Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 19 ottobre 2019

La storia dell’Albero del Gemellaggio

Alfonso Cipolla

.

Il 3 Ottobre 1992 si celebrò in terra francese il Gemellaggio tra Aix-les-Bains e Milena.

I festeggiamenti nella ridente città savoiarda durarono fino al pomeriggio del 5 ottobre quando la comitiva ospite, arrivata il 2 ottobre, ripartì per la Sicilia.

Cosa accadde lunedì 5 ottobre lo racconta la professoressa Rosetta Bonomo Ingrao nel suo libro:  “STORIA DI UN GEMELLAGGIO”

E’ l’ultimo giorno di permanenza della delegazione ad Aix les Bains…

L’assessore alla pubblica istruzione, il vicesindaco Cristenzio Mancuso, il preside del liceo scientifico di Caltanissetta, professore Antonio Vitellaro e due alunni, Francesca e Salvatore Cordaro, si recano in visita al liceo di Marlioz, mentre il sindaco Carmelo Cordaro e gli altri consiglieri ed il seguito vanno a visitare i “servizi giardini”.

…La delegazione ha potuto conoscere le tecniche per avere una città sempre fiorita. Ha ammirato le grandi estensioni di piccole piantine appena nate dal tenero fogliame ed altre zone dove vengono trapiantati, dopo la semina, i vari fiori… Qui si vedono fiori in ogni stagione ed il godimento estetico che ne deriva è veramente tanto.

5 ottobre 1992 Servizi Giardini di Aix-les-Bains. Con Jean Louis Exertier (ajoint au tourisme), Salvatore Lombardo (vice presidente Provincia di Caltanissetta), Giuseppe Ingrao (ass.re comunale), Vincenzo Falletta e Carmelo Schillaci (Pro Loco Milena)

Alla città di Milena viene offerta una magnolia decennale che in seguito, al ritorno a Milena, è stata messa a dimora nel centro urbano e precisamente nello spazio accanto alla scuola elementare “San Giovanni Bosco” (oggi piazza Aix-les-Bains”).

La bella magnolia, purtroppo, stentò a crescere e non durò più di un anno.

Al suo posto venne piantato, a cura dell’amministrazione comunale di allora, un giovane  un cipresso, procurato dal signor Francesco Ingrao  impiegato della Forestale, fratello di quel Giuseppe Ingrao presente ad Aix-les-Bains.

Il nuovo Albero del Gemellaggio crebbe in salute e in bellezza conoscendo vari sindaci che si sono succeduti: Carmelo Cordaro, Salvatore Mantione, Antonio Ingrao, Giovanni Randazzo, Giuseppe Vitellaro, fino a quando l’attuale neo sindaco Claudio Cipolla il 13 ottobre di quest’anno, ne ordinò con urgenza l’abbattimento perché lo ha ritenuto altamente pericoloso per persone e cose.

gemellaggio-milena-aix-les-bains-1992-300x211L’Albero del Gemellaggio ha rappresentato un legame tra due popoli che si sono abbracciati e tenuti per mano stabilendo un legame profondo e duraturo.

Diceva l’indimenticabile sindaco di Aix-les-Bains, Gratien Ferrari, che le radici dell’Albero del Gemellaggio ben rappresentano i legami stabiliti tra le due cittadine gemellate.

La storia dell’Albero del Gemellaggio non può finire nel dimenticatoio, non può finire così malamente.

 

(altro…)

Read Full Post »

MARINA FERRARI

(altro…)

Read Full Post »

Questa è quella merda che chiamano guerra

ZAPPING2017.MYBLOG.IT

Una bomba che costa 100 mila dollari, lanciata da un aereo che costa 100 milioni e che vola con il costo di 42 mila dollari all’ora, per uccidere gente che vive con meno di un dollaro al giorno.

Read Full Post »

Comunicato Regione Siciliana: Ponte Graci, Musumeci Consegna delibera Finanziamento a Sindaco

.
Il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci ha consegnato oggi al sindaco di Motta Sant’Anastasia, Anastasio Carrà, la delibera di giunta con la quale viene finanziata la ricostruzione del ponte Graci sulla strada statale 121 Catania-Paternò. «Avevamo preso un impegno con i cittadini di Motta Sant’Anastasia e Misterbianco – sottolinea il governatore – e l’abbiamo mantenuto. In questo modo verrà ripristinata un’infrastruttura viaria di vitale importanza per tutto il territorio». Il governo Musumeci ha stanziato 2,4 milioni di euro per la ricostruzione del cavalcavia demolito d’urgenza a settembre perché danneggiato da un incidente. Prevista anche la riqualificazione del sottopasso di via Pilo.

La scorsa settimana, l’assessore alle Infrastrutture Marco Falcone aveva effettuato un sopralluogo per verificare lo stato dei luoghi e fare il punto con le imprese e i cittadini dei due Comuni etnei. L’opera verrà ricostruita grazie a un Accordo quadro con l’Anas.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: