Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Spettacoli’ Category

“I quattro : pura coincidenza?”

Carmelo Dini

.

I quattro giudici di The Voice (Rai2) Al Bano, J-Ax, Francesco Renga e Cristina Scabbia, tre uomini e una donna, hanno eletto i quattro finalisti: tre donne e un uomo.

Al Bano ha eletto la donna Maryam Tancredi, ma era molto probabile che eleggesse una donna, giacché quasi tutti i suoi cantanti erano donne.

Cristina Scabbia ha eletto l’uomo Andrea Butturini. E qui la domanda già ci sta: coincidenza oppure la scelta è stata inconsapevolmente condizionata dall’attrazione verso il sesso opposto?

Il finalista di J-Ax è Beatrice Pezzini, una donna, graziosa donna. Coincidenza?

Il finalista di Francesco Renga è Asia Sagripanti, graziosissima donna. Coincidenza pure questa, oppure ha un suo significato?

I tre uomini hanno scelto tra donne, l’unica donna ha scelto un uomo: pura coincidenza?  A voi la soluzione del problemino.

Annunci

Read Full Post »

Read Full Post »

Gli artisti di strada e il “coeur in man” di Milano

Carmelo Dini

.

Turisti e cittadini, a Milano, si fermano alle volte incantati, a guardare gli artisti di strada, li compensano se meritano e magari anche se non meritano. Ma non tutti sanno che a Milano, nel 2012, riguardo a questi artisti, fu approvato il più avanzato regolamento esistente in Italia.

Milano è stata proclamata da una ricerca internazionale la terza migliore città al mondo per arte di strada.

E se l’artista un giorno si esibisce senza permesso, che cosa gli può accadere a Milano? Ho chiesto ad un vigile e la risposta è stata che di norma viene invitato a smettere l’esibizione e a procurarsi il permesso. Tutto qua? Deve essere vero allora che Milano ha il “coeur in man”.

Eh sì, perché un artista di strada che ho conosciuto a Milano, mi ha raccontato che a Barcellona, ai musicisti che suonano per strada senza permesso, i poliziotti sequestrano lo strumento. A me sembra una crudeltà incredibile. Al chitarrista che ho conosciuto hanno sequestrato la chitarra. Non l’ha più rivista, la sua chitarra, perché per riaverla avrebbe dovuto pagare una somma tale da potersene comprare un’altra. E adesso è qui a Milano, ha ottenuto con facilità il permesso, suona, ed è contento. Come suona? Non sono un intenditore, però a me piace molto come suona la sua chitarra.

 

Read Full Post »

Read Full Post »

Read Full Post »

Read Full Post »

ADDIO A LUIGI DE FILIPPO SUL PALCOSCENICO FINO ALLA FINE

Franca Petraglia

.

Quando si spegne un artista come Luigi De Filippo, se ne va per sempre un’altra possibilità di rendere bella ed entusiasmante l’esistenza. Pensi con quanta bravura e delicatezza sia riuscito a raccontarcela e a farcela entrare  nel cuore e nella mente.

Ha chiuso la sua vita terrena all’età di 87 anni. Attore, regista e commediografo partenopeo. A soli 21 anni debuttò nella compagnia teatrale paterna. Ultimo erede della storica dinastia, figlio del grande Peppino e nipote di Eduardo e Titina. Fino a metà gennaio era andato in scena con “Natale in casa Cupiello, nel teatro Parioli di Roma, dove aveva recitato steso a letto. E, alla fine, in carrozzella, aveva ringraziato commosso il suo grande pubblico.

Il teatro, per Luigi De Filippo, è stato la sua passione. Per questo suo fervido impegno non posso non esprimergli viva riconoscenza e imperituro ricordo. Grazie Maestro, di cuore, per i momenti sereni che ci hai regalato. Voglio dire con il poeta-commediografo greco Menandro:” Sit tibi terra levis.”

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: