Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Franco Maniscalco’

«L’on. Pagano voleva gestire la mia politica sanitaria»

V. P.
.
Alessandro Pagano

Alessandro Pagano

«L’on. Alessandro Pagano voleva essere il gestore della mia politica sanitaria quando dirigevo l’ospedale “Sant’Elia”. Pretendeva che lo informassi preventivamente di ogni mia decisione. Addirittura mandò da me un suo segretario e sarcasticamente dissi che per informarlo di ogni cosa che facevo avrebbe dovuto esserci qualcuno nel mio ufficio che riferisse tutto all’onorevole. Questa persona non colse il sarcasmo e disse che avrebbero potuto mandare un certo Michelino, al che lo accompagnai alla porta».

Salvatore Olivieri

Salvatore Olivieri

Un “j’accuse” forte quello che l’ex manager Salvatore Oliveri ha fatto ieri deponendo in Tribunale come teste nel processo per le presunte irregolarità sulla nomina del primario di chirurgia dell’ospedale nisseno. Oliveri fu il predecessore di Alberto Paladino, imputato per abuso d’ufficio assieme agli altri ex dirigenti dell’ospedale nisseno Giuseppe Amico e Franco Maniscalco ed al chirurgo Silvio Morini (accusato di concorso in abuso d’ufficio), che venne nominato primario con incarico esterno dopo l’annullamento del concorso che giudicò idonei i quattro chirurghi che presentarono domanda.

Oliveri ha aggiunto: «Una volta mi volle incontrare alle 23 all’area di servizio “Gelso Bianco”, stavo tornando a casa per il fine settimana. Con lui c’erano due persone della sua segreteria, Salvatore Paternò e Diego Dell’Uomini. Non approvava delle scelte che avevo fatto ed usò un tono minaccioso». Pagano, per questa vicenda, scelse il rito abbreviato; la Cassazione ha annullato la sua condanna e rinviato il processo (fissato per domani) in Corte d’Appello.

.

Il mancato invito a Pagano per l’inaugurazione della Radioterapia a Gela

.

L'inaugurazione della Radioterapia nella sede dell'ex ospizio marino alla presenza del presidente della Regione Rosario Crocetta.E' stata anche la prima uscita ufficiale del sindaco Angelo Fasulo dopo l'infortunio

L’inaugurazione della Radioterapia nella sede dell’ex ospizio marino alla presenza del presidente della Regione Rosario Crocetta.

Sono sorpreso  del mancato invito  all’inaugurazione della radioterapia e non soltanto perché sia Gela e certo non perchè sia istituzione di questa Provincia quanto perché sulla radioterapia ho  svolto un ruolo fondamentale.
Da assessore regionale al bilancio attivammo il processo virtuoso all’allora USL2 di Caltanissetta, alla regione e al ministero della salute. Portammo un finanziamento utile alla realizzazione della radioterapia a San Cataldo e a Gela e cosi colmammo un gap  nella  provincia nissena. Con i poveri pazienti costretti a penosi viaggi della speranza a Catania o a Palermo per non dire nell’Italia del nord. Le due strutture furono concepite geneticamente nello  stesso momento, San Cataldo partì prima per maggiore velocità burocratica.

LaIPR0101h0120140125CL“Di questo mio impegno mi fu testimone Crocifisso Moscato che dopo tanti scontri e polemiche con la mia persona, ebbe modo di appurare il mio concreto e risolutivo impegno e me ne diede atto candidandosi nella lista del mio partito un mese prima di morire.
Ricordo a tutti voi che Crocifisso morí durante la campagna elettorale delle provinciali 2008. E certamente cosa buona é stata aver intestato al grande Crocifisso la radioterapia di Gela. Perciò mi addolora non essere stato invitato e immagino che ciò sia stato fatto ad arte per lasciare la piazza mediatica ad altri. Di questa ultima cosa lascio ai cittadini le valutazioni etiche e politiche”.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: