Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 13 maggio 2019

ROBERTO GAMBINO

COMUNALI CALTANISSETTA

Roberto Gambino del @Mov5Stelle è il nuovo Sindaco di Caltanissetta. Con oltre il 60% sul candidato del centrodestra – ma senza la Lega – Michele Giarratana.

.

COMUNALI GELA

Lucio Greco/ Michele Mancuso

Il nuovo Sindaco di è Lucio Greco, sostenuto da pezzi di PD e FI ma senza i simboli dei partiti. Non è riuscita la rimonta a Giuseppe Spata, candidato del centrodestra in quota @LegaSalvini, che si ferma al 47% a spoglio concluso

Era una sfida dal notevole significato politico quella di Gela, dove si era sperimentato una sorta di patto del Nazareno tra Pd e Forza Italia in chiave antisovranista. Spata era sostenuto anche da Fratelli d’Italia e Udc. Alla partita di Gela guardavano con interesse quei politici come Gianfranco Micciché che teorizzano un patto tra moderati e riformisti in chiave antipopulista anche a livello regionale, una prospettiva che però non piace alla maggioranza del Partito democratico.

s1

Arcidiacono, già presidente del consiglio comunale, viene dal centrodestra, è vicino a Diventerà Bellissima, ma ha goduto anche del sostegno di un pezzo del Pd e ha chiuso l’apparentamento con Roberto Gambino.

s2

Alla Lega non riesce la rimonta a Mazara del Vallo, dove il nuovo sindaco è Salvatore Quinci. Il candidato civico proveniente al mondo cattolico che era sostenuto tra gli altri anche dal Partito democratico si impone al ballottaggio con il 52,4 sul leghista Giorgio Randazzo. Un migliaio i voti di scarto tra i due.

s3

Un successo travolgente quello del Movimento 5 Stelle a Castelvetrano. Il candidato grillino Enzo Alfano è eletto sindaco con un risultato schiacciante: 64,67 per cento, contro il 35,33 del candidato civico centrista Calogero Martire. La cittadina del Trapanese era stata commissariata dopo lo scioglimento per infiltrazioni mafiose ed era stata scossa nei mesi scorsi anche dall’inchiesta che ha svelato l’esistenza di una “supeloggia” che avrebbe influenzato la vita pubblica.

(altro…)

Annunci

Read Full Post »

Torino: la libertà espulsa da sinistri uomini e piccole donne

Carmelo Briguglio

.

“Sua Altezza Editoriale” Vanni  #Scheiwiller, editore immenso, che criticatissimo fece la battaglia per liberare dal manicomio Ezra  #Pound, ne fu editore e pubblicava i maledetti  #Celine ed  #Evola, sarebbe stato escluso oggi dal  #SalonedelLibro ?

Read Full Post »

Dopo il grande successo già al lavoro con la Fise per gare nazionali nella tenuta di Ambelia

mrbonettaMaria Rita Bonetta

.

Oltre trentamila persone hanno affollato la Tenuta di Ambelia nei tre giorni della Fiera mediterranea del cavallo organizzata dalla Regione Siciliana in collaborazione con l’Istituto di Incremento ippico.

Un flusso di gente continuo e costante dalle prime ore della mattina fino al tardo pomeriggio. Un risultato che va oltre ogni più rosea aspettativa.

5Famiglie con bambini, appassionati, addetti ai lavori, intere scolaresche e semplici curiosi hanno animato le numerose isole espositive allestite all’interno dei 45 ettari della seicentesca tenuta di Militello in Val di Catania.

Nella giornata conclusiva, la rassegna equestre più importante del Mezzogiorno ha visto la presenza del presidente nazionale della Fise Marco Di Paola, che ha incontrato il governatore Musumeci per discutere del rafforzamento della sinergia tra Regione e Federazione.

3Già da giugno prenderanno il via nuove manifestazioni e proseguiranno i lavori per rendere Ambelia un impianto per gare nazionali.

Nella tre giorni si sono esibiti 327 cavalli appartenenti a 13 razze diverse oltre ad asini e muli. Dall’endurance al campo gara verde, dall’area attacchi alla Casina del principe, ogni luogo ha contribuito a rilanciare l’immagine di Ambelia, che si candida a diventare la casa del cavallo in Sicilia.

 

6“Sono veramente contento e soddisfatto del risultato – evidenzia il presidente della Regione Nello Musumeci – non è tuttavia un punto di arrivo, ma solamente l’inizio di un percorso che punta a riqualificare un bene pubblico e a valorizzare un territorio, promuovendo gli sport equestri in un’Isola nella quale il rapporto tra uomo e cavallo ha radici lontanissime.

Il successo di pubblico è il risultato di un gioco di squadra che ha visto un lavoro sinergico tra otto assessorati e numerosi dipartimenti regionali.

5Da domani saremo già a lavoro per la nuova edizione della Fiera, che si terrà dal 15 al 17 maggio 2020, facendo tesoro dei suggerimenti arrivati dai visitatori”.

A scandire le giornate sono state le competizioni agonistiche, il carosello di muli, l’esibizione acrobatica della campionessa mondiale di volteggio Anna Cavallaro, l’ippoterapia e poi ancora lo stage nazionale attacchi e monta da lavoro Endas e la rievocazione storica in costumi d’epoca del “Gran ballo del principe”.

8Grande festa nell’area ludica dedicata ai bambini con balli di gruppo, fattoria didattica, angolo della biodiversità e giri su mini pony e carretti siciliani.

Nella restaurata Casina del principe sono stati esposti 48 reperti archeologici provenienti da svariati musei siciliani nella mostra “Il cavallo nella storia”, alcuni dei quali risalenti a 12 mila anni fa.

Sala convegni sempre piena anche oggi, con l’ultimo seminario che ha ribadito con forza l’obiettivo della fiera: porre la nostra Isola come virtuale ponte di comunicazione tra l’Oriente e l’Occidente, al centro del Mediterraneo.

Read Full Post »

Azalee per la Ricerca e la Mamma

.

Ancora una volta in occasione della Festa della Mamma, alcuni soci del Circolo Ricreativo Culturale Democratico Milenesi hanno venduto le Azalee della Ricerca contro il cancro.

Ringraziamo i cittadini sensibili che acquistando e regalando un’azalea, hanno contribuito a sostenere la ricerca.

Il Presidente Ornella Arnone

az2

(da sinistra) Anna Cassenti, Rosalba Pellegrino, Assunta Ingrascì. (in prima fila) Sandra Cipolla, Ornella Arnone, Serena Cassenti

IMG_20190512_114202

(altro…)

Read Full Post »

A Lourdes per chiedere la grazia di un lavoro

Renato Pierri

.

Durante la trasmissione “Stasera Italia” si è parlato di una cosa abbastanza singolare: alcuni fedeli disoccupati si sono recati a Lourdes non per chiedere la guarigione da una malattia, bensì un lavoro.

A ben riflettere, però, la faccenda non è tanto singolare, giacché Nostra Signora di Lourdes in qualche maniera fu una grande datrice di lavoro. Grazie a lei, infatti, prima ancora che Bernadette entrasse in monastero, il commercio delle immagini di Lourdes, della grotta di Massabielle, della statua della Madonna, degli occhioni malinconici della veggente, andava a gonfie vele.

Il fotografo Billard-Perrin, col permesso delle autorità ecclesiastiche, ebbe l’onore e il vantaggio economico di fotografare Bernadette. L’editore M. Dufour, col permesso del vescovo, condusse la ragazza nello studio  Annet di Tarbes, e fece ben 16 clichés. E non fu forse Nostra Signora in persona ad ordinare a Bernadette una cappella? Per le Signore delle apparizioni la costruzione di una cappella significa gettare le basi per futuri santuari, basiliche, alberghi, piscine, fontane, negozi a iosa di souvenir e articoli sacri. Lavoro per tutti.

Con tutto il rispetto per Nostra Signora, diciamo che il Figlio non prese per niente da lei. Non chiese una cappella in suo onore, quando apparve agli apostoli, e nel periodo della predicazione cacciò i mercanti dal tempio. Ma erano altri tempi.

 

Read Full Post »

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: