Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 11 luglio 2017

Quelli che ce l’hanno con Falcone (e Borsellino)

 

IeriLa Sicilia

.

paGli atti vandalici sono una triste consuetudine per la scuola intitolata a Giovanni Falcone, allo Zen, quartiere con zone di degrado a Palermo. Eppure le azioni che negli anni hanno distrutto, imbrattato e divelto il busto del giudice palermitano sono quelle più odiose, quelle che più a lungo rimangono nella memoria e che, in qualche modo, distruggono e mortificano il duro lavoro degli insegnanti in una scuola di frontiera.

Ieri mattina il volto di Falcone è stato staccato dal busto e usato come ariete per rompere il muro dell’ istituto. «Oltraggiare la memoria di Falcone è una misera esibizione di vigliaccheria», ha scritto su Twitter il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni. Voci di condanna e di solidarietà da tutto il mondo istituzionale

Read Full Post »

ORA BASTA

.

Milano, nigeriano arrestato per violenze sessuali: sul treno palpa anche una ragazzina di 13 anni

Libero

.

CatturaAncora in azione quelle che certa sinistra si ostina a definire “Risorse  per l’Italia”.

L’ultimo orrore arriva dalla provincia di Milano, Sesto San Giovanni per la precisione. Un 23enne nigeriano è stato arrestato dai carabinieri per violenza sessuale e atti sessuali su una minorenne.

I fatti sono avvenuti sul treno Lecco-Milano, all’altezza della stazione di Arcore, dove l’immigrato ha aggredito sessualmente quattro donne, palpeggiandole nelle parti intime. Le vittime avevano tra i 35 e i 50 anni, oltre a una ragazzina di soli 13 anni.

download (1)Le violenze sono avvenute passando da un vagone all’altro. Quando il nigeriano ha aggredito la ragazzina e sua madre, per bloccarlo sono intervenuti due cittadini marocchini, un senegalese e un italiano.

Il maniaco è poi fuggito quando il treno si è fermato alla stazione di Sesto. Poco dopo, però, i carabinieri lo hanno bloccato mentre si masturbava all’interno di un altro vagone.

Read Full Post »

Rosario Sorce è il responsabile alla comunicazione per la zona nord del sancataldese

.

IMG_8452Il Coordinatore Provinciale di Forza Italia, Michele Mancuso, comunica la nomina a responsabile alla comunicazione per la zona nord del sancataldese Rosario Sorce.

San Cataldo è sempre stata roccaforte per il partito Berlusconiano e continua a trovare consenso ed entusiasmo grazie ai tantissimi amici e attivisti. La designazione di Sorce rappresenta un altro importante tassello che si aggiunge a quella del commissario cittadino Giovanni Anzalone.

Altre forti personalità sono coinvolte nel rilancio azzurro sancataldese che nelle prossime settimane andranno a ricoprire ruoli di responsabilità. Sono certo, dichiara il coordinatore provinciale, che faranno un gran lavoro. Serietà ed entusiasmo hanno sempre contraddistinto l’amico Rosario a cui oggi affidiamo un ruolo importante sul piano dell’immagine e della comunicazione. In particolare per la città di San Cataldo sarà da stimolo a ritrovare dietro la bandiera di Forza Italia le giuste motivazioni per rilanciare una nuova e anche giovane classe politica.

Read Full Post »

Pagano (Lega-NcS): “No a soppressione Corte Appello di Caltanissetta è successo del territorio”

“La Corte di Appello di Caltanissetta non chiuderà. L’annuncio dato dal sottosegretario Ferri è una vittoria di tutti coloro che in questi anni si sono battuti per difendere una delle realtà giurisdizionali più produttive e funzionali in Italia. Le buoni ragioni hanno fatto breccia e hanno avuto il sopravvento. Così come le numerose iniziative parlamentari che abbiamo portato avanti alla Camera dei Deputati, tra proposte di legge, interrogazioni e mozioni, e i confronti pubblici che abbiamo  promosso sul territorio e nelle sedi parlamentari.

Caltanissetta ricopre infatti un ruolo centrale e fondamentale nel panorama giurisdizionale siciliano. Non solo in quanto competente su Palermo e Catania, ma anche per la mole di attività sulla criminalità organizzata e, da ultimo, sulla questione dell’emergenza immigrati e delle procedure di riconoscimento dello status di rifugiato. Vigileremo affinché anche in futuro a nessuno venga in mente di voler sopprimere la Corte di Appello di Caltanissetta”. Così il deputato Alessandro Pagano della Lega-Noi con Salvini, segretario regionale Sicilia occidentale.

Charlie, Pagano (Lega): “No a nuovo nazismo, no a eutanasia di Stato”

“I potenti della Terra si stanno muovendo per il piccolo Charlie Gard. Dal Vaticano a Trump, da esperti internazionali ai movimenti per la vita, in queste ultime ore è un susseguirsi di iniziative per provare a fare tutto il possibile al fine di evitare che i medici inglesi stacchino la spina.

La Lega e Noi con Salvini sono stati i primi che hanno sollecitato le massime autorità, anche con un appello del nostro capogruppo Fedriga al Santo Padre, perché non si lasciasse morire Charlie nell’assoluta indifferenza. E continuiamo a spronare anche tutte le Istituzioni italiane affinché non rimangano a guardare. Di fronte a tutto ciò è impressionante il silenzio della sinistra cattolica. Così come i radical chic, sempre pronti a fare girotondi e flash mob per cani e gatti, non dicono una parola per provare a sensibilizzare le autorità inglesi e salvare il piccolo.

La verità è che a Londra e a Strasburgo stanno sperimentando una nuova forma di nazismo, e chi tace alla fine ne sarà complice. Oggi la madre di Charlie si è chiesta legittimamente come possa essere legale quanto hanno deciso per il proprio figlio, considerato che l’eutanasia e il suicidio sono illegali. Ma noi sappiamo bene che con questa sentenza si vuole praticamente legalizzare proprio l’eutanasia di Stato, ovvero il principio per cui chi non serve è uno scarto umano che deve essere eliminato”.

Ddl tortura, Pagano (Lega): “Legge ideologica che favorisce i delinquenti”

“Grazie all’ennesima legge ideologica, fatta con i piedi, adesso ogni delinquente arrestato potrà dire, su suggerimento del proprio avvocato, che ha subito dalle forze di polizia tortura psicologica. Al Pd e a Renzi interessa solo accontentare le proprie lobby di riferimento, come se il Nazareno e Chigi fossero la stessa cosa. La vera tortura è quella che stanno subendo gli italiani con questo governo. Loro perderanno le elezioni per tutte le assurdità che stanno facendo e noi che le vinceremo avremo una lunga lista di leggi da abrogare. Questa sarà una delle prime. Noi, al contrario del Pd, alle forze dell’ordine e alla sicurezza del Paese ci teniamo”.

“No alleanze con chi sostiene lo Ius soli, a partire da Sicilia”

“Sullo Ius soli si gioca non soltanto il presente e il futuro della nostra società ma si definirà anche il quadro politico dei prossimi anni. L’intenzione del governo di mettere la fiducia sarebbe un nuovo schiaffo al Parlamento e un oltraggio al Paese, quello reale, profondamente scettico nei confronti di questa legge che arriva a concedere in automatico la cittadinanza per chi è nato in Italia, con tanti diritti e senza doveri.

A maggior ragione in questo precisa fase storica, sarebbe un messaggio pericoloso. Renzi continua a non capire la lezione e a non saper interpretare il sentimento degli italiani. Anzi, con la solita arroganza pretende dagli altri autocritica quando è sua la più grande responsabilità storica di aver fatto dell’Italia un’appendice dell’Africa del Nord. Per questo sarà dirimente quanto accadrà sullo Ius soli, una legge estremamente divisiva e che avrà ripercussioni a partire dal voto e dalle alleanze in Sicilia. È chiaro infatti che chi non prenderà una netta distanza da questa proposta di legge non potrà mai essere parte di una coalizione di centrodestra. Oggi Berlusconi ha parlato chiaro in merito allo Ius soli, mi auguro che anche FI in Sicilia sappia tradurre seriamente questo pensiero”.

Read Full Post »

terre dc

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: