Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Siculiana’

La Regione autorizza l’uso della discarica agrigentina

c. l.)

.

monnezza--190x130La Regione ha autorizzato ‘amministrazione comunale a conferire i rifiuti solidi urbani prodotti, direttamente nella discarica di contrada Materano, nel territorio di Siculiana e Montallegro, di proprietà della ditta Catanzaro.
Dal momento che i rifiuti di Milena fino ad ora sono stati conferiti, per ordine della Regione, a Cammarata e da lì a Gela o a Motta S. Anastasia, ciò comporterà un risparmio del 50% dei costi di conferimento in discarica dei rifiuti di Milena. Un risparmio che ovviamente potrà essere defalcato dalle bollette dei cittadini.
Il sindaco Peppuccio Vitellaro ha fatto rilevare che i costi del conferimento in discarica dei rifiuti per il Comune di Milena, prima a circa 130 euro a tonnellata, ora dovrebbero scendere a circa 70 euro. discarica siculianaUn abbattimento del 50% su una delle voci che maggiormente incidono sui costi della bolletta.
«Dopo tante battaglie abbiamo avuto dalla Regione il via libera al riconoscimento di un nostro legittimo diritto che è quello di conferire i rifiuti in un sito vicino come quello di Siculiana-Montallegro», ha sottolineato il primo cittadino, che ha anche evidenziato come il conferimento dei rifiuti avverrà direttamente con gli autocompattatori del comune. L’amministrazione Vitellaro ha già inserito nell’apposita voce di bilancio le somme per l’intera copertura del servizio di igiene ambientale. Il contratto avrà validità pari a quella del decreto di autorizzazione al conferimento. Il servizio è reso nei giorni feriali dalle ore 6 alle 14. Sarà comunque garantito il servizio la domenica e i giorni festivi dalle ore 6 alle 11, nonché nei giorni feriali dalle ore 14 alle 16.

Annunci

Read Full Post »

«Senza discarica si rischia il caos»

Luigi Scivoli

.

la discarica privata di Siculiana

la discarica privata di Siculiana

C’è grande apprensione per quello che potrà succedere con i rifiuti a cominciare da venerdì prossimo quando la discarica di Siculiana, dove attualmente vengono conferiti i rifiuti raccolti in città, sarà chiusa perché è satura. C’è apprensione perché non si sa dove dovranno essere trasportati i rifiuti e potrebbe così ripresentarsi l’emergenza che c’è stata all’inizio del mese e poi fortunatamente è stata superata.
Si aspetta con ansia che la Regione assegni una nuova discarica e c’è preoccupazione dal momento che si sa già che non è facile trovarla perché le discariche disponibili in Sicilia, dopo la chiusura di quella di Siculiana, sono soltanto tre: l’Oikos e la Sicula Trasporti nel catanese e quell’altra di Castellana Sicula nel palermitano. Ma tutte e tre raccolgono di già grossi quantitativi di rifiuti per cui c’è da capire se una di loro potrà accettare anche i rifiuti di Caltanissetta. La situazione è effettivamente preoccupante perché il tempo a disposizione per trovare la soluzione è molto breve: oggi è martedì e da qui a venerdì ci sono soltanto tre giorni.
Si teme anche che possa ripetersi quello che è già accaduto all’inizio del mese quando non fu comunicato in tempo utile che i rifiuti della città avrebbero dovuto essere conferiti alla discarica di Siculiana, e non più a quella di Lentini, con la conseguenza che per tre giorni i rifiuti non furono raccolti e la città fu subito sommersa di immondizie non ritirate.
“Aspettiamo che la Regione – ha detto il sindaco Giovanni Ruvolo – ci dica subito dove dovremo portare i rifiuti raccolti in città e ce lo deve dire in tempo utile per evitare che rimangano nei cassonetti causando una nuova emergenza che non vogliamo avere”.

Read Full Post »

Discariche locali no?

I costi della discarica di Siculiana. Si pagherà 80 euro per tonnellata di spazzatura, di più nei festivi

Rifiuti, conto da 6.500 euro al giorno

Luigi Scivoli

.

monnezza--190x130

PER I PRIVATI!

E’ di un mese l’autorizzazione concessa dalla Regione per il conferimento dei rifiuti prodotti a Caltanissetta nella discarica di Siculiana della Catanzaro Costruzioni. Va dal 6 novembre al 5 dicembre 2014, come si rileva dal contratto sottoscritto dal Comune per l’utilizzazione della discarica di Siculiana. Nel contratto è infatti specificato che “il presente accordo attuativo ha una durata pari a quella dei provvedimenti autorizzativi al conferimento, vale a dire dal 6 novembre fino al 5 dicembre 2014”.
Significa che dal 6 dicembre si ripresenterà il problema di dove conferire i rifiuti qualora non frattempo non si provvederà con l’assegnazione di una nuova discarica o non si procederà al rinnovo dell’assegnazione attuale. Per il conferimento dei rifiuti alla discarica di Siculiana il Comune paga oltre 80 euro per tonnellata, più Iva, pari a circa 6.500 euro al giorno e 200.000 euro al mese dal momento che la media dei rifiuti quotidiani conferiti è di 80 tonnellate.

La discarica di Siculiana

La discarica di Siculiana

Il costo è così suddiviso: 51,37 euro per costi di smaltimento, 8,56 per il trattamento di cui all’ex articolo 7 del decreto legislativo 36/2003, 5,66 euro per maggiorazione ai conferimenti effettuati nei giorni festivi (dalle ore 6 alle 11) o extra-orario (dalle ore 14 alle 16), oltre a un tributo speciale nella misura prevista dalla legge regionale 7 maggio 1977 n. 6, e oltre l’Iva.
Il Comune dovrà pagare il corrispettivo entro 30 giorni dalla fatturazione per non incorrere nelle sanzioni previste con l’applicazione degli interessi di mora e per non rischiare di non potere più conferire i rifiuti. Infatti è detto espressamente: “Il mancato pagamento delle fatture ricevute, ovvero il mancato invio della relativa evidenza contabile nei termini temporali, costituirà inadempimento rilevante ai sensi dell’articolo 1460 del codice civile con la conseguente facoltà del gestore dell’impianto di sospendere l’esecuzione della propria obbligazione, salvo l’onere di comunicare la sospensione con un anticipo di almeno 7 giorni”.

 ore 21:53 dle 18/11/14

ore 21:53 del 18/11/14

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: