Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Milena’ Category

MML nel Mondo alle 18:25

 

(altro…)

Annunci

Read Full Post »

Read Full Post »

Progetto Infanzia -Milena

Rina Genco

Read Full Post »

La scomparsa del segnale

C’era, una volta. Una volta.

Guido Clericetti

Read Full Post »

Stop al randagismo

Read Full Post »

Convenzione  tra il Comune e l’Associazione “I Girasoli” onlus di Mazzarino

.

Ecco la schema della Convenzione  che sarà firmata dal segretario comunale Dott. Vincenzo Chiarenza nella qualità di  Responsabile dell’Area Servizi del Comune di Milena e dal Signor Calogero Santoro legale rappresentante dell’Associazione “I  Girasoli”  ONLUS di Mazzarino.

Il Comune di Milena aveva presentato la domanda al Ministero  dell’Interno per l finanziamento di un progetto per l’accoglienza, integrazione e tutela per n. 14 posti categoria Minori Stranieri Non Accompagnati (Msna), che era stata accolta il 28/12/2017.

Poi con la determinazione n. 26 del 24/01/2018 l’Associazione “I Girasoli” ONLUS sono stati individuati quale soggetto del terzo settore per la gestione dei servizi di accoglienza, integrazione e tutela dei suddetti 14 minori non accompagnati che saranno ospitati a Milena.

I rapporti tra  l’Amministrazione Comunale e l’associazione  “I  Girasoli” onlus saranno contenuti nella convenzione,  la cui  approvazione è demandata al Funzionario Responsabile dell’Area Servizi che provvederà alla stesura e formalizzazione definitiva     relativamente  al progetto.

Tra  le parti si  Si conviene e stipula quanto appresso

Art. 1 – Oggetto

La realizzazione delle attività di accoglienza, integrazione e tutela rivolte a 14 minori stranieri non accompagnati maschi richiedenti asilo e rifugiati.

Art. 2 – Finalità e obiettivi

vittoriavu

viale della Vittoria

Per accoglienza integrata s’intende la messa in atto di interventi materiali di base (vitto, alloggio) insieme ai servizi volti al supporto di percorsi di inclusione sociale quali: l’assistenza sanitaria e psicologica, l’orientamento / accompagnamento sul territorio, la consulenza legale, i servizi di interpretariato e mediazione  culturale, i  percorsi  individuale di inserimento lavorativo, l’insegnamento della lingua italiana, l’integrazione abitativa, le attività di socializzazione.

Art. 3 – Modalità di svolgimento del servizio

I posti messi a disposizione dal progetto sono 14, nella struttura messa a disposizione dall’Associazione e  sita in questo Comune in Viale della Vittoria, 109, appositamente allestita e autorizzata per questo scopo.

Calogero Santoro

Art. 4 – Impegni dell’Ente Attuatore

L’Ente attuatore dovrà gestire i percorsi di accoglienza, integrazione e tutela in forma integrata, con le modalità previste nel progetto finanziato, garantire tutti gli adempimenti burocratici e di legge connessi, assicurando tutte le azioni necessarie ivi indicate, salvo quelle espressamente assegnate al Comune;

Lo stesso ha l’obbligo di presentare al Comune:

le relazioni annuali intermedie ed annuali sulle attività svolte dal progetto; la scheda semestrale di monitoraggio della Banca Dati relativa alle presenze ed ai servizi erogati; la  messa a disposizione di tutta la documentazione relativa al progetto; l’adesione e la disponibilità dei mezzi tecnici necessari al collegamento alla rete informatica gestita dal Servizio Centrale,  secondo quanto previsto delle Linee Guida; i rendiconti finanziari nei termini stabiliti e con le modalità previste dal Manuale per la rendicontazione; effettuare il monitoraggio della spesa in modo costante e predisporre, ove necessario,  la  rimodulazione  dei  piani  finanziari  da  trasmettere  al  Comune  per  le necessarie operazioni di verifica e successiva trasmissione al Servizio Centrale; predisporre la rendicontazione delle spese secondo quanto previsto dal “Manuale Unico per la Rendicontazione SPRAR” e secondo le indicazioni fornite dal Servizio Centrale –  che dovrà essere trasmessa al Comune per le necessarie operazioni di verifica e successiva trasmissione al Servizio Centrale, fermo restando che la responsabilità complessiva del progetto resta del Comune.

Giuseppe Vitellaro

Art.5 – Impegni del Comune

Le quote di cofinanziamento sono riferite al costo del personale comunale messo a disposizione per la gestione del progetto.

Lo stesso ha l’obbligo di presentare al Servizio Centrale:

– le relazioni annuali intermedie ed annuali sulle attività svolte dal progetto; – la scheda semestrale di monitoraggio della Banca Dati relativa alle presenze ed ai servizi erogati; – la messa a disposizione di tutta la documentazione relativa al progetto; – l’adesione e la disponibilità dei mezzi tecnici necessari al collegamento alla rete informatica gestita dal Servizio Centrale,  secondo quanto previsto all’art. 4 delle Linee Guida; –  i  rendiconti  finanziari  nei  termini  stabiliti  e  con  le  modalità  previste  dal  Manuale  di Rendicontazione;

Art. 6 – Personale

Per la gestione di quanto previsto dalla presente convenzione, l’Ente attuatore mette a disposizione il personale necessario stabilmente impiegato sul progetto garantendo il possesso dei requisiti di professionalità specifica nel settore dell’accoglienza di richiedenti asilo/rifugiati e titolari di protezione sussidiaria e umanitaria, fatte salve eventuali modifiche si rendessero necessarie in corso di realizzazione del progetto Sprar.

L’Ente  attuatore mette  inoltre a  disposizione  mediatori  culturali  appartenenti  alle  aree  di provenienza  dei  beneficiari  e  altre figure  professionali  (psicologi,  ecc.)  secondo  le necessità del progetto e nel rispetto dei budget assegnati. I volontari eventualmente impegnati nelle attività di supporto dovranno prestare la loro attività in compresenza del personale dipendente e mai in sostituzione dello stesso. Il Comune mette a disposizione, quale quota di cofinanziamento, proprio personale stabilmente impiegato sul progetto (responsabile del progetto, referente comunale del progetto e altro personale necessario).

Art. 7 – Contratti collettivi di lavoro e coperture assicurative

Ai fini della presente convenzione l’Ente attuatore si impegna al rispetto, nei confronti del proprio personale, dei vigenti specifici contratti di lavoro relativi al trattamento salariale, normativo previdenziale, assicurativo. Si impegna altresì a garantire le necessarie coperture assicurative relative alla responsabilità civile per danni a persone o a cose conseguenti alle attività prestate,  e al rischio di infortuni degli operatori. Le predette coperture assicurative devono essere garantite anche per il personale volontario eventualmente utilizzato.

Art. 8 – Durata

La presente convenzione è valida per il periodo 1/1/2018 – 31/12/2020 per cui è stata autorizzata dal Ministero dell’Interno, con possibilità di revisioni progettuali a livello gestionale e/o organizzativo e di budget in linea con le indicazioni del Servizio Centrale.

Art. 9 – Oneri finanziari e modalità di rimborso

L’importo  massimo  rimborsabile oggetto della  presente  convenzione  ammonta  all’importo finanziato dal Ministero pari a  €  284.720 annui.

L’ente  Gestore  dovrà produrre  una  fidejussione  bancaria  o  assicurativa  a  garanzia del   servizio dell’importo  di €  28.472  per  gli anni  2018-2019 -2020.

(altro…)

Read Full Post »

Solo dopo il previsto crollo affidati i lavori a una ditta locale

 

(altro…)

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: