Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Vincenzo Sorce’

L’associazione nissena assiste 60 persone: in programma diverse iniziative culturali e sociali

La Terra Promessa contro alcool e droga

giuseppe scibetta

.
LaICL030012720141218CLGrande festa per «Terra Promessa» che celebra in questi giorni i suoi trent’anni di costituzione con una serie di iniziative che sono stati intitolate «30 anni, insieme per la vita».
La mission dell’Associazione nissena – che è stata fondata da don Vincenzo Sorce impegnato da sempre a favore delle persone afflitte da sofferenze di varia tipo e che è ormai conosciuta in molti Paesi del mondo – è il recupero, la riabilitazione ed il reinserimento sociale di persone con problemi di dipendenza da droghe ed alcool attraverso un percorso di accoglienza, assistenza e supporto, a carattere residenziale, presso la comunità «Villa Ascione» in contrada Sant’Elia.
«Terra Promessa» opera d’intesa con i «Ser. T. » di tutto il territorio nazionale per il trattamento di 60 persone con problemi di dipendenza da sostanze ed è anche accreditata presso il ministero della Giustizia per l’accoglienza ed il recupero di detenuti tossicodipendenti.
Il suo programma terapeutico si conferma ancora oggi come uno dei più avanzati a livello mondiale.
«Da alcuni anni, ormai, la nostra struttura ha confermato e consolidato la scelta di aprirsi anche all’accoglienza di persone che presentano disturbi del comportamento, unitamente al consumo di sostanze – ricorda don Vincenzo Sorce – e ciò è indice, senza dubbio, di una ulteriore crescita del Programma Terapeutico. L’associazione «Terra Promessa», che opera in diversi Paesi dei continenti Europa, Africa e Sud America, è sempre più convinta della necessità di ricercare e promuovere occasioni di confronto e reciproco arricchimento tra analoghe organizzazioni, allo scopo di elaborare comuni strategie che possano influire sulle scelte sanitarie e politiche del Paese di pari passo con l’impegno a creare una sempre maggiore sensibilizzazione nei confronti della prevenzione primaria».
casa rosettaIn questo ambito si colloca una serie di attività di cui «Terra Promessa» è promotrice accanto alle Associazioni Casa Famiglia Rosetta e L’Oasi, quali la Giornata Mondiale per la Lotta alla groga, e la Giornata Mondiale contro l’Aids, nel corso delle quali gli operatori si impegnano concretamente per la sensibilizzazione dei giovani e della cittadinanza verso i problemi legati all’uso di stupefacenti. Dalla sua creazione ad oggi, la Comunità ha accolto circa quattromila persone.
L’intera comunità di «Terra Promessa» oggi e domani celebrerà il suo trentennale di fondazione con un programma che, pur facendo memoria del passato, è fortemente proiettato nel futuro.
Già nella mattinata di oggi le scolaresche di alcuni istituti superiori nisseni saranno accolte dagli operatori della Comunità e assisteranno alla esibizione musicale per pianoforte e violino curata da Mirko Gangi e Martina Vacca ed alla proiezione del video «Con gli occhi e il cuore di Dio».
Seguirà un breve seminario sul programma terapeutico a cura del direttore della Comunità Calogero Ricevuto e la testimonianza di alcuni giovani che hanno completato il percorso riabilitativo. A conclusione, è stata prevista la visita alle due mostre fotografiche allestite a Villa Ascione di Ausilia Lombardo e di Gaetano Vecchio.

La giornata di domani, a partire dalle 16.00, sarà dedicata ai momenti celebrativi veri e propri.

(altro…)

Read Full Post »

Casa Rosetta in prima linea anti-Aids

.

Oggi-Giornata-Mondiale-di-lotta-all-AidsOggi con inizio alle ore 9.30, a Partinico, in occasione della Giornata Mondiale contro l’Aids avrà luogo l’incontro “Insieme si può far vincere la vita”.
L’incontro si protrarrà per l’intera giornata con il seguente programma: alle ore 9.30, inizio lavori e saluto delle autorità. Dopo l’introduzione di don Vincenzo Sorce, fondatore e presidente delle Associazioni Casa Famiglia Rosetta, Terra Promessa e L’Oasi, si susseguiranno i diversi interventi che focalizzeranno alcuni aspetti specifici dell’emergenza Aids.
Salvatore Caminita, assistente sociale, parlerà degli aspetti epidemiologici. Sarà poi la volta della giornalista Alessandra Turrisi, con un intervento dal tema: «Il giornale racconta tra silenzi e parole». Rosario Cigna, sociologo che per molti anni ha diretto la Casa Alloggio Villa Sergio di Caltanissetta, parlerà su «L’Associazione Casa Famiglia Rosetta al servizio delle persone in Aids».
«Flussi migratori e Aids tra paura del diverso e realtà» sarà presentato dall’infettivologo Tullio Prestileo, cui succederà il contributo di un altro collega infettivologo, Mauro Sapienza, su «Malattie infettive emergenti». «Mass media e impatto sociale» sarà il tema della relazione della psicologa Maria Angela Nicolosi.
Infine, Mons. Michele Pennisi, Arcivescovo di Monreale presenterà gli «aspetti di Pastorale sanitaria».
Dopo una Performance musicale dei «Fratelli Lutz», giovani musicisti partinicesi, le Conclusioni di don Vincenzo Sorce.
L’Associazione Casa Famiglia Rosetta ha risposto fin dai primi anni ‘90 al problema dell’Aids dando vita ad un programma di assistenza e integrazione sociale a persone che vivono il problema dell’AIDS e della sieropositività con la creazione di due “Case Alloggio” per adulti a Caltanissetta e Partinico e a Tanga (Tanzania).

Read Full Post »

p1

IL MIRACOLO DI SAN MARTINO (3)

 

Vergine del Tramonto, tieni forte insieme queste pietre…

.

poesia-a-san-martinoPadre Vincenzo Sorce ha un legame naturale con San Martino per averci anche abitato. E con lui anche i suoi numerosi parenti, tra i proprietari del prezioso bene.

Al celebre sacerdote – come promesso all’interrogante consigliere Rosalba Pellegrino in consiglio comunale – avrebbe dovuto rivolgersi il sindaco Giuseppe Vitellaro per ottenere il benestare dei proprietari ad interventi di consolidamento e restauro del prezioso bene cittadino.

Il sindaco avrebbe dovuto rivolgersi anche all’ente preposto alla tutela dei beni ambientali e si era impegnato anche a portare sul posto il Soprintendente Lorenzo Gucciardi perché si rendesse conto del valore del nostro monumento. Era il 28 luglio di quest’anno. Ma il sindaco era stato informato il 19 maggio dalla minoranza con un’interrogazione, del rischio crolli dei portali della chiesa e della foresteria del monastero-fattoria di San Martino, da cui originò il nostro paese. Son trascorsi 40 giorni da allora,

Oggi non siamo al corrente della visita della Soprintendenza ai Beni culturali e ambientali. Non siamo a conoscenza se agli uffici preposti siano state impartite direttive Salva-San Martino nè se siano stati contattati i privati proprietari.

Di una cosa siamo certi però, del sentimento che lega padre Sorce a quel bene come ha espresso in versi nella sua poesia “In preghiera a San Martino” in cui così si rivolge alla Madonna:

“Vergine del tramonto – dammi ancora – un’alba a San Martino – e tieni forte – insieme – queste pietre”.

 

(altro…)

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: