Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Garante del Contribuente’

Marianopoli, il Sindaco Montagna sul ruolo Tarsu 2008: “Due consiglieri fanno sciacallaggio politico”

.

Carmelo-Montagna-150x150

Riportiamo integralmente il testo del comunicato stampa firmato dal primo cittadino.

Tornano alla carica, nella inutile guerra contro l’Amministrazione Comunale, gli specialisti dello sciacallaggio politico e delle cause perse. I Consiglieri Comunali Giuseppe Cannella e Grazia Noto tentano di strumentalizzare il comprensibile malessere dei concittadini a proposito degli OBBLIGATORI avvisi di accertamento sul ruolo TARSU 2008, che l’Ufficio addetto ha dovuto fare notificare ai contribuenti per l’accertamento in corso sulla banca dati ex ATO/CL1.

E’ interesse di tutti fare chiarezza su quei dati, ereditati dalla precedente Amministrazione. L’obiettivo è quello di “pagare tutti per pagare meno ed il giusto” chi e’ in regola non ha nulla da temere. Chi non ha pagato deve, purtroppo, farlo. Chi riscontra errori o difformità, che ci sono, si rechi entro 60 giorni all’ufficio tributi del Comune dove, con la massima sensibilità i funzionari addetti provvederanno allo sgravio per le giuste rettifiche.

da destra Grazia Noto, Francesco Baldi, Giuseppe Cannella, Lillo Vaccaro

da destra Grazia Noto, Francesco Baldi, Giuseppe Cannella, Lillo Vaccaro

Con l’ultimo comunicato stampa i Consiglieri Noto e Cannella raggiungono livelli di demagogia e di deleterio populismo impressionanti, tanto ormai sono abituati a sottoscrivere tutto e l’esatto opposto. Fino a poco tempo fa erano almeno a parole per la lotta all’evasione ora per il contrario. Se tentiamo di ripristinare una situazione di legalità e di giustizia sociale come da loro suggerito ci accusano di fare ingiustizia. Per loro la lotta all’evasione è quella “a campione”, magari scelto fra gli avversari politici; questa che riguarda tutti non è lotta all’evasione. Incredibile ma vero.

Peraltro i predetti avvisi Tarsu 2008 dovevano essere assolutamente recapitati entro il 31.12.2013 pena la prescrizione e quindi la responsabilità contabile dell’Ufficio. L’Amministrazione capisce il disagio creato a chi ha ricevuto l’avviso per errore ma era l’unico modo per pagare in avvenire il giusto senza privilegi e furbate di vario genere. Questo consentirà al Comune finalmente di regolarizzare molte situazioni confuse e spesso sbagliate dovute all’incongruenza fra i dati catastali e l’effettiva proprietà o utilizzo dell’immobile. Questa è la situazione che abbiamo purtroppo ereditato, assieme ai seguenti dati contabili: al 31.12.2011 l’Amministrazione Vaccaro aveva un debito certificato con l’ATO/CL1 di €354.115, di cui €144.744 per morosità pregressa, che in assenza di riscossione dovremo pagare tutti. Cosa che stiamo cercando di evitare. Quindi tutti i contribuenti in buona fede possono lamentarsi tranne che l’ex Sindaco Vaccaro ed i suoi due Consiglieri: proprio nel 2008 venne aumentata da Vaccaro la TARSU del 40%, con base imponibile del 10% annuo retroattiva dal 2004! (Del.G.C.n°37 del 27.5.2008)

Cavalcare il disagio e le preoccupazioni delle persone dovute all’attuale crisi economica per puro ed esclusivo calcolo politico elettorale è semplicemente ignobile e spudorato. L’esempio più lampante è stata la campagna estiva contro l’aumento della TARSU 2012 dell’Associazione “Partecipazione Democratica” di cui fanno parte i due prodi Consiglieri. Dopo avere illuso ed aizzato circa 400 persone sulla base di cavilli e sproloqui in piazza cosa diranno agli stessi cittadini dopo che il “Garante del Contribuente per la Sicilia”, a cui si erano rivolti e che “al 99% avrebbe accolto i ricorsi”, come affermato da Cannella in Consiglio Comunale, ha con nota del 20.12.2013 archiviato la pratica riconoscendo assolutamente legittimo e giustificato l’operato dell’Amministrazione ? La scusa sappiamo che è pronta. Diranno che devono essere ringraziati lo stesso perché loro ci hanno provato ad annullare l’aumento della TARSU . No! Non potranno dirlo perché manifestamente in mala fede, non potevano non sapere che per l’Amministrazione era atto dovuto l’aumento 2012 e che la precedente Amministrazione Vaccaro solo per motivi elettorali aveva omesso di farlo con probabili danni erariali che saranno accertati dalla Corte dei Conti. L’Amministrazione, come tutte le persone di buon senso sanno, nonostante un’opposizione distruttiva, ha fatto e farà salti mortali per assicurare i servizi alla cittadinanza e sarà felicissima se potrà ridurre le tasse e creare opportunità di lavoro.

IL SINDACO (C. Montagna)

————-

LA REPLICA DELL’ASSOCIAZIONE SOCIO-POLITICO-CULTURALE “PARTECIPAZIONE DEMOCRATICA DI MARIANOPOLI”

.

logo partecipazione democraticaL’Associazione Partecipazione Democratica di Marianopoli, ritenuto che quanto sostenuto dal Sindaco Montagna nel suo comunicato, diffuso nei giorni scorsi in merito alla vicenda degli accertamenti in rettifica della TARSU 2008 e alla richiesta dei Consiglieri Graziella Noto e Giuseppe Cannella, dell’opposizione, di convocare un consiglio comunale straordinario per dibattere ed avere dallo stesso spiegazioni e chiarimenti circa la congruità, la imparzialità e la esattezza degli accertamenti in rettifica della TARSU dell’anno 2008, è fuor di luogo e spropositato ad eccezione della conferma, da parte sua, a seguito dell’attività dell’opposizione, che gli avvisi contengono errori e vanno rettificati, ha espresso solidarietà per gli attacchi subiti dal sindaco ai consiglieri Noto e Cannella ed ha risposto circa l’esito dei ricorsi dei mesi scorsi al Garante dei Contribuenti per la TARSU 2012 con la nota che si riporta del Presidente Dott. Francesco Baldi.

“ Al Signor SINDACO del Comune di MARIANOPOLI

Con riferimento alla vostra lettera, relativa alla nota in oggetto in esito ai ricorsi proposti dai molti cittadini di Marianopoli, la scrivente Associazione fa presente che ha già dato diffusione alla stessa mediante la pubblicazione nella vetrata dei locali del centrale C.so Vitt. Emanuele n. 14 ove, di solito, vengono pubblicati gli avvisi e le informazioni ritenute importanti.

Tuttavia corre l’obbligo di sottolineare che il “Garante del Contribuente” aveva già scritto al Comune per chiedere chiarimenti in merito ai suddetti ricorsi (vedi nota prot. n. 2013 del 18/11/2013, anch’essa  pubblicata  nella  vetrata  dell’Associazione) e  che  la  propria  decisione è dipesa , per come si legge nella risposta, da quanto comunicato allo stesso da codesto Comune con nota prot. n. 6015 del  29/11/2013.

Da una attenta e serena lettura delle succitata nota del “Garante” non c’è alcun dubbio che lo stesso non ha assolutamente legittimato l’operato dell’Amministrazione, specie quando afferma “… con i soli poteri previsti dall’art. 13 della legge 212/2000, non ritiene di cogliere situazioni di irregolarità su cui il Garante del Contribuente ha la possibilità di intervenire, trattandosi essenzialmente di questioni che rientrano nelle competenze della Giurisdizione Amministrativa…” e quindi materia da impugnare al TAR-Tribunale Amministrativo Regionale); ed ancora, relativamente alla “retroattività” dell’applicazione delle aliquote dell’anno 2012, quando afferma che “… Su queste disposizioni lo scrivente ha denunciato diverse volte la violazione dello Statuto dei Diritti del Contribuente e, più in particolare, la violazione dell’art. 3 della legge 27/7/2000 n. 212, che stabilisce, infatti, l’irretroattività di tutte le norme tributarie. Ma l’esito di questa denuncia, purtroppo, non ha sortito finora alcun effetto…”.

(altro…)

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: