Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Protezione Civile’ Category

18.53

MML nel Mondo alle 18:53

Read Full Post »

bom.jpg

Read Full Post »

1aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaazzzzz

condono

 

 

Read Full Post »

lettera

2016

MML nel Mondo alle 20:16

Read Full Post »

Senza una buona informazione e senza contenitori adatti sarà una cattiva partenza

Alfonso Cipolla *

.

cass1Leggendo l’Ordinanza Sindacale apprendiamo che “Con decorrenza da lunedì 09 gennaio 2017, INIZIA LA RACCOLTA DIFFERENZIATA “PORTA A PORTA” secondo un preciso calendario. Calendario e depliant illustrativi che non tutti i cittadini hanno avuto consegnato per tempo.

Nella stessa ordinanza viene disposto che i rifiuti (anche della frazione secca ed umida) “devono essere depositati nelle immediate vicinanze della propria abitazione, in modo da evitare che animali randagi possano spargere i rifiuti sul suolo”.

E’ facile notare e far notare alcuni punti.

L’ammissione esplicita dell’esistenza del randagismo che affligge da tempo il nostro comune, per combattere il quale niente di serio finora è stato fatto.

Non sono stati distribuiti agli utenti i contenitori per la raccolta porta a porta della differenziata. Sarebbero soltanto dustribuiti i sacchetti che dovremo riempire, e dopo aver apposto un bollino, collocare fuori casa nel giorno stabilito per il ritiro.

Lo scarico di qualche responsabilià sui cittadini dato che l’ordinanza obbliga ogni utente ad evitare che animali randagi, rompendo i sacchetti, possano spargere i rifiuti sul suolo” con la minaccia di sanzioni varie

catturaI cittadini sono stati trascurati, lasciati praticamente senza direttive. Non è stato indicato loro il tipo adatto da comprare. Inoltre non c’è stato risparmio per gli utenti che affronteranno una spesa media da 10 a 20 euro. Però se il Comune li avesse acquistati per tutti questi contenitori sarebbero costati molto ma molto di meno. Non si capisce perché si costringa i cittadini a spendere di più acquistandoli singolarmente.

Veramente il Sindaco si era sbilanciato almeno sull’acquisto e la distribuzione gratuita dei contenitori per l’umido derivante dai rifiuti alimentari. Evidentemente non ha potuto rispettare l’impegno e magari ci dirà il perché, ma dovrebbero spiegarlo anche gli assessori e i suoi collaboratori.

cass2

L’ULTIMO GIORNO DEI CASSONETTI

Acqua passata. Intanto il 9 Gennaio 2017, data della programmata scomparsa dei luridi, scassati e maleodoranti cassonetti, è ormai arrivato!

9 Gennaio, una data che trova la Cittadinanza sicuramente impreparata. E’ mancata l’informazione “porta a porta”. Non è stata fatta nemmeno un’assemblea cittadina, nè sono state coinvolte le scuole; mentre in altri comuni sono intervenute addirittura le parrocchie. I depliant sono stati distribuiti solo in parte e non a tutti. Eppure qualcuno avrebbe dovuto prendersi carico di questa incombenza.

In sostanza l’Amministrazione ha detto all’Utente: “Fai da te!”.  Un fai da te che lascia aperta ogni soluzione possibile, dalla migliore alla peggiore con il rischio di rendere più incivile che mai il nostro paese. Di fronte a questo scenario, cari Citatdini, non bisogna però abbattersi. Anzi possiamo ricordarci di quel noto proverbio: “Chi fa da sè fa per tre”.  Adesso, se vogliamo bene il nostro Paese, dobbiamo fare qualcosa di positivo.

cont1Dobbiamo essere ottimisti.

Sta a noi fare la nostra parte: comprare buoni contenitori, rispettare il calendario ed evitare agli operatori ecologici di raccogliere l’immondizia sparsa dovunque per terra.

Sia chiaro che il nostro “dovere” è solo quello di rispettare l’ordinanza senza incorrere nelle sanzioni. In pratica, dobbiamo: riempire i sacchetti, chiuderli, apporvi il bollino e poi collocarli davanti le nostre case in un contenitore con coperchio entro le ore 7 del mattino in cui è previsto il loro ritiro.

Attenzione: se qualche “randagio” in cerca di cibo dovesse riuscire ad aprire i contenitori e spargere per terra i rifiuti, non si potrà dare la colpa ai Cittadini di Milena i quali non si possono sostituire all’Amministrazione nel dovere togliere dalle strade cani, gatti e topi: sarebbe giusto e corretto che ognuno si prenda le proprie responsabilità.

.

orario-portaa-porta

(altro…)

Read Full Post »

fonta

cattura

s2

15941227_1351266544915424_4288653490030815058_n

Read Full Post »

La fine dei cassonetti potrebbe segnare l’inizio di un incubo

Alfonso Cipolla *

.

Tutto sembra pronto per l’inizio della raccolta differenziata “porta a porta”, rinviata ai primi giorni del 2017. Purtroppo il Nuovo Anno non porta buone notizie.

immagine-contenitori-rifiuti-porta-a-portaVoci di corridoio smentiscono l’arrivo dei contenitori della raccolta differenziata, un motivo più che valido che ha fatto rinviare la taccolta in altri comuni al fine di evitare alcune prevedibili e spiacevoli conseguenze.

In particolare non si distribuiranno alle famiglie nemmeno i  promessi contenitori per gli scarti alimentari così ricercati da canidi, felini e roditori. Al loro posto saranno distribuiti invece “sacchetti” trasparenti, da riempire e poi da lasciare davanti casa perché gli operatori ecologici li portino via; per tre mattine  la settimana.

E’ chiaro a tutti che per carta, plastica e vetro non si presenteranno particolari problemi per il semplice fatto che tali materiali non attirano le attenzioni di cani, gatti e roditori che da noi, sfortunatamente, abbondano.E’ facile invece immaginare cosa succederebbe ai sacchetti abbandonati per strada: lo abbiamo purtroppo già visto cosa accade quando i cassonetti vengono saccheggiati da ogni tipo di animali: i sacchetti tirati fuori, strappati e i resti alimentari sparsi per strada.

spazzagattiE così potrà avvenire dal 2 gennaio, data prevista per il ritiro dei cassonetti, quando dovremo lasciare i sacchetti davanti la porta di casa.

Randagi, cani e gatti, e topi, una volta fiutati i sacchetti dei rifiuti organici, si precipiteranno sul “loro” appetitoso cibo e addenteranno i sacchetti per potere divorare gli scarti degli alimenti  disseminando il resto per terra e così aumentando di non poco il lavoro degli addetti al ritiro della spazzatura.

Cani & gatti, topi ed altri tipi di animaletti ringrazieranno il Comune. Ma non lo faranno i Cittadini e gli addetti ai lavori, i quali dovrebbero anche portare i residui alimentari (l’organico indifferenziato) nella Zona X dove, incredibilmente, è stato collocato un megacassonetto della ditta Traina che provvederà a svuotarlo.

monna

La Zona X, incredibilmente, non è una zona disabitata fuori mano, periferica – come era facile prevedere e trovare nel nostro sparpagliato paese… ma si trova nella zona artigianale, in pieno centro urbano, addirittura tra i villaggi Cavour e Piave, i cui abitanti imprecheranno contro chi ha avuto l’idea… geniale.

Difficile immaginare di fare peggio di così!!!

Eppure speravamo che questo “casino” si sarebbe potuto/dovuto evitare usando il buon senso, senza farsi prendere dall’angoscia e adottare soluzioni “fai da te”. Sarebbe bastato non inventare soluzioni criticabili e copiare i paesi che hanno preparato e realizzato una buona “raccolta porta a porta”, magari guardando un po’ giro come fanno in qualche comune vicino.

Siamo per natura ottimisti e speriamo ancora che gli Amministratori – ai quali auguriamo Buon Anno – facciano diventare Milena un paese civile e non da terzo mondo, con sacchetti appesi ai balconi e resti alimentari sparsi per le vie sporche e affollate da cani, gatti e topi e animaletti vari, con tanti saluti alla salute.

Ma non possiamo fermarci alle sole critiche!!!

(altro…)

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: