Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 11 marzo 2018

(altro…)

Annunci

Read Full Post »

Read Full Post »

Read Full Post »

Grammatica Siciliana – I NOMI

di Angela Marino

.

 

In generale il NOME nel siciliano segue regole e strutture analoghe a quelle della lingua italiana: esistono nomi propri e comuni; di persona, di animali, di cosa che possono essere maschili o femminili; singolari e plurali.

Il singolare maschile generalmente ha come desinenze U o I, Es, figghi -u = figlio, patr-i = padre. Il femminile termina in A o I; Es. addrev –a = bambina, matr –i = madre.
Il plurale di entrambi i generi temina il più delle volte in I Es. patr -i = padri, matr –i = madri.
Da notare parecchi nomi maschili, che al plurale prendono la desinenza A ( un po’ come il nominativo neutro plurale del latino)
Es. Lu iritu (o itu) = il dito, al plurale fa li irita (ita), ‘u tappitu = il tappeto, fa ‘i tappita, ecc.

E ora ecco qualche altro nome al singolare e al plurale.

Nomi maschili terminanti in “u” col plurale in “I”:
Arbulu = albero, arbuli = alberi
Masculu = maschio, masculi = maschi
Sceccu = asino, scecchi = asini
Vancu = banco, vanchi = banchi
Viddranu = contadino, viddrani = contadini ecc.

Nomi maschili terminanti in “u” col plurale in “A”
Bummulu = anfora in terracotta che tiene fresca l’acqua, bummula = anfore…..)
Quadararu = calderaio, stagnino, quadarara = calderai, stagnini
Ricuttaru = venditore di ricotta( tipico formaggio siciliano), ricuttara = venditori di ricotta
Varberi = barbiere, varbera = barbieri…
Vrazzu( o grazzu) = braccio, vrazza(o grazza) = braccia…ecc.

Nomi maschili terminanti in “i” col plurale in “I”
Mitateri = mezzadro, mitateri = mezzadri
Pani = pane, pani = pani
Cani = cane, cani = cani
Patri = padre, patri = padri
Pisci = pesce, pisci = pesci ecc.

Nomi maschili terminanti in “i” col plurale in “A”
Prufissuri = professore, prufissura = professori
Patruni = padrone, patruna = padroni
Agnuni = angolo, agnuna = angoli
Muluni = mellone, muluna = melloni
Rinali = vaso da notte, rinala = vasi da notte ecc.

Nomi femminiili terminanti in “a” col plurale in “i”
Cuscina = cugina, cuscini = cugine
Fimmina = donna, fimmini = donne
Pinnula = pillola, pinnuli = pillole
Picciriddra(picciliddra) = bambina, picciliddri(picciriddri) = bambine
Gaddrina = gallina, gaddrini = galline ecc.

Nomi femminiili terminanti in “i” col plurale in “i”
Gurpi = volpe, gurpi = volpi
Mugghieri( muglieri) = moglie, Mugghieri(muglieri) = mogli
Vutti = botte, vutti = botti
Niputi = nipote, niputi = nipoti
Cani = cagna, cani = cagne ecc.

Come si può notare facilmente, spesso solo attraverso gli articoli o il contesto del discorso si può capire il genere e il numero di un nome comune in siciliano.
Un esempio potrebbe essere il vocabolo “CANI” che può significare : cane, cani, cagna, cagne…

Per concludere, i nomi, propri o comuni che siano, anche in siciliano sono soggetti ad alterazioni.
Si usa spesso l’accrescitivo aggiungendo la desinenza Uni/Una Es. Un palazz -uni = un grande edificio, ‘na picciutt – una = una ragazzona, li machinuna = le grandi automobili ecc.
Le desinenze del diminutivo e del vezzeggiativo (che spesso convivono in una stessa parola) invece sono.: Inu/ina, uzzu/uzza,eddru/eddra , iddru/iddra.es. cas –uzza = casetta, litt –inu o litt -ic eddru = lettino, addriv – uzzi = bambinetti, nicar -eddri = piccoline, Mar -iuzza = Mariuccia, Pep -eddru o Pipp -inu= Peppino ecc,
Il dispregiativo, infine, si rende con azzu/ azza Es.Can -azzu = cagnaccio, fimmin -azza = donnaccia, picciutt -azzi = ragazzacci. Vastian –azzu = Sebastianaccio.

Read Full Post »

PARTINICO 54

Read Full Post »

antoninofiaccato_920x450

santa caterina

Read Full Post »

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: