Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Storie di Milocca/Milena’ Category

 

MILOCCA

Armando Carruba

.

Milocca mia, naca sì d’amuri,
splinnenti sutta ‘n suli zicchinu;
paisi di li robbi, ssì ‘n jardinu
c’abbunna mennuli sempri ‘n ciuri.

Lu campanaru di la chiesa matri,
cunta la storia ddo’ tempu ca passa,
a balata dde’ Caduti ‘n chiazza
di picciotti morti ppì l’Italia tutta.

Tu paisi miu, ssì ‘nto’ me’ cori
e cci resti ‘nzinu ca Diu voli,
a me’ patri ci dasti ‘i natali
a mia m”mparasti a campari.

Ssì dura è ‘a vita ddo’ viddanu
travagghiari cu la zappa ‘n manu
pirchissu ca valiggi ‘i cartuni
accattaru picciotti ppì partiri.

Ssì nni jeru ‘ntà nautru cuntinenti
ca ‘sta terra nun offri propriu nenti,
paroli ‘o ventu, disoccupazioni
picca e nenti ppi cu famigghia teni.

Parteru ccu la risata ‘n vucca,
lassannu mugghieri e nicu ‘nvrazza,
e ‘u paisi vasatu ddo’ suli
ssì nni jeru spirannu ‘i turnari.

Cchiù facili partiri o ristari?
A ‘sta dumanna nun sacciu cchi diri!
I milucchisi, simenza ‘nto’ munnu
hanu ppi ‘sta terra ‘n amuri prufunnu…

Pirchì nascisti ccà, nun tu scurdari
e si na vota l’annu vo’ turnari
ppa’ festa ‘i San Antoniu Abati,
ca è propriu ‘nt’austu ‘nta’ estati.

E sunu già centuvintunu anni
ca ‘sta festa va sempri avanti
oi, cchiù d’aeri, ti fa ‘ncuntrari
milucchisi e macari furasteri.

A la finuta ddo’ jocu ‘i focu,
ognunu si nni torna a lu so’ locu,
resta Milocca ‘o chiaru ‘i luna
duci paisi, c’amuri ni duna…

 

Annunci

Read Full Post »

Guardando vecchie foto…

di Armando Carruba

.

Amici di Milocca,

a volte mi capita, come succede a noi tutti, di guardare delle vecchie foto, ed alcune sono lo specchio dell’anima. Questa è stata scattata a Siracusa nel 1954 a casa nostra. Ricordo che era il 1° anniversario della Madonnina delle Lacrime ed era venuto a trovarci un grandissimo AMICO di mio padre – Benedetto Falcone, con moglie e figlia. L’amicizia era, e mi auguro sia una sacralità per Milena. Un amico era un amico …

20881983_10209664045509054_1369722278872874040_n

Benedetto Falcone è il primo a destra, il secondo è mio padre Salvatore Carruba (Turiddu ‘u saristanu). Io sono il primo accovacciato a sinistra.

Gioivi? informavi l’amico. Eri in difficoltà? ecco l’amico pronto a darti una mano. Ricordo bambino la solidarietà tra paesani, tutti pronti a dar una mano. Chi partiva, scriveva lettere e quelle lettere, detto alla Pirandello, erano chiocce che chiamavano i puddicini, e chi partiva al nord o all’estero non era solo, c’era il paesano. Quante storie che hanno da raccontare quelli che sono partiti…

Ecco, una foto, una semplice foto di una grande amicizia, suscita a distanza d’anni emozioni come nuove. Buona serata!

Read Full Post »

sa 20 16

Read Full Post »

petman

Read Full Post »

san martino.jpg

Read Full Post »

casseenti-sul-ponteimages

Read Full Post »

laurea schillaci

Charlotte Gower Chapman

(altro…)

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: