Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for settembre 2010

Vigili? Fin troppo!

Tutto ciò in palese violazione dell’articolo 183 del Dpr 16.02.1992 n.495 (Regolamento di attuazione del Codice della Strada), il quale recita che “gli agenti preposti alla regolazione del traffico e gli organi di polizia stradale di cui all’art.12 del codice, durante i servizi previsti dall’art.11, commi 1 e 2, quando operano sulla strada devono essere visibili a distanza, sia di giorno che di notte”.

FOTOGRAFIAMOLI NOI !

.

Continuate a scriverci e inviateci possibilmente qualche foto così potremo informare chi di dovere su eventuali abusi

.

CHI VIGILA SUI VIGILI?

Alle 8.3o un automobilista comunica al nostro blog che i soliti vigili stanno montando un autovelox all’altezza del Motel La Fazenda nei pressi del bivio per Campofranco. Naturalmente nessun cartello esposto.

 RISPETTARE LA LEGGE SI DEVE. MA TUTTI! 

Read Full Post »

LADRI IN AZIONE NELLA NOTTE

.

Ricordate che Pavarotti fu testimonial della Monte dei Paschi di Siena? Avessero preso almeno l’insegnamento del tenore che  cantava la famosa aria “Nessun dorma…”!

Si vuol significare l’invito alla dirigenza a vigilare sul bene psicologico dei dipendenti e per esteso anche sui beni materiali. La superiore premessa per significare che non pare possibile e credibile che nel 2010 non funzionino i sistemi di allarme sonoro e per chiedersi provocatoriamente se non sia meglio ritornare al classico antico cane da guardia.

Proviamo a ricostruire la vicenda con le voci raccolte in giro dai soliti ben informati secondo i quali i “soliti ignoti” sarebbero arrivati a Milena qualche giorno prima in paese per il classico sopralluogo e stazionato con fare da turisti nell’ampia piazza K. Marx su cui da il retro della banca. Nessuno di chi l’ha visto sa se prendevano di mira la vicina casa di un privato concittadino piutttosto che la banca.

Milena - la Monte dei Paschi di Siena

Eccoli infine ritornare di notte per quello che pensano sarà per loro la rapina del secolo. Entrano con facilità dalla porta posteriore o laterale e corrono incontro alla cassaforte che, siccome è protetta dall’apertura a tempo, appunto per non perdere prezioso tempo mettono mano ad aprirla con metodi violenti.

I giornali narrano di un buco laterale nella cassaforte murata, grande quanto un pugno, pugno di una mano appunto grande per farci passare quella lesta dei ladroni. Nessuno tranne gli inquirenti che entrano nella banca con mani guantate e scarpe avvolte nel cellophane con mille precauzioni onde non lasciare le loro orme ma prendere quelle dei ladri… conosce la verità.

Lavoro per i carabinieri dunque come se non ne avessero abbastanza.

Ma forse questo lavoro di ieri glielo averebbero potuto risparmiare questi danarosi banchieri della Monte dei Paschi che hanno una storia e una tradizione da difendere. Invece pare che i ricchi banchieri dove portiamo i nostri risparmi… abbiano risparmiato sui sistemi antifurto. Narrano sempre quei cattivoni della stampa che la sede di Milena sia priva di telecamere di sorvegianza video e anche di sistema di antifurto sonoro. Se fosse vero sarebbe demenziale e da spilorci.

Ma ritorniamo all’interno per vedere in azione i ladri.

(altro…)

Read Full Post »

Basta predoni della strada

Ricordate questo post dell’agosto 2009?

.

Qualcosa di buono – ogni tanto – anche il governo la decide!


Le nuove direttive del governo impongono alle pattuglie munite di autovelox di essere visibili, non più nascoste come guerriglieri nella jungla.

La delinquenza di certi amministratori locali non si debellerà così facilmente, fino a quando una parte dei proventi delle multe andrà nelle loro tasche.

Difficile pensare che sia la soluzione definitiva, fino a quando le nostre strade continueranno ad essere infestate da limiti di velocità assurdamente bassi.

Read Full Post »

ATTENZIONE

Il sito potrebbe risultare a tratti irraggiungibile nell’intervallo di tempo che andrà dalle ore 01:00 alle ore 09:00 di Sabato 2 Ottobre.

Read Full Post »

Corona: O mia bella mora…

Read Full Post »

Osservando i gesti di un uomo, si può capire se c’è dell’interesse nei tuoi confronti. Scopri a quali segnali prestare attenzione.

Come capire se uomo è interessato?

,

Ecco che il corpo ci svela alcuni segnali inequivocabili che fanno capire quanto lui sia attratto da te.

Il primo elemento da osservare è la distanza che mette tra te e lui.

Sembra, infatti, che i centimetri che vi separano siano molto importanti. In una normale conversazione, secondo gli esperti, 120 cm sono la distanza delle relazioni formali, sino a 45 centimetri si entra nella sfera dell’amicizia e della confidenza, al di sotto di questa soglia entriamo nella zona più “calda”.

Cerca ora di incrociare il suo sguardo: ti guarda un po’ e poi sfugge il tuo sguardo per poi ritornare ancora su di te? E’ il classico ping-pong: lui probabilmente con gli occhi sta cercando di instaurare un rapporto e, giocando con te, cerca di valutare la tua disponibilità. Prova allora a lanciargli anche tu un’occhiata ed osserva come risponde alla provocazione.

Ma se ti trovi ad una festa tra amici e lui si avvicina per sedersi accanto sul divano, guarda come si appoggia allo schienale e se parlando con te accarezza il bracciolo. Questi gesti infatti hanno un preciso significato: il divano è la prosecuzione della persona alla quale si è attratti. Accarezzarne la sua stoffa esprime quindi il desiderio di toccare la vostra pelle.

(altro…)

Read Full Post »

Revisore cercasi

Il sindaco Giuseppe Vitellaro e il responsabile dell’area finanziaria del comune il rag. Michelangelo Schillaci hanno reso noto che

è possibile presentare le istanze al fine di ottenere la nomina a revisore dei conti del comune per il triennio che va dal 3 dicembre 2010 al 2dicembre 2013.

L’organo di revisione presso il comune di Milena è formato da un solo componente e sarà scelto fra coloro i quali sono iscritti nel registro dei revisori contabili.

Quanti vorranno ricoprire l’incarico dovranno produrre all’amministrazione comunale di Milena apposita manifestazione di disponibilità ad accettare l’incarico, corredata da

  • una dichiarazione contenente i dati anagrafici completi e la residenza;
  • i titoli di studio conseguiti; l’elenco delle cariche ricoperte attualmente e precedentemente in enti pubblici o in società a partecipazione pubblica, nonché in società private nei pubblici registri;
  • il curriculum professionale e l’occupazione attuale;
  • il possesso dei requisiti richiesti per l’elezione a revisore dei conti, l’inesistenza di cause di incompatibilità o di conflitto d’interessi in relazione all’incarico da ricoprire.

La sottoscrizione dell’istanza non è soggetta ad autenticazione se apposta in presenza del responsabile dell’area finanziaria competente a riceverla, del pari non occorre autenticazione se la candidatura è accompagnata da copia fotostatica di un documento di identità del sottoscrittore.

Read Full Post »

Tutto sui dentifrici

Di fronte a decine di prodotti diversi che vi promettono di rendere i vostri denti più puliti, più bianchi e senza carie, può accadere che il nostro sguardo vaghi indeciso tra gli scaffali pieni di dentifrici.

Per aiutarvi a scegliere saggiamente, ecco tutti i consigli su quali sono gli ingredienti più importanti, quali tra le formule in gel o in pasta sono più adatte alle vostre esigenze e quanto è necessario spazzolare i denti col vostro spazzolino.

Dunque se avete a cuore la cura dei vostri denti e del vostro sorriso continuate a leggere per saperne di più…

(altro…)

Read Full Post »

Read Full Post »

Proposte indecenti

 Un uomo in mano a due donne

.

Dopo il weekend ad Asti culminato con il Palio, il sindaco ritorna a Milena deciso a mettere ordine nel caos che aveva lasciato e comincia con un messaggio chiarissimo che da ora in poi farà sul serio e taglia la testa al primo che gli viene a tiro, il più debole non protetto dallo scudo di una carica elettiva, lo sfortunato ambasciatore di Milena nel Mondo tralasciato negli inviti e lasciato senza fondi. Dimostrato di essere forte con i deboli, il sindaco cambia registro, rinfodera la spada, esprime il più sfolgorante sorriso, veste l’abito migliore in previsione di alcuni importantissimi appuntamenti con il sesso debole.

Sesso debole veramente non si adatta ad una donna che è stata capace recentemente di fargli perdere la maggioranza e la faccia in consiglio comunale; che si è dimessa anche da capogruppo, votato (con l’altro fuoruscito dalla maggioranza) insieme alla minoranza e spuntato le unghie al sindaco circa l’affiddamento veloce di beni e servizi: uno schiaffo di una manina di ferro in un guanto di velluto. A futura memoria per i machi.

Non meno forte si consideri l’altra donna da cui dipende la sorte politica del primo cittadino. Quest’altra, come suo costume non urla e non sbraita ma racchiude nel silenzio il suo disappunto per la mancata nomina ad assessore al bilancio agricoltura ambiente commercio, in sostituzione di un altro che ha abbandonato potere e sindaco senza urla e parolacce ma con uno scritto al vetriolo senza nemmeno un bizz perchè alle parole preferisce le azioni.

Chiaro che prima di affrontare il muso lungo della mancata assessora (con la quale aveva festeggiato la nomina promessa ma poi non mantenuta), il sindaco affronta la domina della scena politica, dipendendo dal suo ritorno all’ovile-vitellaro, ogni speranza di andare avanti e non affondare nell’insuccesso e nel ridicolo. Grazie all’aiuto di un alto (il più alto) consigliere, si procura un rendez-vous.

(altro…)

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: