Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Sommatino’

Cresce il malcontento sulla gestione del servizio idrico con Caltaqua sotto accusa per il canone esoso e per il «taglio» delle utenze

.

Il depuratore non c’è ma la depurazione si paga

Carmelo Sciangula

.

Il depuratore di Sommatino

Il depuratore di Sommatino

Proteste a Sommatino per le bollette di Caltaqua. I cittadini mettono in discussione non solo la gestione del servizio ritenendo il canone esoso rispetto alla qualità del servizio offerto, ma anche per l’erogazione idrica che in paese viene garantita ogni sei giorni.

Ad aggravare la situazione anche la «voce» che Caltaqua riporta in bolletta e relativa alla quota fissa, del costo della depurazione e della gestione delle fogne. Solo che Sommatino non ha un depuratore funzionante.

Occhi puntati altresì anche sul Piano delle fogne e sulle continue perdite lungo la condotta con Caltaqua costretta ad intervenire con tempi lunghi e con l’aggravio in alcuni casi del costo dall’utenza visto che la società non ha un servizio di manutenzione.

acqua_denaroOra i cittadini chiedono il perché Siciliacque, vende l’acqua a Caltaqua a 82 cententesimi e Caltaqua la rivende ai cittadini, circa il doppio, applicando pure una quota fissa a cui si aggiunge il costo della depurazione, della riparazione dei guasti sulle condotte e la bollettazione.

Ad oggi l’acqua resta pubblica ma gestione privata fa lievitare i costi: per 28 metri cubi di acqua Caltaqua a Sommatino arriva a chiedere circa 52 euro a bolletta, partendo da una quota fissa di 22 euro, per non parlare dei costi che devono sostenere gli esercizi commerciali che si triplicano.

Altro tema scottante è la realizzazione nel paese di un altro depuratore visto che quello attuale non può essere riattivato. Secondo una stima il costo superebbe il milione di euro. Proprio nei giorni scorsi il presidente del Consiglio Matteo Renzi sulla gestione dei depuratori e sulla mancanza ha nominato per la Sicilia un commissario.

Altro tema scottante è il taglio – a detta dei cittadini indiscriminato – dei contatori per gli utenti morosi o impossibilitati a pagare. Infatti ad oggi se un cittadino non paga le bollette di Caltaqua gli viene sigillato il contatore e tagliata l’acqua e il cittadino è così costretto ad approvvigionarsi dai privati.

Annunci

Read Full Post »

Al buio decine di abitazioni e alcune attività artigianali

Sommatino, in contrada Cozzo Cicero rubate cinque linee elettriche di rame

Carmelo Sciangula
.

I tralicci sono rimasti senza cavi elettrici

Altro colpo messo a segno nel territorio sommatinese da parte dei ladri di rame. Questa volta sono state prese di mira contrada Cozzo Cicero e contrada Linea, sita vicino la Ss 190 Sommatino-Delia. I ladri hanno rubato cinque linee di rame, lasciando al buio molte abitazioni e in crisi piccoli imprenditori locali che sono stati costretti a chiudere temporaneamente le loro attività. Il furto è avvenuto ieri notte.
Sul posto si sono recati ieri i militari della Stazione dei carabinieri di Sommatino guidata dal maresciallo aiutante Palazzo e successivamente è stato effettuato un sopralluogo congiunto con i tecnici dell’Enel.
Il rame un metallo diventato sempre più prezioso sul mercato nero dei ricettatori. Ogni furto provoca un doppio danno economico, il primo a danno dell’Enel, e l’altro a danno di agricoltori e piccoli imprenditori che sono fermi con le loro attività vista la mancata fornitura dell’energia elettrica. Il ripristino dovrebbe avvenire entro la fine di questa settimana, con l’installazione di nuovi cavi elettrici in alluminio, che andrebbero a sostituire il rame, al fine di fare scoraggiare altri eventuali furti, secondo quanto reso noto dall’Enel.
L’ammontare del danno secondo una prima stima ammonta a circa 1.500 euro. Nei mesi scorsi nel territorio sommatinese si erano verificati altri episodi del genere. In un episodio è rimasto folgorato un giovane rumeno, morto sul colpo, mentre un anno fa i carabinieri di Sommatino e Delia avevano arrestato un agrigentino in flagranza di reato.

E I LADRI NON LA SMETTONO!

Altro furto di rame, contrada Pinta al buio

c. s)

Continuano i furti di rame nel territorio sommatinese. Il mese scorso i ladri hanno colpito in contrada Cozzo Cicero. questa volta hanno preso di mira contrada Pinta, lasciando cosí al buio non solo tutte le abitazioni della contrada ma anche le varie attività produttive site in quell’aria. Le indagini sono condotte dai carabinieri. I tecnici dell’Enel già sono a lavoro per quantificare i danni, ma per riavere nuovamente la luce in quella contrada, potrebbe passare qualche mese.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: