fondi-europeiRoma dice no alla programmazione di spesa della Sicilia e adesso rischiano di andare in fumo oltre metà dei fondi del Piano di ripresa e resilienza destinato alla Sicilia. Sono ben 31 i progetti bocciati sui complessivi 63 presentati.

Flop dei progetti siciliani giudicati inammissibili

Il flop dei piani siciliani giudicati incoerenti con la spesa arriva nel settore agricoltura e infrastrutture irrigue dove i progetti erano 32 (63 complessivamente nel settore agricoltura) e 31 di questi non sono stati presi in considerazione.

OIP (2)Conferme e proteste dal governo regionale

“Apprendiamo dal Mipaaf che solo 31 dei 63 progetti presentati dalla Sicilia sono stati presi in considerazione attraverso il decreto di approvazione degli elenchi dei progetti ammissibili e non ammissibili a finanziamento con fondi afferenti al PNRR per investimenti nella resilienza dell’agrosistema irriguo.

E questo lo dice lunga sulla recidiva ostilità di Roma nei confronti della agricoltura siciliana” conferma l’assessore regionale all’Agricoltura e sviluppo rurale, Toni Scilla.

paIl Ministro Patuanelli nemico della Sicilia

Un vero flop di fronte al quale la regione protesta “Con quale criterio e come si è proceduto alla selezione? È chiaro che qualcosa non quadra. Il Ministro Patuanelli scade in valutazioni sommarie a tutto svantaggio della Sicilia, e non è la prima volta che lo fa.

Ricordiamo – uno dei tanti esempi che potrei citare – il tentativo di scippare fondi del PSR. Un atteggiamento ostile, che registriamo per l’ennesima volta, e che ci porterà ad effettuare le dovute verifiche e valutazioni.

Quanti si stanno esibendo, con prontezza sospetta, in note e comunicati che di fatto esultano per l’ennesima ingiustizia romana nei confronti del Sud e della Sicilia, farebbero bene – da compagni di partito dello stesso ministro – a indirizzargli pressanti richieste di spiegazioni. Non meritano risposta perché – conclude Scilla – con incosciente sfrontatezza, remano contro gli interessi dell’Isola e dei siciliani”.

euroMa dall’opposizione piovono una sequenza di critiche feroci, invece, al governo regionale.

“A disposizione in questo ambito, strategico per l’economia dell’Isola, ci sono complessivamente 1,6 miliardi di euro. Il primo di ottobre il ministero delle politiche agricole ha reso noto il decreto con l’elenco delle infrastrutture irrigue ammissibili: sono 149 in tutta Italia, nessuno dalla Sicilia. Bocciati sonoramente i 31 progetti dell’Isola, un altro grande traguardo da ascrivere all’inadeguatezza del governo guidato da Nello Musumeci” dice il segretario regionale del PD Sicilia, Anthony Barbagallo, a margine del sopralluogo alla zona industriale di Lentini, in provincia di Siracusa, insieme al sottosegretario Giancarlo Cancelleri e al candidato sindaco di Lentini, Rosario Lo Faro.