Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Storie di Milocca/Milena’ Category

Sic transiti gloria mundi!

Tommaso Palumbo

.

ca1Ciò che rimane della “villa” del Dott. Luigi Callari alla Curma.
Sic transit gloria mundi!
Contrada Curma limitrofa a la “serra di li piazzi”, Roba Liuzza , San Giuseppe e il cimitero. Naturalmente territorio di Milena.

(Foto scattate nel Maggio 2019)

 

(altro…)

Annunci

Read Full Post »

Read Full Post »

Read Full Post »

Read Full Post »

Read Full Post »

Revisione Piano Regolatore Generale: approvazione delle Direttive generali

.

Alla seduta sono presenti il Sindaco Cipolla Claudio Salvatore e l’Assessore Tona Ilenia.

cla3Il Consigliere Oliva Onofrio illustra le osservazioni e le integrazioni presentate dal suo Gruppo sulle Direttive Generali per la Revisione del P.R.G.:

  • DECRESCITA DEMOGRAFICA nota negativa
  • FABBISOGNO ABITATIVO in diminuzione
  • RIDUZIONE ZONE DI ESPANSIONE Conseguenza
  • PERIMETRAZIONE ZONE COMMERCIALI
  • PIANO INSEDIAMENTO PRODUTTIVO Pensare a modifica destinazione uso.
  • RIQUALIFICAZIONE PATRIMONIO EDILIZIO ESISTENTE piano del colore
  • AREA DESTINATA ALLE ATTIVITA’ DI PROTEZIONE CIVILE individuazione
  • AREA DESTINATA ALLE ATTIVITA’ CULTURALI – CINE TEATRO area asilo nido.
  • BALILLA SAN MICELI ROMA conferma previsioni
  • PTP (PIANO TERRITORIALE PAESISTICO CL) RIDIMENSIONAMENTO DELLE AREE SOTTOPOSTE AL VINCOLO
  • AMPLIAMENTO DEL CIMITERO LATO SUD O EST PER COSTRUZIONE LOCULI previsione.
  • PARCHEGGI SCUOLA –. Riproposizione del parcheggio già previsto in via Calatafimi
  • VILLAGGIO MAZZINI. Previsione di un nuovo parcheggio traversa Via Unità d’Italia
  • AREE A VERDE boschetto contrada pili
  • MAGNA VIA FRANCIGENA TURISMO RELIGIOSO
  • DESTINAZIONE EX MACELLO VENDITA A POTENZIALI ACQUIRENTI –.
  • DESTINAZIONE EX SCUOLA ELEMENTARE NUOVA SEDE PALAZZO MUNICIPALE- non occorrerebbe salvo verifica degli standards.
  • EX SCUOLE RURALI VENDITA A POTENZIALI ACQUIRENTI.
  • AREA DESTINATA COSTRUZIONE PISTA ELISOCCORSO – VALUTAZIONE DI NUOVA E/O PIU CONSONA UBICAZIONE
  • TUTELA BENI ISOLATI
  • COLLEGAMENTO SS 640 RICALCARE IL PERCORSO STRADA CONSORTILE 40p
  • INGRESSI DIVERSIFICATI SCUOLA MEDIA L. PIRANDELLO.
  • TURISMO AMBIENTALE ARCHEOLOGICO INDIVIDUAZIONE PERCORSI-
  • AREA DA DESTINARE AD EDILIZIA ECONOMICA E POPOLARE PREVISIONE
  • PIAZZETTA AREA RETROSTANTE CHIESA MADRE
  • CONVENTO SAN MARTINO
  • SVINCOLO DI TUTTE LE AREE PREVISTE A SERVIZI DELLA VECCHIA PREVISIONE.
  • PREVEDERE AMPLIAMENTO ISOLA ECOLOGICA.

md1Il Consigliere Cipolla illustra le osservazioni del proprio Gruppo sulle Direttive Generali per la Revisione del P.R.G. presentate con la seguente nota:

Oggetto:

Gentili colleghi Consiglieri Comunali,

in occasione dell’Approvazione delle Direttive Generali per la Revisione del P.R.G., che ci sono pervenute dall’Ufficio Tecnico/Urbanistica, intendiamo condividere con voi alcuni spunti di riflessione sulla redazione del nuovo Piano Regolatore Generale che, come bene sottolinea il Responsabile, arch. Salvatore Magro, “rappresenta un fatto di grande rilevanza di valenza scientifico-culturale e tecnico-amministrativa destinato a dare spessore alle scelte fondamentali di politica territoriale per realizzare gli interessi collettivi della comunità”.

Per raggiungere questo ambizioso scopo bisogna innanzi tutto fare un’operazione verità e allontanarsi dal mondo dei sogni.

tholoi san martinoCominciamo con il sottolineare che del nostro passato di “storico” c’è ben poco poiché siamo un paese relativamente giovane. Abbiamo da ricordare e cercare di valorizzare il Villaggio Neolitico e le Tombe a tholos di periodo miceneo in zona Serra del Palco e il monastero-fattoria di San Martino che sorge nell’omonima zona dal quale insediamento ebbero origine le “robbe” e quindi il nostro paese, prima diviso in Milocca e San Biagio che appartenevano a Sutera e Campofranco.

milaereaContinuiamo con il dire che il nostro paese vanta una caratteristica unica: infatti il vero centro storico non è il così detto Centro Storico ma sono le Robbe, poi Villaggi che hanno origine più antica. Da ciò consegue che non abbiamo un “centro storico” ma semplicemente un “centro urbano”, fatto importantissimo per la redazione del nuovo Piano Regolatore Generale per quanto riguarda sia la classificazione delle Zone che per la normativa e le restrizioni.

Infatti le Zone A potrebbero essere ridiscusse o addirittura retrocesse in Zone B, liberando i Cittadini da vincoli che di salvaguardia storico-ambientale hanno poco da salvaguardare. Il famoso “vincolo paesaggistico” che ci viene imposto da enti “esterni” che poco o nulla conoscono del nostro paese, spesso impone vincoli e norme “ossessive”: occorre ridiscuterle e chiedere la Revisione del Vincolo Paesaggistico che va ridotto e riservato ad alcune aree del nostro paese per salvaguardarne l’immagine complessiva.

montegrappaUn’altra considerazione dalla quale non si può prescindere è lo stato di abbandono e di rovina in cui versano gli ultimi villaggi e isolati, in cui occorre intervenire per abbattere le costruzioni pericolanti e sanificare l’ambiente.

Abbattere le costruzioni diroccate rispettando il diritto di proprietà. Così operando si potrebbero liberare molti metri cubi e migliorare il rapporto del volume edificabile e ridurre al minimo una nuova cementificazione della quale il paese, ridotto allo stremo economico e di popolazione ha alcun bisogno.

images (1)E qui si innesta il discorso della case non abitate e sfitte per le quali i proprietari non possono né devono pagare alcuna tassa comunale, salvo che per il periodo di effettiva residenza, né devono essere costrette a staccare i contatori o togliere il mobilio: occorre modificare il regolamento apposito stabilendo che basti una semplice comunicazione da fare l’amministrazione la quale deve poi controllare e nel caso multare le infedeli dichiarazioni.

Bisogna ricordare che le case non abitate rappresentano un fardello per la gente che deve pagare le tasse di ICI e IMU etc. mentre per l’amministrazione sono una fonte di reddito: bisogna venire incontro alle persone, senza mettere le mani nelle loro tasche.

Un piano regolatore nuovo e misura degli abitanti deve tenere conto dello stato di salute anche economica dei cittadini i quali, quando intendono “farsi una casa” incontrano grandissime difficoltà nel dovere acquistare il terreno e pagare la Bucalossi, trovandosi a sborsare decine di migliaia di euro prima di potere dare inizio al lavori.

zona artigianaleUn altro punto importante è quello dello sviluppo socio-economico.

Bisogna estendere gli spazi di socializzazione e, considerando che il paese sta invecchiando per l’aumento della vita media e per la nuova emigrazione dei più giovani, bisogna investire in strutture di accoglienza per anziani per far diventare il nostro paese appetibile anche dal circondario.

Lo stesso vale per la Zona Artigianale che non si è riusciti a valorizzare: si possono costruire prefabbricati da destinare a residenza/albergo o per cure.

san martinoLe attrattive turistiche vanno intensificate curando anche le vecchie fontane-abbeveratoio che si trovano nei villaggi, trovando alcuni ettari da destinare all’impianto di piante autoctone (una sorta di orto botanico) e di zona-picnic nella parte alta del paese. Sotto questo punto di vista come non citare il ruolo principale che può avere San Martino che va recintato e usufruito nella parte posteriore come piazza/teatro manifestazioni estive e come ostello della gioventù, mentre va ricostruita la parte anteriore conservando la chiesa e la foresteria.

Il nostro Gruppo Consiliare si dichiara aperto alla massima collaborazione con l’intero Consiglio e intende rivolgersi ai tecnici, agli uomini di cultura, alle associazioni, al mondo politico e all’intera Cittadinanza perché si possa realizzare “tutti insieme” un P.R.G. secondo i bisogni della Comunità restando impermeabili ad altri detestabili interessi personali e di lobby di potere.

Alfonso Cipolla- Angela Falcone- Maria Carmela Ferlisi – Maria Giulia Provenzano

prgIl Sindaco accoglie positivamente le proposte dei Capigruppo, evidenziando che ha già avuto contatti con la Sovrintendenza al fine di togliere alcuni dei vincoli esistenti sul nostro territorio e riperimetrare il centro urbano, ed ha chiesto ai nostri rappresentanti regionali di emendare la legge “Crocetta” al fine di consentire la demolizione e ricostruzione.

L’Architetto Salvatore Magro evidenzia che la Sovrintendenza ha un potere sovra comunale e alla fine sarà la stessa ha riperimetrare la zona “A”, e che il vincolo paesaggistico ci è stato imposto dall’alto. Sottolinea che nella sua relazione sono evidenziate le stesse criticità avanzate dai Capigruppo.

Alle ore 20:15 su proposta del Presidente il Consiglio Comunale viene sospeso, i lavori ariprendono alle ore 20:30. Sono presenti tutti e dodici i Consiglieri, e presente inoltre l’Assessore Carlino.

taxxRiprende la parola il Sindaco evidenziando che l’Amministrazione è favorevole a togliere il vincolo paesaggistico ed auspica un miglioramento della viabilità. Mentre per quanto riguarda IMU, ICI e TARI nonché la Bucalossi evidenzia che le stesse sono disciplinate dalla normativa nazionale.

Il Consigliere Oliva Onofrio nel condividere ed apprezzare l’intervento della minoranza chiede che il proprio documento venga approvato come emendamento alla proposta.

Il Consigliere Cipolla Alfonso chiede che la nota della minoranza venga allegata alla deliberazione.

IL CONSIGLIO COMUNALE con voti favorevoli n. 12 su n. 12 Consiglieri presenti e votanti APPROVA l’emendamento  della maggioranza che viene allegato alla delibera assieme alla nota presentata dal Gruppo Consiliare “Milena Domani”.

LEGGI LA DELIBERA INTEGRALE

(altro…)

Read Full Post »

I Consiglieri di Milena Domani: “Vogliamo salvaguardare i resti del nostro passato e realizzare un paese moderno senza inutili vincoli”.

.

In alto le Tholoi (tombe di epoca micenea); in basso il Villaggio Neolitico.

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: