Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Politica’ Category

Un’invasione di ventenni, in dialogo con gli anziani di un centro della Sicilia interna

Giovanni Schillaci

.

IMG_7814Cinquanta studenti universitari del Corso di Laurea in Lettere di Palermo svolgeranno una visita didattica della durata di tre giorni presso il centro nisseno di Milena. Il laboratorio etnodialettale, finanziato dall’Ateneo e coordinato dalla prof. Marina Castiglione, prevede una full immersion fra attrezzi della vita rurale e informatori locali.

Il progetto di studio e ricerca ha per titolo “Tra Story Telling e Ricerca sul campo: gli oggetti raccontati della Casa Museo della civiltà Contadina di Milena”.

Il progetto consiste nell’effettuare delle inchieste sul campo per la raccolta di testi orali connessi a etno-storie che raccontino la vita degli oggetti del Museo etnoantropologico. I file sonori saranno registrati su supporti digitali e conservati presso l’archivio delle parlate orali del Centro di Studi Filologici e Linguistici siciliani, partner scientifico dell’iniziativa. Gli stessi file saranno caricati su due portali, uno con finalità scientifiche (www.csfls.it) e uno con finalità turistiche (https://izi.travel/it).

IMG_7822

I testi verranno di seguito sottoposti a trascrizione fonetica e i lessemi verranno analizzati etimologicamente, in modo da consentire agli studenti la realizzazione completa di un’inchiesta: dalla ricerca delle fonti, all’uso degli strumenti lessicografici, sino all’analisi dei dati.

I materiali saranno organizzati in un archivio a disposizione della stessa comunità milocchese, di modo che oltre al bene materiale, si conservi, attraverso la narrazione, il contesto antropologico e simbolico di riferimento.

Gli oggetti parleranno quindi con le voci dei contadini, delle massaie, degli allevatori del luogo e il museo potrà essere arricchito dai file sonori.

IMG_7820

Il gruppo di universitari sarà affiancato da una selezione di studenti dell’istituto comprensivo Milena-Campofranco, in modo da coinvolgere i bambini e ragazzi in un percorso di valorizzazione della propria tradizione e del proprio dialetto.

Gli studenti saranno ospitati all’interno della palestra scolastica dello stesso Istituto, diretto dalla prof.ssa Vella, e incontreranno gli informatori nei diversi villaggi che attorniano il paese.

Territorio, Università, circuiti turistici e culturali: queste le premesse alla base dell’iniziativa, che si propone come missione di verifica delle ricadute accademiche per la crescita dell’identità regionale.

Partner dell’iniziativa, oltre al Comune e alla Pro Loco di Milena, che gestisce la Casa Museo, l’Antiquarium “A.Petix” – dove gli studenti faranno una visita guidata dal Signor Giuseppe Palumbo, ispettore onorario per i beni culturali -, la Banca di Credito Cooperativo San Michele, la Farm Cultural Park di Favara, la Rete museale, culturale e ambientale del Centro Sicilia, la associazione Alchimia.

IMG_7821

 

(altro…)

Read Full Post »

 

 

immagine-contenitori-rifiuti-porta-a-porta

monte diff

immondizia

serra differen

Read Full Post »

Papa Francesco per le strade del Cairo gira in Fiat Tipo

.

1493397317816.jpg--Fedele al suo understatment, Papa Francesco non vi si è discostato di un millimetro anche durante la sua visita al Cairo, in Egitto.

Già la Santa Sede aveva annunciato che per gli spostamenti del Pontefice si sarebbe usata sì un’auto chiusa, ma non blindata.

Un SUV, una jeep, una vettura comunque un po’ imponente e scattante così da garantire più sicurezza a Bergoglio in caso di pericolo? Macchè.

1493397328692.jpg--Ad attenderlo in aeroporto, ai piedi della scaletta dell’aereo che lo ha portato al Cairo da Roma c’era un’italianissima utilitaria.

No, almeno non una di quelle anni ’90 ma una di quelle nuovo modello. Ma sempre utilitaria, o quasi. E il Papa, alè: finestrino abbassato e via ad agitare la mano per salutare la folla sulle strade della capitale egiziana su una Fiat Tipo.

Sicuramente, il coraggio (o l’incoscienza, chissà) non gli mancano…

Read Full Post »

Regionali, Musumeci rompe gli indugi: “Mi candido alla Presidenza” e Forza Italia si spacca. L’ex europarlamentare scende in campo con il sostegno di Noi con Salvini, degli autonomisti e dei forzisti di Gibiino.

Redazione La Sicilia

.

downloadUn pezzo del centrodestra, con in testa Noi con Salvini e il movimento nazionale autonomista, trova l’accordo per sostenere Nello Musumeci, leader del movimento «Diventerà bellissima», nella corsa alla presidenza della Regione siciliana per le elezioni del prossimo autunno.

Con l’ex eurodeputato si schiera anche il gruppo di Enzo Gibiino, ex coordinatore di Forza Italia in Sicilia e attuale componente del coordinamento nazionale del partito di Berlusconi.

La coalizione che aveva sottoscritto il regolamento delle primarie, poi saltate per il passo indietro di Forza Italia e dei cuffariani di Cp-Pid, dunque rompe gli indugi e nel corso di una conferenza stampa comunica l’avvio del percorso col sostegno a Musumeci.

musu-micci«Gianfranco Miccichè in questi mesi è stato titubante, prima le primarie, poi no. Dice di avere un candidato suo per risollevare la sorti della Sicilia, ma poi dice di non averlo – afferma Gibiino – Non possiamo perdere tempo, la Sicilia va salvata subito. Basta seguire candidati fantasma. Le primarie sono una ferita ancora aperta, sostengo Musumeci e rompo gli indugi. Spero Miccichè si ravveda. In ogni caso ne ho parlato con il presidente Silvio Berlusconi, lo avevo avvertito del rischio che Miccichè facesse saltare tutto, e puntualmente questa ipotesi si è verificata. Berlusconi sa della mia scelta di puntare su questa coalizione a guida Musumeci».

Soddisfatto Musumeci.

«E’ una tappa del percorso individuato a febbraio quando sei soggetti politici avevano puntato a celebrare le primarie. Poi qualche forza politica si è tirata indietro e certamente non può dettare ora l’agenda. Noi pensavamo che consultare i siciliani sui candidati fosse cosa utile ma c’è chi ancora pensa che la Sicilia sia ferma a trenta anni fa.

nello_home9

La gente non vuole più sentire di un centrodestra che parla di veti e accordi fatti a tavolino. La gente vuole sapere se siamo capaci di costruire una coalizione alternativa al disastro del Pd e di Crocetta e alla demagogia del Movimento 5 stelle. Adesso vogliamo aprirci alla società siciliana che aspetta un progetto alternativo. Ecco perché noi alle primarie abbiamo creduto davvero. Non possiamo essere liquidati adesso con battute del tipo ‘qualcuno ha fatto fughe in avantì. Forse c’è qualcuno (Miccichè, ndr) che ha fatto fughe all’indietro. Stiamo lavorando al programma. Certo, della coalizione non può fare parte chi sta sostenendo il governo Crocetta».

Read Full Post »

isole

Read Full Post »

Consiglio di sera

Convocazione Consiglio Comunale

.
consiglio-comunaleSi avvisa che il Consiglio Comunale è stato convocato in seduta ordinaria, pubblica per il giorno 27 aprile 2017 alle ore  19:00, presso la sala consiliare del Comune, per trattare i seguenti  argomenti:
  1. Approvazione verbali seduta precedente, previa nomina scrutatori;
  2. Approvazione conto del bilancio dell’esercizio 2016;
  3. Proposta della Giunta Comunale al Consiglio Comunale di approvazione ordine del giorno in ordine alla Legge Regionale n. 15 del 20 novembre 2008  D.P.R.S. n. 517 del 2 maggio 2012 – Adesione alla Zona Franca per la Legalità;

Read Full Post »

.

topi crocePanico giorni fa in zona “Croce” quando un grosso ratto ha fatto la sua improvvisa comparsa sulla scena tra la sorpresa dei presenti.

Ma guarda quanto è grosso questo!

Sembra un gatto!

Vero, ma anche gli altri che si vedono non scherzano.

Mentre si commentava, il topo si avvicinava alle persone per nulla impaurito, anzi ad aver paura erano le persone che salivano sui marciapiedi e non certo per vedersi meglio dall’alto la scena.

images (4)Intanto si apriva la caccia grossa al roditore, alla quale partecipavano alcuni dipendenti esterni del Comune, uno dei quali alla fine ha avuto ragione e a colpi di scopa ha tramortito il ratto, eliminando il pericolo.

Ma questa “caccia grossa” ai topi da parte dei dipendenti con pettorina utilizzati per i lavori di pulizia esterna non è il migliore sistema di derattizzazione, ques’ultima  si farà quando e dove ancora non si sa.

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: