Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 24 Mag 2019

Il Consiglio Comunale – approvandolo all’unanimità – ha scritto una bella pagina di politica. I cittadini di Milena che sono veramente impossibilitati a pagare alcune tasse comunali, potranno cancellare il loro debito facendo lavori utili al paese.

 

(altro…)

Read Full Post »

Read Full Post »

In raccoglimento per Falcone e la scorta

(altro…)

Read Full Post »

Read Full Post »

Giornata contro l’omofobia “Uguaglianza non carnevalate”

.

sandro mangano, omofobia, diventerà bellissima

“Oggi celebriamo la cancellazione da parte dell’OMS dell’omosessualità intesa come malattia mentale”.

Catania  –

“Affermare il diritto all’uguaglianza nei fatti e non solo a parole o con sterili manifestazioni carnevalesche, questo è il senso della giornata mondiale contro l’Omofobia”.

A parlare è Sandro Mangano, presidente nazionale di SocialMETA e coordinatore regionale del Dipartimento Diritti Civili di Diventerà Bellissima, movimento che fa capo al presidente della Regione Nello Musumeci. 

Mangano, oltre a appoggiare il valore altamente simbolico della manifestazione sottolinea l’esigenza di mettere in campo serie iniziative. “Oggi celebriamo la cancellazione da parte dell’OMS dell’omosessualità intesa come malattia mentale.

Proprio da qui dobbiamo partire con iniziative che SocialMETA ha già in cantiere per contrastare la discriminazione di genere. A questo proposito – aggiunge l’attivista politico omosessuale – abbiamo già aperto un proficuo dialogo con l’Assessorato alla Salute regionale rappresentato da Ruggero Razza”.

SocialMETA, in tema di progetti concreti, ha in agenda l’apertura di uno sportello di ascolto psicologico e di orientamento totalmente gratuito, guidato dal dott. Giacomo Scuderi, che già dall’inizio di giugno sarà operativo in maniera gratuita

Read Full Post »

Roma. Una pianta di rose tra sterpi e sterchi

Renato Pierri

.

Non ce l’hai fatta povera rosa, e sei crollata. Ed anche il bocciolo si è piegato nella tristezza. Potevate mai resistere alla vista dei cassonetti traboccanti immondizia, all’odore nauseabondo?

Ma come ti è venuto in mente, piantina di rose,  di crescere in quest’aiuola ignorata dai giardinieri del Comune di Roma, ma non dai cittadini maleducati che l’hanno scambiata per una piccola discarica?

A noi lumachine hai fatto comodo, ti abbiamo brucato e bucato le foglie, ma non abbiamo toccato i tuoi petali. Ti abbiamo rispettato. Solo qualche buchetto qua e là nelle belle foglie verdi.

Non ti ha rispettato l’uomo cattivo che quasi ti ha soffocato col grosso sacco nero che ti ha buttato addosso.

Come hai fatto a mantenere il tuo profumo, come hai fatto, in mezzo a tanta sporcizia, dolcissima rosa? Come hai fatto a crescere così pura, in mezzo alle erbacce, tra sterpi e sterchi di topi e gabbiani e cornacchie? Di’ la verità, rosellina, volevi imitare il fratello che nasce dal fango e resta incontaminato, il fiore di loto?

Non ce l’hai fatta povera rosa.

 

 

Read Full Post »

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: