Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Spettacoli’ Category

Intervista a Sordi romano-sicula

di Rino Napoli

.

sordiEra una sera d’inverno del 1992 al Teatro delle Vittorie di Roma, alla fine di una famosa trasmissione televisiva condotta da Fabrizio Frizzi e Milly Carlucci. Tra gli ospiti c’era anche l’Albertone nazionale.
Lo invito a concedermi un’intervista per un’emittente locale. Subito mi dice di no (c’era il tassista ad aspettarlo fuori dal Teatro). Poi, sentendo dal mio accento che non ero romano,ma siciliano (quella sera c’erano anche Pippo Baudo e Nino Frassica che, col mio concittadino regista Michele Guardì rappresentavamo Catania (Baudo), Messina(Frassica) ed Agrigento (io e Guardì), Albertone mi sfida ad intervistarlo in siciliano e lui avrebbe risposto in romanesco.
Naturalmente accetto la sfida!
È stata la cosa più bella capitatami in tanti anni di giornalismo e di interviste a personaggi di vario genere. Si è parlato di tutto ed io ogni tanto lo provocavo: tirchio? scapolone impenitente e sciupafemmine?
È venuto fuori un Alberto Sordi quasi inedito, umano, oltre che spiritoso e disponibile. Altro che tirchio! Di una generosità grandissima!
Non è stata la classica intervista, ma un colloquio come tra amici che si incontravano dopo anni, anche se ci si vedeva per la prima ed ultima (purtroppo!) volta!
Spesso era lui a farmi le domande sulla mia Terra, la Valle dei Templi di Agrigento con la sua storia e le sue tradizioni.
Ogni tanto intercalava qualche parolaccia, che non risultava affatto volgare, ma simpatica come il personaggio che avevo di fronte, il quale ha smontato subito il mio disagio iniziale davanti ad un mito. Abbiamo parlato anche della fede comune per la Roma!
Nei suoi film ha rappresentato l’Italia e gli italiani in tutte le sfaccettature, ma nella nostra conversazione è venuto fuori l’uomo Alberto Sordi a 360 gradi, dal ragazzino del coro delle voci bianche al vocione nel doppiaggio di Ollio, alla professionalità e al senso del dovere che non lasciavano spazio all’improvvisazione.
Amava ed era riamato dalle donne, ma non si è mai sposato (famosa la frase : perché dovrei mettermi un’estranea in casa?)
Però, credo, gli sarebbe piaciuto avere una famiglia e dei figli.
La sua famiglia era molto allargata, mi diceva, composta da tutti i suoi ammiratori, da coloro che lo stimavano e gli davano l’affetto che si dà a chi si ama e si stima veramente!
In chiusura mi ha detto : siculo ,se hai finito puoi tranquillamente andare a quel paese (ma in modo molto romano e colorito…..) e mi ha abbracciato!
Esperienza indimenticabile con una persona splendida, speciale ed unica!
Grazie, Albertone! Mi hai fatto un regalo che resterà inciso nella memoria e nel cuore!

Read Full Post »

alberobello2

stataix

(altro…)

Read Full Post »

Dalla Pirandello babymusica in streaming

.
Il nostro Istituto, in occasione della festa di Santa Cecilia, Patrona della musica, ha invitato le famiglie ad assistere, in streaming, alle esibizioni dei nostri piccoli performer.
a2
La mattinata è stata una piacevole occasione di condivisione attraverso la musica. Come non farsi trasportare dall’entusiasmo travolgente dei ragazzi?
a3
Noi ci “caschiamo” sempre Valeria Piera Rita Vella!!! Giovanni Schillaci
Ci troviamo al prossimo evento?

Read Full Post »

𝗧𝗼𝗿𝗻𝗮 “𝗟𝗮 𝗺𝗮𝗰𝗰𝗵𝗶𝗻𝗮 𝗱𝗲𝗶 𝘀𝗼𝗴𝗻𝗶”, 𝗶𝗹 𝗳𝗲𝘀𝘁𝗶𝘃𝗮𝗹 𝗱𝗶𝗿𝗲𝘁𝘁𝗼 𝗱𝗮 𝗠𝗶𝗺𝗺𝗼 𝗖𝘂𝘁𝗶𝗰𝗰𝗵𝗶𝗼 𝗰𝗵𝗲 𝗾𝘂𝗲𝘀𝘁’𝗮𝗻𝗻𝗼 𝗲̀ 𝗱𝗲𝗱𝗶𝗰𝗮𝘁𝗼 𝗮𝗹𝗹’𝗜𝗻𝗳𝗲𝗿𝗻𝗼 𝗱𝗶 𝗗𝗮𝗻𝘁𝗲

Alberto Samonà
.

cuticchioÈ dedicata a Dante Alighieri la 38esima edizione del Festival teatrale “La Macchina dei Sogni”, diretto da Mimmo Cuticchio.

Nel 700° anniversario della morte del Poeta, la prima Cantica della “Divina Commedia”, l’“Inferno”, diventa fonte di ispirazione del Festival che ne rilancia la grande attualità: i mali della società di ieri e di oggi e i valori universali di giustizia, libertà e amore. Un’ispirazione chiara fin dal titolo del Festival, “Sulle vie dell’Inferno”, che è anche quello dello spettacolo cardine de “La Macchina dei Sogni”, firmato da Cuticchio, che andrà in scena il 29, 30 e 31 ottobre alle 21 al Real Teatro Santa Cecilia, a Palermoe dove lo stesso Mimmo Cuticchio assume il ruolo di un narratore lucido e distaccato.

Il Festival anche quest’anno si articola fra eventi di teatro, musica e laboratori. Il programma parte il 21 ottobre e va avanti fino al 31 ottobre, fra la sede del Museo archeologico regionale Antonino Salinas e il Real Teatro Santa Cecilia.

244856381_348331193545907_6105082321014062493_n

Immaginare l’inferno di Dante a partire dalla nostra contemporaneità. Rileggere le dannazioni odierne con i tempi e i modi dell’Opera dei pupi, affrontare i nostri diavoli, i demoni di questa società, utilizzando la sapienza antica per scavare nelle pieghe più profonde dell’anima. Mimmo Cuticchio si conferma genio creativo e artista nella sua capacità di aprirsi al mondo e alle diverse arti, cogliere l’intima essenza della nostra identità per offrirci l’opportunità di guardare al mondo con un nuovo punto di vista.

244933669_348331053545921_2681909279080897062_n

Attraverso il teatro di Mimmo Cuticchio abbiamo la possibilità di riscoprire le nostre radici confrontandoci con temi attuali, in una evoluzione stilistica che fa parlare i pupi, che vivono per arrivare immediatamente al cuore dei problemi, utilizzando linguaggi, simboli e luoghi noti e insiti nella nostra più profonda cultura. Si tratta di una forma di innovazione culturale nella tradizione che sposa la linea intrapresa dall’Assessorato dei Beni culturali di sperimentare, accogliendo nuove forme. L’arte non forma solo gli artisti ma la società, rappresenta l’opportunità che abbiamo di oltrepassare il preserte per indicare la direzione del futuro.

Read Full Post »

Alessandra Mauceri, la “principessa dei pupi” ha 16 anni e ha incantato la Francia

.

asLa sedicenne Alessandra Mauceri, figlia del puparo siracusano Alfredo Mauceri, conquista la Francia. La più piccola de “La compagnia dei pupari Vaccaro-Mauceri”, seguendo le orme del padre, ha incantato il pubblico di Charleville-Mezières in occasione del Festival mondiale dei Teatri di Marionette, che si svolge nel piccolo centro francese nelle Ardenne, tra l’altro luogo dove sono ambientate parte delle avventure della principessa Angelica nei poemi di Boiardo e Ariosto.

Così questa moderna “principessa dei pupi”, armata di uno dei personaggi del padre, in quello che rappresenta il più importante festival di teatro di figura a livello mondiale, ha dato vita a tre monologhi su altrettante eroine dell’epopea carolingia: Bradamante, Marfisa e Doralice, esprimendo la tenacia e la forza delle tre protagoniste.

Le stessa tenacia e la stessa forza di Alessandra, così giovane eppure già così determinata. Decisa a proseguire la tradizione di famiglia, quella dell’arte pupara, che sta esplorando in ogni suo aspetto, da quello organizzativo a quello performativo.

maUn percorso in realtà intrapreso da tempo, dato che già in tenera età ha rappresentato storie di paladini con pupi in miniatura recitando, manovrando e gestendo un intero spettacolo per gli increduli occhi degli astanti, che si meravigliarono di come una piccola bambina riuscisse a destreggiarsi con i pupi con tale grazia.

Oggi che Alessandra è cresciuta ha suscitato la stessa meraviglia negli occhi del pubblico del Festival mondiale dei Teatri di Marionette di Charleville-Mezièresche, per l’occasione, ogni anno ospita oltre 250 compagnie, vestendosi a festa con vetrine addobbate di burattini, marionette e pupazzi. E grazie a questa piccola, grande siracusana i pupi del teatro di via della Giudecca, nel cuore di Ortigia, si sono ritagliati uno spazio in quel di Charleville.

 

(altro…)

Read Full Post »

Ecco Claudia, la siciliana che sogna Miss Italia

 Giacomo Palermo

.

claIeri sera durante la finale regionale del prestigioso premio di bellezza femminile Miss Italia che si è svolta al Teatro Nino Croce di Valderice (TP) è stata proclamata vincitrice per rappresentare la Sicilia nella finale nazionale che si terrà a dicembre.

E’ Claudia Schiavone, 21 anni di Alcamo in provincia di Trapani, è una studentessa all’università di Palermo nella facoltà di scienze motorie ed una ballerina diplomata in danza classica con l’IDA di Ravenna. Pratica danza da 14 anni e la danza le ha insegnato a faticare per raggiungere un obiettivo perché senza sacrificio e sudore non si ottiene nulla. Si reputa una persona intraprendente che non si ferma davanti le difficoltà della vita.

Ad intrattenere il pubblico sono stati gli artisti siciliani Agata Fanzone, Davide Gianquinto ed i Cantunera. Presenti anche Miss Sicilia 2020 Sofia Fici e Miss Be Much Sicilia 2021 Giada Rumè. Hanno presentato Antonello Consiglio e Marianna Taormina.

(Foto: Tiberio Cantafia)

Read Full Post »

Preoccupa l’impennata di contagi tanti non si sono ancora vaccinati

Carmelo Locurto

.

virusImprovvisa impennata di casi di positività passati nel giro di un paio di giorni da 6 a 15. E sono parecchie le persone che, in questo momento, attendono l’esito del tampone molecolare o che sono in quarantena domiciliare.
Il sindaco Leonardo Burgio ha rilevato che, solo in un caso, c’è una sintomaticità che riguarda una persona non vaccinata. In ogni caso, l’impressione è che il numero dei positivi sia destinato ad aumentare in un Comune nel quale, comunque, il dato riferito alle vaccinazioni è certamente favorevole dal momento che il 65% ha ricevuto almeno una dose.

«Tuttavia – ha rilevato Burgio – considerato che l’8% della popolazione è costituita da persone 0-12 anni, vuol dire che c’è ancora un 27% della popolazione che nons’è sottoposta a vaccinazione; mi rivolgo a loro per dire che devono vaccinarsi».
Il sindaco ha annunciato un nuovo “Vaccino Day” per il prossimo 9 settembre solo di pomeriggio. Resta invece invariata la sede della vaccinazione presso il Poliambulatorio di via Sferrazza. La vaccinazione è aperta, oltre che a coloro che devono ricevere la seconda dose, anche a tutti i cittadini di Serradifalco a partire dai 12 anni in su.
Per ricevere la prima dose di vaccino non occorrono prenotazioni. Il locale comitato della Croce Rossa Italiana fornirà il suo supporto in occasione della nuova tornata vaccinale.

Terza edizione di Performare Festival con “Sguardi sulla bellezza”

.
Inizia la terza edizione di Performare Festival – Serradifalco (CL) dal 28 agosto al 4 settembre, una delle più importanti rassegne dedicate all’arte performativa e alla giovane danza d’autore (che dedica particolare attenzione ai talenti del territorio siciliano).
La manifestazione, ideata e curata dal Collettivo SicilyMade sotto la direzione artistica di Simona Miraglia e Amalia Borsellino, è prodotta dall’associazione culturale IN ARTE, con il patrocinio del Comune di Serradifalco e finanziata dal FUS.
Quest’anno il Festival. dopo un anno di stop a causa dei limiti imposti dalla pandemia, propone come tema centrale “Sguardi sulla bellezza”. Proprio intorno agli sguardi sulla bellezza ruotano le 14 performances che vedremo durante le giornate del Festival, performances firmate da 11 tra giovani coreografi e artisti di rilevanza nazionale e internazionale come Virgilio Sieni, Roberto Zappalà con la sua Compagnia Zappalà Danza, la coreografa e performer argentina Agostina D’Alessandro, Chiara Ameglio (Fattoria Vittadini), Elisa Pagani, Claudia Rossi Valli, Silvia Giuffré, Annalisa Di Lanno, oltre allo stesso Collettivo SicilyMade che, nella prima giornata del Festival, presenterà un lavoro di Amalia Borsellino, Marta Greco, Silvia Oteri.
𝗣𝗥𝗢𝗚𝗥𝗔𝗠𝗠𝗔
S ABATO 28 AGOSTO
Villa Comunale R. Livatino | h 18.00 – h 19.00 Performare Project – Agorà Serrafidalco – Ballo 1900 Territori del gesto 2021
Un progetto di Accademia sull’arte del gesto Virgilio Sieni a cura di Delfina Stella assistenti al progetto Amalia Borsellino, Simona Miraglia con la partecipazione di danzatori, artisti e cittadini produzione Centro Nazionale di Produzione | Virgilio Sieni in collaborazione con Perfomare Festival Teatro De Curtis Serradifalco | h 21.00
Consciousness (anteprima) coreografia Annalisa Di Lanno interpreti Carmelangela Damico, Annalisa Di Lanno
produzione IN ARTE
Teatro De Curtis Serradifalco | h 21.30 Collettivo SicilyMade – Female Escape (prima nazionale) concept, coreografia e interpreti Amalia Borsellino, Marta Greco, Silvia Oteri elementi scenografici Manuela Catania produzione IN ARTE
vincitore del bando Le Città Visibili, nell’ambito del programma Per Chi Crea
DOMENICA 29 AGOSTO
Teatro De Curtis Serradifalco | h 21.00 Compagnia Zappalà Danza – Romeo e Giulietta 1.1 (la sfocatura dei corpi)
coreografia e regia, luci e costumi Roberto Zappalà musica Pink Floyd, Elvis Presley, Luigi Tenco, José Altafini, Mirageman, John Cage, Sergei Prokofiev interpreti Fernando Roldan Ferrer, Valeria Zampardi management Maria Inguscio una produzione Scenario Pubblico/Compagnia Zappalà Danza Centro di Produzione della Danza
GIOVEDÌ 2 SETTEMBRE
Parco delle Rimembranze | h 18.00 – h 18.30 – h 19.00 Performare Project – Parcours𝙖𝙧𝙘𝙤𝙪𝙧𝙨
coreografia Agostina D’Alessandro interpreti Amalia Borsellino, Lorenzo Covello, Marta Greco, Giulia Di Guardo, Annalisa Di Lanno, Simona Miraglia, Silvia Oteri, Priscilla Pizziol, Rosada Letizia Zangri e gli allievi del Liceo Coreutico “R. Settimo” di Caltanissetta
VENERDÌ 3 SETTEMBRE
Teatro De Curtis Serradifalco | h 21.00 Agostina D’Alessandro – DAS SELBST – The Self (prima nazionale)
coreografia Agostina D’Alessandro interpreti Agostina D’Alessandro, Hernán Mancebo con il sostegno di Grand Studio and Federation Wallonie Bruxelles
Teatro De Curtis Serradifalco | h 21.30 Performare Project – Living imagery (anteprima)
coreografia Agostina D’alessandro assistente Hernán Mancebo interpreti Amalia Borsellino, Lorenzo Covello, Marta Greco, Giulia Di Guardo, Annalisa Di Lanno, Simona Miraglia, Silvia Oteri, Priscilla Pizziol, Rosada Letizia Zangri
produzione IN ARTE / Performare Festival
SABATO 4 SETTEMBRE
Largo Fonte | h 18.00 Compagnia OMONIA – Nòstos𝙤̀𝙨𝙩𝙤𝙨
concept e interpretazione Silvia Giuffrè composizioni originali e sonorizzazioni live Alessandro Librio una performance di danza e musica site specific Villa Comunale R. Livatino | h 19.00 Fattoria Vittadini – TRIEB_Estratto
coreografia e interpretazione Chiara Ameglio regia e drammaturgia Chiara Ameglio e Marco Bonadei realizzazione maschera Marco Bonadei foto Marcella Foccardi Teatro De Curtis Serradifalco | h 21.00 Natiscalzi DT | Era martedì (anteprima)
coreografia Claudia Rossi Valli danza e collaborazione Tommaso Monza, Ludovica Messina produzione Scenario Pubblico Centro di Produzione della Danza Teatro De Curtis Serradifalco | h 21.30 DNA – 𝙀𝙜𝙤 𝙎𝙞𝙨𝙩𝙚𝙢𝙖
coreografia Elisa Pagani interpreti Francesca Caselli, Massimo Monticelli
__________________________
28 agosto – 04 settembre Sala Congressi, Palazzo Mifsud h 18.00 – 21.00 𝑀𝑜𝑠𝑡𝑟𝑎 𝑑𝑖 𝑣𝑖𝑑𝑒𝑜𝑑𝑎𝑛𝑧𝑎
A𝗧𝗧𝗥𝗔𝗩𝗘𝗥𝗦𝗢 𝗜𝗟 𝗣𝗔𝗘𝗦𝗔𝗚𝗚𝗜𝗢 in collaborazione con Augenblick e FuoriFormato – Festival internazionale di danza e videodanza PΞRFORMΛRΞ PROJΞCT
𝗔𝗚𝗢𝗥𝗔̀ 𝗦𝗘𝗥𝗥𝗔𝗗𝗜𝗙𝗔𝗟𝗖𝗢 𝑇𝑒𝑟𝑟𝑖𝑡𝑜𝑟𝑖 𝑑𝑒𝑙 𝑔𝑒𝑠𝑡𝑜 2021 dal 24 al 28 agosto un progetto di Virgilio Sieni a cura di Delfina Stella
𝗦𝗧𝗔𝗚𝗘 𝗥𝗘𝗩𝗜𝗘𝗪 dal 27 agosto al 04 settembre un progetto a cura di Filippa Ilardo
𝗥𝗘𝗦𝗜𝗗𝗘𝗡𝗭𝗔 𝗖𝗥𝗘𝗔𝗧𝗜𝗩𝗔 dal 29 agosto al 03 settembre con Agostina D’Alessandro
𝐼𝑁𝐹𝑂𝑅𝑀𝐴𝑍𝐼𝑂𝑁𝐼
Performare Festival
Per informazioni e prenotazioni: 327 6685030 – 327 1559908 – 333.5276578

(altro…)

Read Full Post »

Read Full Post »

𝗣𝗿𝗲𝗻𝗱𝗲 𝗶𝗹 𝘃𝗶𝗮 𝗼𝗴𝗴𝗶 𝗮 𝗠𝗼𝗿𝗴𝗮𝗻𝘁𝗶𝗻𝗮 (𝗘𝗻) 𝗶𝗹 “𝗕𝗮𝗿𝗯𝗮𝗯𝗹𝘂̀ 𝗙𝗲𝘀𝘁”, 𝗳𝗿𝗮 𝗺𝘂𝘀𝗶𝗰𝗮, 𝘁𝗲𝗮𝘁𝗿𝗼 𝗲 𝗱𝗶𝗯𝗮𝘁𝘁𝗶𝘁𝗶

Alberto Samonà

.

Si inaugura oggi, giovedì 19 agosto, nel Parco Archeologico di Morgantina (En) “Barbablù fest” che ha per simbolo uno dei reperti più importanti mai riconsegnati alla Sicilia, la Testa di Ade (trafugata, ritrovata al Getty Museum di Malibu e restituita al Museo archeologico di Aidone) qui chiamata con il suo nomignolo affettuoso e popolare, che nasce da quei riccioli blu della barba.
235283605_311379243907769_7753778393472844311_n
Anche per questo il giornalista e scrittore Pietrangelo Buttafuoco – che ha ideato il progetto – e il drammaturgo e regista Giuseppe Dipasquale – che cura la direzione artistica – hanno voluto una traccia che seguirà la rassegna, ovvero “tutto quello che la Testa ci fa dire sul mito, teatro, musica e altro”.
Un progetto che abbiamo voluto con forza per valorizzare questi luoghi unici della Sicilia centrale, attraverso i linguaggi dell’arte, tra narrazioni, teatro e musica, nel nome dell’identità e della bellezza.
Primo appuntamento oggi alle ore 20 con il concerto di Lello Analfino e i Tinturia.
Fra gli ospiti del festival: Radiodervish , Juri Camisasca, Leo Gullotta, Maria Giovanna Maglie , Gaetano Savatteri, Roberto Cacciapaglia , Viola Graziosi, Mariano Rigillo, Ninni Bruschetta, Salvo Piparo, Aldo Cazzullo, Cettina Donato, Roberto Nobile, Tuccio Musumeci e altri ancora.

INFO

Gli spettacoli teatrali inizieranno alle 19,30, i concerti alle 20. Ingresso: 8/12 euro (teatro: 8 euro, musica: 12 euro). Le presentazioni di libri e gli incontri saranno alle 18,30 nel giardino adiacente al Museo di Aidone, ad ingresso libero. L’accesso seguirà le regole previste dalle norme anticovid: green pass o tampone. Organizzazione e produzione sono a cura di Terzo Millennio di Andrea Peria Giaconia. Tutte le date con gli appuntamenti del festival sul sito: https://www.terzomillennio.info/barbabl%C3%B9-fest.html

Read Full Post »

Diletta Leotta, il festino dei 30 anni tra mille polemiche

.

E86HuomXoAMQtxxBallerini, acrobati, performer e tanti vip per il ‘White and Shine” party con cui Diletta Leotta ha festeggiato la era del 16 agosto il compimento dei 30 anni in una località vicino Catania, città natale della conduttrice tv, come volto di punta delle trasmissioni calcistiche di Dazn. .

Anche la villa con piscina che ha ospitato l’evento è stata interamente allestita con addobbi e arredi bianchi e trionfi di limoni siciliani. Limoni hanno decorato anche la torta su cui Diletta ha spento le candele a mezzanotte.

Lei, con un vestito naturalmente in tema con la festa, bianco ma decorato con strass e lustrini, ha ballato, cantato e si è dondolata su un’altalena luminosa, che era stata montata in giardino.

Sull’organizzazione della festa si sta scatenando sui social e balza in testa ai trend, la polemica per alcune foto del party in cui si vedono delle giovani donne «trasformate» in lampadario: le ragazze infatti hanno un paralume sulla testa.

«Le donne lampadario a un compleanno di una donna nel 2021 per me sono degradanti» twitta qualcuno. «Le ragazze usate in stile soprammobile sono un qualcosa di riprovevole» fa eco qualcun altro. «Per il suo compleanno, colei che ribadisce che la bellezza «capita», ingaggia delle donne per vestirsi da lampadario» è un altro dei commenti di riprovazione. “Ciao, che lavoro fai? La donna-lampadario ai compleanni delle vip che fanno discorsi edificanti a Sanremo» dice ancora un altro.

(altro…)

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: