Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 1 agosto 2010

 

In margine alle confessioni della celebre show-girl sulle “sniffate” della Milano bene, riceviamo e volentieri pubblichiamo questo articolo del mio amico Prof. Alessandro Meluzzi.

Il titolo è redazionale.

Alessandro Pagano

 

.

PERCHE’ BELEN RODRIGUEZ NON DEVE PRESENTARE SANREMO

 

L’Argentina non è solo la terra dei gauchos e del tango. E’ anche un luogo dove il senso della tragedia può diventare doppiezza e terribile dissimulazione e rimozione, come nel caso dei desaparecidos.

O dove si può passare dal dramma alla farsa e viceversa, transitando attraverso la cocaina e la sua stigmatizzazione, come nel caso di Maradona tante volte caduto e risorto.

L’avvenente Belen Rodriguez è il prototipo di una giovane sudamericana di belle speranze che, come tante altre meno belle, brave e anche un po’ meno furbe, ha scalato velocissimamente tutti i gradini del successo dello star system. Servendosi anche come scaletta di personaggi non propriamente ingenui, ma direi quanto-meno scafati come Fabrizio Corona o Lele Mora.

Nella vicenda recente sulla cocaina nelle discoteche, pare avere capito che nella vulgata italiota, pentirsi prontamente e chiedere scusa diffondendo comunque generosamente accuse a destra e a manca, è opportuno, morale e soprattutto utile. E’ il segno di un sincero ravvedimento e di una disponibilità ad affermare valori di onestà e pulizia. E fin qua è tutto più che lodevole.

Deve comunque imparare che alla base del pentimento sincero non c’è soltanto la contrizione operosa, accompagnata dalla disponibilità a sradicare il male, negli altri oltre che in sé, ma anche l’espiazione obiettiva di quanto si è comunque compiuto.

Per questo trovo assolutamente giusto ed educativo che la divinizzata Belen, ormai universale  come i telefonini, subisca perlomeno una sana esclusione da Sanremo.

(altro…)

Pubblicità

Read Full Post »

Da tutti noi di Milocca – Milena Libera

Read Full Post »

Quale che sia la forma, è rottura ufficiale per un matrimonio nato male: non per amore ma per forza.

.

Col «discorso del predellino», preannunciando la nascita del partito unico, Berlusconi aveva di fatto proclamato l’annessione di An, e Fini s’era dovuto rassegnare, dopo un scatto di irosa resistenza, ben sapendo che comunque il Cavaliere gli avrebbe tolto grandissima parte dei colonnelli e delle truppe. Un’unione obbligata, dunque, un sodalizio tra ostili.

Poi, per Fini s’è trattato di lottare per la sopravvivenza. Il co-fondatore debole del Pdl rischiava di essere progressivamente emarginato dal feeling tra Berlusconi e Bossi, e ha preso a contrastare punto su punto la linea del partito, per guadagnare iniziativa e visibilità. Mirava a continuare a lungo in questo ruolo, che gli consentiva – nella veste di presidente delle Camera e di spina nel fianco del governo – un’eccezionale rendita di posizione.

Ma non era più possibile gabellare per legittimo dissenso interno il suo metodico martellamento. Altro che Bersani o Di Pietro: in mancanza di un vero progetto politico di un’opposizione anch’essa divisa, era l’ex leader di An l’oppositore più agguerrito del premier, che ieri ha detto basta. Tra loro non c’erano screzi, ormai, ma una «guerra dei Roses».
In quel film, i coniugi-nemici finiscono per morire entrambi nel parossismo dell’odio reciproco.

(altro…)

Read Full Post »

DA SEI ANNI SENZA CONSULTA GIOVANILE !

.

RILEVATO CHE:

– nella popolazione giovanile interessata alla costituzione della Consulta Giovanile è presente un sentimento di relativa insoddisfazione per la mancata costituzione della stessa.

– la costituzione della Consulta Giovanile è un obiettivo in grado di realizzare un luogo privilegiato di confronto e dibattito ove raccogliere , da un lato  sollecitazioni e proposte su tutto ciò che riguarda la condizione giovanile, e conseguentemente assicurando nel contempo una formazione alla vita democratica ed alla gestione della vita cittadina.

i consiglieri comunali Giovanni Randazzo, Gioacchino Palumbo, Salvatore Schillaci, Giuseppe Mugavero e Sonia Provenzano chiedono al Sindaco:

– Quali sono le iniziative messe in atto dall’amministrazione comunale in riferimento alla mancata attivazione della Consulta Giovanile alla data odierna.

– Se è nelle intenzioni dell’amministrazione comunale dare inizio alle procedure di attivazione della Consulta Giovanile così come previsto dal vigente Regolamento Comunale.

– Il  giudizio che l’amministrazione comunale dà del Regolamento in vigore approvato dal Consiglio Comunale in data 28.09.2004.

 

leggi l’interrogazione integrale

 

(altro…)

Read Full Post »

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Luca 12,13-21.

.
Uno della folla gli disse: «Maestro, di’ a mio fratello che divida con me l’eredità».
Ma egli rispose: «O uomo, chi mi ha costituito giudice o mediatore sopra di voi?».
E disse loro: «Guardatevi e tenetevi lontano da ogni cupidigia, perché anche se uno è nell’abbondanza la sua vita non dipende dai suoi beni».
Disse poi una parabola: «La campagna di un uomo ricco aveva dato un buon raccolto.
Egli ragionava tra sé: Che farò, poiché non ho dove riporre i miei raccolti?
E disse: Farò così: demolirò i miei magazzini e ne costruirò di più grandi e vi raccoglierò tutto il grano e i miei beni.
Poi dirò a me stesso: Anima mia, hai a disposizione molti beni, per molti anni; riposati, mangia, bevi e datti alla gioia.
Ma Dio gli disse: Stolto, questa notte stessa ti sarà richiesta la tua vita. E quello che hai preparato di chi sarà?
Così è di chi accumula tesori per sé, e non arricchisce davanti a Dio».

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: