Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Milena’ Category

gioventu

Li (vi) riconoscete?

Annunci

Read Full Post »

Determina per acquisto biciclette ed accessori

.

Il 13 novembre 2017 il Responsabile del servizio Saia Lorenzo determina l’acquisto di due bici (e accessori vari) destinate ai vigili urbani del Comune di Milena.

Il locale Comando di Polizia Municipale aveva rappresento la necessità di acquistare due biciclette a pedalata assistita e relativi accessori; per un importo stimato pari ad € 1.883 + IVA, come da programma dell’Amministrazione.

In particolare si tratta di:

  • 2 Bici “Luftek” mod. 312 HP
  • 2 Borse mod. 28 posteriore bilatera;
  • 2 Caschetti ciclista mod. Ranking/Atala
  • 12 personalizzazioni

per un totale complessivo di € 2.297,26.

 

Leggi la determinazione integrale

(altro…)

Read Full Post »

Verso la nuova Giunta Musumeci, ancora in ballo, tra i nomi dei probabili assessori, il nome di Mariella Ippolito, di Cattolica Eraclea, presidente dell’ordine dei farmacisti di Caltanissetta

.

musumeci-300x227Ne parla il Giornale di Sicilia di oggi in un articolo a firma di Giacinto Pipitone.

“Nel giorno della caccia al selfie a Palazzo d’Orleans col presidente gli ex Dc vincono clamorosamente la sfida con la destra storica. La sala Alessi prima e la sala degli Specchi poi si trasformano nel palcoscenico in cui vecchie glorie e aspiranti protagonisti della stagione che sta iniziando sfilano cercando abbracci a favore di smartphone e social network. Al momento del brindisi – si legge sul Giornale di Sicilia – i più vicini a Musumeci sono Giusy Savarino (cuffariana Doc ma tra i fondatori di Diventerà Bellissima), Saverio Romano e Toto Cordaro. Romano in campagna elettorale è stato l’ultimo a sposare la candidatura di Musumeci ma ora si presenta forte di un 7% che vale almeno due assessorati. Cordaro sarà di certo assessore e davvero Musumeci lo ha scelto. Nei giorni scorsi lo ha anche difeso da un possibile sacrificio che poteva essergli chiesto dai compagni di partito per far spazio a un uomo (meglio, una donna: Mariella Ippolito) dell’area autonomista di Raffaele Lombardo. Il nodo degli autonomisti resta uno degli ultimi da sciogliere nella giunta che sta nascendo”.

Il nome di Mariella Ippolito, ieri presente prima alla cerimonia di proclamazione alla Corte di Appello di Palermo e poi in quella di insediamento a Palazzo d’Orleans del presidente Musumeci, era stato proposto dal senatore Antonio Scavone, del Movimento per la Sicilia, formazione presente all’interno della lista Popolari e Autonomisti, che in una nota aveva scritto: “Proporremo a Musumeci Mariella Ippolito come espressione degli Autonomisti nella sua giunta”.

Lombardo continua a spingere in giunta Mariella Ippolito, ma perché la presidente dell’ordine dei farmacisti nisseno entri in giunta è necessario che Roberto Lagalla – che andrà alla Formazione – venga considerato esterno ai partiti della coalizione”, si legge su Live Sicilia (ecco l’articolo completo).

(altro…)

Read Full Post »

Raccolta differenziata: migliorarla si deve!

.

diff.jpgQuando si affronta una campagna “porta a porta” in un paese di superficie molto estesa come Milena, bisogna avere a disposizione personale sufficiente e usufruire di mezzi adatti e in buono stato.

Ce li ha il comune?

Riteniamo di no.

Gli operai addetti alla raccolta sono pochi e sottoposti a turni pesanti. Spesso si ricorre ad altre persone alle quali non compete tale lavoro e anche ad altre assunte “extra”.

Il pagamento dello straordinario poi non è puntuale…

Ma il punto dolente e più debole sta nei mezzi usati per la raccolta che definire fatiscenti è riduttivo.

Si tratta di mezzi vetusti e fatiscenti che non vengono sostituiti con altri nuovi, ma nemmeno con altri di seconda mano; per acquistare i quali basterebbero poche migliaia di euro: probabilmente meno di quelli che si spendono per ripararli o affittarne degli altri.

Ecco i mezzi “schierati” dal Comune, ecco i tre autoveicoli impiegati per fare l’ambiziosa campagna porta a porta. daylyPer le strade del paese vediamo arrancare: un vetusto “fiat daily”, un vecchio “gasolone” e un intramontabile “porter”.

Mischini fannu pena!

E’ con questi che si vuole devvero affrontare la campagna della raccolta? Come si fa a non considerare che, appena se rompe qualcuno, si deve rallentare il servizio e si deve perfino ricorrere all’affitto  di un mezzo sostitutivo molto costoso, si dice,  di parecchie centinaia di euro al giorno… ?

E allora perché non rinnovare il parco mezzi della raccolta dei rifiuti?

Perché non eliminare gli sprechi delle riparazioni e degli affitti acquistando nuovi mezzi oppure di seconda mano in buone condizioni? Lo suggerisce il buon senso.

porter zoom.jpg

In un paese qui vicino hanno avuto lo stesso problema, Il nuovo sindaco ha provveduto ad acquistare dei mezzi per la raccolta differenziata “quasi” nuovi spendendo, ci riferiscono, una cifra inferiore a 10 mila euro.

Se noi di Milena non siamo capaci di inventare una soluzione nuova, almeno limitiamoci a “copiare” le cose buone che fanno nei paesi limitrofi.

Non  per forza dobbiamo sforzarci di ideare cose geniali che, talvolta (spesso), prendono le solite sfumature degne delle migliori novelle pirandelliane su Milocca-Milena.

A proposito di tali novelle, la sapete l’ultima… novità voluta dall’amministrazione comunale: presto avremo i vigili a pedalata assistita: bellezze in bicicletta!

(altro…)

Read Full Post »

23559394_1736545846365756_5389033840908145953_n.jpg

Read Full Post »

brodo.jpg

marconi

Read Full Post »

La mafia a lutto

ri

Polizia e Carabinieri presidiano in divisa l’accesso della sezione di Medicina Legale dell’ospedale Maggiore di Parma. Davanti al reparto, dove ci sono due macchine delle forze dell’ordine, ci sono cronisti, fotografi e cameraman. Nella struttura ospedaliera anche personale in borghese delle forze dell’ordine.

Da parte di autorità e del personale ospedaliero c’è il massimo riserbo anche a tutela della privacy dei parenti. In seguito all’aggravamento delle condizioni di salute del capo di Cosa Nostra, e anche su indicazione dei medici che avevano accertato l’irreversivilità delle condizioni critiche, il ministro della Giustizia Orlando aveva concesso ai familiari di potersi recare al capezzale di Riina.

Riina stava scontando 26 condanne all’ergastolo per decine di omicidi e stragi tra le quali quella di viale Lazio, gli attentati del ’92 in cui persero la vita Falcone e Borsellino e quelli del ’93, nel Continente. Sua la scelta di lanciare un’offensiva armata contro lo Stato nei primi anni ’90. Mai avuto un cenno di pentimento, irredimibile fino alla fine, solo tre anni fa, dal carcere parlando con un co-detenuto, si vantava dell’omicidio di Falcone e continuava a minacciare di morte i magistrati.

Cattura.PNG

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: