Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Storie di Milocca/Milena’ Category

lapide originale picchetto

 

 

lapidi

 

L’elenco dei caduti della lapide affissa nel muro esterno della chiesa madre di Piazza Garibaldi ha una “copia” presso il monumento ai caduti in Piazza Europa

lapide3

(altro…)

Annunci

Read Full Post »

Il giorno dopo il Gemellaggio di 25 anni fa ad Aix-les-Bains

.

aix-gem-cc-e-bambinoONOFRIO SCHILLACI DETTO “BAMBINO’” (presidente dell’Associazione “Milena Mia”) –

Giudicate un po’ voi il grande successo, io ho quasi perso del tutto la poca voce che ho. Tutto bene, vero? Avete visto la nostra ospitalità? A proposito avete visto quant’è bello l’albergo di Paulette, il Saint-Simond? Avete visto che gran signore è Ferrarì, il nostro sindaco? Voglio dirvi che Milena Mia sarà sempre felice di ospitarvi. Qui sarete sempre come a casa vostra. Devo ringraziarvi di cuore perchè la colonia di Milocchesi di Aix oggi ha fatto un salto di qualità, grazie anche a voi. Viva Milena!

BENEDETTO MENDOLA (del direttivo di Milena Mia) –

Avete visto cosa abbiamo saputo fare? Che fatica! Ma il lavoro non pesa quando si fa con piacere. Approfitto dell’occasione per mandare tanti saluti ai miei parenti di Milena. Ormai il mio periodo ad Aix-les-Bains sta per finire e quanto prima possibile verrò di  nuovo ad abitare a Milena: è stato sempre il mo sogno.

PINO MENDOLA (figlio di immigrati) – 

Bravo quel ragazzino Paolino Vitellaro che si è classificato 7° alla gara podistica del Revard, farà molta strada. Dovete scusarmi se non ho potuto stare di più con voi ma ho avuto un serio incidente. Ma tutto è bene quel che finisce bene come questo straordinario gemellaggio che ci fa sentire tutti più orgogliosi di essere Milocchesi.

haubert exertierBERNARD HAUBERT (Ex colonnello insignito della Legion d’Onore e vicesindaco di Aix-les-Bains) –

Ho girato tutto il mondo ma non dimenticherò mai l’ospitalità ricevuta a Milena e la grande amicizia. Spero di tornare ancora con la mia signora che parla un po’ l’italiano. Voglio incontrare mon ami il compagno Cristenziò che mi ha fatto conoscere “Mascio Giulio che ci ha offerto il vino che usciva dal coso della statua di Stalin e la famosa “macchina dell’amore” tra religiosi . Toccatemi la tasca della giacca , dentro c’è lo speciale pasaporto regalatomi da Carmelo Cipolla, l’ho mostrato a tutti suscitando risate generali. Chissà cosa mi regalerete ancora di speciale? Sappiate che il colonnello resta sempre a vostra disposizione.

LORENZO TESTA (Rappresentante del Centro di coordinamento regionale degli emigrati) –

Non posso non essere felice di quello che ho visto. Complimenti a voi milocchesi. Porterò a Ginevra un bel ricordo. Fin da ora, mi dichiaro disponibile a collaborare per il benessere dei Siciliani emigrati. Sono contento di apprendere che volete creare a Milena il Comitato per l’Emigrazione. Ho avuto modo di conoscere l’on.leMantione, di cui conservo un ottimo ricordo.

ANNA MARIA MATTINA (Gruppo folk Gallodoro) –

Anche se in attesa di un bambino, ho voluto essere presente ad Aix-les-Bains col gruppo perchè non ho dimenticato le parole dette dal sindaco di Aix Ferrari al cine Chiarelli: “I giovanotti e le giovanotte del Gallodoro devono considerarsi ospiti permanenti della mia città e rappresentano un ponte ideale tra la Sicilia e la Savoia”.

SALVATORE CANNELLA (Presidente Circolo “Don Martinetto” di Asti) –

Quello che ci limita a noi di Asti sono le piccole invidie e la lotta politica. Sono una persona anziana e seria, voglio impegnarmi perchè il Cenrto culturale Don Martinetto riesca a raccogliere tutti i milochchesi di Asti. Ho bisogno che tutti voi dell’amministrazione comunale di Milena siate presenti all’inaugurazione e che ci stiate vicini come lo siete stati con “Milena Mia”. Sul lago mi sono commosso nel vedere tutti insieme i Milocchesi, sono cose che non si dimenticano.

PAOLINO SCHILLACI (presidente dell’A.S. Milena di Basilea) –

Sono venuto assieme a CARMELO CASSENTI e a un bel gruppo di compaesani di Basilea per portare la nostra solidarietà e due bellissime targhe in ricordo di questo avvenimento storico. Provo un po’ d’invidia a vedere come sono organizzati perfettamente qui in Francia e mi auguro che anche l’A.S. Milena possa realizzare le belle cose che sta facendo “Milena Mia”.

SALVATORE CARLINO  (Presidente Compagnia Teatrale “Arturo Petix”) –

Dobbiamo lavorare fin da ora per non sfigurare quando li ospiteremo a Milena. Ho già qualche “idea”. Li meraviglieremo, manco se lo immaginano.

ANTONIO PIAZZA (presidente del c.r.i.s) –

Abbiamo offerto a Ferrari e a Bambinò due targhe “ricordo in argenteo metallo e con sentimenti aurei” come sottolineava poeticamente Paolo Ivan Tona, membro dell’associazione culturale, ricreativa e sociale.

CARMELO SCHILLACI (del direttivo Pro Loco Milena) –

Ho conosciuto e apprezzato il sindaco Ferrari in occasione della sua prima venuta a Milena. Ricordo che quando gli dissi di chiamarmi “Schillaci” mi rispose prontamente “come il grande calciatore?”. Sono venuto assieme all’ing.re VINCENZO FALLETTA della Pro Loco di Milena per onorare i nostri cittadini di Aix-les-Bains che sono orgogliosi di avere finalmente il Gemellaggio con il loro paese di origine che non dimenticano mai.

SALVATORE LOMBARDO (Consigliere della Provincia regionale di Caltanissetta) –

Sono veramente contento per tutti i Milenesi che qui ad Aix-les-Bains vedo per la prima volta uniti e orgogliosi, lontani da tutte quelle cose che spesso ci dividono. Sono particolarmente onorato di avere rappresentato tutta la nostra Provincia e portato il saluto del Presidente e la disponibilità presente e futura per quanti hanno dovuto lasciare la nostra terra. Sono sinceramente perplesso considerata la magnifica ospitalità quì ad Aix, come faremo a ricambiar a Milena? Bisognerebbe cercare di costruire un albergo. Sono davvero contento di avere fatto più di mille km per essere qui e di essere figlio di Milena.

PADRE FRANCESCO FALLETTA (Arciprete di Milena) –

Ho sempre creduto in questo gemellaggio e sempre partecipato ad ogni momento importante che lo ha preceduto sia qui ad Aix-les-Bains sia a Milena, ricordo con gioia quando la delegazione francese partecipò alla Santa Messa. Oggi sono veramente emozionato nel vedere in giro tanta felicità e fratellanza. Ringrazio tutti quanti mi hanno accolto sempre bene e con affetto.

ccm2CRISTENZIO MANCUSO (vicesindaco comune di Milena) –

Adesso prepareremo il “ritorno” del gemellaggio, ospiteremo una delegazione ufficiale di Aix-les- Bains e con l’occasione si darà il via a tutta una serie di iniziative. Penso agli scambi tra le scolaresche, penso alla costituzione del Comitato dell’Emigrazione, allo scambio di prodotti tipici delle sue cittadine ormai gemellate, a dei mezzi di collegamento e di trasporto, alla diffusione del periodico “Il Ponte” per rendere attuali e più forti i legami di tutti gli emigrati con il loro paese di origine. Si tratta di alcune proposte sottoscritte dall’assessore Cipolla che ha curato il gemellaggio con il collega francese Jean Louis Exertièr.

cip ferrari cord.PNGTOMMASO PALUMBO (Consigliere comunale, collaboratore de Il Ponte diretto da Alfonso Cipolla) –

Sono dell’avviso che a questo Gemellaggio debba essere prestata particolare attenzione da parte nostra tentando di scriverne la sua storia per meglio divulgarlo facendolo divenatre in questo modo un patrimonio comune. Confesso che mentre i due sindaci firmavano il “serment” del Gemellaggio il mio pensiero correva lontano e veloce all’indimenticabile “Treno del Sole” che carico di sogni e di bisogni portava i nostri emigrati in questo lembo di terra francese, in cui si sono emancipati e perfettamente inseriti. Il messaggio di fonso che viene da questo gemellaggio è che Milena è diventato un Comune d’Europa e questo titolo mi piace considerarlo come un regalo di Natale che la nostra Amministrazione ha voluto fare a tutti gli emigrati sparsi nella vastità della terra.

totoproloco.jpgLAURANA LAJOLO (Presidente dell’Istituto Storico della Provincia di Asti) –

Vorrei suggerire l’idea di scrivere la storia dei Milenesi emigrati e residenti ad Aix-les-Bains e in generale in Savoia così come ha fatto benissimo il prof. Giuseppe Virciglio nel libro “Milocca al Nord”.

GIUSEPPE VIRCIGLIO – Professore autore di “Milocca al Nord” –

Quando eravamo sul battello che ci portava in giro per il lago e poi all’Abbazia di Hautecombe, per un attimo ho fatto questa considerazione: “Non capisco bene se mi trovo ad Asti o a Basilea, ad Aix-les-Bains o a Milena. Sono rimasto piacevolmente colpito nel vedere tutti insieme ed affollati gli emigrati partecipanti al Gemellaggio tanto numerosi.

 

(altro…)

Read Full Post »

Momenti indimenticabili

di Rosetta Bonomo

.

I festeggiamenti si spostano nella sala del Musée Lapidaire, ricco di statue e reperti risalenti ai tempi dell’impero romano e oggetti dell’età del bronzo e di ceramiche allobroge.

In questa atmosfera di altri tempi e al suono dei nostalgici motivi della terra di Sicilia, nell’entusiasmo per l’evento di cui si è stati testimoni, mentre il gruppo folcloristico Gallodoro si esibisce in canti e danze, viene servito l’aperitivo.

Siamo avvolti in un atmosfera onirica per l’ambiente in cui i fatti si verificano.

Dopo ci si avvia al casinò “Grand Cercle”, tra l’immenso tripudio delle migliaia di persone intervenute.

Sono tra queste: la professoressa Laurana Lajolo, direttrice dell’istituto per la storia della Resistenza e della storia contemporanea di Torino, Lorenzo Testa in rappresentanza del “Centro di coordinamento degli emigrati siciliani a Ginevra”, Salvatore Cannella, presidente del Circolo culturale “Don Martinetto” di Asti, Salvatore Lombardo, consigliere della provincia regionale di Caltanissetta, Totuccio Carlino, rappresentante della Compagnia teatrale “Arturo Petix”  e tanti altri esponenti di enti e associazioni che partecipano commossi all’evento.

Provengono oltre che da Aix, da Asti, altra colonia di Milenesi, da Basilea e da altre città della Francia meridionale, convenuti per la cerimonia e non presenti nella sala consiliare per la ristrettezza del locale.

Qui nel casinò è stata preparata una serata di gala per festeggiare il gemellaggio. Il luogo è proprio adatto perchèpuò contenere ottocemto persone, anche se i partecipanti sono di più e non tutti potranno entrare. Tra i fiori tremolanti bagnati dalla pioggia con le goccioline tremolanti sui petali delicati una marea di persone si accalca all’entrata del bianco edificio che al suo interno accoglie anche più di cento slot-machine oltre a vaste sale per seminari, spettacoli musicali in un vero pub irlandese “le Murphys”.

Nel casinò si è accolti da una musica che ci immerge immediatamente in una lieta atmosfera che ci fa vivere, per una sera, un sogno ad occhi aperti. La serata è stata preparata fin nei  minimi particolari dall’associazione “Milena Mia” e dall’amministrazione comunale. Il gruppo folclorisico è accompagnato dal suono struggente della fisarmonica, delle chitarre e dei mandolini, oltre che dagli inconfondibili tamburelli, agitati con grande maestria dai suonatori. Questa musica ci fa veramente sognare trasportandoci in altri luoghi, in altri tempi… Si esibisce nel locale un’orchestra composta da: Philippe Arnould alla batteria, Salvatore Diliberto alla fisarmonica, Sebastian Du Croux alla tastiera.

Sarebbe veramente lungo citare i nomi di tutti i presenti, ognuno dei quali è un elemento indispensabile della società dove si è inserito e al cui miglioramento contribuisce notevolmente.

Ci limiteremo a citare qualcuno che qui ha l’onore, oltre che l’onere, di rendere quanto più festosa possibile la serata. Sul palco si avvicendano vari animatori tra cui Onofrio Schillaci e Angela Mendola, molto commossa, ma sempre instancabile animatrice della serata. In questa sede anche i sindaci e il consigliere provinciale, Salvatore Lombardo, fanno sentire la loro presenza. Il consigliere provinciale porta i saluto del presidente della Provincia di Caltanissetta, Ernesto Fasulo.

E mentre i circa ottocento invitati, seduti ai loro tavoli, consumano la loro cena si gioca a tombola e si fanno dei sorteggi. Degli spiritosi regali vanno ai vincitori che, ritenendosi baciati dalla dea bendata, li esibiscono con allegra spavalderia.

I giochi e la musica, ogni tanto, sono ìnterrotti da qualcuno che canta o comunica qualche novità. Due giovani fanno gli auguri ai due sindaci: Carla Cipolla milenese fa gli auguri in francese, mentre Cedric Lombardo, Aixoi, li fa in italiano.

Finita la cena, iniziano le danze e per chi vuole provare altre sensazioni le sale dei tanti giochi sono proprio invitanti. Così alcuni danzano, altri giocano ed il tempo passa piacevolmente; si fanno le prime ore del nuovo giorno e, dopo le forti emozioni di una giornata indimenticabile, si torna in albergo, perchè questo nuovo giorno ha un serbo altre iniziative che serviranno per intrattenere allegramente e proficuamente la delegazione milenese.

Read Full Post »

Aix-les-Bains e Milena sorelle gemellate

Rosetta Bonomo

.

E’ una serata molto umida e la pioggia cade incessante, bagnando le strade di Aix-les-Bains e quanti si stanno recando per assistere al gemellaggio con Milena.

Nella sala consiliare dell’Hotel de Ville una grande folla sosta festosa.

Dietro il tavolo i sindaci protagonisti dell’evento e Lucilla Mosaca, console d’Italia a Chambery. Accanto a loro gli interpreti ufficiali: per Monsieur Gratien Ferrari c’è Madame Gaudenzia Borsi Kessler, per Carmelo Cordaro il prof. Ernesto Martorana. I vigili Carmelo Palumbo e Giuseppe Schillaci scortano il gonfalone del Comune di Milena. A far corona i consiglieri comunali della cittadina siciliana. Ai lati i rappresentanti del Gruppo folk Gallodoro e del Ptious Savoyarde. Insieme a loro il presidente dell’associazione Milena Mia Onofrio Schillaci e Angela Mendola che farà anche da interprete.

L’isolamento dei popoli – affermerà Ferrari – li imbarbarisce“. Ricorda i cognomi Cacciatore, Lombardo, Arnone, Cannella, Mendola… e ne riconosce il valore e l’ottimo inserimento.

Sottolinea il fatto che “dopo una settimana che qui c’è stato il referendum sul trattato di Maastricht, si auspica che il gemellaggio sia il punto di riferimento non solo per l’amicizia ma anche per la fraternità dei popoli“. Una lunga ovazione accoglie il suo discorso.

Carmelo Cordaro ricorda il ruolo del suo predecessore, on.le Carmelo Mantione e ringrazia la città di Aix-les-Bains per aver accolto con benevolenza la comunità di milenesi ad Aix-les-Bains. “Aix-les-Bains è nel cuore di tutti i Milenesi. Milena è qui presente nella sua rappresentanza amministrativa, politica, religiosa e sociale per dare coralità e totalità a questo spirito di fratellanza”.

Elenca e ringrazia per la loro presenza Madame Lucilla Mosca, Console d’Italia, Monsieur Jroud Console generale, Salvatore Lombardo consigliere dell’Amministrazione provinciale di Caltanissetta, i sindaci di varie località della Savoia, l’arciprete don Francesco Falletta”.

Finiti i due discorsi, mentre l’attenzione è al massimo, viene letta dai due sindaci, in francese e in italiano, la formula del giuramento.

Alla fine si levano degli applausi scroscianti e mentre i due sindaci si scambiano l’abbraccio della fraternità e dell’amicizia, si levano le note della canzone “Milena Mia”, interpretata da Albert Arnaud, consigliere municipale, che poi canta la canzone “Les Allobroges”.

Segue lo scambio dei doni: Ferrari dà a Cordaro le chiavi di Aix, Cordaro ricambia con una targa commemorativa dell’evento.

Ai consiglieri e al seguito gli Axois donano degli stemmi con i nomi delle due città gemellate, dei libri, dei depliants pubblicitari e alle donne dei provvidenziali ombrelli. Anche da parte dei Milenesi vengono dati in dono agli Aixois del libri sulla Sicilia e alcuni di quelli pubblicati su Milena.

Sul dono delle chiavi della città che fa dei Milenesi padroni di casa della città di adozione, preciserà più tardi Angela Mendola che tanto si è attivata per il gemellaggio: “I Milenesi le chiavi di questa città le hanno sempre avute da quando, nel lontanissimo 1926 Salvatore Mendola, emigrato in cerca di fortuna, fu accolto in questa cittadina trovando quel lavoro che nè a Milena nè altrove aveva potuto trovare”.

(altro…)

Read Full Post »

Un’accoglienza calorosa

.

aix elememtariA Milena, quella tarda mattinata di aprile, alitava un’insolita atmosfera di giornata festiva, che si era già notata nei canti festosi e nelle voci giulive dei bimbi, nell’incontro con gli ospiti francesi che stavano effettuando una prima conoscenza dei luoghi di origine dei Milenesi che da anni erano diventati loro concittadini di Savoia.

Erano già le 10,00 e la sala consiliare era gremita di cittadini che attendevano l’inizio di una seduta straordinaria del consiglio comunale.

aix comune -milenamiaCon l’arrivo della delegazione, del sindaco e degli altri rappresentanti del consiglio comunale, si levavano degli applausi scroscianti. I due sindaci prendono posto dietro il tavolo ai cui lati stanno due bei cesti di fiori, dietro le loro spalle si vedono il gonfalone del comune, la bandiera italiana e quella europea.

Il sindaco di Milena Carmelo Mantione dà il benvenuto agli ospiti francesi, ringraziando particolarmente il collega axoi per l’ospitalità e l’accoglienza riservata agli emigrati milenesi che, lasciata la loro terra, erano partiti in cerca di fortuna, andando incontro a grandi difficoltà e ad un futuro incerto, ignari di cosa avrebbe riservato la vita lontano dalla propria patria. La benevolenza con cui erano stati accolti in terra di Savoia aveva reso meno difficile il distacco dalla propria terra.

ponte2-0011Anche i discorsi dei vari consiglieri fanno eco a quanto prima detto dal sindaco sottolineando, quasi unanimemente, l’esigenza che si allaccino rapporti di amicizia sempre più intensi tra emigrati e i loro luoghi di origine. Ci si auspica anche che un eventuale atto di gemellaggio tra le due comunità non serva a meri scopi di propaganda politica, ma diventi mezzo per un vero e continuo scambio culturale tra le due comunità.

Il sindaco di Aix-les-Bains Gratien Ferrari risponde brevemente alle richieste del sindaco di Milena e degli altri consiglieri, assicurandoli che avrebbe continuato a far sì che i Milenesi si trovassero bene a lavorare in terra di Savoia. Per quanto nelle sue possibilità avrebbe fatto di tutto per intensificare i rapporti tra i due paesi, ritenendo l’opera degli emigrati nella sua terra veramente utile, valida ed indispensabile. Il consiglio comunale finisce tra gli applausi.

aix del ars

Durante la permanenza a Milena la delegazione francese ha l’opportunità di visitare le più rinomate località siciliane (tra queste Taormina e Agrigento) e viene ricevuta ufficialmente al Palazzo dei Normanni di Palermo dal presidente dell’assemblea regionale.

g3

Partecipa anche ad una messa in cui padre Francesco Falletta interviene a favore di un futuro atto di gemellaggio in un’omelia particolarmente importante in questo senso.

Alla fine della permanenza a Milena, il sindaco Ferrari ed il suo seguito ritornano ad Aix-les-Bains, lasciando nell’animo dei Milenesi la speranza di futuri scambi tra le due comunità che presto sarebbero stati sanciti dalla stipula di un atto di gemellaggio.

(altro…)

Read Full Post »

1.jpg

19.jpg

Cattura.PNG

(altro…)

Read Full Post »

Il Pre-Gemellaggio

pregem.PNG

Aix-les-Bains davanti il Palazzo Municipale – da sinistra il vicesindaco Carmelo Cordaro (di spalle), l’assessore Alfonso Cipolla, Angela Mendola dell’Associazione Milena Mia, il sindaco Carmelo Mantione e l’arciprete Francesco Falletta davanti la sede della Pro Loco.

aix-milena-delegazione1

Il primo a sinistra in piedi è il consigliere comunale Vincenzo Nicastro e l’arciprete Francesco Falletta; il sindaco di Milena Carmelo Mantione e il sindaco di Aix-les-Bains Gratien Ferrari; in prima fila da sinistra accosciati, Raffaele Palumbo presidente del gruppo folcloristico Gallodoro, Carmelo Cordaro e Alfonso Cipolla; dietro di loro Angela Mendola e Onofrio Schillaci (detto Bambinò) presidente di Milena Mia con alla sua destra Alfonso Cacciatore e Pino Mendola; dietro di loro il vicesindaco colonnello Bernard Haubert e Salvatore Carlino presidente dell’associazione teatrale Arturo Petix; a destra due milenesi di Asti.

https://milocca.wordpress.com/2012/09/29/il-battesimo-di-milena-mia/

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: