Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 11 luglio 2019

Siamo in piena emergenza incendi

Nello Musumeci

.

0004DCB5-nello-musumeciSiamo da alcune ore in Sicilia in una condizione di emergenza incendi.

A determinarla non è solo l’eccezionale ondata di caldo ma, con molta probabilità, anche una criminale attività dolosa che stavolta nulla avrebbe a che vedere con la nota logica dei pascoli. Almeno questo ci riferiscono i nostri operatori mobilitati sul fronte del fuoco.

In atto sono ben ventidue gli incendi attivi sull’Isola, di cui due gravissimi, che impegnano tutti i mezzi regionali della Regione Siciliana – Dipartimento Regionale della Protezione Civile e del CORPO FORESTALE della REGIONE SICILIANA, quelli messi a disposizione dai Vigili del fuoco e la metà dei Canadair in dotazione allo Stato. A tutti va il mio plauso per lo spirito di dedizione che stanno dimostrando.

L'immagine può contenere: cielo e spazio all'aperto

Sono in contatto con il ministero dell’Interno e col sottosegretario Stefano Candiani – Lega per ogni necessaria intesa sul da farsi.

Sullo sfondo di questa grave emergenza si evidenzia – lasciatemelo dire – la disarmante, carente attività preventiva di molti Comuni e dei privati nel predisporre anzitempo, come la legge impone, i viali tagliafuoco nelle aree agricole o in quelle incolte. La amara verità è che serve in Sicilia una nuova coscienza civica capace di coinvolgere tutti e far sentire ognuno responsabile nella prevenzione del rischio, per una concreta cultura dell’ambiente.

#governoMusumeci Regione Siciliana

Annunci

Read Full Post »

Zingaretti “ignorante”

Salvo Coppolino

.

Zingaretti: “Dobbiamo fare subito chiarezza sui soldi russi presi dalla Lega per le elezioni europee”.
Ma Zingaretti chi? il segretario del Pd?

Ma il Pd non è l’erede del Partito comunista italiano? Si, proprio il PCI, quello che dal 1950 al 1990 è stato ampiamente finanziato dai rubli sovietici.

Peccato, in fondo Zingaretti è ancora giovane, mi dispiace vederlo soffrire di amnesia da demenza senile galoppante.

Read Full Post »

Read Full Post »

Read Full Post »

Milena fiorita

(altro…)

Read Full Post »

Agrigento, Musumeci: ”Dopo anni di inutili attese finalmente al sicuro la Cattedrale e il colle sottostante”

.
«Dopo anni di parole vuote e inutili attese, finalmente verrà messa al sicuro la Cattedrale di Agrigento e il colle sottostante». Lo dichiara il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, annunciando la decisione della Giunta che, riunita nella città dei Templi, ha approvato una delibera che prevede la rimodulazione dei fondi del Patto per il Sud e assegna le risorse necessarie, venticinque milioni di euro, per mettere la zona per sempre al riparo dalle lesioni e dai cedimenti che hanno reso inagibile la chiesa per ben otto anni, fino allo scorso mese di febbraio.
«E’ un intervento – sottolinea il governatore, alla guida dell’Ufficio contro il dissesto idrogeologico – non più procrastinabile se non si vuole rischiare di disperdere il grande lavoro fatto sulle strutture del Duomo, anche con il determinante contributo finanziario della Regione che a quell’intervento aveva destinato ottocentomila euro. Adesso siamo alla fase due, forse ancora più importante e indispensabile. Saranno infatti questi lavori a garantire ai cittadini di Agrigento la certezza di non dovere mai più rinunciare al principale tempio sacro per tanto tempo».
La Struttura commissariale, diretta da Maurizio Croce, è già in possesso del progetto esecutivo e il prossimo 23 luglio, a Palazzo d’Orleans, si svolgerà una conferenza di servizi per acquisire i pareri e le autorizzazioni necessarie. «Un passaggio di natura tecnica – spiega Musumeci – che richiederà tempi brevi e che consentirà, subito dopo l’estate, di pubblicare il bando di gara. L’obiettivo è quello di cominciare i lavori entro sei mesi». Così come hanno stabilito i progettisti della Technital di Verona, per assicurare stabilità all’intero versante sul quale sorge la cattedrale agrigentina saranno realizzati, a varie quote, muri in terre armate con mensola inclinata verso monte che saranno rivestiti con roccia, in modo da ridurre l’impatto visivo. E’ prevista, inoltre, la sistemazione idraulica dell’area d’intervento e la creazione di percorsi pedonali per renderla fruibile.

Read Full Post »

A Catania abbiamo presentato il progetto #SmokefreeSicily.

Ruggero Razza
.

Siamo la prima regione con un centro di ricerca per il danno da fumo.

Entro il 2023 puntiamo a ridurre del 5 per cento il numero dei fumatori siciliani.

Ne ho parlato anche con troupe americana che sta realizzando un documentario sulle attività dei nostri ricercatori.

Questa, come altre, è #buonasalute

L'immagine può contenere: 1 persona, fotocamera

(altro…)

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: