Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Spettacoli’ Category

Annunci

Read Full Post »

Dopo il grande successo già al lavoro con la Fise per gare nazionali nella tenuta di Ambelia

mrbonettaMaria Rita Bonetta

.

Oltre trentamila persone hanno affollato la Tenuta di Ambelia nei tre giorni della Fiera mediterranea del cavallo organizzata dalla Regione Siciliana in collaborazione con l’Istituto di Incremento ippico.

Un flusso di gente continuo e costante dalle prime ore della mattina fino al tardo pomeriggio. Un risultato che va oltre ogni più rosea aspettativa.

5Famiglie con bambini, appassionati, addetti ai lavori, intere scolaresche e semplici curiosi hanno animato le numerose isole espositive allestite all’interno dei 45 ettari della seicentesca tenuta di Militello in Val di Catania.

Nella giornata conclusiva, la rassegna equestre più importante del Mezzogiorno ha visto la presenza del presidente nazionale della Fise Marco Di Paola, che ha incontrato il governatore Musumeci per discutere del rafforzamento della sinergia tra Regione e Federazione.

3Già da giugno prenderanno il via nuove manifestazioni e proseguiranno i lavori per rendere Ambelia un impianto per gare nazionali.

Nella tre giorni si sono esibiti 327 cavalli appartenenti a 13 razze diverse oltre ad asini e muli. Dall’endurance al campo gara verde, dall’area attacchi alla Casina del principe, ogni luogo ha contribuito a rilanciare l’immagine di Ambelia, che si candida a diventare la casa del cavallo in Sicilia.

 

6“Sono veramente contento e soddisfatto del risultato – evidenzia il presidente della Regione Nello Musumeci – non è tuttavia un punto di arrivo, ma solamente l’inizio di un percorso che punta a riqualificare un bene pubblico e a valorizzare un territorio, promuovendo gli sport equestri in un’Isola nella quale il rapporto tra uomo e cavallo ha radici lontanissime.

Il successo di pubblico è il risultato di un gioco di squadra che ha visto un lavoro sinergico tra otto assessorati e numerosi dipartimenti regionali.

5Da domani saremo già a lavoro per la nuova edizione della Fiera, che si terrà dal 15 al 17 maggio 2020, facendo tesoro dei suggerimenti arrivati dai visitatori”.

A scandire le giornate sono state le competizioni agonistiche, il carosello di muli, l’esibizione acrobatica della campionessa mondiale di volteggio Anna Cavallaro, l’ippoterapia e poi ancora lo stage nazionale attacchi e monta da lavoro Endas e la rievocazione storica in costumi d’epoca del “Gran ballo del principe”.

8Grande festa nell’area ludica dedicata ai bambini con balli di gruppo, fattoria didattica, angolo della biodiversità e giri su mini pony e carretti siciliani.

Nella restaurata Casina del principe sono stati esposti 48 reperti archeologici provenienti da svariati musei siciliani nella mostra “Il cavallo nella storia”, alcuni dei quali risalenti a 12 mila anni fa.

Sala convegni sempre piena anche oggi, con l’ultimo seminario che ha ribadito con forza l’obiettivo della fiera: porre la nostra Isola come virtuale ponte di comunicazione tra l’Oriente e l’Occidente, al centro del Mediterraneo.

Read Full Post »

Al Teatro del Casino di Aix-les-Bains una serata emozionante con Angela Amico

Chris Stefanini

.

60008896_2290288884562570_2271929694041407488_nAngela Amico è un’artista di talento e lo ha dimostrato ancora una volta esibendosi nel Teatro del casinò che ha fatto il pienone accolta Renaud Beretti et Marina Ferrari.

Alla commedia musicale molto emozionante « Voyage en Italie », da lei stessa scritta e musicata da Yves Chane con la regia di Sophie Sara, ha assistito una folla di italiani e, tra loro, un folto gruppo di siciliani originari di Milena che non hanno voluto lasciare sola la loro ragazza, la cui famiglia ha dovuto lasciare la natale Sicilia e Milena per trovare lavoro ad Aix-les-Bains.

E questo emozionante ” Voyage en Italie – Viaggio in Italia ” ripercorre con un pizzico di umorismo la storia di una famiglia di immigrati che ha lasciato un piccolo comune siciliano negli anni 50 per trovare lavoro e dignità in Francia. Il tutto con la colonna sonora dei più bei successi della canzone italiana interpretati da Angela Amico.

(libera traduzione del brano di Christ Stefanini)

.
59975718_2290289364562522_4664823147655069696_n

Angela Amico è con Carmelo Arnone il decano degli immigrati milenesi/milocchesi in Francia che lasciò il paese natio per prendere residenza e lavoro nell’accogliente Aix-les-Bains

Read Full Post »

La Fiera è stata inaugurata nell’antica tenuta che la Regione Sicilia ha voluto recuperare e completare

La Sicilia

.

XXMilitello (Catania) –

Erbacce, umidità, fango e crepe sui muri. E poi colore, pulizia, pavimenti tirati a lucido e prospetti come nuovi.

Adesso che la “Fiera mediterranea del Cavallo” (finisce domenica), è stata inaugurata restano le foto a raccontare la rinascita di Ambelia, l’antica Tenuta del Catanese che ricade nel territorio comunale di Militello, centro Unesco per il barocco.

Casa San Fratello, la Casina del Principe, le Scuderie romane, i percorsi e i campi di gara: lì dove, in passato, le alluvioni e anche un incendio, avevano scavato solchi profondi, danneggiando strutture e giardini, tutto ha riacquistato la dignità e la bellezza di un tempo, quando questi luoghi appartenevano a ricchi feudatari: dapprima i Barresi e, dagli inizi del Seicento, i Branciforte.

ambelia2

«Ambelia resterà un modello, un punto di riferimento, una strategia operativa collaudata e vincente e, in quanto tale, da riproporre ogni volta che sarà necessario». Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, ieri alla Fiera sprizzava soddisfazione da tutti i pori.

a15«La formula vincente – spiega con malcelato orgoglio – è stata il grande lavoro di squadra, una sinergia indispensabile per bruciare le tappe e arrivare pronti all’appuntamento che consentirà all’Isola di presentarsi, ancora una volta, su un palcoscenico prestigioso».

Ben sei assessorati – Turismo, Beni culturali, Agricoltura, Ambiente, Attività produttive, Infrastrutture – e una decina di dipartimenti hanno messo in campo risorse e competenze per centrare l’obiettivo.

Particolarmente significativo, per l’attività di coordinamento dei vari interventi strutturali, il ruolo del Genio Civile etneo e della struttura regionale contro il dissesto idrogeologico. E così ha riacquistato l’antico splendore la Casina del Principe, con il suo baglio padronale

a8

Adesso l’arco antico che ne consente l’accesso, sormontato da una testa di cavallo, sembra di nuovo pronto al passaggio di nobildonne e alta borghesia: accoglierà migliaia di visitatori attratti, in particolare, dalla mostra di reperti archeologici sugli equidi ospitata al piano terra della grande struttura che la Soprintendenza ha completamente restaurato, dai tetti ai prospetti fino all’intera pavimentazione del chiostro.

a9Restyling profondo anche per Casa San Fratello, antica dimora del custode della Tenuta, dove le maestranze del Genio Civile sono intervenute sul tetto, in parte crollato, e sulla facciata recuperando, dove è stato possibile i pavimenti e completandoli con mattonelle d’argilla.

Un grande lavoro di restauro è stato fatto anche nelle Scuderie romane dove la Protezione civile ha sostituito gran parte del tetto, distrutto dalle piogge. Il Corpo forestale, invece, ha provveduto a recuperare i box dei cavalli. All’interno – dove sono stati realizzati anche i locali destinati ai servizi igienici – sono state allestite la sala conferenze e la sala espositiva.

a12Fondamentale, infine, la messa in sicurezza dell’intera area che si estende per 45 ettari. Le opere di regimentazione idraulica consentiranno, d’ora in poi, di canalizzare e far defluire le acque piovane, grazie alla realizzazione di un “Fosso Ingegno”, al di fuori della Tenuta, scaricandole nel torrente Ippolito-Loddiero.

a7Tutti i materiali usati per la ricostruzione di Ambelia, dal tipo di pietrame ai legni, sono stati rigorosamente scelti per rispettare l’armonia dell’ambiente: recinzioni, percorsi interni, aree destinate alla ristorazione e allo street food, fino alla tribuna da ottocento posti realizzata a ridosso dei campi di gara regolamentari.

Il via con un grande bagno di folla che – come prevedibile – crescerà.

3no

Boom anche per il treno storico con il quale era possibile raggiungere la stazione di Scordia da Catania per poi raggiungere la tenuta con dei bus navetta. L’imperfetto è d’obbligo visto che le prenotazioni sono esaurite.

La nuova vita di Ambelia è appena all’inizio.

Foto di Carmen Greco

Read Full Post »

Da Catania una locomotiva del 1910 per andare alla Fiera mediterranea del Cavallo

CATANIATODAY.IT
.

Il viaggio è gratuito. Bisogna solo prenotarsi, fino a esaurimento dei posti, collegandosi al sito web dedicato all’evento

FIERA MEDITERRANEA DEL CAVALLO

Read Full Post »

Read Full Post »

La Regione lavora per la Fiera, oltre tre milioni per l’evento voluto da Musumeci

MIRIAM DI PERI

.

Non sarà il più grande spettacolo dopo il big bang, ma promette di essere «il più grande evento equestre del Sud Italia», almeno nella definizione data da Nello Musumeci.

sito-banner-corretto

Mancano esattamente 40 giorni, poi la Fiera mediterranea del cavallo aprirà le porte nella Tenuta di Ambelia, sede dell’istituto per l’Incremento ippico siciliano di Militello Val di Catania, il paese che ha dato i natali al presidente della Regione.

Un vero e proprio evento per gli appassionati, tra i quali si annovera proprio il governatore, il cui amore per i cavalli lo ha portato a chiedere a ben sei dipartimenti il massimo impegno affinché fosse tutto pronto in tempi estremamente celeri. Per una spesa complessiva di oltre tre milioni di euro. 

tenuta-ambelia

nello musumeci

E dire che riportare agli antichi fasti la tenuta, che è stata il primo centro da monta dell’Isola, non è stata opera da poco. Appartenuta nel Medioevo, infatti, ai nobili Barresi e Branciforti, la Tenuta fu utilizzata come residenza estiva e destinata alla coltivazione della vite. Soltanto a seguito dell’Unità d’Italia, la proprietà passò allo Stato, destinandola al ministero della Guerra che ne fece una stazione di monta del Regio Deposito Stalloni.

«Quando ci siamo insediati – racconta l’assessore regionale all’Agricoltura, Edy Bandiera– abbiamo trovato la Tenuta in pessime condizioni, di quasi abbandono». Di conseguenza gli interventi, in vista della Fiera mediterranea del cavallo, sono stati ingenti. A cominciare dal milione di euro da parte dell’ufficio del Commissario straordinario per il dissesto idrogeologico, per mettere in sicurezza il corso d’acqua che circonda la Tenuta.

Edy-Bandiera

edy bandiera

Due i progetti messi a punto dal Genio civile etneo: il primo, per regimentare le acque piovane all’interno dei circa 45 ettari della Tenuta e ripristinare le strade di servizio e i canali di raccolta collocati ai loro margini e il secondo per sistemare gli impianti sportivi danneggiati e i percorsi interni, finanziato questa volta dal dipartimento dei Beni culturali.

«A monte della Tenuta c’era un corso d’acqua esondato lo scorso autunno – spiega Maurizio Croce, a capo dell’ufficio speciale per il dissesto idrogeologico – per questo è stato necessario il nostro intervento, anche in termini economici, per mettere in sicurezza il torrente e i suoi canali, con un investimento di circa un milione di euro».

sandro-pappalardo

sandro pappalardo

Tra gli assessorati coinvolti nell’iniziativa c’è anche quello al Turismo, guidato da Sandro Pappalardo, che racconta come la Fiera sia uno «dei 45 grandi eventi su cui si sta concentrando la promozione da parte della Regione».

Nessuna certezza, al momento sulla portata dell’evento, alla sua prima edizione, ma Pappalardo parla di «scommessa che contiamo di vincere. Ce la stiamo mettendo tutta, è chiaro che al momento non possiamo fare previsioni. Registriamo un interesse, non solo dalla Sicilia ma anche dai territori extraregionali». Il coinvolgimento dell’assessorato di via Notarbartolo riguarda la promozione, la gestione del sito web e la segreteria organizzativa, per un impegno di spesa di circa 200mila euro.

La risistemazione degli impianti sportivi danneggiati e dei percorsi interni, invece, è stata finanziata dal dipartimento dei Beni culturali, per un importo di 630mila euro. Mentre la sistemazione di un tratto stradale di circa 3,5 chilometri per raggiungere la Tenuta è stata gestita e coordinata dall’assessorato alle Infrastrutture, in collaborazione con Anas, per una spesa di circa un milione e 200mila euro. Tutti interventi necessari per il grande evento, «ma anche – sottolinea Pappalardo – per valorizzare la struttura, che resterà operativa anche oltre la Fiera».

 

(altro…)

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: