Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 3 maggio 2017

L’Emporio si allarga

emporio

Annunci

Read Full Post »

Proposta della Giunta Comunale al Consiglio Comunale di Adesione alla Zona Franca per la Legalità

.

20170427_191805Il Sindaco fa presente che l’idea di istituire una Zona Franca per la Legalità è nata subito dopo la pubblicazione del Decreto Attuativo della Legge Regionale 15/2008.

Lo stesso condivide la creazione della Zona Franca per la Legalità in quanto costituisce una grande opportunità per intraprendere percorsi partecipati di sviluppo sostenibile, di rinascita sociale, culturale idonei ad offrire a cittadini ed imprese una concreta opportunità di operare in condizioni di sicurezza e di rispetto della legalità. La proposta che il Consiglio deve approvare è stata predisposta dalla Camera di Commercio di Caltanissetta e sarà approvata nel medesimo testo da parte di tutti i Comuni aderenti.

Il Sindaco infine comunica che presso il Libero Consorzio Comunale di Caltanissetta, sarà istituita a breve una centrale unica per gli appalti superiori a € 150.000,00, ed il Consiglio Comunale a breve verrà convocato per l’adesione a tale organismo sempre nell’ottica di garantire massima trasparenza e legalità.

Il Consigliere Palumbo Gioacchino comunica il voto favorevole del proprio Gruppo Consiliare “Milena in Comune” ritenendo utile l’adesione alla Zona Franca per la legalità.

ASSENTI MAGGIORANZA: CURTO CARMELO, DI MARCO SALVATORE, FERLISI ALFONSO.

ASSENTE MINORANZA: PROVENZANO ROSA.

LA MINORANZA CON LA SUA PRESENZA HA ASSICURATO IL NUMERO LEGALE PER POTER SVOLGERSI IL CONSIGLIO COMUNALE

.

LEGGI LA DELIBERA INTEGRALE

(altro…)

Read Full Post »

Festa grande per padre Salvatore Pignatone dalla sua Comunità di Calascibetta

p3

p2

p4

(altro…)

Read Full Post »

«Centro commerciale di carne umana che non integra nessuno»

La Sicilia

.
Salvini, notte in branda al Cara di Mineo: «Centro commerciale di carne umana che non integra nessuno»

Il leader della Lega ha dormito “in branda”, «nel centro che ospita oggi 3.300 richiedenti asilo per una spesa di 100 mila euro al giorno, che secondo me sarebbero spesi meglio aiutando in Africa questa gente a non scappare da casa».

caraPer Salvini, solo «un centro commerciale di carne umana, che non integra nessuno», e dove «ho osservato abusi di vario tipo: si vendono televisori a schermo piatto, stereo, telefonini, scarpe nuove, pantaloni, ma soprattutto quello che contesto è che questa sia integrazione. Sono centomila euro al giorno, spesi male per gente che non scappa dalla guerra».

Salvini non ha mancato di postare questa mattina sui suoi profili social, una foto dal centro in cui ha dormito: «Buongiorno dal più grande Centro per Immigrati d’Europa, in Sicilia! Stanotte 3.300 ospiti più uno, che ha dormito in branda e si è appena fatto la doccia. Alle mie spalle il sole che sorge, una delle villette che prima erano affittate ai soldati americani e adesso sono offerte agli immigrati africani, e una moschea gonfiabile a loro disposizione. Spesa di oltre 100.000 euro al giorno, pagano gli italiani».

maxresdefaultSempre in mattinata il leader del Carroccio ha poi incontrato i giornalisti nel corso di una conferenza stampa. «Faccio i migliori auguri, ed ha il sostegno mio e di migliaia di persone, al procuratore di Catania, Carmelo Zuccaro, che domani sarà audito» dalla commissione Difesa del Senato. Il leader della Lega ha anche auspicato che il magistrato «non venga processato dal Csm», che «possa andare fino in fondo nella sia operazione di verità, di pulizia e di giustizia» e che «non ci sia qualcuno che si permetta di bloccare indagini cosi delicate ed importanti».

«Sono poi sempre più convinto che sia corso un chiaro tentativo di sostituzione etnica di popoli con altri popoli. Questa non è un’immigrazione emergenziale ma organizzata che tende a sostituire etnicamente il popolo italiano con altri popoli, lavoratori italiani con altri lavoratori. Ne parla anche il procuratore Zuccaro: é un’immigrazione che tende a scardinare economicamente il sistema italiano ed europeo».
migranti-e-affari«Non c’entrano guerre, diritti umani e disperazione – ha aggiunto Salvini – è semplicemente un’operazione economica e commerciale finanziata da gente come Soros. Per quanto mi riguarda metterei fuorilegge tutte le istituzioni finanziate anche con un solo euro da gente come Soros. Non dovrebbero poter mettere piede in Italia né loro, né le associazioni da gente come lui finanziate».

«Zuccaro promosso per essere rimosso? Chi tocca il procuratore di Catania tocca noi. Questo sia ben chiaro. Se qualcuno pensa di rimuovere, allontanare o fermare o imbavagliare e un magistrato coraggioso come Zuccaro, ha a che fare con me, con la lega e con milioni di italiani».

Read Full Post »

milena bella

Read Full Post »

Che significa Concludere

CONCLUDERE

unaparolaalgiorno.it

.

Significato: Portare a compimento; dedurre dal latino concludere, composto di cum ‘con’ e claudere ‘chiudere’. È formidabile come il con-, primo elemento di uno sterminato numero di parole composte, riesca a trasfigurare i concetti.

La base del concludere è il chiudere. Ma quel ‘con’ ci dipinge un chiudere finale, compiuto raccogliendo e serrando un insieme di elementi, di azioni. Per questo diventa un portare a compimento, uno stabilire, un realizzare: concludo il lungo lavoro, concludo il contratto, concludo il discorso.

In altri termini, c’è una chiara sfumatura di ricapitolazione, nel concludere. Il che è evidente anche nel concludere quale dedurre: dalle tue affermazioni concludo che stai mentendo, viste le premesse si può concludere di dare ragione a una parte. Anche il ragionamento logico mette insieme e chiude.

Una vera meraviglia, che spesso non abbiamo presente – anche se sappiamo usare il verbo concludere con proprietà.

_______________________________

(Luigi Pirandello, Uno, nessuno e centomila)

Questo [nome] che portai tra gli uomini ciascuno lo incida, epigrafe funeraria, sulla fronte di quella immagine con cui gli apparvi, e la lasci in pace, non ne parli più. Non è altro che questo, epigrafe funeraria, un nome. Conviene ai morti. A chi ha concluso. Io sono vivo e non concludo. La vita non conclude. E non sa di nomi la vita.

Quando ci presentiamo, anzitutto diciamo un nome. Ma cosa c’è, veramente, dietro quel nome? Se lo chiede Moscarda, il protagonista, e la risposta è sorprendente: non c’è una persona sola, bensì centomila.

Infatti, tutti quelli che ci conoscono hanno un’immagine diversa di noi. Per sua moglie Moscarda è un adorabile bambinone, per la gente del paese è un usuraio.

Lui stesso, poi, ha una sua immagine di sé, che non è più vera delle altre; e per di più è fissa, mentre l’io cambia continuamente. anche noi ci accorgiamo che, oggi, non siamo più le stesse persone di qualche anno fa.

Il nome, quindi, imprigiona (con-clude) la vita in una forma: estrae un fotogramma dal flusso vitale, cristallizza un significato fra i tanti possibili. Così il dinamismo e la complessità della vita umana si perdono, e le persone sono costrette a recitare una “parte” sempre uguale.

Perciò Moscarda sceglie di rinunciare a tutti i nomi, per sempre. E che boccata di libertà! La vita «non conclude», anzi rinasce tutti i giorni: c’è sempre qualcosa di meraviglioso da (ri)scoprire. E anche noi possiamo sempre reinventarci, perché i limiti che credevamo inevitabili sono solo costruzioni della mente.

Tuttavia, concludere significa anche dare un significato alle cose: in un certo senso, farle esistere. Una condizione di libertà totale, priva di confini, dissolve ogni oggetto. Così, paradossalmente, per essere libero Moscarda deve rinunciare a se stesso: esiste senza averne consapevolezza, come un albero o una nuvola.

(altro…)

Read Full Post »

mancus0

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: