Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 23 aprile 2019

L’ANNUNCIO DI MUSUMECI E LAGALLA

.

Regione: 6,7 milioni per finanziare master, corsi di lingua e alta formazione | video intervista

di 

.
Una dotazione da 6,7 milioni di euro per finanziare master e corsi di perfezionamento post lauream, certificazioni internazionali di lingue straniere e licenze, patenti o brevetti.
La Regione siciliana vara il progetto Giovani 4.0 destinato a giovani che non abbiano compiuto il trentaseiesimo anno di età e che risultino iscritti nelle liste anagrafiche della Regione siciliana da almeno due anni o che abbiano trasferito la residenza da non più di dodici mesi. Il bando sarà pubblicato nei prossimi giorni.

 

Si tratta di voucher a rimborso, parziale o totale. In particolare, quelli per finanziare Master e corsi post lauream sono destinati a chi sia in possesso di lauree del vecchio ordinamento, triennali, magistrali o conseguite all’estero e riconosciute in Italia.

Gli ambiti di studio previsti sono quello agroalimentare, turismo e beni culturali, energia, smart cities e communities, Economia del Mare e Scienze della vita. In questo caso la fetta di dotazione prevista è pari a 3,5 milioni di euro. Due le finestre temporali per presentare la propria candidatura a questa misura, dal 29 aprile al 14 giugno e dal 2 settembre al 18 ottobre.

Ciascun voucher potrà coprire un importo massimo di 7.500 euro, nel caso in cui i percorsi formativi siano erogati da atenei italiani, mentre il tetto arriva a diecimila euro se l’università è straniera, con sede nel territorio dell’Unione europea.

Per i voucher utili al conseguimento di una certificazione internazionale di lingua estera – inglese, francese, spagnolo, tedesco, russo e cinese – sono stanziati un milione e duecento mila euro, che potranno essere erogati durante tre finestre temporali: dal 29 aprile al 14 giugno (400mila euro), dal 2 settembre al 18 ottobre (400mila euro) e poi dal 1 aprile al 15 maggio 2020 (400mila euro). Il valore massimo di ciascun voucher sarà di 1.800 euro per le lingue europee e 2.800 euro per cinese e russo. In entrambi i casi, i fondi saranno utili alla copertura delle spese di iscrizione, di frequenza e di certificazione obbligatoria.

Infine, per il rilascio di voucher per la copertura dei costi di corsi finalizzati al conseguimento di licenze, patenti e brevetti (qualifiche dei tecnici sportivi, patenti e certificati di guida o di altro genere) sono previsti due milioni di euro complessivi, distribuiti in voucher dal valore massimo di cinquemila euro e resi disponibili durante tre finestre temporali, le stesse valide per la sezione precedente.

0004DCB5-nello-musumeciIeri si pensava a parrucchieri e manicure, oggi pensiamo a questo tipo di formazione – ha detto Nello Musumeci – Saranno i giovani a decidere a quale corso partecipare. La Regione attraverso un voucher consegnerà il rimborso, totale o parziale, per le spese affrontate.

E’ chiaro che non ci fermiamo ai 7 milioni, non appena avremo la possibilità di disporre di nuove risorse, e all’esito di questo bando, potremo benissimo continuare a utilizzare la graduatoria per i giovani che hanno fatto domanda ma si sono visti esclusi per esaurimento delle risorse stanziate nella prima fase.

E’ una iniziativa di alto valore sociale, finalizzata ad accompagnare le aspirazioni legittime di giovani che hanno conseguito la laurea o dei giovani che ritengono di arrivare alla laurea attraverso una dotazione formativa più completa“.

(altro…)

Annunci

Read Full Post »

Peras imposuit Iuppiter nobis duas:

Propriis repletam vitiis post tergum dedit,

Alienis ante pectus suspendit gravem.

Hac re videre nostra mala non possumus,

Alii simul deliquunt censores sumus.

Giove ci impose due bisacce:

dietro la schiena quella piena dei nostri difetti,

e davanti al petto la pesante bisaccia dei vizi degli altri.

A causa di ciò possiamo non vedere i nostri difetti,

ma censuriamo gli altri non appena delinquono.

Read Full Post »

Read Full Post »

Enel carissima…

en

Read Full Post »

Campofranco anti-azzardo

dav

Read Full Post »

Read Full Post »

Una piccola Bianca sul treno da Roma a Milano

Renato Pierri

Durante la trasmissione “Cartabianca” di martedì 10 aprile, Bianca Berlinguer faceva notare a Mauro Corona che il suo nome, Bianca, era raro, che poche persone lo portavano.

E stranamente, lui che è tanto incline a citare libri e scrittori, non ha ricordato alla Berlinguer uno dei personaggi più belli del romanzo “La casa degli spiriti”, di Isabelle Allende. Blanca, la figlia di Clara e la madre di Alba, tutti nomi che in fondo hanno lo stesso significato. Blanca, l’innamorata del contadino rivoluzionario Pedro Tercero Garcia.

Io ho incontrato una piccola, luminosa Bianca, non molto tempo fa, in treno da Roma a Milano. Ho trovato il posto che avevo prenotato, occupato da una signora, mamma di Bianca, per l’appunto. Era un posto comodo per tenervi accanto la carrozzina e per questo la signora mi ha chiesto se glielo cedevo. Ho fatto qualche complimento alla creaturina gioiosa e sorridente che aveva in braccio, ma non riuscendo a capire se fosse una femmina o un maschio, per non fare brutte figure ho chiesto alla madre come si chiamasse. Bianca, il suo nome. Ho aiutato la signora a scendere alla stazione di Milano Rogoredo, poiché aveva carrozzina e valigie e la gioiosa e sorridente in braccio. E mentre scendeva le ho detto: “Signora, nel romanzo che sto leggendo, “La casa degli spiriti”, c’è un personaggio che si chiama come la sua bimba. E lei: “Ma io per questo l’ho chiamata Bianca, perché mi sono innamorata di quel personaggio”. Sicuramente in quel treno non c’era un’altra Bianca. L’unica Bianca era al mio posto, con la sua mamma. Al posto di un signore che, combinazione, da leggere durante il viaggio aveva portato con sé il romanzo grazie al quale la piccola Bianca aveva ricevuto il suo bel nome.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: