Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 25 maggio 2019

Europee silenziose

Vedesi Palchetto Comizi come nuovo, mai usato

Annunci

Read Full Post »

L’efficienza energetica è una priorità del nostro governo

Nello Musumeci

.

Continuiamo a lavorare con questo impegno per recuperare il tempo perduto.

Avanti così!

GDS.IT
Pubblicati gli elenchi con i progetti ammessi al finanziamento di due bandi dell’assessorato regionale all’Energia per ridurre i consumi e le emissioni negli…

Read Full Post »

una splendida foto di Sergio Borgetto

Read Full Post »

Read Full Post »

Hanno barattato aria fritta !

.

30-novembre-2014

Milena ha adottato il cosiddetto baratto amministrativo, in una forma rabberciata, striminzita, e a mio parere, quasi inutile, dato che è limitato alla sola tassa sui rifiuti e limitatamente all’annualità in corso.

Questo è l’articolo del regolamento :

Art. 3 Applicazione del baratto amministrativo.

Il “baratto amministrativo” viene applicato, su base volontaria, ai soli Cittadini o Associazioni di cittadini  intestatari della Tassa rifiuti
Gli interventi sono da realizzarsi con riferimento esclusivo all’entità del tributo    relativo
all’annualità in corso all’atto dell’esecuzione degli stessi e dovranno completarsi entro la
medesima annualità.

In pratica il cittadino in stato di bisogno, e privo di risorse economiche potrà chiedere di svolgere delle attività lavorative nell’ambito comunale  per compensare la sola tassa sui rifiuti dell’anno in corso.

Il baratto poteva essere esteso a tutti i tributi comunali ( non è vietato ) e prevedere un’azione sanante del pregresso.

Di questo niente !

La maggioranza consiliare era restìa a trattare questo argomento e quando lo ha fatto, lo ha fatto a modo suo, aggirando l’ostacolo.

A mio parere il regolamento approvato, per dirla con un francesismo: sembra una supercazzola !

La montagna che non voleva ingravidarsi, ha partorito un brutto topolino !

Ora si potrà dire che a Milena c,è una forma di baratto amministrativo che non vale nemmeno la carta su cui è scritto.

Da cittadino mi sento preso in giro !

Mi auguro, e mi sbaglio di grosso, che una ondata di indignazione popolare possa sorgere e travolgere queste nostre istituzioni locali che sembrano rappresentare loro stessi.

Non ci sarà nessuna indignazione, nemmeno da parte di chi ha sempre chiesto questo provvedimento, perchè l’aria di questo paese è intrisa di un gas saporifero che placa qualsiasi azione vitale.

Una cosa dovevano fare, e l’hanno fatta nel peggior modo possibile.

Volevo segnalare ancora: ma quanto verrà valutata ogni ora di lavoro ?

E’ strano tutte le volte che si tratta di compensare chi lavora, tutto è incerto ed indeterminato, specie quando c’è di mezzo un partito che si richiama alla difesa dei lavoratori e si autodefinisce di sinistra.

Ma in che paese viviamo ?

 

Posted on by Piazzetta Comunista

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: