Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Natura’ Category

Il celebre ficus macrophylla di piazza Marina a Palermo, che detiene il record sulle dimensioni, risultando addirittura il più grande d’Europa, si è spezzato.

IlSicilia.it

.

Il ficus che si trova di fronte Palazzo Steri, supera i 25 metri d’altezza, mentre il diametro della chioma è sui 50 metri e copre una superficie di quasi 3000 metri quadri.

Lo rende noto il Comune, che ha diffuso le foto in alto. «Nelle scorse ore si è verificato il cedimento di una branca laterale del ficus monumentale, a seguito del quale non si sono registrati danni a persone o cose», riporta l’Amministrazione comunale.

“È un fenomeno noto agli specialisti dei ficus monumentali in tutto il mondo – ha dichiarato l’assessore Sergio Marino –. Si definisce ‘summer branch drop’, cioè schianto estivo di una branca. È probabilmente legato a squilibri idrici causati dalle variazioni repentine di temperatura e umidità, anche se nessuno studio ne ha bene individuato le cause ed eventuali sintomi preventivi.

 

A Palermo era già successo qualche anno fa in un ficus posto davanti alla Fiera, all’ingresso della Favorita. Proprio temendo questo, gli interventi sull’albero di Piazza Marina realizzati lo scorso anno miravano a favorire la stabilità delle branche laterali dell’albero, aiutando le radici aeree ad ancorarsi al suolo (sono stati creati ad hoc alcuni nuovi cercini nel suolo) e sostenere le branche”.

 

Read Full Post »

Dolci amarene

Read Full Post »

L’INSEGNAMENTO DELLO SQUALO

Giacomo Casalicchio
.
Uno squalo in un piccolo acquario può crescere massimo fino a 25 cm. Lo stesso squalo, in un oceano può superare anche i 2 metri!
Lo squalo non cresce mai oltre l’ambiente che lo circonda.
E lo stesso vale per te: circondati di menti piccole e piccolo rimarrai. Cambia il tuo ambiente, rendilo più stimolante e noterai presto una crescita incredibile.
Non siamo altro che la media delle persone che frequentiamo, le notizie da cui scegliamo di informarci, gli ambienti che scegliamo di vivere.

Read Full Post »

La cometa Neowise fotografata su Stonehenge

Sembra un dipinto completo con l’arrivo nel cielo della cometa Neowise: come se fosse apparso finalmente il pezzo mancante quello che va ad abbellire ulteriormente il paesaggio del sito neolitico che si trova vicino ad Amesbury nello Wiltshire, Inghilterra. L’astro brillerà nei cieli fino all’inizio di agosto, c’è tempo dunque per ammirarlo in tutto il su splendore.

Read Full Post »

Api al telaio fai da te

Read Full Post »

“Giugno su tela” foto di Maria Carmela Ferlisi

 

INVIATECI FOTO SUGGESTIVE DI MILENA. PUBBLICHEREMO LE MIGLIORI.

milenalibera@yahoo.it

Read Full Post »

Il ritorno all’Isola pedonale è la migliore soluzione ai problemi causati dal nuovo senso unico che ha sollevato una protesta generale

.

La loro iniziativa si basa sulla osservazione dei risultati negativi e delle proteste contro il nuovo senso unico voluto dalla Amministrazione per venire incontro alle esigenze degli esercizi commerciali e dei locali pubblici del centro.

Lo aveva anticipato il 30 maggio in video il sindaco che anticipava delle modifiche alla viabilità al fine di favorire principalmente i locali pubblici e i negozi commerciali, con l’utilizzo gratuito del suolo pubblico, come disposto anche dal Governo Regionale.

Era stata resa nota l’Ordinanza n. 5 dell’Area Tecnica-Urbanistica del Comune di Milena e anche pubblicata la piantina del senso unico che regolamenta la nuova circolazione stradale in alcune vie del centro urbano a partire dal 3 giugno 2020.

I Consiglieri comunali di Milena Domani hanno sentito il parere di moltissimi cittadini che frequentano i negozi e la banca di via Nazionale, nella stragrande maggioranza concordano nel giudizio negativo e protestano: “questa cosa non ci voleva” e anche alcuni commerciali “arrabbiati” per i danni economici ai loro negozi.

mappaMolti concittadini segnalano disagi negli spostamenti ed eventuali rischi di “incidenti automobilistici con danni alle persone e ai mezzi”. Il capogruppo consiliare ha segnalato alla Polizia Municipale “alcuni punti critici nelle vie più strette, in particolare in via Marconi, insufficienti ad accogliere l’aumentato traffico veicolare con frequenti ingorghi stradali” che ha assicurato di “trovare una soluzione efficace”.

Dopo una decina di giorni di continua osservazione, il Gruppo Consiliare “Milena Domani”, interpretando le richieste dei cittadini, ha ritenuto doveroso che si discuta in Consiglio Comunale dei punti critici del nuovo senso unico adottato, perché le modifiche apportate alla circolazione del corso principale non solo si sono rivelate inefficaci nell’ottenere lo scopo prefissato di favorire gli esercenti commerciali e i bar, ma sono risultate poco funzionali per la circolazione veicolare e causa di disorientamento per i residenti ma soprattutto per i forestieri che, per motivi principalmente di lavoro, transitano per Milena.

raciAlfonso Cipolla, Angela Falcone, Maria Carmela Ferlisi e Maria Giulia Provenzano scrivono nella mozione consegnata al Presidente del Consiglio comunale Giovanni Randazzo, e per conoscenza al Sindaco Claudio Cipolla, per quanto esposto, proponiamo che venga ripristinato il precedente piano di viabilità, con istituzione di un’isola pedonale tra la zona circostante Piazza Garibaldi e la via Nazionale e un orario che consenta ai locali pubblici di poter disporre fuori un maggior numero di tavoli nel rispetto della distanza e delle norme previste in questo periodo di Coronavirus senza fare respirare gas di scarico ai clienti seduti. Si propone inoltre di fare circolare i ciclisti nell’area pedonale.

mdIn definitiva, per i consiglieri della Minoranza, il ritorno all’adozione dell’area pedonale è certamente molto più utile sia ai commercianti che ai cittadini ed in grado favorire lo sviluppo economico e riportare sicurezza e tranquillità in paese.

L’iniziativa di riproporre l’Isola pedonale si inserisce nel Tour ecologico del gruppo Milena Domani #per un ambiente migliore! Una iniziativa di andare a raccogliere on the road le proposte e le proteste dei cittadini di Milena che sta avendo un notevole successo anche sui social.

In particolare su facebook dove sono centinaia i contatti, i consensi, i commenti e le condivisioni. Evidentemente i concittadini “si fidano” di loro.

(altro…)

Read Full Post »

(altro…)

Read Full Post »

🌸🌸🌸#LaSiciliaNonSiFerma🌸🌸🌸

Salvatore Moncada
.

Confermato l’ingresso gratuito nei siti della cultura siciliani domenica 1 marzo.
Vi aspettiamo alla #ValleDeiTempli, al #MuseoGriffo, alla #CasaMuseoPirandello e all’Area archeologica di #EracleaMinoa.
Non mancate 🥰

L'immagine può contenere: spazio all'aperto, il seguente testo "PRIMA DOMENICA DEL MESE 1 MARZO 2020 INGRESSO GRATUITO NEI SITI SICILIANI"

ORGANIZZATE ATTIVITA’ COLLATERALI DI FRUIZIONE

Nei siti della cultura della Regione Siciliana, la prima domenica del mese l’ingresso è gratuito. Anche questa domenica primo marzo i Musei, le Gallerie, i Parchi archeologici siciliani accoglieranno i visitatori che decideranno di passare una giornata all’insegna della cultura e della conoscenza.

Ingresso gratuito nei Parchi archeologici di tutta la Sicilia come il Parco di Siracusa, il Parco di Naxos e Taormina, la Valle dei Templi, il Parco di Selinunte, la Villa Romana del Casale, il Parco del Lilibeo, il Parco di Segesta, il Parco di Himera Solunto e Iato, il Parco di Tindari, ma anche i tanti Musei come il Salinas di Palermo, il Museo Riso a Palermo e Palazzo D’Aumale a Terrasini, il Museo di Messina, il Museo Pepoli di Trapani, il Museo Bernabò Brea di Lipari, il Museo archeologico di Centuripe in provincia di Enna, il Museo di Caltagirone, il Museo archeologico di Gela, il Museo del Satiro a Mazara del Vallo, la Galleria regionale di Palazzo Abatellis a Palermo e la Galleria Palazzo Bellomo di Siracusa.

Questa prima domenica di marzo inoltre, gli istituti e luoghi della cultura della Regione Siciliana, organizzano delle attività collaterali di fruizione.

Tra queste, al Castello della Zisa di Palermo, alle 10.30, visita gioco per bambini dal titolo “Alla ricerca del tesoro della Zisa”: accompagnati da un operatore i bambini dovranno risolvere degli enigmi e superare degli ostacoli per provare a raggiungere il tesoro nascosto. Inoltre, alle 11.30 e alle 12.30 due turni di visita per tutti coloro che vorranno essere guidati alla scoperta del Castello accompagnati da uno storico dell’arte.

Al Chiostro dei Benedettini di Monreale, alle 11 e alle 12 due turni di visita guidati alla scoperta del Chiostro.

Al Museo archeologico Salinas alle 11, accompagnati da un operatore, i bambini dovranno risolvere degli enigmi e superare degli ostacoli per provare a raggiungere il tesoro nascosto. Insieme ad un archeologo per imparare a riconoscere le principali forme e le diverse immagini rappresentate sui vasi e provare l’esperienza di manipolazione e decorazione dell’argilla per realizzare piccoli manufatti ceramici. Sempre al Salinas alle 11 e alle 12 due turni di visita per tutti coloro che vorranno essere guidati alla scoperta delle collezioni del museo archeologico e della mostra “Quando le statue sognano”. Le iniziative sono a cura di Coopculture (info 091/7489995).

Palazzo-Belmonte-RisoAl Museo Riso di Palermo alle ore 11, in occasione della chiusura della mostra personale di Paolo Madonia, l’artista realizzerà una performance nello spazio esterno del Museo.

A Terrasini, al Museo D’Aumale, sarà possibile visitare la collezione di uccelli migratori: una selezione degli esemplari più rappresentativi dell’intera collezione che consta di oltre 9000 esemplari appartenenti alle più diffuse specie in Europa. La visita sarà guidata dallo staff scientifico del Museo.

Al Museo Paolo Orsi di Siracusa si potrà ammirare dalle 9 alle 13 il prezioso medagliere grazie ad una manifestazione organizzata in collaborazione con l’Associazione delle guide turistiche della Provincia di Siracusa. Sempre al Paolo Orsi, si ripete la visita ai depositi del museo con visite guidate da Civita Sicilia (info 3357304378).

Al Parco di Naxos e Taormina, tre appuntamenti: alle 10.30 un laboratorio didattico per bambini in collaborazione con Civita Sicilia (info 3357304378) e alle 16 la passeggiata archeo-filosofica nell’ambito di “Comunicare l’antico” in collaborazione con Naxoslegge e alle 17 l’incontro al parco di naxos agli indigeni della valle dell’Alcantara .

Al museo di Gela, dalle 9 alle 19, riprendono le visite dopo un periodo di chiusura dovuto a lavori di manutenzione.

Al Museo Baglio Anselmi di Marsala, alle 10.30 una visita guidata dedicata alle donne lilibetane note attraverso le testimonianze epigrafiche con l’analisi dei reperti che testimoniano le loro abitudini nella vita quotidiana e nei culti mentre alle 11.30 visita guidata all’Ipogeo di Crispia Salvia (II-IV secolo d.C.).

Al Teatro Romano di Catania, in occasione della giornata internazionale delle guide turistiche, visite guidate gratuite dalla 9.30 alle 16, a cura dell’Associazione guide turistiche di Catania.

Al Parco di Selinunte, in collaborazione con l’Associazione delle guide turistiche, visita guidata del Parco con partenze alle 10.30 e 11.30 dalla biglietteria.

Vasta quindi la scelta per trascorrere la Domenica immersi nella natura delle aree archeologiche o in giro per Musei: il Teatro romano di Catania, il Museo di Lentini, la Casa Natale di Pirandello, il Museo di Aidone, il Museo di Marianopoli, il Museo di Adrano. A Palermo il Castello a Mare, il Palazzo Ajutamicristo, la Palazzina Cinese, il Villino Florio, il Palazzo della Zisa e Palazzo Mirto.

L’area archeologica di Halesa Arconidea a Tusa, l’area archeologica di Cava D’Ispica e il Convento della Croce di Scicli, la Villa Romana di Patti, la Casa Museo Uccello di Palazzolo Acreide, il Castello Maniace e l’Ipogeo di Piazza Duomo a Siracusa.

Read Full Post »

Abbassare la tassa sui rifiuti si può, anzi si deve: non perdiamo altro tempo!

Gruppo consiliare MILENA DOMANI

.

Nel mese di Agosto 2018

Il gruppo consiliare di “Milena Domani” fin dal’inizio si è distinto per essere non solo di controllo sull’operato della ‘Amministrazione comunale, ma soprattutto per avere adottato una politica “propositiva” nel solo interesse di potere risolvere i problemi che interessano la Cittadinanza.

Molte le iniziative intraprese, delle quali ci piace ricordare l’attenzione verso le tasse sui rifiuti divenute troppo care e quasi impossibili da pagare per una fascia troppo grande della popolazione, specie quella più povera.

Su questa stessa linea, considerando la grave situazione economica in cui versa il paese, abbiamo proposto e ottenuto l’approvazione del Regolamento per il Baratto Amministrativo che permetterà a quanti non possono veramente pagare le tasse comunali di “sdebitarsi” facendo dei lavori socilamente utili. Anche se non è partio come doveva dal 1° gennaio di quest’anno, speriamo che il sindaco mantenga la parola che possa partire nel mese di marzo.

Abbiamo proposto e ottenuto una sorta di Ravvedimento  Operoso che è già operativo da qualche mese permette ai cittadini di pagare le tasse dovute al comune dal 2015 al 2019 senza multe e pesanti unteressi di mora. Si pagherà non il 5% come da noi proposto e perfino dalla stessa Agenzia per le Entrate, ma il 7,5% come proposto dalla maggioranza consiliare che s’era partita dal 10%!!! Comunque sempre meglio di com’era prima.

Nel mese di Aprile 2019

E tanto altro ancora.

Intanto ritorniamo al problema del “caro rifiti” che incombe sui Cittadini come una seria minaccia, mortale per il bilancio se consideriamo gli 800 mila euro (forse 1 milione e 200 mila!) di debito pregresso che la Commissaria dell’ex Ato rifiuti Elisa Ingala “vanta” nei confronti del nostro Comune, problema non ancora risolto che potrebbe dare una mazzata al bilancio. La incontreremo nei prossimi giorni e riferiremo agli amministratori e agli amministrati.

Lo smaltimento dei rifuiti ci costa troppo, quasi 500 mila euro l’anno.

tariTutti sono al corrente che la tassa è stata aumentata dalla nuova amministrazione che si è dimostrata più premurosa verso le attività produttive che alle famiglie.

Si spende quasi 2 mila euro al giorno!

Una cifra che dovrebbe spingere con forza e con fretta gli Amministratori a cercare e trovare un rimedio a questa tragedia.

minoranza3+1

Il nostro gruppo – come è riportato nei verbali delle delibere di consiglio comunale – ha fin dall’inizio  attenzionato questa problematica e invitato il sindaco, l’assessore al ramo e i consiglieri di maggioranza ad attivarsi, a cercare “insieme” la soluzione per trovare nuove idee per abbassare drasticamente le tasse o, in mancaza di queste, di copiare i comuni più virtuosi lontani e vicini.

Tra i vicini si stanno distinguendo Campofranco, Montedoro e Delia, due di questi insieme a Milena fanno parte dell’Unione dei Comuni “Terre di Collina”: perché non agire tutti insieme invece di adottare ognuno il suo piano?

ccr

Agosto 2019

Il gruppo consiliare “Milena Domani” non ha intenzione di aspettare oltre e perdere tempo mentre il “contatore” dei soldi spesi per i rifiuti non si ferma, e indica alcune proposte.

A nostro parere bisognerebbe:

-Consultare alcuni sindaci dei comuni in cui si è riusciti a tenere bassa la TAssaRIfiuti.

-Recarsi presso l’Assessorato regionale per quanto riguarda la realizzazione del compostaggio di comunità, di quartiere o meglio ancora comunale o intercomunale.

vivaio foto

Siracusa 2017 – la prima compostiera di comunità. Può servire fino a 100 utenti “registrati” che hanno ridotta la TARI.

-Verificare la possibilità di acquistare dei cassonetti “trita-rifiuti” di modo che  riducendo il volume dei rifiuti, si riesca a ridurre la tassa. Negli Usa adottano un trita rifiuti alimentari posto sotto il lavello di casa.

-Incontrare le chiese locali, le forze politiche e sindacali, le associazioni, i competenti della materia. Incontrare le scuole e particolarmente il Sindaco e il Consiglio dei Ragazzi

-Coinvolgere i supermercati che possano premiare i clienti che gli portano carta, alluminio e plastica. Un discorso a parte va fatto per lo smaltimento dei rifiuti speciali e dei farmaci scaduti.

-Organizzare un’Assemblea Cittadina nella speranza/certezza che i partecipanti siano in grado di proporci delle idee che portino alla soluzione del drammatico problema dei caro-rifiuti che non fa dormire sonni tranquilli ai cittadini che ormai sono costretti a pagare un chilo di rifiuti più della carne.

Abbassare la tassa sui rifiuti si può, anzi si deve: non perdiamo altro tempo! Dipende da tutti noi.

(altro…)

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: