Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Federico Messana’

untitledMontedoro: il gruppo d’opposizione all’attacco:

«Ecco le cose non fatte dal sindaco»

c. l.)

.

«Habemus Papam? No habemus fumus»: ha replicato con un proprio volantino il gruppo consiliare di minoranza “Libera.. Mente” all’avviso pubblico con il sindaco ha annunciato diverse importanti novità che ha esposto venerdì scorso in pubblica assemblea. Nel definire quanto comunicato dal sindaco Federico Messana, “autocelebrazione con un manifesto che annunciava cose normalissime che un’amministrazione dovrebbe fare”, il gruppo Libera.. Mente ha poi rilevato: «Oggi non c’è una fumata bianca, ma una fumata nera, quella delle risposte ai bisogni sociali.

  • messanaPerché il Comune -continua Libera….. Mente – non assicura il diritto allo studio agli studenti pendolari?
  • Perché ha rinunciato ai finanziamenti pubblici per la messa in sicurezza della scuola?
  • Perché riduce i servizi della mensa scolastica e non si istituiscono borse di studio per gli studenti meritevoli?
  • Perché non ha preso in considerazione il problema dell’Imu per i terreni agricoli in tempo utile costringendo di fatto la cittadinanza al pagamento di questo ulteriore balzello?
  • Perché non c’è un’area giochi in piazza per i bambini?
  • Perché siamo ancora senza il nuovo Prg e circa un anno fa si diceva che nel giro di un paio di mesi sarebbe stato approvato?
  • Perché non si fa nulla per sistemare le strade interpoderali rilanciando l’agricoltura?
  • Perché si snobba l’operato del gruppo consiliare di minoranza? ».

Tutti interrogativi politici che, secondo la minoranza, rappresentano altrettante domande alle quali non sarebbe stata data alcuna risposta dall’amministrazione comunale.

Annunci

Read Full Post »

Tre vigili al tiro a segno

c. l.)

vigili-armatiIl sindacodi Montedoro Federico Messana ha autorizzato i tre componenti della Polizia municipale ad iscriversi ad una sezione del tiro a segno nazionale per il 2013.

Si tratta – ha spiegato il sindaco – di un obbligo di legge in quanto, normalmente, i tre componenti della Polizia municipale montedorese svolgono il servizio armato. Pertanto, in considerazione dello svolgimento di questo specifico servizio, è previsto l’obbligo da parte dell’amministrazione comunale di iscrivere i componenti del corpo di Polizia municipale ad una sezione del tiro a segno nazionale in modo che possano prendervi parte al fine di consentirgli il superamento ogni anno di un corso specifico con lezioni di tiro a segno.

Pertanto, come già avvenuto negli anni scorsi, anche per il 2014 i tre vigili urbani del corpo di Polizia municipale montedorese saranno chiamati a prendere parte a questo specifico corso di tiro a segno che si terrà nella sezione di Tiro a segno nazionale di Agrigento. In particolare, i vigili urbani montedoresi svolgeranno il corso nell’impianto di tiro a segno esistente a Favara in località Pioppo lungo la ss 640. Il costo complessivo previsto per l’espletamento di questo corso di tiro a segno ammonta a 288 euro.

Continua il botta e risposta tra Messana Sindaco di Montedoro e Montagna già consigliere di opposizione.

libera.

Momento di grande fermento nel comune di Montedoro, dove da qualche giorno va avanti un botta e risposta a suon di comunicati stampa, assemblee e dichiarazioni su social-network.
Tema del contendere è il volantino distribuito domenica 16 febbraio dall’Associazione Liberamente e la successiva assemblea di lunedi 17 febbraio organizzata dal Sindaco e vicesindaco.

A tal proposito dichiara l’ex consigliere Montagna: ci sono due passaggi che mi lasciano molto perplesso, esterefatto, sgomento dal tentativo da parte di questo sindaco di girare la frittata fatta a suo favore: “voli fari trasiri lu sceccu pi la cuda”:

Federico Messana sindaco Montedoro

Federico Messana sindaco Montedoro

1) Il sindaco parla di aver invitato ad una assemblea i tecnici per un confronto? A me non risulta che l’argomento fosse il confronto tra amministratori e tecnici, anche perché questi, non sono stati invitatati, mentre in sala c’erano gli assessori, i consiglieri di maggioranza (quelli di minoranza non sono stati invitati) gli amici e parenti di questa compagine politica. L’unico tecnico invitato ha partecipato perché l’assemblea doveva essere un confronto tra questo tecnico e il vicesindaco che lo accusava di scheletri nell’armadio.
2) Il sindaco dice che preferisce gli affidamenti diretti perché più trasparenti, nutre perplessità sulla trasparenza delle gare, perché le cronache dei giornali sono piene di notizie concernenti gare studiate ad personam. Da queste parole si intravede una profonda conoscenza dei meccanismi di come le gare vengano studiate ad personam. Chissà perché.!!!

tirannoCon l’affermazione che “si guarda comu un mulu fanzu”, e quindi non si fida di professionisti avversari politici, ha gettato finalmente la maschera. A Montedoro vige, e sulla mia pelle vige da sempre, un regime totalitario:

  • chi non si piega al suo volere in questo paese non lavora;
  • chi non è suo amico in questo paese non lavora;
  • chi non è suo parente in questo paese non lavora;
  • chi non è iscritto al suo partito in questo non lavora.

Però io e tanti altri che non ci siamo mai piegati, che non siamo suoi amici, che non siamo suoi parenti, che non siamo iscritti al suo partito, in questo paese, le addizionali comunali dallo stipendio se li trattengono, le addizionale comunali nelle varie bollette le paghiamo; le tasse comunali: ICI, IMU, TARSU, TASI, TARI, e via dicendo, in questo paese li paghiamo.

E mi rivolgo ai suoi amici, parenti e appartenenti al suo stesso partito, non pensate che c’è qualcosa che in questo paese non va? Il vostro, che poi è anche il nostro, FUTURO POSSIBILE pensate di costruirlo continuamente operando sulle macerie di questo sindaco? Pensateci bene. Se vogliamo costruire una società solidale questa sicuramente non è la retta via, chi pensa di continuare ad agire come trent’anni fa è fuori dalla realtà. Il mondo è cambiato. Il muro di Berlino è caduto. Le torri gemelle non ci sono più. Non potete più sostenere un sindaco che agisce secondo canoni e sistemi prettamente totalitari da vetero comunista stalinista. Dovete avere la dignità e la forza di mandarlo subito a casa prima che questa piccola nostra società in termini di solidarietà ne paghi gravi conseguenze.

montedoro municipioE ancora. Con l’affermazione che si “guarda comu un mulu fanzu” questo sindaco è diventato veramente PARANOICO. Così come un vecchio re, come un vecchio despota vede trame di palazzo, tranelli e congiure dietro ogni angolo, tutte tese a farlo fuori.

Si circonda solo di pochi fidati per non farsi usurpare il trono, ma voglio ricordargli che un professionista, a parte la sua deontologia professionale, quando redige un lavoro se ne assume tutte le responsabilità giuridiche e penali. Inoltre, un professionista quando stila un progetto, per quello che può, da il massimo di se stesso. Chiunque può sbagliare, ma a pagare non sarebbe certo il committente (sindaco) ma il tecnico firmatario. Per cui l’affidare un lavoro ad un tecnico, spesso per la natura dell’incarico, è più affidabile un professionista non amico, perché costui lavorerà sicuramente con più sagacia, con più attenzione e con più impegno.

Caro sindaco le tue manchevolezze sono oramai note a tutti e non puoi più nasconderti dietro futili motivi. E rivolgendomi a tutti coloro che ancora, credendo in lui, lo sostengono: dovete avere la dignità e la forza di mandarlo subito a casa, prima che questa piccola nostra società in termini di solidarietà, in termini di tessuto sociale, in termini di quieto vivere civile ne paghi gravi conseguenze.

Read Full Post »

Vitellaro a capo dell’Aro rifiuti

.
VITELLARO

VITELLARO

È nato ufficialmente l’Aro, cioè l’ambito di raccolta ottimale, dei Comuni di Milena, Montedoro e Bompensiere. Un Ambito di raccolta che è nato grazie alla collaborazione da parte dei sindaci dei Comuni aderenti (Peppuccio Vitellaro per Milena, Federico Messana per Montedoro e Salvatore Gioacchino Lo Sardo per Bompensiere). L’Aro dunque s’è costituito e, in attesa che definisca quelli che dovranno essere i suoi organi rappresentativi, ha per il momento individuato il suo presidente nella persona del sindaco del Comune capofila, che è Milena.

Per Peppuccio Vitellaro, un incarico oltremodo importante in questa primissima fase di avvio dell’ambito di raccolta ottimale che coinvolge i tre comuni del Vallone nisseno. Una unione destinata a produrre in primo luogo risparmi significativi per le casse dei tre Comuni, ma anche a porre in essere una progettualità della quale, in questi mesi, sono state gettate le basi da parte dei tre sindaci dei Comuni aderenti nel corso di riunioni nelle quali è stata ribadita l’esigenza di ottimizzare i costi evitando che l’esperienza degli Aro possa diventare riconducibile a quella poco felice degli Ato. In questo senso, è stato ribadito da parte dei tre sindaci non solo la volontà di portare avanti la raccolta differenziata per farne lievitare la percentuale quanto più possibile con premialità da prevedere in bolletta per i cittadini virtuosi, ma anche di avviare la raccolta del’umido che già ha fatto registrare i primi interessanti risultati a Montedoro con l’acquisto di compostiere per le famiglie.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: