Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 2 agosto 2017

Questa è l’acqua che esce stamattina a Masaniello. Che schifo… e’ una vergogna!”

.

acquaQuesta foto arriva da una signora (M.F.) veramente “arrabbiata” e scrive: “Questa è l’acqua che esce stamattina a Masaniello. Che schifo… e’ una vergogna!”.

Il contenuto nel recipiente di vetro non è un bel tè freddo con cui dissetarsi per combattere il grande caldo, nè un nutriente miele…

E’ semplicemente acqua, l’acqua come fuoriesce dai rubinetti, sporca, anzi sporchissima, molto torbida, sicuramente da non bere.

Bisogna urgentemente fare il possibile, e anche l’impossibile se necessario, perché i cittadini non si avvelenino.

Read Full Post »

Afa record: rischi per per gli anziani e i malati, ecco i consigli utili

La Sicilia

.

1501315192897.jpg--in_sicilia_torna_il_solleone__sara_l_ondata_di_calore_piu_intensa_della_stagioneGli anziani in primo luogo, e inoltre tutti i soggetti che sono affetti da malattie croniche debilitanti quali i diabetici, i cardiopatici, i nefropatici, gli ammalati oncologici e quelli affetti da sindromi trombotiche, da Alzheimer e da Parkinson. Sono queste le categoria maggiormente a rischio durante le ondata di calore.

Ed è rivolta a essi la raccomandazione di evitare, appunto in questi giorni, l’esposizione alla calura e tanto meno al sole: standosene a casa e possibilmente in ambiente fresco e aerato bevendo due litri e anche più di acqua e osservando una dieta eminentemente rappresentata da frutta e verdure. Un monito questo che dev’essere recepito soprattutto per coloro che abitano in città giacché sono i centri urbani, infatti, a caratterizzarsi per una ridotta ventilazione, una maggiore concentrazione di presidi meccanici che generano calore e una maggiore densità di popolazione.

I principali disturbi da surriscaldamento che equivalgono a altrettanti campanelli d’allarme? I crampi (causati dalla disidratazione e dalla perdita di elettroliti, spesso seguono I’esercizio fisico, ma sopravvengono anche a riposo, specie in chi fa uso di diuretici. E inoltre: il rash cutaneo (comparsa improvvisa di piccole papule rosse pruriginose sulle varie parti del mantello cutaneo); l’edema soprattutto a livello malleolare, causato dalla vasodiIatazione e dalla ritenzione idrica; la sincope (vertigini o svenimento causati da disidratazione, vasodilatazione, malattie cardiovascolari o dalI’assunzione di alcuni farmaci); la disidratazione causata da carenza di acqua o sodio, correlata a sintomi aspecifici quali astenia, sensazione di malessere, vertigini, collasso circolatorio.

CatturaE infine il colpo di calore che rappresenta il disturbo più grave che sopravviene quando i meccanismi di termo-regolazione non riescono più a fronteggiare I’aumento di temperatura. Costituisce un’emergenza medica e si presenta con sintomi come confusione, disorientamento, convulsioni, perdita di coscienza, cute calda e asciutta, temperatura corporea superiore ai 40°C per un tempo compreso tra 45 minuti e 8 ore. Provoca morte cellulare, danno degli organi interni, danno cerebrale o morte. Il colpo di calore può verificarsi anche nel corso di attività fisica. E’ pur sempre un disturbo potenzialmente grave ed è perciò che esso impone il ricorso immediato al pronto soccorso o al 118.

A fronte di soggetti con questi disturbi la prima norma da osservare è quella di spostare in luogo fresco il soggetto provvedendo al raffreddamento del suo corpo attraverso spugnature fredde. Ma al di là delle varie emergenze si rivelano pur sempre utili taluni elementari accorgimenti di prevenzione se tenere chiuse le finestre esposte al sole e usare le tende nelle ore diurne e quando la temperatura esterna è maggiore di quella interna all’abitazione e aprire le finestre quando la temperatura esterna è fresca. Inoltre occorre evitare I’esposizione diretta ai raggi solari dalle 12 fino alle 18 e stare alI’ombra, indossare cappelli, schermi solari e abiti leggeri in caso di esposizione al sole.

2305_caldoOpportuno infine ridurre il livello di attività fisica, praticare docce o bagni di acqua fresca, indossare abiti non aderenti, in cotone, per assorbire il sudore e permettere la traspirazione della cute evitando irritazioni bagnare i vestiti, il viso e la nuca con acqua. ln casi di temperature molto elevate porre un panno bagnato sulla nuca aiuta a ristabilire i meccanismi di termoregolazione e preferire e mangiare cibi freddi e con alto contenuto di acqua (insalata e frutta) bere con regolarità preferibilmente acqua e succo di frutta evitando bevande gassate e zuccherate monitorare l’assunzione giornaliera di liquidi, soprattutto nei pazienti anziani e gravemente deperiti.

Prestare particolare attenzione a sintomi aspecifici di disidratazione o di colpo di calore che potrebbero essere attribuiti a altre cause:

(altro…)

Read Full Post »

1aaaaaaaaaaaaasx

Read Full Post »

a

(altro…)

Read Full Post »

Si sono chiusi i campionati italiani di volo in parapendio e deltaplano con l¹assegnazione dei rispettivi titoli. Teatri delle competizioni Gemona del Friuli (Udine) per i primi, ed il tradizionale Monte Cucco sopra Sigillo (Perugia) per il deltaplano

Gustavo Vitali – Ufficio Stampa FIVL

.

2A Gemona, dopo sei giornate di gara su percorsi tra i 45 e gli 83 chilometri, si laurea Campione d¹Italia 2017 il catanese Marco Busetta, seguito dal pilota di casa Alessio Voltan, da Federico Nevastro (Padova), dai bolognesi Paolo Facchini e Alberto Vitale e da Marco Littamé (Torino).

Reduce da una medaglia di bronzo ai mondiali, è campionessa d¹Italia la milanese Silvia Buzzi Ferraris dopo aver vinto in campo femminile tutte e sei le manche. Dietro di lei l¹ungherese Katalin Juhász e Sandra Antony (Francia), perché la formula “open” dei campionati apre le porte ai piloti stranieri, accorsi da 18 nazioni. Presenti in tutto 110 volatori dei quali 56 italiani.’Classifica Sport: Stan Radzikowski (Polonia), poi gli alto atesini Martin Stecher e Heinz Senoner. Migliore nella categoria “serial” il milanese Alberto Castagna.

1L¹evento è stato organizzato da Aero Club Blue Phoenix in collaborazione con il Volo Libero Friuli. Utilizzati il Monte Cuarman come decollo e l¹atterraggio di Gemona Godo.

Per i campionati nazionali di deltaplano, a Sigillo si sono ritrovati 50 piloti dei quali 14 provenienti da 10 nazioni estere. Organizzazione a cura di AeC Lega Piloti in collaborazione con il Volo Libero Monte Cucco, nome preso dallo storico rilievo, tra i primi spettatori dei cimenti in cielo di questi mezzi che, come i parapendio, si reggono in aria sfruttando le correnti ascensionali. Dallo stesso monte sono avvenuti i decolli dei partecipanti all¹evento.

3Per il forte vento e sovrasviluppi di nubi con minaccia di temporali, si sono dovute cancellare tre delle cinque task previste. Deltaplani in aria solo per la prima ed ultima prova, sulle distanze di 103 e 124 km.

Le vince entrambi Alessandro Ploner, pilota di San Cassiano (Bolzano), che si laurea per la quinta volta Campione d’Italia, medaglia da aggiungere alle numerose vinte in campo internazionale. Seguono Christian Ciech, trentino trapiantato a Varese, Davide Guiducci di Villa Minoprio (Reggio Emilia) e Valentino Bau di Padova.

Tutti questi piloti volano con deltaplani detti ala flessibile e fanno parte del team azzurro, campione del mondo in carica. Ciech detiene anche il titolo individuale. Dal prossimo 9 agosto in Brasile costoro, più Filippo Oppici di Parma ed il ciociaro Marco Laurenzi, saranno impegnati a difendere il titolo iridato.

Luca Comino di Mondovì (Cuneo) è stato il migliore a volare con deltaplani ad ala rigida durante il campionato del Monte Cucco.

(altro…)

Read Full Post »

12 telecam

Read Full Post »

prego san michele (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: