non essere esclusi dal consorzio sociale. Chi finge di non capirlo ciurla nel manico.

Nonostante questa evidenza, ora il cardinale Turkson propone di scomunicare anche i corrotti, che non sono tali per fare dispetto a Gesù, ma per intascare quattrini. Non penso sia sufficiente l’anatema francescano a indurli a redimersi. È da ingenui supporre che un individuo malavitoso si penta perché i preti lo sgridano. Semmai la sua preoccupazione é di non farsi beccare in fallo dai carabinieri. Non temono il curato: sono terrorizzati dal magistrato.

images (2)Per rimanere in ambito cattolico, segnaliamo che i dirigenti vaticani fanno un tifo sfrenato per la cittadinanza ai bimbi nati in Italia da genitori stranieri, la legge denominata ius soli, e giudicano stolti, anzi mascalzoni, coloro che invece sono ostili a tale provvedimento. I monsignori sono leggermente presuntuosi: se hai opinioni diverse dalle loro sei un deficiente. Perché non cominciano le tonache a dare il buon esempio, regalando la cittadinanza vaticana alle faccette nere?

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: