Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 4 settembre 2021

Angela Mendola non c’è più

Una donna straordinaria che ha dato lustro alla sua terra

Alfonso Cipolla

.

aix-sindaci-ang

Angela Mendola tra i sindaci Gratien Ferrari e Carmelo Cordaro

Angela Mendola in Chanterau, ha cessato di vivere a 73 anni il primo giorno di questo settembre.

I funerali sono stati celebrati nella Chiesa di Notre Dame di Aix-les-Bains dove il 4 ottobre 1992 padre Pichon e padre Falletta concelebrarono la santa messa per la delegazione del gemellaggio.

Proprio il gemellaggio tra Aix-les-Bains e Milena fu fortemente voluto da Angela e dall’associazione “Milena Mia”

ars1Nell’aprile del 1991 vennero  Milena assieme alla delegazione municipale guidata dal sindaco Gratien Ferrari ricevuti dal collega Carmelo Mantione. Il patto del gemellaggio fu siglato il 30 ottobre 1992 da Gratien Ferrari e Carmelo Cordaro.

Angela fu una donna di successo, un’imprenditrice che si distinse nel lavoro, nel sociale.

Ma anche in politica. Fu vicesindaco di Gratien Ferrari con delega allo sviluppo economico.

angFu personaggio di spicco di Aix-les-Bains, splendida cittadina della Savoia nella quale emigrò assieme alla famiglia, ancora ragazzina.

Qui a Milena la ricorderemo sempre sorridente dentro il bar della nonna Angela, la Zà Angiliddra.

In Francia si affermò nella vita, quella stessa vita che le diede grandi soddisfazioni ma anche qualche delusione.

Negli ultimi anni la sua vitalità e il suo sorriso furono via via spenti da una lunga malattia.

Ora Angela ha lasciato questa terra, ci ha lasciati. Ora è venuto davvero il momento che riposi in pace.

A tutti familiari le più sentite condoglianze mie personali e di quanti abbiamo avuto avuto la possibilità di conoscerla, volere bene e apprezzare.

(altro…)

Read Full Post »

Asp Caltanissetta, Mancuso (FI): “Sono deluso da Razza, il direttore generale è inadeguato al ruolo. Ne chiedo le dimissioni a Musumeci perché la sanità locale è allo sbando”

Dario Cataldo

.

micPalermo, 04/09/2021.

“In questi mesi sono stato in silenzio rispetto alle vicende sanitarie che hanno coinvolto la nostra Asp di Caltanissetta. Ho sperato di sbagliarmi, ma la goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la visita di ‘partito’ all’Hub di Gela dell’assessore alla salute Ruggero Razza di qualche giorno fa, camuffata da incontro istituzionale, senza avere invitato la deputazione regionale e le Istituzioni locali.

Una totale mancanza di rispetto, condita dalla presenza del direttore generale dell’Asp, l’ing. Caltagirone, il candidato alle prossime elezioni regionali di Diventerà bellissima, l’on. Pino Federico e il segretario provinciale del Partito, Paolino Mattina. Anche l’incontro con i medici di base per la sensibilizzazione ai vaccini ha seguito lo stesso copione, con l’aggravante che oltre alla deputazione non erano presenti neanche i responsabili dell’hub e dei centri sanitari. Non nascondo la mia amarezza nei confronti di Ruggero Razza.

gelaMi chiedo inoltre perché questo direttore generale dell’Asp territoriale si comporta con tanta arroganza. Dove crede di essere, a casa sua? Chiedo pertanto al Presidente Musumeci, di rimuovere questo direttore per evidente inadeguatezza nell’interpretare il ruolo e per l’incapacità amministrativa e gestionale. In un periodo di estrema crisi non si può condurre un’azienda con autoreferenzialità, serve condivisione. Non accetto inoltre che su tale emergenza, qualcuno pensi a imbastire la propria campagna elettorale, con stucchevoli spot di partito. La gente non è stupida”. Lo afferma in una nota il deputato regionale di Forza Italia, Michele Mancuso.

(altro…)

Read Full Post »

Schifo continuo dietro la chiesa e accanto l’oratorio

.

p1

p2

Il Comune non interviene perchè lì c’è il divieto di accedere e pure l’obbligo di girare al largo ! A questo punto la società civile dovrebbe indignarsi e soprattutto dovrebbero protestare con forza i credenti e gli ivi residenti !!!

(altro…)

Read Full Post »

Read Full Post »

Read Full Post »

La mia Giovane Italia

Carmelo Briguglio

.

guMi iscrissi, da liceale, al movimento giovanile del Msi nei primi mesi del 1971 – avevo 15 anni – quando era ancora Giovane Italia e poco prima della straordinaria vittoria del partito alle elezioni regionali siciliane del 13 giugno.

Nei mesi successivi, la Giovane Italia sarebbe diventata Fronte della Gioventù, di cui si rievocano quest’anno i 50 anni dalla nascita; più tardi ne divenni segretario nel mio paese di origine.

Il simbolo della fiaccola, passò alla nuova organizzazione. Sembra poco: ma fu un symbolum che diede il suo contributo alla formazione di un pezzo significativo della classe dirigente italiana nel dopoguerra, a tenere insieme tanti ragazzi a destra, ad educarli ai valori della Nazione, a mantenerli lontani dalle sirene dell’estremismo e dello stesso terrorismo.

Giusto ricordarlo. Un bel ricordo. Cominciai così.

Read Full Post »

Asia Angaroni

CROTL’episodio è avvenuto a Crotone, dove la figlia dell’uomo è stata obbligata a portarlo con sé in Posta, sebbene sia costretto a letto. L’uomo doveva ritirare la pensione, ma al suo posto si sarebbero assunti l’incarico i familiari, disposti a recarsi autonomamente in Posta e aiutare così il soggetto malato. Tuttavia, mancava la delega. Per questo motivo, in Posta è dovuto andare anche l’uomo.

Dopo aver preso visione delle foto e dei video che testimoniano quanto accaduto in un ufficio postale di Crotone, si è sollevata tanta indignazione da parte dell’opinione pubblica, che reputa sconcertante l’episodio. Il fatto ha alimentato non poche polemiche.

“Nel 2030 le auto voleranno, intanto non 2021 succede questo”: così commenta un utente di Instagram davanti al video delle Poste di Crotone. Altri tengono a precisare: “Nessuna persona può ritirare la pensione senza delega, bastava che facesse fare una delega al padre. In effetti quelli della posta come facevano a sapere che lei era veramente sua figlia?”. C’è chi sentenzia: “Bastava la delega, il resto è circo”“Perché fare la delega pareva brutto”, “Io non ho parole”.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: