Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 19 aprile 2017

Torino, 60 magrebini tengono in ostaggio un treno a Pasqua

.

CatturaSono stati fermati quattro ragazzi dopo il viaggio da incubo che ha terrorizzato 300 passeggeri del treno Ventimiglia-Torino, partito dalla Liguria nel pomeriggio della domenica di Pasqua. Circa sessanta per la maggior parte magrebini e alcuni italiani del torinese e cuneese hanno infatti occupato le carrozze del convoglio, tenendo in ostaggio tutti i passeggeri, tra aggressioni e parolacce. L’orda di teppisti, inoltre, ha reso inutilizzabili i bagni del convoglio e ha squarciato i sedili con dei coltelli. I fermati sono un maggiorenne italiano e tre minorenni marocchini di età compresa tra i 15 e 16 anni.

La vicenda viene rivelata da La Stampa, che dà conto di diverse testimonianze. Simona, una giovane studentessa che viaggia spesso su questa tratta, ha offerto un racconto drammatico di quanto accaduto: “L’incubo è iniziato all’arrivo a Finale. Qui è salito un gruppo di giovani. Erano tantissimi, penso nordafricani, credo tutti minorenni. Con loro c’erano delle ragazze italiane ubriache, che continuavano a spostarsi tra gli scompartimenti e a chiudersi nei bagni per non farsi vedere dal controllore”.

Una coppia di anziani ha poi avvisato il capotreno dei continui schiamazzi e i carabinieri hanno fatto scendere i teppisti, ma quando il treno è ripartito il gruppo è risalito. Ha continuato Simona: “Alla fine non gli hanno fatto nemmeno una multa e hanno trascorso il resto del viaggio a prendere in giro tutti gli altri passeggeri. Le loro parole: Visto? Non ci possono fare niente. Hanno sfogato la loro rabbia sui sedili di uno scompartimento, squarciandoli con i coltelli, e nei bagni, resi del tutto inutilizzabili. Una volta a Porta Nuova, poi, c’è stato il fuggifuggi generale. Sono scesa e ho lasciato la stazione tra cordoni di poliziotti dove molti di quei ragazzi scappavano, correndo in mezzo ai binari. Insomma, credo che la maggior parte di loro, dopo tutto quello che ha combinato, l’abbia fatta franca”.

Quelli che si sono dati alla fuga, attraversando i binari, hanno inoltre costretto a bloccare la circolazione ferroviaria dell’intera stazione per circa venti minuti. La polizia è riuscita a identificare solo due degli extracomunitari vandali, che restano comunque a piede libero, come il resto del gruppo.

Read Full Post »

“Altri 4,6 mld  per clandestini e italiani in povertà, è follia”

Alessandro Pagano

.

Cattura“Ecco la ciliegina sulla torta: altri 4,6 miliardi di euro di spese quest’anno per il soccorso e l’accoglienza dei clandestini, a carico degli italiani.

Facendo due conti sono: nel biennio 2016-17 oltre 8 miliardi di euro di spese per l’arrivo stimato di circa 500 mila clandestini, a fronte di 112 milioni di euro che ci dà l’Ue ovvero meno del 2 per cento.

E il tutto mentre 4,5 milioni di italiani sono sotto la soglia della povertà assoluta e 8 milioni a rischio di diventarlo con i prossimi aumenti di tasse catastali. Siamo alla follia. Gli italiani aprano gli occhi, con la complicità del governo di sinistra Gentiloni-Renzi è in atto l’impoverimento perpetuo a danno del nostro popolo. E se non è favoreggiamento dell’immigrazione clandestina questo cos’è? Avanti con la Lega e avanti con Salvini, prima gli italiani”.

Read Full Post »

ATTENTI A NOI DUE

 

diplomazia

PASQUA ALLA SATA DI MELFI----

MILAN AI CINESI -

Read Full Post »

1aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaazzzzzzaa

Read Full Post »

SI’ AL SUCCESSO DI GIANNI BONCOMPAGNI, MA NO AL SUO ATEISMO

Franco Petraglia

.
gianniboncompagninonlaraiIn questi giorni si è spento, all’età di 84 anni, Gianni Boncompagni: regista, autore televisivo e radiofonico, paroliere e conduttore.
D’origine aretina, ha rivoluzionato la radio e la televisione del nostro Paese firmando numerosi programmi molto apprezzati dal pubblico.
Personalmente, non posso non plaudire all’enorme successo riscosso da quest’uomo dotato di spirito vulcanico, un’intelligenza vivace, un’intraprendenza invidiabile.
Ma ciò che non posso “perdonargli” è il suo ateismo.
Egli dichiarò, nel 2012,in un’intervista:”Io sono sempre stato  ateo e morirò ateo”.Trovo inconcepibile e strano che un uomo possa negare l’esistenza di Dio.
Per me la sola Bibbia è più che sufficiente per crederci. E poi, come si può non riconoscere che Dio è il creatore al quale tutte le bellezze del creato appartengono. Nessun filosofo o scienziato è riuscito a dimostrare che Dio non esiste.
Requiescat in pace, caro dottor Boncompagni!

Read Full Post »

ILLESI I DUE CARABINIERI

(altro…)

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: