Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 8 giugno 2021

Pubblicità

Read Full Post »

Se si lasciano ignoti e impuniti gli incivili

.

C’è un posto del paese tristemente noto per due discariche abusive. L’aiuola a sinistra è stata dopo un decennio finalmente ripulita. Bastavano dei pali incatenati. Recentemente la siepe è stata anche potata.

Un poco più avanti sulla destra, invece ne esiste e resiste un’altra più nascosta alla vista ma non per questo meno inquinante.

C’è una piccola carogna pietosamente coperta a mala pena ma abbandonata per terra.

Sporgendosi sul ciglio, lungo lo scosceso pendio verso la fonte Musa si può assistere ad uno spettacolo osceno. Fino a quando?

m1

(altro…)

Read Full Post »

BOMPENSIERE

——————

DELIA

Read Full Post »

Un presidente serio resiste a Stefania Petix

Luca Impellizzeri
.
centroStavolta striscia la notizia casca male perché alla guida della regione siciliana finalmente c’è un presidente serio.
L’avvocatura dello Stato dichiara che non vi sono conflitti d’interesse.
La Regione Siciliana aveva avviato con tempi molto rapidi la gara di progettazione tramite concorso internazionale per la più grande opera pubblica della Sicilia: il Centro Direzionale della Regione Siciliana a Palermo in via Ugo La Malfa.
La previsione è che tutti gli uffici della Regione a Palermo debbano essere accorpati in questo Centro con un risparmio per fitti passivi di oltre 25 milioni l’anno.
425 milioni il valore della gara.
La Commissione aggiudicatrice viene composta da personalità di livello internazionale e presieduta dal grande ingegnere e architetto francese Marc Mimram.
La Commissione, tra i 34 progetti presentati, sceglie 5 finalisti e poi tra questi individua come vincitore il progetto presentato dalla Teknè S.P.A. di Milano, società indipendente di ingegneria e consulenza, realizzato anche dagli studi di architettura Leclercq Associés, di Parigi.
spA questo punto arriva l’inchiesta di Stefania Petix di Striscia la Notizia che rileva che negli anni molti progetti dello studio Leclercq sono stati realizzati in collaborazione con il presidente della commissione Marc Mimram e che quindi si crea una situazione di conflitto d’interessi.
A seguito dell’inchiesta che determina un grande clamore, la Regione sospende la gara e chiede un parere all’avvocatura dello Stato.
Il parere è arrivato nei giorni scorsi e sembra che dia piena ragione alla Regione ritenendo che non vi sia alcun conflitto d’interesse anche in considerazione dell’altissimo livello di segretezza della procedura di gara.
Noi abbiamo grande rispetto per tutte le inchieste, specie quelle giornalistiche, ma siamo contenti del parere dell’avvocatura e vorremmo rimarcare che le grandi opere pubbliche sono sospese da anni e che la Sicilia deve saper ritrovare anche in queste la propria grandezza.

Read Full Post »

bompensiere comune

bompe


RESUTTANO – Disinfestazione e derattizzazione

g.m.p.)

.derat

Questa sera dalle ore 23 sarà effettuata la disinfestazione del centro urbano e delle aree periferiche.

Domani invece si provvederà alla derattizzazione.

I cittadini dovranno chiudere porte e finestre, non lasciare all’esterno delle abitazioni animali domestici, alimentari o indumenti.

Read Full Post »

“Grazie all’on. Michele Mancuso a Sutera mantenuta la presenza delle classi della media”

Nuccio Magro

.

sutA Sutera viene mantenuta la presenza delle tre classi di scuola media mediante la formazione in deroga della prima classe. Risultato ottenuto grazie alla massima collaborazione e al lavoro svolto della Dott.ssa Alessandra Camerota e dell’On. Michele Mancuso.

La Prima ha accolto con grande disponibilità le richieste avanzate facendosi portavoce presso gli uffici amministrativi superiori.

Con l’Assessorato Regionale alla Pubblica Istruzione, determinante è stato invece il ruolo svolto dell’On. Michele Mancuso.

Ancora una volta l’azione politica del rappresentante di Forza Italia del nostro territorio, ha portato il risultato ufficializzato da qualche giorno; e cioè che la prima classe il prossimo anno scolastico sarà garantita. Voglio ringraziare a nome di tutti l’Onorevole Mancuso per l’impegno che ancora una volta ha dimostrato. Sicuramente Sutera ha ottenuto un risultato notevole, quello di avere ancora le tre classi di scuola media, ed evitato così disagi ai ragazzi, ai genitori ed al corpo docente.

Read Full Post »

Le corse affannose in triciclo per consegnare le pizze alle arene

Pino Martinez

.

casellanteIo sono nato a Brancaccio e questa foto degli anni ’50 ritrae Brancaccio quannu c’era la ferrovia e il passaggallivello custodito dal casellante con berretto e divisa.

C’era là vicino l’Arena Brancaccio di propietà abusiva dei fratelli Clemente e nella bella stagione la sera ci andavamo tutti.

I fratelli Clemente avevano anche, abusivamente, l’Arena dei Mille nel vicino Corso dei Millle, alla quale si arrivava attraversando l’ultimo passaggio a livello di via Germanisi (ca addivintò via Fernando Gangitano, ma cu era?).

Era sempre piena quando c’era un film ri chianciri con Amedeo Nazzari e Yvonne Sanson, tipo Tormento, Catene, Figli di Nessuno, l’Angelo Bianco ecc..

OIP (2)Finito il primo tempo all’Arena Brancaccio, l’operatore riammugghiava velocissimamente ‘a pizza’, la bobinona con la pellicola, e supra un triciclo a pedali (sì a Lapa! Unni eranu le Lape allora?), due picciuttazzi a soldo dei titolari la trasferivano all’Arena dei Mille dove veniva consegnata, già riammugghiata, l’altra pizza del secondo tempo che ripartiva con lo stesso mezzo per l’Arena Brancaccio.

Per tutto questo tracchiggiu ci voleva tempo, ma era per noi spettatori uno spasso, un teatrino dal vivo a luci accese perché cuminciavanu a vulari parulazzi, grida, fischi, solleciti, ecc… alla volta dell’operatore in cabina di proiezione che sinni futtiva ra bella e stava assittatu davanti l’uscio aspettando l’arrivo del triciclo.

OIP (1)Mi ricordo ancora le signorine e le signore in sala ,sempre accompagnate, ancora con gliocchi lucidi per le sofferenze di tutte le vigliaccate e i tradimenti c’avevano appena visto sullo schermo, che non sapievano se continuare a chianciri o a ridiri per quel teatrino dal vivo.

Ai titolari Clemente la cosa non era sgradita picchì così i loro ragazzotti che giravanu con le ceste tra le fila dei sedili putevano vinniri più ghiaccioli, ascaretti o calia e simienza!

(altro…)

Read Full Post »

Piscina di Venere: così affascinante da essere degna della Dea più bella

Siciliafan

.

La Piscina di Venere è una splendida piscina naturale, colma di acqua tiepida, incassata tra le rocce. Per trovarla, bisogna andare a Milazzo. La si scopre al termine di una passeggiata immersi nell’ambiente floro-faunistico tipico del Medierraneo. Chiamata anche Laghetto di Venere, è situata ai piedi dell’estremità del lungo Promontorio di Capo Milazzo e sovrasta i due versanti di ponente e levante.

Raggiungere la Piscina di Venere non è difficile. Si arriva sulla piazza Belvedere del promontorio, giungendo dalla strada della zona del Borgo Antico e del Castello di Milazzo, naturalmente a piedi. Già qui la vista è molto suggestiva e abbraccia anche la Baia di S. Antonio, in onore del Santo che nel 1221 approdò sulla costa. A lui è dedicato il Santuario rupestre, adagiato sulla roccia, raggiungibile da un sentiero che parte dalla piazza.

Bastano pochi passi per ritrovarsi in un sentiero con piante di fichi d’India, ma poco dopo lo scenario naturalistico cambia. Ci si ritrova in un’area colma di ulivi e il panorama si amplia. Da qui si possono ammirare il mare, la parete rocciosa fino a Monte Trino e i colori vivi della natura incontaminata. Superato questo punto, si trova una scala di pietra, che consente di scendere fino alla Punta Messinese, raggiungendo la Piscina di Venere.

Gli scalini sono incastonati nella roccia e risalgono al Duecento circa. Sulla vostra sinistra noterete una rupe chiamata “Carciofo” per la sua forma. Terminata la scala, troverete la splendida Piscina. Il panorama è mozzafiato e immergersi sarà un’esperienza unica. Un consiglio: ammirate il tramonto da qui. Siamo nel punto della Sicilia più vicino alle Isole Eolie e si può quindi approfittare di una posizione privilegiata.

Read Full Post »

Grasso… per forza!

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: