Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for novembre 2021

Ritorno al passato da domani 1 dicembre 2021

.

s1Una buona notizia arriva dai piani alti del municipio di Milena.

Con l’ordinanza del settore Area tecnica – urbanistica n.12 di ieri 29 novembre 2021 è stato revocato il senso unico in alcuni tratti di strada con il parere favorevole del Comando di Polizia Municipale.

A questa soluzione hanno contribuito le proteste arrivate al Comune da molte parti.

Dalla minoranza in primis.

Dai cittadini residenti che hanno vissuto come un vero dramma questo “esperimento” circolatorio che ha penalizzato tutti gli automobilisti.

s4Da chi si trovava a passare per il paese per lavoro o per svago, ingannati anche dal “navigatore”.

Dai nostri emigrati ritornati in paese quest’estate e pure loro si “perdevano” nel confusionario senso unico che costringeva a percorsi molto lunghi per raggiungere le case e i negozi.

Dai negozianti e dagli operatori commerciali del centro urbano, in particolare quelli della via Nazionale che continuamente protestavano perché si sentivano penalizzati nel lavoro.

Fine del senso unico. Fine delle polemiche.

Domani 1 dicembre 2021 tutto (o quasi) ritornerà come prima.

I particolari li potete leggere in questa pagina dell’ordinanza.

s2

Read Full Post »

Zanzare in acqua…rio

.

R (3)La lotta alle zanzare adulte non assicura risultati apprezzabili pertanto è importante combatterle in tutte le fasi del loro sviluppo, altrimenti crescerà smisuratamente il numero circolante.

Le zanzare scelgono le pianure paludose per la riproduzione in natura.

Le femmine depongono le uova in acque poco profonde, dopo un po’ di tempo si schiudono e si trasformano in larve  che continuano a vivere vicino alla superficie dell’acqua, alimentandosi di sostanze nutritive grazie a setole speciali.

Dopo aver accumulato una quantità sufficiente di nutrienti la larva, passando per 4 stadi, si trasforma in “pupa” invulnerabile che darà origine a una nuova zanzara. Le zanzare femmine emerse volano quasi immediatamente alla ricerca di sangue fresco. La durata della trasformazione della larva in un adulto dura circa un mese. Pertanto, 4-8 generazioni riescono a crescere in sicurezza durante la stagione.

È chiaro che la lotta contro tali orde non è una cosa facile.

R

Bisogna innanzitutto in casa evitare contenitori di acqua stagnante, come i sottovasi e contenitori di acqua senza coperchio all’esterno. Piscine e vasche irrigue vanno periodicamente disinfettate e svuotate.

Altrimenti nel giro di poche settimane potrete vedere con i vostri occhi le larve di zanzara nuotare con il caratteristico movimento. Da questo momento nel giro di poche settimane – dipende dalla temperatura esterna – si trasformeranno in insetto adulto e voleranno subito in cerca di persone da pungere per estrargli qualche goccia di sangue, E pungendo una persona dietro l’altra possono con la loro saliva trasmettere alcune malattie infettive come la malaria, e alcuni virus come quelli dengue, zika, chikungunya etc.

.

Video come questo ce ne sono tanti sul web, ma sarebbe meglio vedere dal vivo questo spettacolo della natura. Addirittura si potrebbe portare le scolaresche a vedere le larve di zanzara in movimento mentre si alimentano zigzagando velocemente.

E non pensate di andare lontano, in altre latitudini, in altre azioni, in altri paesi in chissà quali campagne sperdute… o di aspettare l’estate prossima…

Grazie all’Amministrazione comunale di Milena che ha recentemente ristrutturato le fontane pubbliche riempiendo l’annesso abbeveratoio di acqua non corrente, nelle nostre “brivature” si possono osservare, nonostante siamo alla fine di novembre, centinaia e centinaia di larve di zanzara.

E tutto questo gratuitamente.

z4

(altro…)

Read Full Post »

Siamo lieti di annunciare che giorno 2 Dicembre alle ore 18:00 presso la sala consiliare del Comune di Delia avrà luogo la rappresentazione dal titolo “Dante per strada”.
dante
Saranno gli allievi del laboratorio teatrale dell’autore ed attore Aldo Rapè a declamare il 5° canto del “Paradiso” della Divina Commedia in onore del sommo poeta Dante Alighieri, a 700 anni dalla sua scomparsa.
Il Sindaco – Gianfilippo Bancheri

Read Full Post »

Bridgetown

Bridgetown

                                                             di Briciolanellatte
                                                                                                                                                                        .

chiatta«Va a Bridgetown?» l’uomo sulla banchina del fiume aveva il palmo della mano sulla fronte per schermirsi dal sole basso sull’orizzonte. La sua voce era ferma ma dubbiosa. Un soprabito elegante mascherava quasi tutta la sua figura.
Il Comandante della “Celestine” stava trafficando a bordo della chiatta mettendo in ordine le sartie: stava per salpare e non alzò neppure lo sguardo.
«Ho bisogno urgentemente di andare a Bridgetown, la pago bene. Oggi c’è sciopero dei taxi e comunque in città c’è un traffico infernale a quest’ora. Ho un importante affare da concludere in centro…»
Il Comandante azionò l’argano dell’ancora che si mise in moto con un rumore di catene rugginose. Poi controllò la corrente placida del fiume come per accertarsi che fosse ancora lì. Il senso di pace che gli dava quella poderosa massa d’acqua in movimento lo meravigliava sempre.
«Mi paga bene, quanto?» buttò lì all’improvviso il Comandante all’indirizzo di quello strano individuo che si agitava nervoso sul pontile.
«500 sterline, subito, e altre 500 all’arrivo…» rispose l’altro che non si aspettava più una risposta.
«Ci deve tenere molto, allora… va bene, salga…» gli disse fissandolo finalmente negli occhi e tendendogli la mano per portarlo a bordo.
«Mi chiamo George, George Logan…» gli fece l’uomo mettendo un piede incerto sulla barca e accennando a un sorriso. Aveva indosso un completo sartoriale su misura e le scarpe erano così lucide da potersi abbronzare anche solo a guardarle. Matt G. Harper sapeva riconoscere un guru della City quando ne vedeva uno.
«Non mi interessa come si chiama» rimbrottò di rimando il Comandante sovrastando il passeggero di almeno mezzo piede. Poi si mise davanti a lui, a gambe divaricate e braccia conserte, in un eloquente atteggiamento di attesa impaziente.
«Ah già, scusi…» fece Logan mettendo mano al portafoglio e dandogli il denaro.
«Bene» fece Harper riprendendo le manovre per la partenza «si sieda su quella panca lì; ci vorranno quaranta minuti circa… non tocchi niente, per favore.»
Logan si accomodò. La panca era umida e scomoda, ma era sollevato. Dopotutto, l’acquisizione della Fish & Cooper si sarebbe fatta.
La “Celestine” si staccò docilmente dal pontile mentre la sirena emise un suono breve ma intenso che rimbalzò sugli argini; fece un’inversione di rotta di 180° gradi a dritta e poi prese a infilarsi nella corrente del fiume.
«Se le raccontassi come mi sono ridotto a chiederle un passaggio non ci crederebbe davvero» confessò Logan accendendosi un sigaro. «È stata una giornata incredibile…»
«Se dobbiamo fare conversazione il passaggio le costerà di più» fece secco il Comandante che accese alcune spie sul cruscotto davanti a lui. «E spenga subito quel sigaro: trasporto materiale infiammabile.»
Rimasero in silenzio per un quarto d’ora. Una coppia di germani reali fece in tempo a risalire il corso d’acqua per poi piegare verso la chiesetta romanica di Chesterwale. Una brezza leggera e profumata accarezzò i meleti prima di stendersi sull’acqua.
«Come mai una chiatta per il trasporto fluviale ha un pennone così alto? Cosa le serve?» ruppe dopo un po’ il silenzio Logan.

(altro…)

Read Full Post »

Zanzara, la nostra nemica odiatissima

.

REcco le malattie che può causare questo piccolissimo insetto ma capace di trasmettere malattie che possono portare a morte oltre 700.000 morti all’anno.

La più nota di queste è la malaria, scoperta il 20 agosto del 1897, che secondo l’Oms avrebbe portato a 435.000 decessi soltanto nel 2017. Non a caso persino Bill Gates, nel blog del sito della sua fondazione, ha definito le zanzare gli animali “più pericolosi al mondo”, più di squali e serpenti. D’altronde sono varie e a volte potenzialmente letali le malattie trasmesse da questi insetti.

OIP (4)Malaria e Zika

La MALARIA, malattia infettiva potenzialmente letale, complice la sua diffusione, è diventa nel tempo probabilmente la più nota tra quelle associate alle zanzare, ma i casi registrati in Italia nel tempo sono perlopiù di importazione o dovuti a contaminazioni ospedaliere.

zIL VIRUS ZIKA, negli ultimi anni contende alla malaria il trono di malattia più ‘celebre’ trasmessa da questi insetti, balzando alle cronache a causa delle moltissime infezioni avvenute in particolar modo in Brasile e America centrale.

La Zika si contrae per via della puntura di zanzare Aedes e può presentare sintomi generici quali febbre, congiuntivite o dolori muscolari. Il contagio tra umano avviene attraverso i liquidi biologici e può portare le donne incinta a partorire bambini con malformazioni congenite.

Dengue e Chikungunya

OIP (5)La DENGUE, nota anche come febbre emorragica dengue, è tipica delle regioni tropicali e subtropicali, principalmente all’interno delle aree urbane. La puntura delle zanzare che trasmettono questa malattia porta a febbre alta, cefalea e altri sintomi simil-influenzali, ma più raramente una forma grave può causare la morte per febbre emorragica o shock anafilattico.

Chikungunya-1-e1492767621612LA CHIKUNGUNYA ha la stessa sintomatologia, è una malattia virale non mortale trasmessa da esemplari infetti della specie Aedes, la stessa di dengue e zika e più comunemente conosciuta come zanzara tigre.

Sono diversi in passato i casi di chikungunya registrati in Italia: i soggetti colpiti manifestano solitamente febbre alta e dolori articolari che possono durare anche per più settimane.

Read Full Post »

Liberiamoci da quelli che vogliono la droga libera

.

dro

cannab

Read Full Post »

261666737_3066327813624708_3715132940735074405_n

Read Full Post »

Read Full Post »

meding

Read Full Post »

Per combattere e sconfiggere un nemico bisogna conoscerlo bene!


.

Il ciclo riproduttivo delle zanzare

Staff freezanz

.

z1Il ciclo di vita della zanzara è relativamente breve. Esiste tuttavia una netta differenziazione tra individui di sesso maschile e quelli di sesso femminile: una zanzara femmina infatti ha un ciclo di vita di circa 6-8 settimane a seconda della specie a cui appartiene, i maschi solitamente non superano le 2 settimane di vita.

Il fastidioso effetto “pungente” per cui sono purtroppo noti questi insetti è correlato al loro ciclo riproduttivo.

Mai come per le zanzare è il caso di dire: tutta colpa delle femmine! Infatti sono solo le zanzare femmina a succhiarci il sangue, vitale per la deposizione delle uova: addirittura fino a 300 uova per volta!

Il maschio in tutto questo caos di fastidiosi ronzii e pruriti interminabili c’entra poco e niente, se non per l’accoppiamento che avviene in volo in pochi secondi. Per mantenersi scattante e prolifico, la zanzara maschio si nutre di sostanze zuccherine e non del sangue umano o animale.

Quando arriva il momento dell’accoppiamento, la femmina emette un ronzio particolare, quello della femmina fertile, individuata dal maschio viene fecondata in volo. Il sangue che la zanzara ci succhia via fastidiosamente serve per portare a maturazione le uova, che vengono poi deposte nell’acqua ferma.

Ecco perché sono da evitare, in giardino o in balcone, sottovasi o recipienti dimenticati pieni d’acqua!

z2

Le uova di zanzara riescono a schiudersi e a produrre un insetto anche se l’acqua è stagnante e ha poco ossigeno.

Le uova, grazie al favore dell’acqua e del caldo, si trasformano in larve e quindi in pupe da cui esce una zanzara matura, già pronta a riprodursi a sua volta, a soli due giorni dalla nascita.

Il periodo che impiegano le uova a passare dallo stato di larva a pupa e quindi ad insetto adulto è di soli 4 o 5 giorni, avendo condizioni climatiche favorevoli ovvero un bel sole che tiene caldo il brodo di coltura in cui riposano le uova.

Quindi, in altre parole, ogni 10 giorni circa abbiamo una nuova generazione di zanzare “fertili” pronte a riprodursi e alla ricerca spasmodica del nostro sangue.

Considerando i tempi di riproduzione e il numero di uova deposte, si capisce bene come l’avvicendamento di nuove generazioni di zanzare nell’arco di un breve tempo avvenga a ritmo forsennato.

z0Nel solo periodo estivo (circa 3 mesi da metà giugno a metà settembre) da una sola zanzara di partenza (in assenza di predatori naturali e di efficaci contromisure) si possono generare oltre i 65 miliardi di miliardi di individui.

Una cifra incredibile!

E considerando che l’attività delle zanzare si protrae ormai, sul nostro territorio, da marzo-aprile fino a novembre inoltrato è stimata per difetto.

In Italia, secondo i biologi accreditati, esistono ormai quasi 60 specie diverse di zanzare, molte delle quali arrivate direttamente dall’Oriente, annidate nei container delle navi cargo o negli aerei. Questo per dare l’idea dell’enorme portata che ogni anno ci troviamo a contrastare.

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: