Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Stampa, Tv e Blog’ Category

Nello Musumeci ha firmato il primo decreto: 113 milioni ai Comuni

La Sicilia

.

1509995908229.jpg--nello_musumeci_ha_firmato_il_primo_decreto__113_milioni_ai_comuniIl presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, ha firmato il suo primo decreto, che prevede l’approvazione del Piano di riparto del Fondo per gli investimenti dei Comuni per l’anno 2017. Il provvedimento dispone l’erogazione di 113 milioni di euro agli Enti locali e sarà pubblicato nella prossima edizione della Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana.

«Al momento del mio insediamento – sottolinea Musumeci – ho assicurato che i Comuni sarebbero stati una priorità per l’amministrazione regionale. Mi fa piacere che il primo decreto riguardi gli Enti locali ma, dopo la formazione della Giunta, dovremo necessariamente avviare nuovi e più corposi interventi. Ai sindaci dell’Isola – conclude Musumeci – va il mio personale e rinnovato sentimento di gratitudine per essere i primi nella trincea del confronto con i cittadini».

Annunci

Read Full Post »

Igiene dentale, perché bisogna lavarsi i denti prima della colazione

Libero

.

images (4)Sono tanti i miti da sfatare sull’igiene dentale. È importante, ad esempio, lavarsi i denti poco prima di andare a letto, perché i residui di cibo tendono a formare le placche su una superficie asciutta, come quella della bocca di notte.

Inoltre, non si dovrebbe usare troppo dentifricio, perché il prodotto, applicato in dosi massicce, tenderebbe a lavare meno. La dose ideale è quella pari alla misura di un pisello.

Lavarsi i denti dopo aver mangiato non è sempre una buona idea perché il cibo, che contiene acidi, ammorbidisce lo smalto. È quindi buona pratica, in alcuni casi, come la mattina, lavarsi i denti prima della colazione.

Read Full Post »

tutuzzu.jpg

Read Full Post »

Renzi incontra Macron, all’Eliseo non ci possono credere: come si è conciato Matteo

Libero

.

È durata un’ora la chiacchierata all’Eliseo tra Matteo Renzi ed Emmanuel Macron.

1511271390944.jpg--

Una visita di cortesia quella dell’ex premier italiano che, reduce dal tour in treno lungo l’Italia, si è presentato a Parigi con un look inedito.

Renzi sembra aver alzato bandiera bianca nella lotta ai chili di troppo, per non parlare poi della nuova pettinatura con un ciuffo sbarazzino mai visto finora.

I due hanno discusso di populisti e della Germania in difficoltà nella formazione di un nuovo governo.

1511271383448.jpg--

Ma l’emergenza più seria emersa dall’incontro sembra proprio lo stato di forma del segretario dem.

Read Full Post »

master.jpg

Read Full Post »

Vettovaglia (vet-to-và-glia)

unaparolaalgiorno.it

.

Quanto è necessario al sostentamento di una comunità di persone dal latino tardo victualia, propriamente neutro plurale del classico victualis ‘che riguarda il vitto’, derivato di victus ‘vitto’, derivato di vivere.
Questa gustosissima parola, che riempie a lungo la bocca solo a pronunciarla, descrive ciò che è necessario per il sostentamento alimentare di una comunità di persone – difatti è nipote del ‘vitto’, nutrimento necessario per vivere. Va notato subito che di solito se ne parla al plurale, ‘vettovaglie’, curiosa reiterazione di quella forma propriamente plurale che aveva già in latino.

Le comunità che consideriamo sono delle più svariate: spesso e anzi classicamente si tratta di comunità militari, ma non solo. I generali organizzano l’approvvigionamento delle vettovaglie per l’esercito, i naufraghi si mettono subito alla ricerca di vettovaglie nello scafo arenato, e tornati a casa dopo la lunga vacanza ci si preoccupa delle vettovaglie – qualcuno deve andare a fare la spesa, non io.

Un carattere accessorio ma molto interessante delle vivande in questione è la loro strumentalità: non di rado ci si cura delle vettovaglie che servono non per un sostentamento generico, ma di sostegno a un fine specifico. Per esempio si devono preparare le vettovaglie per il viaggio a piedi, al mattino cuciniamo le vettovaglie da portarci in spiaggia (e che alle undici saranno già finite), e prima della maratona di studio con gli amici si approntano ricche vettovaglie.
(E lo possiamo dire? Quella sfumatura progettuale, quasi rituale, che troviamo spesso nelle vettovaglie è rafforzata da quel ‘tovaglie’ con cui finisce: niente di etimologico, beninteso, ma ci chiama subito all’orecchio un desco imbandito, nevvero?)

 

Read Full Post »

LA “REGINA” MERI SECIC

La ladra rom, 40 condanne per furti e mai in carcere perché sempre incinta: ora l’Austria umilia l’Italia

Libero

.

1492289488178.jpg--rom_manolesta__la_mappa_degli_scippiCondannata e libera in Italia, presto in carcere a Vienna. È la storia incredibile e umiliante (per noi) di Meri Secic, 33 anni, ladra rom di origine croata considerata la “regina” di furti e scippi. Nel nostro Paese ha collezionato qualcosa come 40 condanne, ma grazie alle maglie larghe della nostra giustizia non ha di fatto scontato un solo giorno di carcere. A suo favore, infatti, gioca l’essere mamma di 11 figli con il dodicesimo in arrivo. Condizioni queste incompatibili, secondo il nostro ordinamento, con il soggiorno in galera.

L’ha sempre fatta franca, continuando a delinquere indisturbata partendo dal campo nomadi di Pomezia, vicino a Roma, in cui risiede e muovendosi dentro e fuori dall’Italia. Le sue scorribande sono però arrivate anche in Austria, e la giustizia d’Oltralpe ha deciso di agire spiccando un mandato di cattura europeonei confronti della rom.

giustiziaE, come sottolinea Il Giornale, questa volta la Corte d’Appello di Roma ha deciso a sorpresa di tenerla in cella a Rebibbia in attesa della estradizione a Vienna e del trasferimento in un altro carcere.

Le autorità austriache le hanno addebitato la cifra record di 358 furti e inserendola nel quadro di una banda di rom che avrebbe compiuto 2.034 reati in soli due anni, dal 2015 al 2017. Stavolta anche Roma ha dovuto derogare alla consuetudine italiana: sebbene madre di minori e incinta, contro la Secic peserebbero motivi di “eccezionale rilevanza”. Che, evidentemente, la nostra giustizia non aveva considerato tali fino a ieri.

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: