Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Milena’ Category

cont2

(altro…)

Read Full Post »

Convocazione Consiglio Comunale

.
consiglio com 15 ccSi avvisa che il Consiglio Comunale è stato convocato in seduta ordinaria, pubblica per il giorno 24 luglio 2017 alle ore  20:00, presso la sala consiliare del Comune, per trattare i seguenti  argomenti:
  1. Approvazione verbali seduta precedente, previa nomina scrutatori;
  2. Piano per il miglioramento dei servizi di Polizia Municipale per l’anno 2017, L.R. nr. 17/90 art. 13;
  3. Affidamento servizio di riscossione coattiva degli avvisi di accertamento delle entrate tributarie;
  4. Modifica art. 70 del  regolamento di contabilità comunale;
  5. Presa atto delle dimissioni del Revisore dei Conti Dr. Luigi Tricoli e nomina nuovo Revisore;
  6. Approvazione Regolamento Comunale per la destinazione di quota parte dei trasferimenti regionali di parte corrente con forme di democrazia partecipata;
  7. Approvazione Programma Triennale OO.PP. – Triennio 2017-2019;
  8. Verifica  quantità  e  qualità  delle  aree  e  fabbricati  da  destinare  alle residenze, alle attività produttive e terziarie –  anno 2017;
  9. Approvazione piano di alienazione e valorizzazioni immobiliari ai sensi dell’art. n. 58 comma1 del D.L. 112/2008;
  10. Approvazione bilancio di previsione pluriennale  degli esercizi finanziari 2017/2019;
  11. Modifica classificazione in strade di interesse nazionale delle strade provinciali SP 16-SP 23- SP 24 -SP 37- SP 38- SP 46- SP 40- SP 112 (che comprende la intercomunale n.5)SP121- SP19, strade di collegamento tra la SS 189 AG-PA,  la SS 640 AG-CL e l’autostrada A19 PA-CT.

Read Full Post »

vigili

Read Full Post »

Perché non tenere accese tutte le videocamere di sorveglianza?

Alfonso Cipolla

.

telecamera nenni.jpgSubito dopo il grosso colpo perpretato ai danni delle due anziane sorelle – che più tempo passa e più stanno male – si è sparsa in giro la voce che la telecamera, fatta collocare dall’amministrazione comunale in via Caltanissetta – proprio a poche decine di metri dall’abitazione delle sorelle derubate – non era funzionante!

La telecamera, se attiva, avrebbe consentito di vedere il filmato e magari di riprendere la targa dell’auto usata dai ladrie e pure le loro facce, cosa che avrebbe consentito di identificarli e magari catturarli. Che la telecamera non funzionasse lo avvalora la tesi che i carabinieri si sono recati in un esercizio lì vicino per visionare quanto accaduto quel pomeriggio di domenica scorsa.

20170719_084209Ma, con il passare delle ore, si facevano sempre più insistenti le voci che quella telecamera fosse “spenta” e quindi inattiva e inutile. Addirittura, con il passare dei giorni, veniva pure fuori che inattiva non fosse solo quella di via Caltanissetta, ma che anche “altre” non fossero attive e funzionanti: vero o falso lo si saprà, presto o tardi.

Se fosse così, la videosorveglianza del territorio comunale sarebbe stata quasi del tutto compromessa, ciò significa che i malintenzionati, i ladri, gli spacciatori e quanti non amano essere ripresi nei loro spostamenti vengono agevolati, mentre al contrario sono ostacolate le forze dell’ordine preposte alla tutela del territorio e dei cittadini residenti.

Prima ancora di conoscere i motivi di questa assurdità di tenere spente le telecamere (è puro masochismo, volersi fare del male, dare messaggi sbagliati ai delinquenti etc. etc.) bisogna chiedere all’Amministrazione comunale di renderle tutte funzionanti al più presto. La videosorveglianza non va interrotta nè ridimensionata semmai aumentata collocando qualche altra telecamera in altri punti delicati e sensibili.

punto-di-domandaSul perché non fossero attive alcune telecamere, come dovrebbe accadere in un paese civile e democratico  chi di dovere dovrebbe sentire il bisogno di spiegare in poche e chiare righe alla cittadinanza il motivo di queste disattivazioni, anche sul sito del Comune.

E, sempre chi di dovere dovrebbe immedesimarsi nei cittadini che hanno già subito le decine di visite dei ladri (prima delle videocamere) che ricevono danni materiali e morali indicibili, oltre la irreversibile perdita della tranquillità ritornando a casa; e, magari, pensare che un giorno le telecamere potrebbero individuare i malviventi che potrebbero colpirli nei loro beni.

Infine, mi piace sottolineare un fatto che da solo dovrebbe portare gli amministratori a non sottovalutare la video-sorveglianza del territorio: il caso, che speriamo mai avvenga, di un rapimento di qualche bambino o di violenze sui minori…

Insomma… mai più telecamere non attive.

 

PUBBLICHIAMO ALCUNI COMMENTI ARRIVATI AL BLOG

(altro…)

Read Full Post »

laurea schillaci

Charlotte Gower Chapman

(altro…)

Read Full Post »

-C’è la manina locale o questi ladri sono troppo bravi?

Alfonso Cipolla

.

Ricomincia (ma è mai finita?) la serie dei furti dentro le abitazioni dei cittadini di Milena.

Alcuni giorni fa è stata svaligiata l’abitazione di una giovane coppia residente in viale della Vittoria, domenica scorsa la sgradita visita è toccata a due anziane donne abitanti in via Caltanissetta. Dalla dinamica dei furti risulta chiaro che i ladri conoscono benissimo i luoghi e le abitudini delle loro prossime vittime e che molto probabilmente ci sia una manina d’aiuto locale.

Come per i furbetti del cartellino che non hanno paura delle telecamere che filmano i loro reati, così sembrano essere i ladri di appartamento che sfidano le numerose telecamere poste dal comune un po’ dovunque e che, certamente, li avranno immortalati nei pressi delle zone in cui hanno operato; per non parlare delle altre telecamere “private” dei molti negozi, alcuni dei quali “visitati” in precedenza.

Questi temerari delinquenti agiscono in pieno giorno, sfidano gli sguardi delle persone che circolano o stanno dietro le finestre, non temono i vigili e nemmeno i carabinieri che, forse, fanno pedinare da qualche complice per assicurarsi il via libera al furto.

Nel primo furto alla giovane coppia hanno aspettato che si allontanasse per andare ad un centro commerciale per poi compiere il furto, ad entrare deve essere stata una persona dal fisico piccolo (un ragazzino?) che è passato attraverso un piccolo spazio per entrare a razziare come al solito ogegtti preziosi e denaro: in questa abitazione avrebbero fatto incetta di monili d’oro appartenenti ai residenti e anche ricordi dei familiari.

Nel secondo furto, quello di via Caltanissetta, c’è stata una speciale regia messa in atto da una squadra di professionisti domenica scorsa di pomeriggio quando una donna, pure simpatica, è entrata en accolta nell’abitazione in cui stavano due anziane sorelle. Subito dopo ne è entrata un’altra che si è recata al piano superiore alla ricerca di beni preziosi.

Un complice le attendeva in macchina a poca distanza, forse in compagnia di un’altra persona, e dopo il furto si sono allontanati dal paese. Il bottino è stato da record: oro, argento e molte migliaia di euro che – sbadatamente – le due vittime non tenevano custoditi in banca o alla posta, ma in un cassetto. Un cassetto facilmente indivisuado dalla ladra che sembrava conoscere a perfezione il posto. Un sopralluogo precedente?  L’uso di qualche metal detector speciale in grado di individuare il denaro in carta? Un’informazione da qualche basista? Una manina locale?

– Aiutati che Dio t’aiuta – dice il proverbio ed è sempre vero: insomma non possiamo contare sempre sugli altri. I vigili sono pochie e il loro servizio non copre tutta la giornata. I carabinieri pure pochi, nonostante i loro grandi sforzi, non possono tenere sotto controllo un paese molto esteso come il Paese delle Robbe diviso in tanti villaggi. Le telecamere non bastano.

Occorre promuovere riunione per parlarci tra noi al fine di individuare i nostri punti deboli e rinforzare le difese. Occorre, per esempio, chiamare all’azione gli anziani ancora in buona salute e costituire un gruppo di sorveglianza che affianchi il lavoro delle forze dell’ordine. Occurre che gli abitanti di ogni quartiere e via si trasformino in sentinelle che veglino e sorveglino sulle proprie e sulle abitazioni dei vicini segnalando le persone sospette o dei strani movimenti a chi di dovere. Occorre fotografare e filmare ogni sospetto.

thBCZVL6WKViolazione della privacy? Ma pensiamo prima di tutto alla violazione della nostra riservatezza, delle nostre case e dei furti che possiamo subire con grave perdita della nostra tranquillità del nsotro equilibrio fisico e mentale e del danno economico e della perdita dei ricordi delle nostre persone più care, prima di pensare ad una presunta violazione della privacy dei delinquenti.

Scopriamo le loro facce, le loro macchine, le targhe e ogni altro particolare che possa scoraggiare questi odiosi e odiati delinquenti a venire ad operare le loro razzie a Milena.

1624

MML nel Mondo oggi alle 16:24

 

LEGGI L’ARTICOLO DI ROBERTO MISTRETTA

(altro…)

Read Full Post »

acqua rub

acquarubinetto-acqua

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: