Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 16 settembre 2019

Non lasciamo soli quelli che combattono per un paese migliore. Giovani, bisogna interessarsi delle cose che riteniamo importanti, mettere in esse naso, orecchie e cuore.

StoconVoipermilena

.

Il 13 settembre 2019, l’albero del gemellaggio di Piazza Aix Les Bains è morto, dopo che dei cittadini di Milena Cipolla, Ferlisi e Nicastro hanno cercato di difenderlo, e hanno chiesto pure al Sindaco di non recidere l’albero del gemellaggio e proposto agli organi di competenza di salvarlo.
Ho visto dal blog e dal social che il gruppo PER MILENA ha cercato con tutti i mezzi, ha disposizione di salvare l’albero del gemellaggio.
Il gruppo MILENA DOMANI ha invitato il Sindaco di fare un consiglio comunale, senza avere avuto risposta, anzi è stato un ni istituzionale visto il risultato finale.
Dopo dieci anni si è vista l’indifferenza che è stata l’alleata più importante dell’amministrazione. Si dice che per vivere bene sia meglio farsi i fatti propri così campi cento anni; io invece sostengo che bisogna interessarsi delle cose che riteniamo importanti, mettere in esse naso, orecchie e cuore. Queste devono essere le parole da rivolgere ai giovani, spronandoli alla trasparenza e a non chiudere gli occhi di fronte alle ingiustizie.
Questa è stata un’ingiustizia di arroganza amministrativa, dove i cittadini non sono stati tenuti a sapere il motivo dell’abbattimento dell’albero, che per trenta anni ha simboleggiato il gemellaggio.
So che il gruppo PER MILENA aveva chiesto alcuni documenti, e ha fatto anche alcune richieste pubbliche nei blog e nei sociali, ma senza avere risposta.
Sì e già stato troppo indifferenti:

  • per il primo atto, l’aumento dello stipendio;
  • per l’asfaltato della strada di casa;
  • per i cassonetti nel cortile dell’assessore;
  • per avere speso per un albero di ferro;
  • per avere tagliato tutti gli alberi;
  • per avere aumentato le tasse come la spazzatura o la tasi;
  • per avere messo in giro cani randagi;
  • per le somme spese per l’estate;
  • per non avere risposto alle domade dei cittadini.


Non voglio più dilungarmi, ma invito gli uomini che hanno messo la faccia per l’albero del gemellaggio di continuare a combattere per difendere i cittadini.
Noi cittadini abbiamo il dovere morale, politico e civile di combatterle con tutte le nostre forze e lo dobbiamo fare per garantire alle nuove generazioni un futuro da uomini liberi e non da schiavi, e di non lasciare soli questi uomini che combattono per questo.

Annunci

Read Full Post »

fav2

okIl Sindaco di Favara ha approfittato dei finanziamenti regionali per realizzare il compostaggio di periferia, il che vuol dire: bollette meno care e minore inquinamento ambientale.

koIl sindaco di Milena invece ha rifiutato di chiedere aiuto alla Regione, come gli avevano proposto di fare i consiglieri della minoranza, il che significa: più tasse e più inquinamento!

Read Full Post »

Così si distrugge l’insegnamento a rispettare la natura !

Lia Tona

.

Sono letteralmente indignata come cittadina di Milena e come ex insegnante ….
Ero presente con i miei alunni quando hanno piantato quell’albero e ho spiegato loro che quella era una vita che cresceva per il bene dei cittadini perchè ci avrebbe fornito ossigeno indispensabile per la vita.

E ora?…

Ora direi ai miei alunni: “beh… si vede che nessuno mai ha spiegato a questo signore che gli alberi sono esseri viventi che producono e ci forniscono benessere, mentre statue, monumenti e sculture varie, belle e importanti per quanto possano essere, sono opere morte, che non producono, non rendono”.

Read Full Post »

Mondàre

MONDARE – mon-dà-re (io món-do)

.

Ripulire da ciò che è inutile o dannoso; togliere la buccia a frutti e ortaggi; purificare, voce dotta, recuperata dal latino tardo mundare, derivato di mundus ‘mondo, pulito’.

Non meniamo il can per l’aia: abbiamo un ‘mondo’ aggettivo (parente del ‘mondare’) che significa ‘pulito’ e un ‘mondo’ sostantivo che significa ‘universo’, ‘pianeta’ e simili. Fra di loro c’entrano qualcosa? Sono fratelli gemelli o sosia estranei? La risposta contiene un ‘forse’ ma tocca corde profonde. E no, il fatto che il sedano rapa sbucciato abbia la forma di un pianeta non c’entra: ce l’ha anche quando ha la buccia.

Ebbene, il mundus sostantivo (i cui significati oscillavano fra la volta celeste, l’universo, la terra, l’umanità) ricalcava il kósmos greco, da cui il nostro ‘cosmo’. Prima di maturare il significato celeste di ‘universo’, questo termine greco ha avuto quello di ‘ordine’. Ed ecco che s’intravede, forse, il punto.

Il mondo aggettivo, con la sua immagine di pulizia e di purezza, ci racconta il riflesso di un sistema, di un ordine – vuoi igienico, vuoi morale. Un ordine si compie in ciò che è mondo, e il mondo intero è ordinato. Se continuiamo dicendo che quello del mondo è un ordine netto (!) e in quanto tale evidente e ineludibile, e magari ancora pensando a quali sono i caratteri di lindore che contraddistinguono una casa, una persona, una vita ordinata, si capisce che se forse questi due ‘mondo’ scaturiscono dalla medesima cellula di certo sono concettualmente aggiogati; e ci lasciano a immaginare epoche lontane in cui i nostri avi avevano meno parole di noi, in cui ciascuna di esse era chiamata non a spiegare l’esattezza di un capello di realtà, ma a riconoscere i giganteschi tendini che la sorreggono.

Il mondare ci può parere un sinonimo del pulire, e questo è evidentemente corretto; ma è un pulire profondo, che toglie molto, non solo sporcizie superficiali. Toglie l’inutile o il dannoso che è parte di ciò che viene mondato – estirpando, tagliando, percuotendo. Infatti si monda il grano dalla lolla, si mondano le patate col coltello, si monda la risaia dalle erbe infestanti. Così come l’espiazione e il perdono ci mondano dal senso di colpa che ci ha messo radici in cuore: sempre una purificazione che va a fondo. Che compie o ristabilisce l’ordine.

Testo originale pubblicato su unaparolaalgiorno.it: https://unaparolaalgiorno.it/significato/M/mondare

Read Full Post »

Read Full Post »

APPROVATO EMENDAMENTO UE IN COMMISSIONE AGRICOLTURA, LA SODDISFAZIONE DI EDY BANDIERA

.
.
Edy-Bandiera

Edy Bandiera

Soddisfazione e apprezzamento da parte dell’Assessore regionale per l’Agricoltura, Edy Bandiera, per l’approvazione in Commissione Agricoltura al Parlamento Europeo di un emendamento al bilancio dell’Unione Europea del 2020, proposto dall’on.le Giuseppe Milazzo (FI -PPE), che prevede un piano di finanziamento per supportare i costi di riconversione degli agrumeti e uliveti siciliani colpiti da agenti fitofagi o patologici, quali Tristeza dell’arancio, Mal Secco del Limone, Tuta absoluta del pomodoro, ecc.

“La sinergia istituzionale è un’opportunità che può contribuire al rilancio dell’agricoltura in Sicilia – così Edy Bandiera saluta il varo della nuova misura che sarà inserita nella nuova programmazione europea.

Giuseppe-Milazzo

Giuseppe Milazzo

Sono convinto – prosegue Bandiera – che continueremo a raccogliere gli effetti positivi della presenza attiva dell’on. Giuseppe Milazzo a Bruxelles, in settori strategici del modello di sviluppo siciliano, come agricoltura, agroalimentare e pesca.

La virtuosa sinergia tra istituzioni siciliane ed europee, dovrà trovare spazio nelle nuove programmazioni comunitarie che dovranno sempre più essere il frutto di una piena e proficua concertazione con agricoltori e pescatori siciliani. L’ Europa può rappresentare quel valore aggiunto, per rilanciare le imprese siciliane ed i settori cardine e di eccellenza dell’economia dell’Isola”.

Read Full Post »

DI MAIO CHIAMA CANCELLERI E INSIEME VIOLANO LO STATUTO GRILLINO

Luca Impellizzeri

Ora, però, il fuoco di fila riguarda proprio Cancelleri, fedelissimo di Di Maio e al suo fianco durante le fasi più concitate della trattativa per la nascita del Conte-bis. Nelle chat interne è esplosa la polemica: prima a pronunciarsi sono stati gli attivisti, poi sono scesi in campo anche gli eletti. “Nelle nostre regole – ricorda l’eurodeputato Dino Giarrusso – c’era scritto che chi ha un ruolo elettivo non può abbandonarlo prima della scadenza. Questa è una scelta che bisognerà spiegare e i siciliani non so quanto contenti saranno”.

 

PALERMO.REPUBBLICA.IT

I GRILLINI NISSENI CHE TENGONO FAMIGLIA

Luca Tantino

Gli onorevoli fratelli Giancarlo e Azzurra Cancelleri

Cancelleri, sconfitto due volte alle elezioni regionali siciliane adesso è viceministro… la sorella è deputato.

Il primo è viceministro in virtù di un accordo complessivo per la formazione del Conte bis. La cosa piace a pochissimi, ma “transeat”; la seconda è deputato perché ha preso click sufficienti alle parlamentarie online sulla piattaforma Rousseau. Così dicono e così dobbiamo dire di credere…la chiamano democrazia diretta, non lo è! Ma “transeat” pure questo.
Su un punto mi auguro abbiano la decenza di tacere: che non si autoproclamino più forza politica antisistema!
Il sistema lo hanno capito. Lo riescono ad interpretare, ne hanno superato perfino talune nefandezze.
Avranno il buon gusto di tacere?
Perché passare dal “vaffa” attivo al “vaffa” passivo…è un attimo!

CANCELLERI NON FARA’ RIMPIANGERE TONINELLI

Salvo Coppolino

A posto: Giancarlo Cancelleri, il pirotecnico esponente del M5S all’ARS è vice ministro alle Infrastrutture. Vi sembrerà alquanto strano, ma io sono ultra felice per questa nomina per 2 motivi:

1) Quando cadrà questo governo (cosa che accadrà molto presto) il signor Cancelleri se ne dovrà tornare a casa, visto che è costretto a dimettersi da deputato regionale. Almeno noi Siciliani ci liberiamo di un peso inutile non indifferente.
2) Ora vedremo di cosa è capace di fare, lui che ha attaccato il governo Musumeci per l’immobilismo nelle infrastrutture, ora vedremo le sue capacità nella gestione delle strade statali in Sicilia, ora dimostrerà le sue doti di risolutore delle problematiche legate alle infrastrutture in Sicilia.
Certo che dopo Toninelli, un Cancelleri è proprio chiddu cca ci voleva!!!!

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: