Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 2 luglio 2019

LA PASSIONE NON C’E’ E SI VEDE …

.

Da qualche giorno riflettiamo sul significato di alcune cariche e sulla loro utilità. Certo, come argomento estivo per trascorrere piacevolmente qualche ora, non è il massimo, ma nel tempo abbiamo sviluppato, anche nelle ore più calde, una certa abilità nel condurre singolar tenzone che questi ci appaiono davvero ameni discorsi.

A conti fatti le cariche sono state decise in parte dal popolo, in parte da accordi precedenti. Fin qui nulla di strano (!?!) se non fosse che queste rappresentanze in realtà sono delle belle statuine. Comparse di un film muto, per fortuna.

Emerge a chiare lettere l’inadeguatezza sostanziale, perché se l’apparenza ci potrebbe anche essere, in realtà, è la sostanza a mancare. L’entusiasmo del voto da solo non è riuscito a colmare delle lacune oramai divenute voragini, muri invalicabili e chi conosce bene l’entourage sa benissimo di cosa stiamo parlando.

Questa amministrazione, che nasce da uno scellerato accordo, purtroppo, non ha saputo fare una proiezione e non è stata in grado di fare una preventiva analisi politica. Questo ha comportato una perdita, ma forse è meglio dire, una mancanza del sentire comune, ovvero quell’identità politica che non deve e non dovrebbe mai mancare ad una coalizione.

Noi riteniamo che ricoprire cariche non equivale a occupare poltrone, questo forse è stato sottovalutato! Ai rappresentanti di governo si richiede, tra le tante, la lungimiranza e la prontezza nel fronteggiare le emergenze e i tanti bisogni delle persone. Ma anche in questo caso non sono stati in grado di fare il salto nel futuro … né prontezza, né lungimiranza!

Certo, perché inizialmente l’idea comune c’era ed era quella di coalizzarsi contro il “nemico”, ma passati i bollori preelettorali cosa è rimasto?

Come dire, dopo aver consumato tutta la passione, cosa resta ad una coppia che per anni è stata sul selciato di guerra? Niente, zero … si può solo decretarne la fine o se vogliamo trovare una metafora più horror … se ne rivela il cadavere. Punto. A nulla valgono i tentativi per rianimarli, quello che muore, muore e non può rinascere. Così nella vita, così sempre … così, questa amministrazione!

Non ha fatto i conti col senno del poi. I nuovi “garibaldini” hanno sì vinto la battaglia, ma la guerra è dura e questo non lo avevano considerato … anche tra alleati!

Riferimenti storici a parte, è andata proprio così ed infatti, oggi assistiamo increduli ad un viaggio per Aix les Bains, tanto per citarne uno, da parte di alcuni soggetti ed il Sindaco pietosamente escluso.

Che poi diciamola tutta, ma Dio Santo, come si fa a non invitare il primo cittadino e invitare il presidente del consiglio dai! E ammesso che si sia trattato di dimenticanza, ci chiediamo come mai i nostri spedizionieri non hanno edotto i nostri gemelli circa lo scivolone diplomatico?

Ecco perché diciamo che le due fazioni storiche che oggi condividono ruoli, cariche, viaggi, processioni e annessi e connessi, non sono e non potranno mai essere sulla stessa carreggiata.

Alla base manca il sentire comune e se questo ingrediente non c’è, purtroppo, non è facile simularlo, inventarlo o peggio ancora crearlo di sana pianta!

È sotto gli occhi di tutti, che c’è un sindaco che tenta di oltrepassare gli ostacoli che via via incontra, ma non vediamo dall’altra parte uno straccio di aiuto per superare le crisi, anzi!

Un conto è prendere i consensi necessari per amministrare, un altro è amministrare e farlo bene, un altro a ancora è farlo tutti assieme appassionatamente!!

Perché l’obiettivo primario per questa gente, molto probabilmente, non era amministrare bene il nostro paese, ma accaparrarsi le poltrone per il piacere di “contare” qualcosa, tant’è che si è perfino paventata la possibilità di una vice-sindacatura a scadenza! Siamo al delirio!

Una sorta di staffetta ai due anni e mezzo per i cinque canonici di legislatura. Come dire: io mangio l’osso, tu la carne, io il contorno, tu l’insalata … più o meno così. Ma se in cucina è lecito dividere le pietanze in caso di fame e necessità, non si comprende quale possa essere il motivo per cui ci si debba accordare per dividere una carica come i predatori affamati, come il sangue per i vampiri … roba da rabbrividire! Indigenza politica allo stato puro!

Allora non sbagliamo quando diciamo che l’obiettivo era “contare” qualcosa e non amministrare per il bene comune!

Spacceranno per normale anche questo?

Noi siamo dell’idea che certe cariche date a certe persone sono inutili tanto è vero che in alcune vicende si è visto il Sindaco da solo … né tanto meno ha delegato altri per risolvere questioni delicate.

Se il patto si è rivelato utile a vincere una gara elettorale, non lo è adesso perché è proprio improduttivo, nessuna capacità pragmatica in nessuna direzione, Milena guarda gli altri paesi limitrofi che abbattono il costo dello smaltimento dei rifiuti, che costruiscono nuove strutture grazie a finanziamenti regionali, che inventano di tutto per dare segnali di speranza alle popolazioni in ginocchio … Quale era il progetto di questa coalizione seppellire ogni speranza? …

Ottimo in questo ci sono riusciti! Obiettivo raggiunto!

Annunci

Read Full Post »

Perchè non fare bene il bene comune?

.

Siamo stati sul posto della discarica abusiva di santamaria che -ci dicevano – essere stata ripulita sabato scorso dai rifiuti e delle lastre di amianto, per fotografare il bel lavoro fatto e tessere le lodi di quanti si erano spesi nell’operazione “Milena Pulita”.

E’ stato bello e una liberazione dell’anima ecologica vedere la strada sgombra e ripulita che s’interna a “C” costeggiando la strada provinciale: troppo bello…

Troppo bello per essere vero!

Infatti hanno voluto lasciare l’opera “incompiuta” e qualche sacco di rifiuti: come mai e perchè uno si chiede; e un altro non dispera dicendo: vedrai che rimuoveranno pure questi.

Intanto resta per terra ancora dell’immondizia e anche qualche dubbio.

Usciamo dalla parte opposta della strada e vediamo abbandonato sulla sterpaglia, qualche metro di nastro bianco-rosso che si usa per delimitare un posto e a sconsigliare l’accesso al pubblico.

Cosa ci voleva a collocarlo ben bene tra due paletti ai due ingressi, ci chiediamo. Non sappiamo trovare una risposta: resta vero che non lo hanno fatto; e nemmeno hanno messo delle transenne, per cui chiunque può entrare e abbandonare i rifiuti, come se il problema fosse stato solo l’amianto.

Per chi ha una coscienza, per chi ama l’ambiente in cui vive si tratta di un atteggiamento superficiale e omissivo da parte di chi è proposto all’ordine pubblico e alla pulizia dell’ambiente.

Ma è mai possibile che non si riesca a fare bene fino in fondo una cosa buona?

Noi continueremo a fotodocumentare fino a quando tutte le discariche abusive non saranno ripulite e collocati i moderni sistemi di videosorveglianza per individuare e colpire gli incivili e anche a spronare gli amministratori e quanti preposti a fare il loro dovere, semplicemente il loro dovere.

Read Full Post »

DEMOCRAZIA PARTECIPATA

.

Dopo l’accettazione e successiva attuazione da parte del Comune di Milena della proposta di Democrazia Partecipata presentata dal MeetUp Movimento 5 Stelle di Milena per l’esercizio finanziario 2017, che ha visto il miglioramento e la sostituzione dei giochi dell’area Robinson del Parco Urbano “Sandro Pertini” di Milena, a  seguito della Delibera del Consiglio Comunale n. 29 del 24 ottobre 2018, che ha approvato il Regolamento Comunale del bilancio in democrazia partecipata e della delibera di giunta n. 43 del 23 maggio 2018, nella quale si è definita la quota in minimo di € 14.680,32, ai sensi dell’art.6 del regolamento (Consultazione e raccolta delle proposte), il MeetUp Movimento 5 Stelle di Milena ha presentato in data 1 luglio 2019 tre proposte:

  • SOSTA VERDE: Il progetto prevede la realizzazione di un sistema di ricarica di veicoli elettrici e di device con autoproduzione dell’energia elettrica mediante impianto fotovoltaico con lo scopo di valorizzare la competitività e l’attrattività del territorio milocchese. Il nostro comune si troverebbe così pronto ad offrire ai propri cittadini, attraendo la fetta sempre più numerosa dei turisti attenti all’ecosostenibilità, la possibilità di ricaricare il proprio veicolo elettrico in tempi rapidi ed a basso costo e dei propri device (smarthphone, tablet, etc). In una cittadina come la nostra, purtroppo fuori da flussi turistici consistenti, l’offerta della ricarica elettrica ecosostenibile diventerebbe una condizione per lo sviluppo e la competitività turistica, attirando la sempre più numerosa fetta di turismo verde. L’idea progettuale prevede un sistema integrato di:
  • pannelli fotovoltaici da installare sul tetto del Palazzo di Città o dell’edificio comunale scelto (es. via Mattarella ovvero Piazza Wojtyla) collegato a:
  • una colonnina per ricarica di tutti i tipi di cellulari – smartphone – tablet
  • una colonna per due ricariche auto per tutti i tipi di auto, nonché biciclette e moto elettriche.

 

  • CASA-MUSEO DELLA CIVILTA’ CONTADINA: il progetto prevede l’acquisto dell’attuale sede della Casa-Museo della civiltà contadina sita al villaggio Masaniello. Il proprietario si è dichiarato più volte disponibile alla vendita. Il Comune potrebbe quindi acquisire l’attuale sede della Casa-Museo e accedere ai fondi per la ristrutturazione come sede museale, rendendola sicura e preservando un archetipo costruttivo tipico milocchese, purtroppo oramai sempre più raro.

 

  • GREEN ADOPTION: Il progetto mira a migliorare il territorio e le sue aree verdi nonché il benessere dei cittadini e degli eventuali alunni coinvolti, grazie alla “green adoption” e all’ortofloterapia. Il progetto dovrebbe essere proposto ai cittadini, alle associazione, ai negozianti e alle scolaresche della scuola primaria e secondaria di primo grado di Milena che adotterebbero e curerebbero alcune aree verdi pubbliche di Milena nonché quelle del proprio Istituto Scolastico, in collaborazione con alcuni anziani volontari e con gli operai del Comune di Milena.

Il progetto prevede per i cittadini l’adozione di una piccola aria verde di Milena, e per le scolaresche dei percorsi individualizzati per ogni classe, dove gli alunni avranno la possibilità di progettare e organizzare un orto, preparare il terreno, piantare e seguire lo sviluppo delle piante, adottare e prendersi cura di uno spazio verde pubblico.

A fine di ogni anno di attività, i cittadini milocchesi, tramite l’applicativo già in possesso del nostro Comune, voteranno i lavori svolti dai concittadini/esercenti/gruppi/classi, premiando chi ha reso più bello e gestito nella maniera migliore lo spazio verde a lui affidato.

Read Full Post »

Poteva succedere anche a voi! Non è un film! Per questo sono stati arrestati psicologi, assistenti sociali, medici, il sindaco PD di #Bibbiano. Ci sono anni di indagini e i racconti dei bambini, che oggi sono grandi, e delle loro famiglie. Un orrore senza fine e invece tutti concentrati su 40 migranti e la “kapitana” 😡😡

Buongiorno, ecco #LaVeritàdioggi

La Sea Watch tenta di speronare la nave della Finanza: Carola agli arresti con accuse gravissime. A bordo con lei cinque parlamentari (tre dem) che le hanno dato copertura. Tra loro l’ex ministro Delrio. Niente scuse: deve dimettersi con Faraone, Orfini, Fratoianni e Magi.
Lo scandalo bimbi «rubati» investe la sinistra. Audizioni, fondi, inviti in Aula: tutti i legami tra i democratici e l’associazione al centro dell’inchiesta di Reggio. • L’era degli adolescenti a tempo indeterminato

 

Read Full Post »

Partiti gli avvisi per i giovani laureati dell’Isola per diventare tirocinanti all’interno degli uffici dell’Amministrazione regionale

Maria Rita Bonetta

.

Come preannunciato dal governatore Nello Musumeci e dall’assessore all’Istruzione Roberto Lagalla (LEGGI QUI), sono partite le selezioni di 110 tirocinanti da inserire negli uffici della Regione Siciliana.

Sono stati pubblicati infatti – sui siti web istituzionali delle Università di Palermo, Catania, Messina ed Enna – gli avvisi per i giovani laureati dell’Isola per diventare tirocinanti all’interno degli uffici dell’Amministrazione regionale.

Il bando dell’Università degli Studi di Palermo è per complessivi 38 posti.

Read Full Post »

Read Full Post »

L'immagine può contenere: 1 persona, con sorriso, folla, cielo, albero, spazio all'aperto e natura

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: