Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Prima Guerra Mondiale’

Alunni e autorità hanno ricordato i Caduti in guerra

GRAZIA LA PAGLIA

.

Il momento del canto dell´inno nazionale

Il momento del canto dell´inno nazionale

Marianopoli. Bandiere tricolore tenute alte e agitate all’interno della scuola e mano destra sul petto durante il canto dell’inno nazionale. Poesie della tradizione per ricordare chi, cento anni fa, perse la vita sui campi di battaglia della prima guerra mondiale. Ma anche per rivolgere un pensiero e una preghiera a tutti gli altri italiani, concittadini e non, che si spensero tra le trincee della seconda guerra mondiale.
In questo modo Marianopoli ha voluto celebrare martedì pomeriggio il 4 novembre, seppur con qualche giorno di ritardo. Protagonisti sono stati gli alunni della scuola secondaria di primo grado insieme ai compagni delle classi quarte e quinte della primaria.
“Purtroppo la manifestazione prevista per martedì della scorsa settimana, in concomitanza con la giornata in ricordo di tutti i caduti durante le Grandi Guerre, è stata rinviata a causa del malore che ha colpito il nostro comandante dei vigili urbani – spiega l’assessore alla Pubblica istruzione Maria Antonietta Vullo.
Il sindaco Carmelo Montagna e la dirigente dell’Istituto comprensivo, Graziella Parello, hanno pensato di spostare la manifestazione di qualche giorno e di realizzarla nei locali della scuola”.
Gli alunni di Marianopoli, infatti, non hanno solo ascoltato una testimonianza e lezioni di storia su cosa accadde in Italia cento anni fa, ma sono diventati parte attiva della giornata: hanno recitato delle poesie scelte per l’occasione e di autori molto conosciuti, come Quasimodo e Montale, e hanno letto dei loro brani sulla tematica della guerra e sul bisogno di pace tra i popoli.
I loro interventi sono stati accompagnati da quelli della dirigente scolastica Parello, del sindaco Montagna che ha spiegato perché è importante studiare la storia di chi ci ha preceduto, del consigliere Rosario Vullo che ha letto il bollettino di guerra di Armando Diaz, della rappresentante dell’Associazione dei carabinieri in congedo Giusi Divenuta che ha recitato la Preghiera ai Caduti e di un testimone delle crudeltà della seconda grande guerra, Gabriele Lo Iacono, uno dei pochi sopravvissuti.
La giornata è stata organizzata anche grazie al coordinamento delle insegnanti Angelica Lo Iacono e Clara Cusimano ed erano presenti, tra gli altri, gli assessori Vullo e Tumminaro, l’associazione Famiglie combattenti e reduci, il maresciallo Immordino e l’appuntato Gori. Alla fine tutti i presenti in piedi hanno intonato l’inno di Mameli, con bandiere italiane al vento.

Read Full Post »

Comune di Sutera (CL)

NOTIZIE DAL FRONTE E DAI LUOGHI DI PARTENZA

Siamo lieti di invitarvi alla inaugurazione della mostra sulla prima guerra mondiale:

VolantinoLa mostra sarà inaugurata il 9 novembre 2014 alle ore 10,30 al Carmine nei locali del museo etnoantropologico e resterà aperta fino al 24 maggio 2015.

Vi sono documenti originali, foto, cartine e cartoline, informazioni sulla guerra con due distinti percorsi: uno di carattere locale e regionale ed uno nazionale ed internazionale, distinguibili da stelle di diverso colore:

1) Stella rossa: notizie sui militari partiti da Sutera e Milocca, i caduti, le vedove e gli orfani, i sussidi per i familiari, i profughi giunti dalle terre di confine, i prigionieri del campo di Vittoria (RG) ed il loro utilizzo nei campi anche della Sicilia interna, diari e lettere dal fronte, polemiche tra giornali siciliani (il Babbìo di Palermo), i telegrammi della vittoria;

2) Stella blu: le alleanze, l’andamento della guerra nei vari fronti: italiano, francese, orientale. L’itinerario sovrapponibile di Ungaretti e del tenente Carruba Toscano sul fronte di guerra.

La mostra può essere l’occasione per trascorrere una piacevole mattinata nell’antica città di Sutera.  

Per informazioni più dettagliate contattare l’ufficio turistico del Comune di Sutera (CL) tel. 0934954929 oppure il 3206226661.

L’assessore alla cultura del Comune di Sutera (CL)

dott.ssa Marisa Montalto Monella 

Read Full Post »

Rapinata di nuovo la filiale del Monte dei Paschi

.

Monte dei Paschi di Siena - filiale di Milena

La filiale di Milena del Monte dei Paschi di Siena sale un’altra volta agli onori della cronaca… nera!

Venerdì mattina alcuni giovani rapinatori arrivano in paese. Aspettano che i clienti depositino del contante, poi poco prima delle 11 qualcuno di loro entra nella banca passando dalla porta girevole che, in teoria, dovrebbe segnalare eventuali oggetti metallici come coltelli e pistole e bloccare l’ingresso ai malintenzionati. Uno di loro a viso scoperto chiede al cassiere che gli consegni il contante mentre una signora assiste impietrita dallo spavento, rassicurata -si dice – dallo stesso delinquente il quale in pochi secondi prende il malloppo e scappa.

Gli impiegati non ne possono più, anche perchè una volta entrati i malintenzionati, se li trovano direttamente faccia a faccia dato che non c’è tra loro e il pubblico nessuna vetrata antiproiettile o porta blindata; così come avviene nell’ex Cassa Rurale e Artigiana di via Nazionale, dove non si sente parlare di rapine con la stessa frequenza.

Non interessa in quest’articolo sottolineare il danno economico del maltolto (le banche sono assicurate da questo punto di vista), ma soprattutto la violenza fisica e morale subita dagli impiegati che si vengono a trovare come si trovavano i soldati in trincea durante la Prima Guerra Mondiale. Da allora ne sono passati di anni e inventati di sistemi antirapina. Possibile che alla Monte Paschi non si aggiornino?

Altre rapine alla sede

(altro…)

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: