Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Ambiente’ Category

308391393_1778235352511754_244019688947865244_n

.

Read Full Post »

Secondo del rapporto annuale sulla raccolta differenziata e riciclo di carta e cartone in Italia, diffuso da Comieco, la Sicilia nel 2021 ha contribuito ampiamente alla crescita della raccolta differenziata di carta e cartone nel Mezzogiorno.

308166227_641418817348406_7621274972043401975_n

Sono state infatti raccolte e correttamente avviate a riciclo oltre 205.000 tonnellate con un aumento di più di 14.000 tonnellate rispetto al 2020 per una crescita pari al +7,6%.

È un risultato che ci dà molta soddisfazione. Durante i cinque anni del nostro governo abbiamo portato la raccolta differenziata generale dal 19% al 47%. Tutto questo grazie a un serio lavoro di programmazione e di collaborazione con i comuni, e ovviamente anche grazie al senso civico di tantissimi siciliani.


A Catania la fabbrica 3Sun diventerà il più grande sito europeo di produzione di moduli fotovoltaici innovativi, sostenibili e ad alte prestazioni.

306723297_637616791061942_3319241256856321022_n

Un’ottima notizia, che conferma quanto sosteniamo da tempo, ovvero che la Sicilia può diventare un hub energetico, quindi un punto di riferimento per l’Italia e tutte le regioni circostanti del Mediterraneo.


1512316537578.jpg--i_conti_della_regione_e_l_sos_di_musumeci___il_deficit_un_freno_per_i_primi_anni_Sono 30 anni che si parla dell’autostrada Ragusa-Catania, 30 anni di promesse mai mantenute. Lo scorso anno da Presidente della Regione, ho chiesto al governo centrale di essere nominato commissario per realizzare questa strada. La richiesta è stata accolta, con l’Anas abbiamo concordato la definizione del progetto, la spesa è divisa tra Stato e Regione.
Ebbene, posso comunicare con legittimo orgoglio che in un anno abbiamo fatto tutto quello che non si era fatto in tanti anni.
È stato già pubblicato il bando con la revisione dei prezzi e giorno 28 settembre scade il termine per consentire alle imprese di partecipare alla realizzazione di questa importante infrastruttura, che si svilupperà per circa 90 km, costerà circa un miliardo e consentirà ad una delle aree più feconde dal punto di vista imprenditoriale, quale è appunto quella del ragusano, di essere facilmente e agevolmente collegata, con lo snodo di Catania e quindi di Messina, consentendo agli automobilisti di potersi muovere in obiettive condizioni di sicurezza.
Lasciatemi dire che una delle più importanti opere del mio mandato e ne sono davvero orgoglioso.

Vi mostro una delle tante cose fatte dal mio governo in questi anni. Ora anche lo Stato deve fare la sua parte.
ctsr
fal

Read Full Post »

I Comuni, entro il 30 settembre, dovranno votare il “Regolamento edilizio tipo”

.

musumeci-1280x720La recente approvazione, da parte del presidente della Regione siciliana, con il decreto 531 del 20 maggio 2022, di un Regolamento edilizio tipo regionale ed il conseguente obbligo di recepimento, ha posto ai Comuni siciliani “la necessità di deliberare su un tema di grande rilevanza per l’economia di ciascun comune”.

Lo scrive il Centro Regionali Studi Urbanistici (CeRSU) costituitosi lo scorso anno per iniziativa della Consulta degli Ingegneri di Sicilia.

Secondo il centro studi l’imminente scadenza del primo termine perentorio fissato dal decreto al primo ottobre 2022 pone infatti ciascun comune siciliano nella necessità di decidere sulle iniziative da intraprendere, tenendo conto che, non adottando alcun provvedimento esplicito entro la fine del mese di settembre, “le disposizioni del Regolamento edilizio tipo regionale prevarranno comunque sulle norme dei Regolamenti edilizi comunali vigenti, di fatto sostituendoli”.

Il Regolamento tipo come “codice di pratica”

redSu questo tema è intervenuto il presidente del CeRSU, il professor Giuseppe Trombino.

“Per indirizzare l’attività dei Comuni in questa delicata fase di passaggio alla nuova regolamentazione, ma più in generale per sottolineare il nuovo ruolo che la legislazione urbanistica vigente, con la L.R. 19/2020, ha assegnato al Regolamento edilizio comunale, il CeRSU ha elaborato un documento di Linee guida, che è stato offerto alla valutazione di quanti sono impegnati nell’attività di progettazione dei nuovi Regolamenti edilizi comunali”, spiega.

Questo strumento infatti, da semplice raccolta di disposizioni regolamentari riguardanti l’edilizia, può assumere anche le caratteristiche di un “codice di pratica”, ovvero uno strumento orientato a garantire appropriati livelli qualitativi degli interventi edilizi, soprattutto di recupero, fornendo indirizzi metodologici sotto forma di protocolli operativi da adottare per affrontare le problematiche legate all’intervento edilizio. Il codice di pratica tende a responsabilizzare il professionista rispetto alle specifiche necessità dettate dal contesto e, pur lasciandogli la possibilità di personalizzare il progetto, definisce le opportune strategie di intervento orientando l’appropriatezza delle scelte materiche, tecnologiche e tipologiche.

30settembrePer i consigli comunali c’è tempo fino a fine settembre

Dunque entro il primo ottobre i Comuni possono approvare, con provvedimento consiliare, il Regolamento edilizio tipo regionale, ovvero anche introdurvi integrazioni necessarie per adattarne il contenuto “alle specifiche caratteristiche locali”.

Successivamente potranno ancora farlo, ma determinando di fatto un periodo transitorio nel quale potrebbero verificarsi disfunzioni e gravi incertezze applicative sia per i professionisti esterni che per gli uffici tecnici comunali, dovute all’entrata in vigore delle nuove norme regolamentari non ancora adeguate alle specifiche caratteristiche locali e senza alcuna continuità con la previgente regolamentazione.

extra

D.P. 531- GAB con allegato Regolamento Edilizio Unico

Read Full Post »

CONTINUA LA POLITICA ALLA “ABBONE’ DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE

.

Perché spesso e volentieri per avere una normale amministrazione deve intervenire la Minoranza?

ECCO UN PEZZO DEL LORO INTERVENTO RIVOLTO AL SINDACO E AGLI ASSESSORI COMUNALI, AI VIGILI, ALL’UFFICIO SANITARIO E PER CONOSCENZA ANCHE AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE.

AAù

GUARDATE IN CHE STATO ERA TENUTA LA FONTANA DEL PARCO URBANO

fon2

OLTRE AI SASSI, AI LEGNI, AI RIFIUTI GALLEGGIAVA UNA COLOMBA MORTA E SPENNATA

p13

E COSI’ LA MINORANZA ANCORA UNA VOLTA HA RICHIESTO L’INTERVENTO DELL’UFFICIO SANITARIO CHE HA INVITATO L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE A RIMUOVERE I PERICOLI PER LA SANITA’ PUBBLICA, ZANZARE COMPRESE. ECCO IL RISULTATO.

p9

E’ STATO CHIUSO IL COPERCHIO DELLA CENTRALINA ELETTRICA ED EVITATO IL RISCHIO FOLGORAZIONE

ES

FERRI E FILI

SODDISFATTI E CONTENTI? NO! PERCHE’ COME AL SOLITO GLI AMMINISTRATORI NON RIESCONO A FARE ESEGUIRE UNA NORMALE PULIZIA E A RIMUOVERE ALTRI PERICOLI PER I FREQUENTATORI DELLA VILLA… SEMPRE ALLA “ABBONE'”

COSTAVA MOLTO FARE RIMUOVERE ANCHE LE PIETRE E ALTRI RIFIUTI?

p10

E ALTRO ESEMPIO: A NEMMENO 2 METRI DALLA FONTANA SONO RIMASTE LE TAVOLE CON CHIODI LUNGHI APPUNTITI E “ARRUGGINITI”, CI VOLEVA TROPPO SFORZO?

CHIODI

E I FERRI SCOPERTI E PIENI DI RUGGINE FORSE SONO MENO PERICOLOSI ?

FERRI2

E I VETRI ROTTI PER TERRA CHE HANNO GIA’ FERITO QUALCUNO?

VETRITERRA

SI PULISCE E SPAZZA SOLO NEL CENTRO URBANO?

PER NON PARLARE DELL’ALLARMANTE TOMBINO…

TOMBINO

(altro…)

Read Full Post »

Adottiamo il Regolamento Edilizio tipo e adattiamolo a Milena

.

gruppo tavolo2regolamento

(altro…)

Read Full Post »

de

Read Full Post »

Il Parco Urbano in condizioni pietose

Gruppo Consiliare “Milena Domani”
.

Condividiamo la seconda parte del nostro sopralluogo al parco urbano, anche stavolta lasciamo che siano le immagini a parlare.

Le piante secche, la fontana uno stagno, ferri a vista, fili volanti, muretti sgretolati, quadri elettrici aperti, bagni sporchi da una eternità …

Eh no, non chiamiamolo vandalismo … questa è noncuranza.

Read Full Post »

DA TROPPI ANNI TRALASCIANO I TESORI DI MILENA…

milenadepl1

PERO’ FANNO PROMOZIONE TURISTICA CON LE TOMBE MICENEE, IL MUSEO DELLA CIVILTA’ CONTADINA E IL CONVENTO DI SAN MARTINO RIDOTTO A MISERE ROVINE…

milenadepl2

… SENZA NEMMENO ARROSSIRE PER LA VERGOGNA !!!

Read Full Post »

Entusiasmante il Centro Estivo “Naturalmente…insieme”

Gianfilippo Bancheri

.

bIeri pomeriggio si è concluso il nostro Centro Estivo “Naturalmente …insieme”.
Al centro dell’incontro il teatro e i giochi teatrali ovvero i giochi delle parti utilizzati come mezzo di comunicazione per trasferire ai bambini il senso civico del vivere sano e del rispetto per la natura.
Entusiasmante vedere gli sguardi sorridenti dei bambini quando stanno imparando, attraverso il gioco teatrale, a crescere e migliorarsi.
Si è altresì dato spazio al laboratorio creativo-artistico nell’ambito del quale i bambini e i ragazzi,dopo aver cercato e riportato sul proprio foglio diverse tipologie di foglie, hanno compreso la vera natura di esse e di quando siano fondamentali per la sopravvivenza, sia delle piante che degli esseri viventi.
A corredo del laboratorio i ragazzi hanno realizzato una grande tela decorativa, utilizzando come strumenti i pennelli ma anche le proprie mani per dipingere i soggetti naturali, come fiori e piante, oltre al logo Legambiente, per lasciare un’impronta della propria esperienza all’Associazione.
306519672_634794571542120_7527447744275083964_n
Come Amministrazione siamo estremamente soddisfatti dell’esperienza appena conclusasi; a tal proposito desidero fare un grande plauso all’Associazione Legambiente per l’altissima qualità della sua offerta formativa, della sua organizzazione , e per l’elevata competenza dei suoi operatori, ingredienti che hanno sicuramente contribuito alla crescita culturale ed educativa dei nostri ragazzi.

Read Full Post »

L’amministrazione non ne indovina una! (collocazione)

.

Collocare il contenitore di abiti usati, notoriamente infiammabili, accanto alla cabina del metano è da amministratori – ad essere gentili – superficiali e irresponsabili… Ma anche super-ostinati dato che nonostante numerosi “solleciti” a spostarli in luoghi più idonei e sicuri, non lo fanno”. Anzi se ne lavano le mani, come Pilati.

metano

Se alcuni cittadini gli abiti li abbandonano fuori dal contenitore è solo colpa di questi incivili… o non “anche” e “di più” degli amministratori comunali che non li educano, li vigilano e li puniscono? Troppo comodo! Da menefreghisti!

Questi amministratori superficiali e un po’ irresponsabili non danno segnali di ravvedimento, non rinsaviscono. Anzi persistono. E purtroppo per noi milenesi aumentano i rischi e i possibili danni alle persone, alle strutture e persino ai preziosi defibrillatori salvavita! Per non dire che, grazie al metano, possiamo saltare in aria!

Anche questa volta se ne usciranno con il dire che sarebbe tutta e solo colpa dei cittadini incivili? E no, non ci stiamo a questo gioco dello scarica barile e di non assunzione di responsabilità!

grad3

Come si fa a collocare il contenitore abiti sotto la tribuna del campo sportivo la cui copertura perde calcinacci? Come mai non si riesce a a individuare i soliti incivili che abbandonano gli abiti fuori dal contenitore? Come si fa a non prevedere che si possa danneggiare il defibrillatore a due passi?

grad2

Ma davvero il sindaco, gli assessori al ramo, gli uffici preposti possano sentirsi al riparo di ogni eventuale danno materiale e morale e soprattutto a persone?

Sì i consiglieri della minoranza non perde l’occasione per fare queste civili denunce, qualche volta riescono pure a svegliare questi amministratori da un letargo che dura da oltre quattro anni.

L’unica speranza vera è che su questi temi la prossima amministrazione comunale sia più matura e sensibile !!!

(altro…)

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: