Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 17 dicembre 2018

Annunci

Read Full Post »

(altro…)

Read Full Post »

Non guardate sotto il tappeto

S. Ferlisi
.

Cosa c,è sotto il tappeto ?

Spero non ci siano cavi elettrici.

 

Se è cosi, cosa hanno detto gli Organi di controllo e di sicurezza ?

Sono arrivati i vigili del fuoco ?

C’è una relazione di asseverazione tecnica idonea a garantire la pubblica incolumità ?

Siamo certi che il tappeto possa garantire sicurezza al pubblico ?

Abbiamo saputo chi lo ha montato ( il cono ) ?

Quale ditta ha eseguito l’impianto elettrico per il cono metallico ?

Spero non sia stato qualche consulente occasionale.

Ci sono tutte le autorizzazioni ENEL ?

La tabella in tema di stanze dai cavi elettrici prevista Le distanze da linee e impianti elettrici sono stabilite nel D.Lgs. 9 aprile 2008 , n 81 (Testo Unico Sicurezza sul Lavoro) e indicate nella seguente tabella:

Mi auguro che qualche innocente non si faccia male sfidando le leggerezze natalizie.

 

(altro…)

Read Full Post »

«Le signore di Catania», calendario autoironico di donne dai 50 in su

di Pierangela Cannone

.

«Le signore di Catania», calendario autoironico di donne dai 50 in su

C’è chi ha in mano un bouquet di palloncini e posa davanti alla fontana dell’Amenano e chi ha un bouquet di carciofi e cavolfiori. Tra le foto più eleganti quella di una signora vestita di rosso che suona il violino in piazza Teatro Massimo.
Ogni mese è accompagnato da satirici sottotitoli e dalle poesie di Stefania Beretta, un’insegnante in pensione che ha realizzato i versi in dialetto siciliano.

Per le “muse” del calendario, Catania è bella: una gran signora che resta tale anche nei suoi angoli più modesti, che può essere regina anche se coperta di stracci, perché è elegante, sempre, nella sua altera dignità barocca che l’ha fatta riconoscere patrimonio dell’umanità dall’Unesco. E vere signore sono le sue vie, le sue piazze, le sue spiagge, le splendide sale dei suoi palazzi nobiliari, quinte dei ritratti.

«È un omaggio – spiega la presidente de “Le nuove Vele”, Aurora Anna Grasso, ideatrice del progetto – alla nostra incredibile, allegra e talvolta drammatica, ma pur sempre magnifica, città e alle sue tante signore.

Con questa testimonianza vogliamo porgere un piccolo atto d’amore anche ai suoi abitanti: il ricavato del calendario, realizzato da un gruppetto di volontarie con spirito giocoso, andrà ai Briganti Rugby di Librino, che si impegnano attivamente per riqualificare il quartiere».

L’idea è di alcune amiche, decise a stravolgere il significato che si è sempre dato ai calendari tradizionali. Liliana Bongiovanni è un’igienista dentale, Maria Pia Mazzone è un’informatrice scientifica, Enza Marchese e Maria Pia Motta sono insegnanti, Anna Cannavò è una pediatra, Francesca Di Paola è libraia, Maria D’Arrigo gestisce una casa di riposo, Rosita Gullotta è pedagogista, Rita Barbagallo è casalinga e Giuseppina Radice è una docente universitaria.

E ancora, Maria Teresa Rizzarelli è assistente sociale, responsabile del Servizio adozioni nazionali e internazionali del Comune. «Ho vissuto questa esperienza all’insegna dell’amicizia – racconta -. La società soffre di una disumanità dilagante: c’è un’indifferenza spietata verso gli altri e per il bene comune. Ecco perché abbiamo posato nei luoghi simbolo di Catania, da tutelare e valorizzare. Il filo conduttore che ci unisce è la creatività, che assieme alla voglia di fare ha innescato un effetto domino di solidarietà».

 

(altro…)

Read Full Post »

SALTO MORTALE

.

Quando non riesce, allora sì che il salto è mortale.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: