Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Lavoro’ Category

Mozione al Sindaco del gruppo “Milena Domani” per l’attivazione urgente del Baratto Amministrativo.

.

I Consiglieri comunali Alfonso Cipolla, Angela Falcone, Maria Carmela Ferlisi e Maria Giulia Provenzano il 22 settembre hanno chiesto al Presidente del Consiglio Comunale di inserire all’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale una mozione al Sindaco perché attivi urgentemente il Baratto Amministrativo. Ecco il testo.


.

Signor Presidente,

chiediamo che venga inserita nell’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale la “Mozione al Sindaco per l’attivazione urgente del Baratto Amministrativo”.

In sintesi, giova ricordare che:

Il 23 maggio 2019 il Consiglio comunale ha approvato all’unanimità il Regolamento per il Baratto Amministrativo allo scopo di consentire a quanti si trovano in cattive situazioni economiche e non possono pagare la tassa sulla spazzatura, di estinguere il debito con l’Amministrazione comunale eseguendo dei lavori socialmente utili per il nostro paese.

– Lei stesso aveva avuto parole di apprezzamento per il lavoro fatto dalla commissione consiliare composta da maggioranza e minoranza a dimostrazione che lavorare assieme si può e si deve per questa e per altre cose nell’interesse generale e per il bene del Paese.

La data iniziale per accedere al Baratto amministrativo era stata fissata a partire dal 1° gennaio 2020 per dare tempo agli uffici preposti di svolgere tutte le pratiche e creare un apposito capitolo nel bilancio.

–  Nonostante le numerose sollecitazioni al Sindaco, anche in diversi consigli comunali, la decisione unanime del Consiglio comunale di Milena da lei presieduto è stata disattesa dall’Amministrazione comunale. Si è mostrata da un lato assoluta mancanza di rispetto nei confronti dell’Istituzione Consiglio Comunale e dall’altro una preoccupante indifferenza nei riguardi di quei cittadini più bisognosi di Milena che non sono in grado di pagare la tassa della spazzatura, sempre più cara di anno in anno.

Considerato che:

– In passato l’importo della Tari non pagato finiva con un lungo contenzioso contro gli utenti morosi ma non si ripercuoteva su tutti gli altri cittadini che invece avevano pagato la tassa.

Da quest’anno non è più così perché l’importo complessivo del mancato pagamento dell’onerosa tassa sui rifiuti viene ripartito sui cittadini che invece l’hanno pagata.

– Questa norma sarà conveniente per l’erario ma è certamente iniqua e vessatoria nei confronti dei cittadini in regola con il pagamento che adesso saranno costretti a pagare anche per chi non paga la Tari, sia che si rifiuti di pagare sia perché non può davvero pagare.

Il Baratto Amministrativo viene incontro proprio a quanti non sono in condizioni di pagare perché in grave e comprovata indigenza, ma conviene anche al Comune che, in cambio dell’estinzione del debito, senza avventurarsi in liti giudiziarie con i concittadini, potrà avvalersi di lavori utili alla cittadinanza fatti dai cittadini più bisognosi che in questo modo pagano il loro debito con dignità .

Sono ormai tanti i comuni che hanno reso esecutivo il Baratto Amministrativo ma anche le città, ultima in ordine di tempo Trapani dove gli stessi cittadini aderenti al Baratto amministrativo si sono detti contenti di prestare la loro opera per la cominità.

Anche il nostro Comune potrebbe entrare nell’elenco sempre più numeroso di quelli più virtuosi e sensibili. Ma finora, nonostante le nostre continue sollecitazioni dal 2019 ad oggi, il Sindaco per ignoti motivi che sarebbe doveroso rendere pubblici, si rifiuta di accedere a questo sistema che viene incontro ai più bisognosi, al comune stesso perché, grazie al lavoro socialmente utile dei cittadini più bisognosi, si terrebbe il paese pulito e in ordine.

Oggi le nostre sollecitazioni si fanno più pressanti perché si è aggiunto un altro motivo non meno importante: non si può caricare sui cittadini che hanno pagato la tari (a volte con pesanti sacrifici) pure l’importo di quanti non hanno pagato la tassa sui rifiuti! E’ ingiusto e immorale.

Al fine di consentire una giusta ripartizione delle tasse, per venire incontro ai più bisognosi, perché si puniscano soltanto quanti potendo pagare non lo fanno, i Consiglieri comunali del gruppo “Milena Domani” Alfonso Cipolla, Angela Falcone, Maria Carmela Ferlisi e Maria Giulia Provenzano chiedono al Sindaco e alla sua Giunta il ricorso urgente al Baratto Amministrativo.

Si conta anche nel suo intervento perché, in qualità di Presidente del Civico Consesso, faccia rispettare e rendere esecutiva la decisione unanime del Consiglio Comunale di Milena sul Baratto Amministrativo e che si evitino comportamenti omissivi che si ripercuotano nei confronti dei contribuenti di Milena che non possono sopportare di pagare anche per chi non paga le tasse al Comune.

A nostro parere bisogna al più presto accedere al Baratto Amministrativo seguendo l’apposito Regolamento se vogliamo dare la giusta risposta ai cittadini più bisognosi.

(altro…)

Read Full Post »

FOTOSHOW


Riceviamo e pubblichiamo

.

Finito il cantiere da molti mesi eppure quel mucchio selvaggio di terra e scarti continua a rimanere lì sul posto, proprio di fronte al marciapiede in cemento, nuovo di zecca realizzato in via Caltanissetta. Non c’è che dire, un bel regalo igienico per gli abitanti del villaggio Vittorio Veneto e, soprattutto un bel biglietto di presentazione e di richiamo turistico per quanti viaggiano ed entrano ed escono dal “Paese delle Robbe”… abbandonate.

lavori

Roba da piangere a dirotto se non fosse per questi due segnali che richiamano all’attenzione i tanti transitanti, li invitano a rallentare per guardarsi meglio lo spettacolare “lascito” monumentale di detriti e infine educatamente ringraziano. Resuscitando irrefrenabili risate…

cart

Rimane l’amaro in bocca per l’incuria di questi amministratori “non vedenti e non provvedenti”. Una ennesima storia di normale disamministrazione.

(altro…)

Read Full Post »

PETIZIONE AL PRESIDENTE DELLA REGIONE SICILIANA NELLO MUSUMECI PER LA SISTEMAZIONE DELLA STRADA MASANIELLO – GROTTE

.

Ricordiamo che domani 19 Settembre il gruppo consiliare “Milena Domani” vi aspetta in Piazza Garibaldi a partire dalle ore 10.

 
242174658_394905055601464_5005679143567657743_n

Domenica mattina inizia la campagna per la raccolta delle firma per la sistemazione della SP 151 Masaniello-Grotte.

242238385_394905112268125_7519811357663840510_n

 

I Consiglieri comunali continueranno a raccogliere e autenticare le vostre firme per tutto il mese di settembre con altri incontri stabiliti dietro contatto telefonico.

 
242281466_394905005601469_4959598191153150468_n

per raggiungere l’obbiettivo

L’UNIONE FA LA FORZA

Read Full Post »

La Regione finanzia la promozione del vino siciliano, sul piatto 6 milioni. Oggi via al bando per il sostegno alle attività d’informazione e promozione dei vini siciliani sui mercati dei paesi terzi

«Pronto bando campagna 2021-22. Circa 6 milioni di euro per promuovere vini siciliani nei paesi terzi».

Lo annuncia l’assessore regionale Scilla. Sarà infatti pubblicato domani il bando regionale per il sostegno alle attività d’informazione e promozione dei vini siciliani sui mercati dei paesi terzi per la campagna 2021/2022.

Obiettivo dell’assessorato regionale dell’Agricoltura è aumentare la competitività dei vini siciliani nei paesi extraeuropei.

La misura “Promozione sui mercati dei Paesi terzi” prevede uno stanziamento di risorse finanziarie pari a circa 6 milioni di euro di cui circa 5,8 destinati al finanziamento dei progetti di promozione regionali e 300 mila euro per finanziare progetti multiregionali a cui partecipano le imprese siciliane.

«Si tratta di un tassello importante del Governo Musumeci nell’azione di rilancio delle produzioni enologiche siciliane che ci auguriamo possano conquistare nuovi e profittevoli mercati extraeuropei», ha detto Toni Scilla, assessore regionale all’Agricoltura, Sviluppo rurale e Pesca mediterranea. «Il settore vitivinicolo resta trainante per l’intera economia della Sicilia, culla di una produzione dall’elevato standard qualitativo che necessita di essere promozionato con voce unica e forte», ha aggiunto Scilla.

L’importo del contributo a valere sui fondi europei è pari, al massimo, al 50 per cento delle spese sostenute per realizzare il progetto e comunque non può essere superiore a 3 milioni di euro, a prescindere dall’importo totale del progetto presentato. Il bando e i relativi allegati saranno disponibili sul sito dell’Assessorato regionale dell’Agricoltura – dipartimento Agricoltura, OCM vino – Promozione sui mercati dei paesi terzi campagna 2021-22.

Read Full Post »

Pagare e morire il più tardi possibile…

.

bSembra questo il proverbio più amato dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Claudio Cipolla. In realtà gli esempi forniti sono sempre più numerosi e sotto gli occhi di tutti.

Questa volta siamo costretti a riferirvi il grande ritardo che si è accumulato nella distribuzione dei quasi 50 mila euro destinati dal governo alle piccole e medie imprese.

Dispiace notare che le amministrazioni dei paesi del circondario li hanno già accreditati sul conto corrente delle varie ditte. Un esempio per tutti quella di Bompensiere.

E ritorniamo a ripetere il solito ritornello del perché l’Amministrazione comunale di Milena “deve” trovarsi negli ultimi posti e non tra i primi.

Entriamo nei particolari. Tutto comincia con il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 24 settembre 2020 che ha destinato un fondo di sostegno alle attività economiche, artigianali e commerciali delle aree interne.

Dopo la delibera di giunta n°32 del 24/05/2021, con la determinazione n°82 del settore Area Tecnica-Lavori pubblici è stata approvata il 29 giugno 2021 la graduatoria delle ditte che ne hanno fatto richiesta al fine di liquidare la somma a fondo perduto dovuta.

Dagli atti risulta che è pervenuto un numero elevato di domande e quidi non si è potuto procedere a dividere la somma proporzionalmente alle richieste di ristoro economico. Sono state 77 le ditte ammesse al contributo (Allegato A) e 8 quelle escluse (Allegato B) con il motivo.

lumacaIl Sindaco allora ha stabilito che i 49.010 euro dovranno essere ripartiti in parti uguali tra i richiedenti ammessi, dietro esibizione contestuale del CUP.

Scorrendo l’elenco si nota che la gran parte ha avuto assegnati 662,81 euro. C’è anche chi avuto 548,39 e chi 489,33. Alcuni 397,61euro e qualcuno soltanto 53,21 euro.

Solo sulla carta però perché passano i mesi, ma i soldi non arrivano nelle tasche dei destinatari che non hanno ricevuto ancora quanto spetta.

I titolari delle ditte chiedono di conoscere il motivo di questo ritardo. E si meravigliano perché le ditte degli altri comuni hanno già preso le somme spettanti.

Non li calma certamente la notizia che il Comune di Bompensiere a noi vicino già ai primi di agosto aveva distribuito il contributo statale. Il nostro Comune invece dopo quasi tre mesi non lo ha fatto! Perché si chiedono?

Qualcuno si è rivolto alla minoranza che come sua abitudine interverrà per conoscere i motivi del ritardo e sollecitare l’erogazione dei quasi 50 mila euro alle piccole e medie imprese.

.


CONSULTA L’ELENCO DELLE DITTE AMMESSE ED ESCLUSE

 

(altro…)

Read Full Post »

E’ l’unione che fa la forza

.

Il gruppo consiliare “Milena Domani” il 7 settembre ha sottoscritto una “Mozione per la realizzazione dei lavori di sistemazione della strada SP 151 Milena – Grotte in pessime condizioni. Si sollecita la realizzazione di  un progetto di valutazione tecnico-economica”. La mozione sarà esaminata e votata il prossimo consiglio comunale.

WhatsApp Image 2021-09-14 at 09.46.45

Nel frattempo, per rinforzare l’azione politica, i Consiglieri comunali hanno organizzato una Petizione popolare rivolta al Presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci per un suo autorevole intervento.

2

La raccolta delle firme per la sistemazione della strada provinciale 151 che collega Masaniello a Grotte inizierà domenica mattina 19 settembre 2021, a partire dalle ore 10, in Piazza Garibaldi.

1

I Consiglieri comunali continueranno a raccogliere e autenticare le firme per tutto il mese di settembre.

(altro…)

Read Full Post »

Covid, torna il bonus Sicilia per i fiorai: Regione stanzia altri 2,7 milioni. Ciascuna impresa di commercio di piante e fiori siciliana può ricevere fino a 3.500 euro. Si può presentare domanda dalle 12 di oggi fino alle 11.59 di martedì 21 settembre.

PalermoToday

.

06d36960-f11f-11ea-a57f-5b943d418db4Altri 2,7 milioni per i fiorai siciliani colpiti dall’emergenza sanitaria da Covid. A stanziare i fondi è l’assessorato regionale delle Attività produttive che ha pubblicato un secondo bando per per le imprese di commercio di piante e fiori. Lo scorso luglio, per il primo bando, sono state 644 le attività che hanno ricevuto il contributo di 3.500 euro.

“Abbiamo deciso di venire incontro a quanti a luglio non erano ancora pronti – spiega l’assessore Mimmo Turano – per presentare le istanze pubblicando un nuovo bando che consentirà di inoltrare online le domande per sfruttare gli oltre due milioni e mezzo di euro ancora disponibili”.

A beneficiare della seconda edizione del BonuSicilia-Fiorai 2 saranno sempre le piccole e medie imprese che operano nel commercio dei fiori all’ingrosso e dettaglio, con sede legale e/o operativa nel territorio della Regione.

L’agevolazione verrà concessa con procedura semplificata su piattaforma informatica per ciascuna impresa richiedente. La presentazione delle domande è consentita dalle 12 di domani martedì 14 settembre fino alle 11.59 di martedì 21 settembre 2021.

Read Full Post »

L’on.le Mancuso: «L’Asp assuma i 150 operatori socio sanitari»

.

maca

Michele MANCUSO – Alessandro CALTAGIRONE

“Faccio mio l’appello lanciato dal sindacato Snalv Confsal.

È inaccettabile assistere all’ennesima mancanza del manager dell’Asp di Caltanissetta, Alessandro Caltagirone, che piuttosto che riavviare le procedure per l’assunzione di 150 Operatori socio sanitari, pensa a sfilare a destra e a manca, presenziando ovunque c’è da soddisfare il proprio ego”.

Lo afferma in un comunicato il deputato di Forza Italia all’Ars, Michele Mancuso, che aggiunge:

operatore-socio-sanitario“L’assunzione di queste unità operative, oltre a garantire occupazione alle nuove generazioni, offrirebbe forze fresche ai nostri nosocomi, in perenne emergenza di personale sanitario.

Le disponibilità economiche ci sono, non capisco perché si debba ancora tirare la corda a danno del territorio. Lo chiedono i cittadini, lo chiedono i sindacati e lo chiedono le Istituzioni”.

Read Full Post »

Dalla Regione Siciliana 25 mln di euro per piccola e media impresa e partite iva

.

145917554-fc5e3300-2935-4f57-b676-743628dd6e39

In arrivo in Sicilia i primi venticinque milioni di euro per piccole e medie imprese e liberi professionisti, titolari di partita iva, duramente colpiti dalla pandemia.

Sono oltre un migliaio le richieste presentate, dal 22 luglio al 9 settembre, per ottenere finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto grazie alle risorse messe a disposizione dal governo Musumeci per sostenere il sistema produttivo dell’Isola.

A gestire la piattaforma informatica e a curare l’istruttoria è l’Irfis, l’Istituto finanziario della Regione, che nei prossimi trenta giorni provvederà alla verifica della documentazione presentata e alla liquidazione delle risorse.

«Conclusa questa prima fase – dice il presidente della Regione, Nello Musumeci – provvederemo a riaprire i termini, modificando i criteri per consentire anche ad altre aziende e professionisti di poter accedere alle agevolazioni. Un’altra opportunità per creare liquidità a sostegno delle imprese siciliane pesantemente danneggiate a causa del Covid».

musumeci-armao-1A disposizione c’è ancora una cinquantina di milioni di euro, provenienti dalla rimodulazione del Fesr 2014/2020 deliberata dalla giunta regionale.

Il finanziamento concesso (da diecimila a venticinquemila euro) è a tasso zero, senza commissioni e senza garanzie: prevede 48 rate ed ha una durata complessiva di 72 mesi (comprensivi i due anni di preammortamento).

Per ogni domanda si può richiedere un contributo a fondo perduto fino a cinquemila euro per spese di sanificazione e adeguamento dei luoghi di lavoro.

“Procederemo – aggiunge l’assessore all’Economia, Gaetano Armao – con celerità all’erogazione delle somme e a modificare i criteri, riaprendo così i termini per permettere la presentazione delle nuove domande a tutti coloro che in questa fase non hanno potuto partecipare». 

Nella prima fase, per poter accedere alle agevolazioni bisognava avere avviato l’attività entro il 31 dicembre del 2018 e nel 2020 il fatturato doveva essere stato minore del 40 per cento rispetto al 2019. Per le Pmi il fatturato massimo non poteva superare i 250mila euro, per i liberi professionisti i 40mila euro. Nella seconda tornata, infatti, i requisiti verranno modificati per allargare la partecipazione. 

Read Full Post »

Regione, via libera in Sicilia alla stagione dei concorsi per 1.500 giovani

Presidenza della Regione

.

m1500Si apre la stagione dei concorsi alla Regione Siciliana.

A disposizione ci sono circa 1.500 posti per laureati e diplomati.

Il via libera è arrivato dal governo Musumeci che ha sbloccato le procedure.

Un migliaio di assunzioni saranno a tempo indeterminato nei Centri per l’impiego e la Regione ha scelto la Consip per assisterla nelle fasi concorsuali.

Due i percorsi individuati: per i 537 laureati previste una preselezione sulla base di titoli di studio e una prova scritta; per i 487 diplomati, invece, prove scritte e orali. Quest’ultima procedura (senza preselezione, quindi) varrà anche per altri 52 laureati di vari profili.

La Giunta ha approvato anche la proposta di ripartizione del Fondo di sviluppo e coesione, che adesso verrà inviata a Roma per l’ok definitivo. Una manovra che consentirà di poter dare anche la copertura finanziaria alla selezione di 300 giovani laureati, per contratti a tempo determinato della durata di tre anni, così come previsto da una norma inserita nell’ultima Legge finanziaria della Regione.

mazamQueste assunzioni – per profili tecnici, amministrativi ed economici – serviranno a potenziare gli uffici regionali e locali per aiutarli nella progettazione delle opere e negli adempimenti per la programmazione dei fondi comunitari e nazionali.

Negli ultimi giorni, insieme all’assessore alla Funzione pubblica Marco Zambuto, il presidente Musumeci ha definito alcuni dettagli, che ora sono stati ratificati da tutto il governo.

«È l’occasione per molti giovani – sottolinea Musumeci – di fare un’esperienza nella Pubblica amministrazione siciliana, che a seguito dei pensionamenti degli ultimi anni e del blocco ultradecennale delle assunzioni è sotto organico. Una nuova e motivata forza lavoro che sarà molto utile, quindi, negli uffici della Regione e dei Comuni».

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: